Un viaggio ogni volta diverso, senza una meta precisa, con compagni che cambiano ed emozioni che ci sorprendono. Leggere è un po’ tutto questo, un percorso che a ogni pagina regala sorprese, spunti o nuovi personaggi. Inizieremo con voi un viaggio in 5 tappe con 5 libri differenti, che ci porteranno a scoprire città da una prospettiva nuova e insolita: seguiteci.
Il noir e il romanzo poliziesco legano tre città come Madrid, Barcellona e Marsiglia.

Lisbona

Partiamo dal Portogallo e dal romanzo “Sostiene Pereira” di Antonio Tabucchi. Qui si cammina per le piazze della città, entriamo nei Caffè e ci perdiamo per le strade di una triste e seducente Lisbona. Il protagonista è un giornalista abitudinario che si trascina tra la redazione del giornale e la sua casa (tra il castello e la Cattedrale) con alcune tappe in locali pittoreschi. Troveremo una città affascinante, da scoprire attraverso i piccoli dettagli.

Barcellona

Barcellona è una città eclettica e sfaccettata, perfetta anche per una storia poliziesca, come quella che ha protagonista l’ispettore Pepe Carvalho, personaggio famosissimo di Manuel Vázquez Montalbán. Nel romanzo “I mari del Sud”, è chiamato ad indagare sulla misteriosa scomparsa di un ricco impresario di Barcellona. A muovere le fila dell’indagine è un verso di poesia italiano. La città diventa lo scenario di colpi di scena e cambi repentini.

Madrid

La capitale spagnola è musa e fulcro dell’arte e della creatività, da sempre. Juan Madrid, uno degli scrittori noir più sorprendenti dedica alla città “Cronache di Madrid in nero”. Il protagonista è il Barrio de Las Maravillas, un quartiere affascinante e duro. Ci regala uno sguardo lucido, che è anche una dichiarazione d’amore per Madrid. Le pagine sono un abbraccio che attraversa malviventi, casalinghe, vagabondi e gente emarginata.

Marsiglia

Un’atmosfera poliziesca e corrotta che si respira anche a Marsiglia, grazie alla penna di Jean Claude Izzo, che alla città ha dedicato una trilogia (“Casino totale”, “Chourmo”, “Solea”). Attraverso il poliziotto Fabio Montale, indulgente e comprensivo, ci regala atmosfere noir, poesia, orrore, in un’atmosfera che alterna pastis e il profumo di basilico. I personaggi sembrano sempre sul punto di cadere, con il porto e il mare come personaggi in sottofondo.

Istanbul

Il nostro viaggio finisce a Istanbul, con l’opera “Istanbul”, opera dello scrittore Orhan Pamuk, premio Nobel per la letteratura nel 2006. Dettagli di racconti ed episodi autobiografici si sfumano in una città intima e malinconica. Attraverso la Storia e le diverse storie si tenta di cogliere l’anima della capitale turca. Un viaggio tra sogno, filosofia e memoria.

Questo tour ci ha permesso di andare avanti e indietro nel tempo e di mescolarci in diverse atmosfere, passando di città in città. Un insieme storie, curiosità, ma soprattutto di emozioni da vivere insieme.