Sguardo riposato, pelle distesa e colorito sano: è il ritratto del viso di una persona che ha appena trascorso una vacanza. Come mantenerlo anche al rientro a casa? Con piccoli accorgimenti facili da seguire e alla portata di chiunque. I rimedi si trovano… in cucina e dal fruttivendolo: non solo per assumere cibi che fanno bene alla pelle, ma anche per preparare maschere di bellezza. E se non bastasse, c’è la ginnastica facciale. Una volta messo in pratica il programma anti-age, vi verrà voglia di ripeterlo sempre prima di un appuntamento importante. Provare per credere!

"Avocado, kiwi, frutti di bosco, melograno e patate dolci sono cibi portentosi per la pelle: grazie al loro potere antiossidante, contrastano gli effetti del photoaging."

5 cibi antiossidanti

Uno dei modi più semplici per mantenere la pelle giovane è inserire nel menù di tutti i giorni gli alimenti giusti! Qualche dritta? Avocado, kiwi, frutti di bosco, melograno e patate dolci sono cibi portentosi per la pelle: grazie al loro potere antiossidante, contrastano gli effetti del photoaging, l’invecchiamento della pelle dovuto all’esposizione solare. Ognuno spicca per l’alto contenuto di vitamine (A, C, E e flavonoidi) che contribuiscono a mantenere la cute giovane e luminosa. Alcuni esempi? La vitamina C, di cui sono ricchissimi i kiwi, esercita un’azione liftante perché rende più resistenti le fibre di collagene, cioè quelle che sostengono la pelle. Gli antociani contenuti nei frutti di bosco migliorano la circolazione sanguigna, garanzia di una cute luminosa, mentre la vitamina A delle patate dolci regala un bel colorito.

Maschere

Oltre ad essere una fonte preziosa di nutrimento “interno” per la pelle, gli alimenti possono migliorarla anche dall’esterno. Alcuni cibi diventano infatti ingredienti preziosi per maschere fai da te dall’effetto anti-age.

Per una pelle di velluto Centrifugate una fetta di melone con un cucchiaio di zucchero e uno di sale fino. Applicate il composto (deve risultare abbastanza liquido) sul viso e coprite con uno strato di pellicola trasparente da cucina, evitando occhi e bocca. Lasciate agire per 10 minuti, e sciacquate con acqua tiepida.

Per un effetto tensore Preparate un’efficace maschera liftante sciogliendo un cubetto di lievito di birra in poco latte, fino ad ottenere una consistenza cremosa. Applicate la maschera sul viso: quando si indurisce, asportate con acqua fredda.

Per uno sguardo riposato In un mortaio pestate finemente una manciata di foglie di menta fresca, aggiungendo qualche goccia di olio di mandorle e un cucchiaio di miele, fino a ottenere una “pastella”. Imbevete due garze di questo composto e applicatele sulla zona orbitale per 10-15 minuti. Sciacquate con acqua tiepida.

Per rassodare il contorno occhi L’olio di jojoba è un rimedio infallibile: più leggero degli altri oli, è una cera liquida particolarmente indicata per la zona del contorno occhi. Si assorbe facilmente e contiene antiossidanti che svolgono un’azione elasticizzante dei tessuti. Applicatelo picchiettando delicatamente con l’anulare, dall’interno verso l’esterno, cercando di tirare leggermente la pelle.

Due facili esercizi di ginnastica facciale a prova di forza di gravità

Non solo alimentazione giusta e maschere fai da te: la ginnastica facciale, se eseguita regolarmente, aiuta a contrastare la pelle che cede, mantenendo l’elasticità della cute. Ecco due semplici esercizi per tutti i giorni: ripetete il movimento 10 volte di seguito tre volte al giorno per almeno un mese.

Per la parte inferiore del viso Sorridete aprendo la bocca il più possibile, come se voleste pronunciare la lettera “E”. Nel frattempo cercate di coinvolgere i muscoli del sottomento, quasi a “stirarli” con una spinta proveniente dal collo. Tenete la posizione per 5 secondi e rilasciate dolcemente.

Per la parte superiore del viso Chiudete e aprite le palpebre con decisione, come se voleste strizzare gli occhi. Per aumentare l’efficacia dell’esercizio, premete gli indici sotto le sopracciglia, tirando su le palpebre, in modo da opporre resistenza ai movimenti successivi.

Credits foto: Shutterstock