Frutto estivo fra i più morbidi e delicati, l'albicocca è apprezzata in tutto il mondo per la sua dolcezza. Ma forse non tutti sanno che questo piccolo frutto arancione, dalla saporita polpa carnosa, ha moltissime proprietà benefiche per l'organismo. Dalla presenza di antiossidanti all'alto contenuto di fibre, utile per favorire la perdita di peso, le albicocche sono un toccasana per la salute. Ecco qualche informazione su questa delizia dell'estate.

"Le albicocche sono inoltre amiche delle diete: il loro basso contenuto di zuccheri le rende adatte per una merenda sana e ipocalorica. "

Un frutto che viene da lontano

Le albicocche, originarie della Cina dove venivano coltivate già tremila anni fa, appartengono alla stessa famiglia delle pesche e delle ciliegie (Rosacee). Ne esistono diverse varietà e quasi tutte vengono raccolte tra la fine di maggio e agosto. Oggi il più grande produttore di questi piccoli frutti estivi è la provincia turca di Malatya, nell'Anatolia orientale: a fine giugno, le albicocche (kayisi) vengono raccolte e spedite in tutto il mondo. Prima però una parte del raccolto viene fatta essiccare sui tetti delle case e utilizzata per preparare deliziosi specialità come l'agnello con le albicocche secche. In Italia, il primo produttore europeo di questo frutto, le albicocche migliori si producono sull’Appennino Emiliano e nella regione vesuviana in Campania, luoghi dove un particolare microclima favorisce la loro coltivazione. In Francia, che si posiziona subito dopo l’Italia nella classifica, sono famose le albicocche raccolte nelle regioni di Roussillon, Languedoc-Provence e Rhône-Alpes.

Le proprietà benefiche

Ricche di antiossidanti, fibre e minerali, le albicocche sono un frutto portentoso per il benessere del corpo. La loro polpa profumata contiene infatti carotenoidi, ovvero pigmenti organici tra cui il licopene (un antiossidante con effetti preventivi contro il tumore alla prostata), le vitamine A, PP e C (utili soprattutto per l'effetto antiossidante contro i radicali liberi) e diversi minerali. Tra questi, potassio, sodio, ferro, calcio e fosforo contribuiscono a fare dell'albicocca un valido alleato contro l'anemia. Infine, le fibre e il sorbitolo favoriscono la regolarità intestinale. Le albicocche sono inoltre amiche delle diete: il loro basso contenuto di zuccheri le rende adatte per una merenda sana e ipocalorica. Di questi frutti vellutati non si butta via nulla: anche il nocciolo è un concentrato di sostanze benefiche per l'organismo, perché da esso si estrae uno speciale olio che ridona lucentezza e tonifica la pelle.

In cucina

Benché per godere al massimo delle proprietà dell'albicocca bisognerebbe consumarle fresche, esistono svariate ricette che le impiegano anche in cucina. Oltre alle classiche marmellate e alle torte, le albicocche possono accompagnare piatti di carne bianca; per esempio, sono un ingrediente base della famosa Mostarda di Cremona. Un'idea golosa? Il risotto di albicocche e Roquefort. Dopo aver preparato la base di soffritto per il riso con uno scalogno e un cucchiaino di timo, unitevi le albicocche fresche (250 grammi) tagliate a pezzettini. Dopo tre minuti, aggiungete e fate scottare il riso (meglio se Carnaroli, Arborio o Vialone Nano) unendo progressivamente il brodo. Quando il risotto è pronto unite 100 grammi di Roquefort e lasciate mantecare il tutto a fuoco spento. L'accostamento particolarmente riuscito di dolce e salato vi stupirà.

Credits foto: Mondadori Portfolio/Age Fotostock