“Questo piatto ha una storia speciale: mi riporta alle selezioni per diventare giudice di MasterChef Italia, quando lo presentai a uno dei tanti provini. L’idea era di proporre una rivisitazione della classica frittata per dare vita a una creazione vegetariana essenziale, semplice e raffinata… Direi che alla fine mi ha portato fortuna, no? Per questo ho deciso di ‘condividerlo’ anche con voi, inserendolo nel Menù che ho creato per Costa e che potete trovare solo a bordo!”

“Composta di carciofi tiepida con la giardiniera marinata polvere di taralli al finocchio.”

Ingredienti per 4 persone

 

Per la composta di carciofi:

  • 4 uova
  • 4 cuori di carciofo (anche congelati)
  • 1 cipolla
  • 100 gr di panna
  • 50 gr di burro
  • 1 ciuffo di menta

Per la giardiniera:

  • 1 zucchina
  • 1 carota
  • 1 costa di sedano
  • 1 ciuffo di cavolfiore
  • 1 peperone
  • 4 piccoli scalogni
  • qualche rametto di timo
  • pepe rosa
  • aceto di mele
  • sale
  • olio di semi di girasole
  • olio extravergine di oliva

Per la guarnizione:

  • 100 gr di taralli ai semi di finocchio
  • qualche foglia di maggiorana
  • olio extravergine di oliva

 

Preparazione

Preparare la giardiniera in anticipo: tagliare le verdure a piccoli pezzi, avendo cura di togliere le parti interne della zucchina. Cuocerle separatamente in acqua, aceto e sale facendo attenzione a mantenerle croccanti. Dopo la cottura, farle raffreddare e asciugare su uno strofinaccio. Porre le verdure in una teglia di alluminio con un mix di olio extravergine di oliva e olio di semi di girasole. Aggiungere rametti di timo e pepe rosa, poi far marinare per due giorni.

 

In una casseruola fare un fondo di burro e cipolla tagliata a brunoise (cioè a dadini piccolissimi), aggiungervi i carciofi precedentemente tagliati a piccoli spicchi e cuocerli a fuoco dolce. Aggiustare di sale e pepe e terminare la cottura.

 

In una ciotola sbattere le uova, aggiungervi la composta di carciofi, un trito di menta, la panna e amalgamare il tutto.

 

Imburrare poi una placca antiaderente, aggiungervi l’impasto e cuocere in forno. Sarà pronto quando sarà bello dorato. Terminata la cottura, sformare e tagliare a quadri.

 

Guarnizione

Tritare i taralli e ridurli in polvere.

 

Presentazione

Porre al centro del piatto un quadretto di composta di carciofi, sovrapporvi 2 cucchiai di giardiniera di verdure, spolverare con i taralli e aggiungere un filo di olio extravergine di oliva e qualche fogliolina di maggiorana.

Scegli la tua prossima destinazione