"La vita è un viaggio e chi viaggia vive due volte": sono le parole di Omar Khayyam, poeta filosofo astronomo e matematico persiano vissuto nell'XI secolo d.C. Visitare luoghi sconosciuti, incontrare culture e sensibilità diverse dalle nostre, scoprire che dietro differenze superficiali siamo molto più simili di quanto potremmo ipotizzare a prima vista: viaggiare non è semplicemente andare in vacanza, anche se prendersi una pausa dalla routine quotidiana è sicuramente fonte di felicità. E non è nemmeno spostarsi fisicamente da un posto a un altro, perché il viaggio è sempre anche dentro noi stessi. Non a caso il grande cinema, così attento alle piccole e grandi avventure dell'animo, ha celebrato il viaggio in decine di pellicole. Ne abbiamo scelte cinque memorabili.

"Il film racconta la storia vera di Christopher McCandless, una vicenda che ha ispirato e ispira persone in tutto il mondo, che hanno adottato con entusiasmo uno dei motti più famosi di Chris: "La felicità è reale solo quando condivisa". "

Prima dell'alba (1995)

Quando arriviamo in una nuova città, spesso trascorriamo i primi giorni camminando senza meta e mettendo alla prova il nostro senso dell'orientamento. Il film di Richard Linklater riproduce alla perfezione questo particolare atteggiamento di apertura mentale, che non a caso propizia la nascita di una delle storie d'amore più romantiche del cinema, quella di Jesse e Céline, che si conoscono per caso sul treno per Vienna e, attratti da un'intesa irresistibile, decidono di passare la notte girovagando per la città. Lungo le peregrinazioni nella splendida capitale austriaca, metteranno a nudo la loro anima e i loro sentimenti, per poi, al sorgere del sole, andare ognuno per la propria strada, decisi a non rovinare con la routine quotidiana la bellezza assoluta del loro incontro.

Up (2009)

Il pieno ingresso nella vecchiaia è accompagnato dal rischio di scambiare per immaturi colpi di testa quelli che in realtà sono legittimi desideri d'avventura. Nel bellissimo film di casa Pixar invece si parte e lo si fa in modo spettacolare, sollevando un'abitazione con palloncini colorati. E si torna a casa con uno dei lasciti più preziosi dei viaggi: la possibilità di guardare la propria vita da una prospettiva diversa.

Into the Wild (2007)

Il viaggio come ricerca spirituale, mettendosi alla prova e scoprendo i propri limiti. Il protagonista, Alex “Supertramp”, appena laureato abbandona le costrizioni della famiglia e della società e parte per un'avventura vagabonda nella natura selvaggia di Usa e Alaska, che è l'essenza del viaggio alla ricerca della propria identità; vivrà tante esperienze, fino all'ultima, la più estrema. Il film racconta la storia vera di Christopher McCandless, una vicenda che ha ispirato e ispira persone in tutto il mondo, che hanno adottato con entusiasmo uno dei motti più famosi di Chris: "La felicità è reale solo quando condivisa".

I sogni segreti di Walter Mitty (2013)

Un viaggio è sempre eccezionale, perché porta una ventata d'aria fresca nella routine quotidiana. Ma non possiamo scordare che proprio quest'ultima ha un valore e un senso enormi, anche se non ce ne rendiamo conto. È proprio ciò che impara Walter Mitty, timido e dimesso impiegato dell'archivio fotografico del magazine Life, alla fine di un'avventura lunga e stimolante in giro per il mondo. Walter si trova infatti a dover affrontare un viaggio straordinario per recuperare il negativo mancante (il numero 25) degli scatti del famoso fotografo Sean O'Connell, foto destinata a finire sulla copertina dell'ultimo numero della rivista prossima alla chiusura.

Sideways (2004)

Un vero viaggio è anche un percorso attraverso la cultura enogastronomica di un paese. Nel caso di questo delizioso film, gli occhi sono puntati sui grandi vini della Santa Ynez Valley, in California. Un assaggio dopo l'altro e i due protagonisti imparano a conoscersi più a fondo e ad apprezzare la gioia delle piccole e grandi stabilità quotidiane.