Madre Natura ci offre decine di piante ed erbe che, se utilizzate nel modo corretto, possono contribuire al nostro benessere psicofisico. Facciamoci dunque indicare dalla scienza dell'erboristeria le soluzioni migliori per prepararsi a una vacanza, viverla e terminarla nel modo migliore.

"Un ulteriore accorgimento è di prendersi cura delle proprie gambe prima e dopo lunghe camminate per musei o vicoli cittadini: in questo caso possiamo affidarci a rusco, centella e ribes nero."

Partire per una vacanza

Il grande mondo delle tisane dimagranti mette sugli scudi gramigna e tarassaco (che favoriscono la diuresi), ma anche la pilosella, che oltre ad aiutare l’eliminazione dei liquidi in eccesso è anche un valido rimedio contro il gonfiore dovuto all'eccesso di sale nei pasti. Un occhio di riguardo merita l'infuso di carciofo, ottimo digestivo e valido aiuto al fegato nella depurazione del sangue. E per evitare che la fame nervosa rovini gli sforzi nel rimettersi in forma, l'ideale è puntare su fiori d'arancio e cannella. Vale anche la pena prepararsi per la partenza con degli infusi di timo, soprattutto in vicinanza dei cambi di stagione: è infatti efficace nella cura delle vie respiratorie. Sarebbe proprio un peccato portarsi dietro, oltre alla valigia, anche un brutto raffreddore

Vivere la vacanza con equilibrio

Cambiare luoghi e abitudini è un “eccitante naturale”, ma può causare la cosiddetta stipsi da vacanza: la soluzione è una tisana che stimola la regolarità, ad esempio con finocchio liquirizia, sambuco e senna, ma anche un infuso di basilico o menta, che aiutano la digestione. Un ulteriore accorgimento è di prendersi cura delle proprie gambe prima e dopo lunghe camminate per musei o vicoli cittadini: in questo caso possiamo affidarci a rusco, centella e ribes nero. Infine, per coccolarsi, le erbe su cui puntare sono ginseng e guaranà e poi muira puama (soprattutto per gli uomini) e damiana (ideale per le donne).

Tornare e rilassarsi

Lo stress da rientro rischia talvolta di rovinare il ricordo di una vacanza. Per correre ai ripari possiamo rivolgerci a una tisana di passiflora, che è un tranquillante naturale e che concilia sonno, oppure di melissa, che ha buone proprietà antispasmodiche e rilassanti (attenzione però a non esagerare con quest'ultima, perché dosaggi eccessivi possono ottenere un effetto opposto). Per combattere il jet-lag si consigliano camomilla e valeriana, che sono erbe distensive e rilassanti. E se in vacanza ci siamo concessi degli stravizi, allora possiamo rimediare (senza stress, non è accaduto niente di grave) con una dieta a base di frutta e verdura e con infusi di finocchio.

Credits foto: Mondadori Portfolio/Age Fotostock