Il primo documento in cui viene menzionato il cous cous è un libro di cucina rinvenuto nella regione che oggi corrisponde all'Andalusia. In questo antico testo, risalente al XIII secolo, è contenuta la ricetta originale del cous cous, un piatto oggi celebre in tutto il mondo, simbolo di integrazione e dialogo. Nato fra le dune del deserto, grazie alle spezie e alla versatilità si rivela un piatto in grado di contribuire al benessere quotidiano, appetitoso e in grado di mettere d'accordo tutti.

"Un mazzetto di erbe aromatiche, tante spezie, uvetta e menta fresca, ecco la ricetta del cous cous: oro giallo da abbinare agli ingredienti tradizionali del Mediterraneo."

Cucinare con il tajine

Couscous in lingua francese, o seksu, come viene chiamato fra i berberi del deserto, tradizionalmente viene preparato con semola di grano duro, macinato in modo grossolano. Frantumato, lavorato a mano, lasciato al sole a essiccare e conservato al fresco nelle tende, un tempo veniva preparato dalle donne. Nel mondo arabo viene cucinato nel tajine (o tagine), un recipiente in terracotta colorata dalla tipica forma a cono, e prevede una cottura molto lenta: grazie alla condensa, erbe aromatiche e spezie sprigionano gli aromi rendendo intenso il sapore del cibo. Il cous cous per secoli ha rappresentato il pasto dei popoli del Sahara, da mangiare tutti insieme di sera, quando ci si ferma dopo la giornata in viaggio e si accendono fuochi a rischiarare la notte piena di stelle.

Un lungo viaggio nel mondo

Presente in tutta la cucina del Nord Africa, il cous cous vanta una lunga tradizione. Grazie agli scambi commerciali la sua storia viaggia attraverso il Mediterraneo sulle navi cariche di spezie e grano: gli storici antichi parlano di questa preparazione già nel XII-XIII. Dal Magreb, considerato sua terra d'origine, il cous cous si diffonde in tutto il Vicino Oriente lungo le sponde del Mediterraneo. Giordania, Marocco, Libano, Turchia, Spagna, Francia e non solo: oggi è facile trovare un buon piatto di cous cous in ogni parte del mondo. In Italia ogni anno si celebra il Cous Cous Fest, evento internazionale nella meravigliosa cornice di San Vito Lo Capo, in Sicilia, nella provincia di Trapani.

Cous cous: tra ingredienti tradizionali e originalità

Verdure tagliate, carne, uvetta e tante spezie per una ricetta semplice e antichissima. Peperoncino, coriandolo fresco, una spolverata di cumino e paprika dolce rendono unico il sapore di questo piatto, ricco di proprietà antiossidanti grazie al potere benefico delle spezie. Il cous cous ha mantenuto la sua anima originaria, ma nel tempo si è trasformato grazie a nuove contaminazioni. Oggi viene preparato con ingredienti tradizionali come l'agnello ma mancano abbinamenti all'insegna di nuovi sapori, come avocado, formaggio fuso e fragole: a New York si gusta così, con un pizzico di creatività. Delizioso anche in in versione veg, è la sua versatilità a trasformare il cous cous in un simbolo di dialogo e amicizia fra i popoli.

Credits foto: Shutterstock

1 of 7