Gli oggetti e gli arredi di una nave Costa dopo il restyling iniziano una nuova vita: partono per Haiti per andare ad aiutare chi ne ha bisogno. Grazie alla partnership tra Costa Crociere Foundation e Fondazione Francesca Rava, infatti, lo scorso Natale più di 13.000 oggetti nuovi o in ottimo stato provenienti dalle navi Costa sono arrivati nelle case dei sobborghi più poveri di Haiti. L’obiettivo? Aiutare i bambini e le loro famiglie a vivere meglio.

“Gli oggetti sono arrivati prima di Natale a Cité Soleil, il sobborgo più povero di Port-Au-Prince, la capitale di Haiti, per essere distribuiti alle famiglie bisognose.”

Oltre 13.000 oggetti e arredi sono stati spediti via mare

Sedie, poltrone, stoviglie, divise da lavoro, tessuti d’arredo e molti altri oggetti diversi sono stati imballati in Italia, nel deposito di Costa Crociere Foundation che si trova vicino a Genova, la città sede di Costa, e spediti con due container ad Haiti, uno tra i Paesi al mondo in cui la vita per i bambini è più difficile, con un altissimo tasso d’indigenza e flagellato da continue calamità naturali. Gli oggetti sono arrivati prima di Natale a Cité Soleil, il sobborgo più povero di Port-Au-Prince, la capitale di Haiti, per essere distribuiti alle famiglie bisognose grazie a Fondazione Francesca Rava – NPH Italia Onlus.

Un progetto condiviso con chi conosce bene Haiti

Per questo progetto, Costa Crociere Foundation ha stabilito una partnership con Fondazione Francesca Rava, che opera da oltre 30 anni ad Haiti. Il suo impegno è quello di aiutare chi vive in condizioni di assoluta povertà, portando in questa realtà complessa ospedali, case orfanotrofio, scuole di strada e molto altro. Non è il primo progetto che le due Fondazioni condividono: hanno già collaborato nel 2017 alla ricostruzione della scuola materna di Norcia, in Umbria, dopo il terremoto che ha devastato il centro Italia nel 2016.

Scegli la tua prossima crociera