È ormai diventato un luogo comune, al cinema come in televisione: per riprendersi da una delusione bisogna assumere dosi massicce di cioccolato, sia esso in tavoletta, sciolto a bagnomaria o come ingrediente principale di un gelato. La scienza medica conferma, pur sottolineando che bastano 50 grammi al giorno per stimolare la felicità e che dosi maggiori non producono ulteriori benefici.

"L'assunzione del cacao stimola inoltre il rilascio di endorfine, chiamate volgarmente "gli ormoni della felicità."

La chimica della felicità

Il cioccolato contiene vitamine, minerali e l'alcaloide teobromina, che è un eccitante simile alla caffeina, aiuta la concentrazione, dà energia e stimola il buonumore È anche ricco di flavonoidi, composti chimici con un elevato potere antiossidante che secondo una vasta letteratura medica aiutano a mantenere sana la funzione cardiovascolare. L'assunzione del cacao in varie forme stimola inoltre il rilascio di endorfine, chiamate volgarmente "gli ormoni della felicità". Il nostro organismo le produce durante l'attività fisica, le effusioni amorose, quando si ride o si sta a contatto con la natura… e anche quando si mangia il cioccolato, meglio se amaro perché più efficace sull'umore.

Le varietà top

Potendo scegliere, l'ideale è quello ottenuto con il cacao Criollo, del Sudamerica, il più pregiato e anche il più raro: costituisce circa lo 0,001% del totale prodotto nel mondo, ma assaggiarlo è un'esperienza inebriante che rivela sentori di miele, nocciola e frutti rossi senza che nessuno di questi ingredienti sia stato aggiunto alla tavoletta. La qualità è garantita anche con l'Arriba Nacional ecuadoriano e il Nacional peruviano (entrambe sottovarietà del cacao Forastero) e con il Trinitario, che è un ibrido tra Forastero e Criollo.

Cacao e amore: una ricetta elettrizzante

Una volta procuratisi la giusta cioccolata, non c'è niente di meglio che cucinare la “Charlotte degli amanti”, ricetta ricca di ingredienti golosi: spezzetta una tavoletta di cioccolato fondente e falla sciogliere a bagnomaria con due cucchiai d'acqua, due di zucchero e due di burro. Aggiungi due tuorli d'uovo e mescola con vigore, poi togli dal fuoco. Monta le chiare a neve e aggiungile alla cioccolata insieme a due cucchiai di noci tritate, mezza tazzina di caffè nero, un cucchiaio di cognac e quattro biscotti savoiardi sminuzzati. Servi in due coppe e decora con la crema chantilly.