Immaginate una distesa azzurra interrotta soltanto da lingue di sabbia bianca e immacolata e verdi foreste, i soli elementi che vi consentiranno di distinguere dove finisce il cielo e inizia il mare. Giungere ai Caraibi in nave è un’emozione per gli occhi e per lo spirito che poche esperienze possono vantare, ma la sua magia non si esaurisce certo qui, perché una volta a terra si viene subito pervasi da un profumo dolce e inconfondibile, in grado di amplificare la sensazione di pace, benessere e vacanza: quello del frangipani. I fiori del frangipani, diffusi non solo nei Caraibi, ma anche in Messico, America Centrale e nelle isole Hawaii, sono profumatissimi e carnosi, con petali dalla forma arrotondata, bianchi, rosa, rossi e gialli e hanno un potere speciale: annusandone la fragranza senza eguali, riescono immediatamente a farci immergere con anima e corpo nelle atmosfere paradisiache di questi luoghi tropicali, infondendo una profonda e soave serenità interiore.

"In Polinesia, invece, viene posto sopra l'orecchio destro delle donne, se libere e in cerca di una relazione; sopra l’orecchio sinistro, se già impegnate. "

La storia del frangipani: la leggenda di Charles Plumier

Il nome latino della pianta (plumeria, per l’appunto) si deve al botanico francese Charles Plumier, che per primo raccolse e studiò un gran numero di piante dell’area caraibica alla fine del ‘600. Secondo la leggenda, un veggente predisse al ricercatore che per diventare ricco avrebbe dovuto cercare “un fiore dai colori della luna nuova e dalla fragranza sovrastante l’anima”. Nonostante i molti viaggi, Plumier non riuscì a trovare nulla che si avvicinasse a tale descrizione, fin quando – durante la navigazione verso le Indie Occidentali – in prossimità dell’isola di Antigua chiese a una donna, conosciuta per la sua saggezza, se conoscesse un fiore simile. La donna rispose che per trovare ricchezze oltre ogni immaginazione avrebbe dovuto recarsi nei pressi di una vicina chiesa in una notte di luna piena, avvicinarsi ai rami del rampicante al muro e agitare le foglie. Il botanico seguì alla lettera i consigli e, una volta sul luogo indicatogli, vide un piccolo albero ricco di fronde, che scosse con forza facendo cadere un’infinità di fiori dal profumo inebriante, luccicanti come monete d’oro. Plumier allora non solo scoprì il frangipani, ma realizzò all’improvviso quali fossero veramente le ricchezze della vita: la sensuale tranquillità della notte, la dolce fragranza dei fiori e la pace che questi davano alla sua anima. Antigua, non a caso, è una delle destinazioni più speciali di una crociera ai Caraibi: immergendovi nel suo mare cristallino, rilassandovi sulle sue spiagge paradisiache o assaporando un tonificante punch al rum dell’isola riuscirete a gustare appieno quella sensazione di totale quiete e beatitudine sperimentata all’epoca da Plumier, accompagnati da una dolce scia di frangipani che cullerà la vostra vacanza.

Il frangipani nel mondo

Nonostante sia indissolubilmente legato ai territori dell’America Centrale e alle isole caraibiche, il frangipani è diffuso addirittura anche in Italia, in Sicilia, dove affolla i balconi della zona di Palermo e viene regalato per tradizione alle spose dalle mamme come auspicio di fertilità; ma anche in Oriente: in India ad esempio si usa portarlo nei templi come offerta e piantarlo in prossimità di edifici sacri e cimiteri, in modo tale che il suo inebriante profumo possa accompagnare le cerimonie religiose induiste. In Polinesia, invece, viene posto sopra l'orecchio destro delle donne, se libere e in cerca di una relazione; sopra l’orecchio sinistro, se già impegnate. Ovunque insomma il fiore rappresenta la lealtà, la fedeltà, l’amicizia e l’ospitalità: la stessa che si dimostra accettando la tipica ghirlanda di frangipani, offerta di solito ai viaggiatori quando si arriva in un Paese tropicale, in segno di calorosa accoglienza che riesce a infondere subito la sensazione di “casa”.

L’utilizzo del frangipani in cosmesi

Sotto il profilo olfattivo, l’aroma del frangipani ricorda i fiori d’arancio, la gardenia e il caprifoglio; in cosmesi solitamente si trova accoppiato a gelsomino, neroli, tuberosa e ylang-ylang, per la produzione di profumi, saponi e oli essenziali. Navigando nei Caraibi, sarà possibile portare con sé un souvenir al frangipani: nelle isole caraibiche viene utilizzato infatti in molti prodotti beauty o dedicati alla casa, come creme per il viso e il corpo, oli da massaggio idratanti, profumi, essenze per l’ambiente che hanno il potere di evocare gli incantati luoghi tropicali di provenienza, trasformando ogni momento dedicato a se stessi in un viaggio speciale alla riscoperta della serenità, della calma e della pace interiore. E a bordo della navi, gli ospiti amanti del relax e appassionati di beauty possono trovare anche nella Spa trattamenti per il corpo idratanti a base di estratti di frangipani, per una profumatissima coccola durante la crociera.

Credits foto: Shutterstock

1 of 4