In crociera le occasioni per acconciare i capelli da sera non mancano. Tra cene, aperitivi, spettacoli in teatro e feste a tema, il look urbano cede il passo a pettinature diverse dal solito.

"Ci sono tante idee che si possono realizzare in modo facile e veloce in vacanza!"

L’essenzialità con cui si viaggia diventa complice di uno styling creativo. In assenza di tutto l’occorrente per la messa in piega, ci vuole fantasia per rimediare in poco tempo acconciature adatte per esempio anche alle emozionanti serate di gala a bordo. Senza piastra e arricciacapelli vi sentite smarrite? Niente paura: ci sono tante idee che si possono realizzare in modo facile e veloce in vacanza! E per modellare i capelli, basta usare gli spray o gli oli protettivi anti-sole, cloro e salsedine. l’aria umida delle giornate trascorse al mare durante le escursioni o durante le passeggiate sul ponte della nave conferisce alla chioma quell’aspetto leonino che chiede solo di essere “addomesticato”. Quale occasione migliore per cambiare aspetto di sera?

CHIGNON, L’ELEGANZA DELLA PRATICITÀ

Perfetto per gli eventi più eleganti, lo chignon è tra le acconciature più facili da fare, e si presta a varie interpretazioni. In vacanza, quando i capelli sono meno soggetti a styling e stirature, vince lo chignon casuale. Dopo una giornata all’aria aperta, i capelli impregnati di spray protettivi sono l’ideale per “improvvisare” acconciature veloci. Per prima cosa, si raccoglie la chioma come se si volesse creare una coda bassa, ma senza fermarla con gli eventuali elastici; si attorcigliano poi le ciocche a piacimento senza seguire uno schema preciso, immaginando di creare delle onde con le mani. Infine, si fissa il tutto con delle forcine, avendo cura di nasconderle tra i capelli al meglio. Ecco pronto lo chignon spettinato e se la brezza marina lo spettinerà ancor più… cosa importa?

COTONATURE PER SENTIRSI UN PO’ DIVA

Per aggiungere volume ad una semplice coda, la cotonatura diventa l’ideale, soprattutto in mancanza di styler e prodotti che normalmente si usano in città. L’idea più trendy è la cotonatura che si sviluppa verticalmente sopra la fronte in contrasto con una coda bassa. Fa un po’ diva irraggiungibile, poiché tiene misteriosamente fermi i capelli, nonostante le ondate di vento.

TRECCE, L’ANTI-UMIDITÀ CHIC

Da comode acconciature anti-afa, le trecce diventano uno styling elegante per stupire nelle serate di Gala. Le idee più trendy riguardano le trecce laterali a mo’ di coroncina che lasciano libera la nuca, e conferiscono un’allure romantica al look nel suo insieme. Sono inoltre perfette per gli abiti scollati, e si adattano anche agli stili più eleganti, poiché creano un interessante contrasto. Se i capelli sono scalati, si otterrà un effetto casuale e disordinato che richiama lo stile boho-chic. L’alternativa per chi desidera lasciare i capelli sciolti, più liberi, è intrecciare solo il ciuffo laterale e fissarlo con una forcina sulla sommità posteriore del capo. E se i capelli son troppo sottili per essere intrecciati, si può ricorrere a piccoli “torchon” da fissare ai lati: basta attorcigliare le ciocche laterali su se stesse e fissarle con dei fermagli. Il viso acquisterà subito un aspetto più soirée.

CODA DI CAVALLO, UN CLASSICO RIVISTO

Essenziale e pratica, la coda alta è un’acconciatura perfetta per diverse occasioni. Il trucco per renderla più chic? Avvolgerla con una ciocca di capelli che ricopra l’elastico utilizzato per fissarla. L’effetto ordinato - che fa tanto soirée - si ottiene pettinando i capelli a testa in giù, in modo da raccogliere saldamente tutte le lunghezze sulla sommità del capo. Eventuali ciuffi ribelli possono essere “domati” dagli spray protettivi destinati alla cura dei capelli sotto il sole. Insolita e di grande impatto è la coda a “sbuffi”. Se l’attrice Blake Lively la sfoggia sui red carpet, via libera a portarla con nonchalance nelle serate a bordo. Requisito essenziale è avere una chioma lunga e folta, proprio come quella dell’ex interprete di Gossip Girl. Si parte realizzando una coda più o meno alta sulla nuca e si prosegue annodando sulla coda stessa 3 o 4 elastici a distanza di 5 cm l’uno dall’altro. Per finire, si “apre” la porzione di capelli tra un elastico e l’altro in modo da gonfiarli e creare il tipico sbuffo (l’effetto deve essere simile a una catena), fissandolo poi con la lacca.