Per aggiungere un pizzico di novità al menù di Natale si può prendere ispirazione dalla cucina internazionale, ricca di ricette tradizionali insolite. Eccone quattro, molto diverse fra loro, ma tutte deliziose.

"È un dolce delle Filippine, una torta di riso soffice con la superficie croccante, cotta in teglie d'argilla rivestite di foglie di banano."

Menudo

Tipico degli stati nordoccidentali del Messico, è un piatto tradizionale della mattina di Natale, quando si consuma riscaldato in una sorta di brunch che segue i festeggiamenti della sera prima. La preparazione, che dura 5-7 ore, avviene nel corso della vigilia e coinvolge l'intera famiglia. L'ingrediente principale è la trippa di manzo, cotta a lungo in un brodo a base di peperoni piccanti, cipolle, lime e sapori vari tra i quali non possono mancare coriandolo e origano. Si serve come una zuppa.

Porkkanalaatikko

È un tradizionale piatto finlandese, che può essere servito come una delle portate principali del pasto oppure riscaldato per una veloce merenda. Alla base ci sono le carote, che devono essere tritate e poi unite a uova, zucchero, latte e riso precedentemente cotto. Si riempie quindi una casseruola, si aggiunge un pizzico di sale e si cuoce in forno, ottenendo uno sformato saporito dalla crosta croccante. Esistono anche delle varianti che sostituiscono le carote con altri tuberi, in particolare patate o navoni.

Pavlova

Dessert tipico della cucina neozelandese (e anche australiana), si prepara montando a neve il bianco delle uova e aggiungendovi zucchero superfino, succo di limone, un goccio di aceto, maizena ed essenza di vaniglia. Dopo la cottura in forno, il risultato assomiglia a una meringa, con la differenza che la pavlova è croccante all'esterno e soffice al centro. La guarnizione varia molto di regione in regione e persino di casa in casa, ma sostanzialmente prevede panna montata e frutta fresca, come kiwi, fragole, melograno e frutto della passione.

Bibingka

È un dolce delle Filippine, una torta di riso soffice con la superficie croccante, cotta in teglie d'argilla rivestite di foglie di banano. Si cucina in casa, ma durante i nove giorni che precedono Natale lo si trova anche in vendita fuori dalle chiese. Si prepara sbattendo insieme burro, uova, zucchero, farina di riso, lievito, latte di cocco, scaglie di cocco e scaglie di formaggio a pasta dura. Se si utilizza una teglia in metallo al posto di una di argilla, è comunque importante rivestirla con le foglie di banano, perché si tostano durante la cottura conferendo al dolce un gusto unico.

Credits foto: Shutterstock

1 of 4