La festa di Carnevale può diventare un momento di condivisione per grandi e piccoli, a partire dalla realizzazione dei costumi. Con tanta fantasia, ognuno dà il suo apporto creativo, per vivere insieme qualche ora di svago e divertimento. Non è facile inventarsi travestimenti per tutti senza pesare sul portafogli. Scopriamo insieme tutte le idee creative che possiamo realizzare insieme ai nostri bambini, ciascuna delle quali avrà come punto di partenza un oggetto che già avrete sicuramente a casa.

"Per il naso, serve della gomma piuma su cui cucire un bottone rosa shocking a mo’ di narici. Altro feltro rosso per il vestito e ai piedi scarpe nere, o stivali gialli. Ormai un classico per bambini."

Minion: felpa e salopette

L’ideale per i bimbi che adorano mangiare banane. Si parte da una felpa gialla, cucendo sul cappuccio 3-4 scovolini da pipa (o oggetti simili) per rappresentare i capelli. Poi si indossa una salopette di jeans e si costruiscono gli occhiali, tagliando due anelli spessi circa un centimetro da un tubo di cartone (quello interno della carta igienica va bene) e legandoli con un nastro nero. Risate assicurate.

Peppa Pig: cerchietto e feltro

La base è un cerchietto per i capelli, a cui si attaccano le orecchie da ritagliare da un panno di feltro rigorosamente rosa. Per il naso, serve della gomma piuma su cui cucire un bottone rosa shocking a mo’ di narici. Altro feltro rosso per il vestito e ai piedi scarpe nere, o stivali gialli. Ormai un classico per bambini.

Angelo o diavolo… o magari una farfalla: stoffa e fil di ferro

Per realizzare un paio d’ali, si parte dal fil di ferro che va modellato per fare da struttura portante, poi si aggiungono dettagli in stoffa da colorare con uno spray: in questo modo diventano possibili molte varianti, a seconda dei desideri del bimbo, un angioletto, un diavoletto, una farfalla, oppure un drago…basta dare sfogo alla fantasia!

Sommozzatore: bottiglie e zainetto

Semplice e d’impatto: una tuta nera sopra la quale indossare uno “zainetto” di bombole d’ossigeno fatte con le bottiglie di plastica dell’acqua e tenute insieme da nastro isolante e bretelle di corda. Poi bastano una maschera e un paio di pinne.

Grappolo d’uva: spille e palloncini

Sono sufficienti un po’ di palloncini di colore viola, da appuntare sui vestiti con piccole spille. Una maglia verde, a fare da foglia, che spunti dalla spalla è il tocco di realismo in più.

La civetta: una vecchia maglietta

Qui si sfrutta una vecchia maglietta sulla quale cucire triangolini colorati da ritagliare partendo da altre stoffe e toppe che girano per casa. Il corpo della civetta ha diverse sfumature di grigio e marrone, sempre meglio scegliere tonalità di questo genere. Per il viso si ritaglia una maschera classica dal cartone, con occhi in tono con il vestito e becco giallo.