Il freddo non costituisce per forza una minaccia per la salute. Lo spiega anche la scienza: passare tempo all'aria aperta anche in autunno e in inverno rafforza il sistema immunitario e, migliorando la capacità di assorbire vitamina D, riduce il rischio di infezioni e malattie. Ecco una serie di attività per la famiglia che permettono di divertirsi e di trarre tutti i benefici possibili dal contatto con la natura e dal gioco insieme.

"Stare a contatto con gli alberi è un toccasana per il corpo e per la mente, perché si fa il pieno degli ioni negativi di ossigeno prodotti dalle piante, che stimolano i processi vitali. "

Pokémon Go

La app per smartphone sta diventando uno stimolo a uscire fuori casa e cercare diavoletti esplorando i dintorni. Che si usi dietro casa o in una escursione, è un modo per coinvolgere grandi e piccoli nell'esplorazione degli ambienti naturali: boschi, prati, colline, sentieri… Si procede scoprendo un Pokémon alla volta, nel solco della sfida ludica, imparando a guardare con occhi nuovi luoghi che abbiamo sempre dato per scontati e assorbendo informazioni in modo leggero sul mondo che ci circonda.

Andare per boschi

Muoversi in un bosco in cerca di funghi o di castagne, o semplicemente di foglie colorate, è un modo per unire l'utile al dilettevole. Stare a contatto con gli alberi è un toccasana per il corpo e per la mente, perché si fa il pieno degli ioni negativi di ossigeno prodotti dalle piante, che stimolano i processi vitali. Al di là delle occasioni che offre il bosco dietro casa, una buona opzione è recarsi in un parco-avventura in cui passeggiare da un albero all'altro, giocando in famiglia; si impara a riconoscere meglio le dinamiche della natura e si allontanano lo stress e i pensieri ossessivi, come dimostrano anche diversi studi scientifici.

Passare una notte in tenda

Stare a contatto con la natura insieme ai genitori è una delle attività più benefiche per i piccoli. Una notte in tenda al freddo significa stimolare lo spirito di avventura, ovvero quel brivido dell'imprevisto che, secondo una ricerca americana, aumenta le capacità creative dei bambini e li stimola a elaborare strategie per risolvere situazioni complesse.

Osservare le stelle

È una delle 50 cose da fare prima dei 12 anni secondo il celebre elenco del National Trust inglese. Accamparsi all'aperto con tutta la famiglia, accendendo un falò per scaldarsi mentre si osserva il cielo stellato, rimanda al ricordo ancestrale di una vita in cui i riferimenti erano tutti nei segni della natura. Si sedimenta così nella memoria un ricordo prezioso da ripescare da adulti.

Visitare una fattoria

In autunno le fattorie didattiche sono luoghi pieni di vita, dove i visitatori possono prendere contatto con gli animali e le pratiche contadine ormai quasi dimenticate. Rotolarsi nelle montagne di granturco sgranato, accudire conigli e oche, partecipare alla vendemmia, imparare a mungere una mucca sono attività in grado di trasmettere entusiasmo alla famiglia e di insegnare molto ai piccoli.

Credits foto: OLYCOM/Mondadori Portfolio