Cipro è una delle destinazioni più ambite da tutti i viaggiatori che vogliono immergersi nella cultura mediterranea in una vacanza semplicemente indimenticabile. Circa due milioni di turisti si avventurano in questo meraviglioso Stato insulare alla ricerca di bellezze naturali, patrimoni dell’umanità UNESCO, cibo favoloso, spiagge da cartolina e una tradizione d’ospitalità e accoglienza che lascia ricordi indelebili.

Cipro è lambita dalle miti acque del Mar Mediterraneo dell’Est, in prossimità della costa turca, ed è un posto incredibile che può essere visitato in qualsiasi momento dell’anno. Essendo tra le isole greche con il maggior numero di bandiere blu, ovvero premi insigniti alle spiagge più belle e pulite in Europa, è la meta perfetta per chi vuole combinare vacanze balneari e, al tempo stesso, una full immersion nella cultura e nella storia di un popolo che ne ha viste davvero tante. Noi ti consigliamo di arrivare qui con una delle nostre crociere in un periodo compreso tra aprile e novembre, così che tu possa godere appieno delle attività locali.

Cipro è suddivisa in due parti: a sud, la Repubblica di Cipro presenta una maggioranza di popolazione greca, ed è parte dell’Unione Europea. A nord, invece, sorge la Repubblica Turca di Cipro, di bandiera turca. I due territori sono suddivisi dalla “linea verde”, area demilitarizzata dal 1974 che attraversa anche la capitale, Nicosia, e divide i quartieri turchi da quelli greci con la sua lunghezza complessiva di circa 180 chilometri.

Ci sono mille motivi per visitare Cipro, e uno di questi è sicuramente il cibo: la sua posizione, crocevia di tre continenti, fa sì che sull’isola si respiri un clima cosmopolita che riflette i suoi influssi sulla cultura e, naturalmente, sulla cucina. I piatti tipici mescolano i sapori tipici del Mediterraneo meridionale, i profumi del Medio Oriente e le grandi armonie della cucina centro-asiatica. Qui la dieta è basata prevalentemente su verdura, cucinata sapientemente, da gustare con salse allo yogurt. Se vuoi provare qualcosa di davvero tipico, assaggia un dürüm, piatto turco costituito da pane non lievitato che contiene carne e condimenti deliziosi. Da provare anche i dolci, a base di mandorle, miele e frutta fresca.

Sono 10.000 gli anni di storia che hanno visto protagonista Cipro. Quando si dice che qui basta scavare un po’ per trovare reliquie di un passato grandioso, non è mai un’esagerazione! Invasori stranieri, conquistatori e immigrati da ogni dove hanno lasciato la loro impronta sull’isola, che ha visto la dominazione di Greci, Romani, Bizantini, Genovesi, Ottomani, Britannici e Turchi. Cipro è un libro di storia da leggere in ogni paesaggio e ogni angolo: non perderti nemmeno un capitolo!

Non puoi dire Cipro senza dire gatti! Lo sapevi che l’isola è famosa per la presenza di un’imponente colonia di gatti, e per l’amore dei ciprioti verso questi simpatici animali a quattro zampe. I felini sono ovunque: li troverai a dormicchiare sui davanzali o a prendere il sole sulle rocce vicino al mare. Fanno parte del luogo tanto quanto i siti archeologici e il buon cibo. Trattali con rispetto.

L’ospitalità di Cipro è rinomata in tutto il mondo: sorrisi amichevoli, accoglienti atmosfere e tanta voglia di diffondere la propria cultura al resto del mondo. Stiamo parlando, in particolare, dei ciprioti greci, fedeli al loro retaggio storico e desiderosi di condividere con tutti la loro magnifica terra. La parola greca per ospitalità è “filoksenia”, da “filos”, amico, e “ksenos”, ovvero ospiti o turisti. Lasciati coccolare dalle attenzioni scrupolose dei ciprioti in una delle molte locande del posto e non vorrai più tornare a casa!

In questo articolo, abbiamo preparato per te un elenco completo delle attività e delle cose da vedere a Cipro, così che tu possa immergerti nella bellezza della cultura locale con un piano preciso del tuo itinerario qui. Porta con te la macchina fotografica, scarpe comode, un costume da bagno e tanta voglia di scoperte e nuovi orizzonti. Cipro, gioiello del Mediterraneo orientale, ti aspetta per conquistarti con la sua suggestiva atmosfera.

Choirokoitia

Choirokoitia è un meraviglioso sito archeologico localizzato sull’isola di Cipro, forse il più importante esempio di sito preistorico localizzato nel Mediterraneo orientale. Questo luogo magico è stato inserito nell’elenco dei Patrimoni dell’Umanità UNESCO già dal 1998, e ti basterà mettere un piede qui per capirne la motivazione. L’area è stata scoperta nel 1934, ma i processi di scavo sono andati avanti dal 1946 fino agli anni ’70, quando però si sono fermati in seguito all’invasione turca di Cipro. I lavori di ripristino di Choirokoitia si sono poi conclusi nel 1977.

Choirokoitia sorge su una collina a ridosso del fiume Maroni, lungo la costa meridionale dell’isola, nel distretto di Larnaka. L’area è stata abitata dal VII al IV millennio a.C. La sua esistenza e la sua conservazione identificano importantissimi elementi di come si sia evoluta l’umanità in questo particolare angolo di Mediterraneo.

Gli scavi qui sono formati da meravigliose strutture circolari fatte di blocchi di fango e pietra, con tetti piatti e muri a protezione del perimetro. L’aspettativa di vita non superava mai i 22 anni, con picchi di 35. I morti venivano sepolti in posizione rannicchiata sotto i pavimenti delle case.  Choirokoitia ha vissuto prevalentemente di agricoltura e allevamento di pecore, capre e maiali. Il villaggio è stato abbandonato per ragioni sconosciute nel 6.000 a.C.

C’è un piccolo biglietto di ingresso da pagare per accedere al sito archeologico di Choirokoitia, il quale è normalmente aperto tutto l’anno. L’area non è accessibile a visitatori con mobilità limitata. 

Lefkara

Un favoloso labirinto di stradine lastricate di pietra, muri con mattoni bianchi a vista e piante rampicanti che impreziosiscono ogni angolo della città. Benvenuto a Lefkara, un delizioso villaggio di artigiani e miti cittadini che non vedono l’ora di accogliere turisti curiosi nei loro laboratori. Lefkara è il paradiso per eccellenza di tutti i visitatori appassionati di fotografia che vogliono esplorare Cipro da un punto di vista davvero interessante. Collocata a ridosso delle montagne Troodos (da visitare a tutti i costi!), questa ridente cittadina è così bella che il tempo sembra scorrere in maniera completamente differente.

Tra le attrazioni che non puoi perderti ci sono sicuramente i negozietti che ospitano i sarti e i ricamatori che hanno fatto della tessitura una vera e propria arte straordinaria. Qui le cose si fanno come si facevano una volta: il ricamo “lefkaritiko” è diventato un simbolo dell’artigianato locale, di cui gli abitanti della città hanno fatto motivo di orgoglio incrollabile. E quest’arte dal valore inestimabile è divenuta anche parte dei patrimoni culturali intoccabili dell’UNESCO. Si dice perfino che Leonardo da Vinci sia venuto qui, nel 1481, per acquistare alcuni prodotti.

A Lefkara devi inoltre fare un salto al Museo Patsalos per il Ricamo e l’Argenteria Tradizionale. Situato nella casa di Patsalos, ovvero una delle famiglie un tempo più ricche dell’isola, questo concentrato di storia vale la pena anche solo per la sua meravigliosa architettura. Costruita interamente in roccia calcarea, è caratterizzata da una spettacolare corte interna. L’edificio risale al XIX secolo, e ti darà un’idea precisa di come doveva essere la vita in questi luoghi ormai svariati secoli fa. Il museo espone una collezione ricchissima di ricami e tessiture che ti lasceranno senza parole. 

Diga di Kouris

La diga di Kouris è la più grande diga che sia mai stata edificata a Cipro. Con la sua estensione di oltre 3 chilometri, l’area sorge a circa 15 chilometri da Limassol, in prossimità del villaggio Ypsanas. La costruzione di questa diga ha avuto inizio attorno al 1984, ed è stata completata nel 1989.  Con i suoi 115 metri di altezza, non appena giunto qui ti renderai conto di avere davanti una struttura imponente. La diga contiene le acque del fiume Kouris, arricchita anche da quelle del Diarizos. Nel bacino d’acqua creato dalla diga, a svariati metri di profondità dalla superficie, giace il villaggio abbandonato di Alassa, ormai non più esistente. I residenti sono infatti stati rilocati durante gli anni di costruzione.

Le acque della diga vengono utilizzate per l’irrigazione dei territori locali e per la distribuzione in tutto il resto dell’isola. Durante i periodi in cui il livello dell’acqua è alto, si festeggia l’evento con i fuochi artificiali. Leggenda vuole, inoltre, che nel 2008 qualcuno abbia avvistato un coccodrillo nelle sue acque. Naturalmente questa affermazione non è mai stata verificata. Come tutte le dighe, il paesaggio da Kouris è semplicemente spettacolare. Vieni qui con la macchina fotografica e preparati a una passeggiata attraverso paesaggi che ti lasceranno senza fiato.

Lofou

Benvenuto a Lofou, un delizioso villaggio costruito con struttura concentrica a ridosso di una collina, a circa 780 metri di altezza sul livello del mare. Circondato da montagne dai ripidi versanti, Lofou è uno spettacolo che lascia col fiato sospeso: l’area è inoltre suddivisa in parti dal passaggio dei fiumi Kryos e Kouris.

La fondazione del villaggio è avvolta nel mistero, ma le prime testimonianze scritte della sua esistenza risalgono al periodo dei Franchi. Lofou era stata donata a Janot de Luzonian, signore di Beirut, dal fratello Jacob nel 1392, insieme ad altri villaggi limitrofi. Per questo motivo, il villaggio è pieno di attrazioni che attirano ogni anno tantissimi turisti desiderosi di scoprire qualcosa di nuovo su Cipro. Fai un salto al Museo dell’olio, alla Vecchia Scuola e alla fontana di Elitzi, datata 1842. Quest’ultima in particolare rappresenta uno dei punti più importanti del villaggio, proprio vista la sua importanza in tempi antichi.

Lofou è costellata di chiesette, tutte da visitare. Nel tuo itinerario dovrebbero rientrare la Panagia Chrysolofitissa, la Cappella del Profeta Elia, l’Agia Marina e l’Agios Georgios.

Attorno al villaggio partono inoltre svariati percorsi naturali per ammirare le bellezze del posto. Una in particolare attraversa tutta Lofou e ti permette di avere una panoramica completa del cuore della cittadina, oltre che dei vigneti circostanti. 

Pera Pedi

 

Pera Pedi è un bellissimo villaggio di Cipro collocata nell’area a sud delle montagne Troodos, a circa 30 chilometri da Limassol. Attraversato dal fiume Kouris, Pera Pedi è un paradiso verdeggiante dove camminare tra le strade è un autentico piacere. Le frequenti piogge che battono quest’area dell’isola la rendono particolarmente favorevole per la coltivazione di vitigni, alberi da frutto (mele e pere in particolare) e altre prelibatezze della terra.

Il villaggio di Pera Pedi vanta una lunga storia, sebbene il numero dei suoi abitanti sia cambiato molto nel corso dei secoli. Si dice infatti che il suo nome derivi dalla zona montagnosa circostante e risalga al periodo dell’occupazione bizantina. Tra gli edifici più interessanti della zona, menzioniamo sicuramente la distilleria con cantina, costruita dagli inglesi alle pendici di Pirkovouno con le rocce calcaree delle aree circostanti. Da vedere anche l’enorme mulino ad acqua, operativo già dagli anni ’40.

Tra le chiese meritevoli di una vostra visita, menzioniamo sicuramente Agios Nikolaos, dove dal 1768 sono conservate due bellissime icone, rispettivamente della Vergine Maria e di San Giovanni Evangelista.

Di tutti i villaggi di Cipro, Pera Pedi è sicuramente uno dei più belli. Immerso nel verde, questo piccolo paradiso conserva ancora buona parte degli edifici storici costruiti nel corso della sua occupazione. Vieni qui per vivere un’esperienza tradizionale cipriota nel vero senso della parola: troverai ristoranti favolosi, un clima piacevole e tante, tantissime opportunità di scoprire qualcosa dello stile di vita sull’isola, lontano dall’assembramento turistico.

Mesa Potamos

Le cascate di Mesa Potamos sono uno spettacolo naturale irresistibile che non potrà mancare nel tuo itinerario a Cipro. Situate sul letto del fiume Arkolacanias, vicino al monastero Timios Podromos. La cascata più alta raggiunge i 7 metri d’altezza. L’area si raggiunge percorrendo una strada sterrata lunga circa 5 chilometri, partendo dal villaggio Moniatis. L’area rocciosa circostante è talmente bella che merita una visita e un picnic.

Se decidete di fare una tappa anche al monastero, sappiate che vi attende un piccolo capolavoro avvolto in una pineta. Si tratta di un edificio risalente all’XI secolo, espanso probabilmente nel XIV. Nel periodo di dominazione ottomana, il monastero è andato incontro a un declino. Nel 1912 l’area è tornata ad essere operativa, finché non è stata abbandonata di nuovo nel 1916. In quel periodo il monastero è stato trasformato in un hotel, successivamente abbandonato nel 1950. Nel 2003 è stato ripreso in mano dai monaci, che attualmente vivono ancora qui. L’interno di questo luogo è un posto magico: piazze lastricate di pietra, fontane meravigliose e scorci di paesaggio ispiranti che, nei secoli, hanno arricchito l’esperienza di fede dei monaci. Porta la macchina fotografica! Il percorso, pur essendo un po’ lungo, è facile e percorribile da tutti.

Antica Kourion

Il sito archeologico di Kourion è probabilmente una delle aree storiche più importanti di Cipro. Gli scavi, qui, hanno portato alla luce i tesori di un antico passato: quello della città-regno di Kourion. Costruita sulle colline a ridosso delle terre fertili in prossimità del fiume Kouris, la città-regno è stata associata dalle leggende ad Argos del Peloponneso. Questa meravigliosa città, un tempo prospera e ricchissima, è stata distrutta da un massiccio terremoto che l’ha colpita nel 365 d.C.

Al centro del sito vi è il magnifico teatro greco-romano, costruito nel II secolo a.C. e poi successivamente ampliato per ospitare le esigenze teatrali della città. Il teatro è stato ripristinato, e attualmente viene ancora adoperato per accogliere spettacoli di musica o recitazione, specialmente nei mesi estivi. Da vedere anche la casa di Eustolios, una villa privata che è stata poi trasformata di un’area di pubblica ricreazione nel periodo Cristiano. Passeggia nei bagni (i frigidarium, i tepidarium e il caldarium) che offrono un’importante panoramica sulle vasche e su come queste venissero utilizzate in tempi antichi per fornire relax e intrattenimento. Fatti ipnotizzare dai meravigliosi mosaici della Casa di Achille e della Casa dei Gladiatori. Tra le rovine, si può ancora ammirare ciò che rimane dell’agorà romana, costruita sulle rovine di un antico edificio risalente al periodo ellenistico. Infine, fai un salto alla basilica cristiana risalente al quinto secolo d.C, con battistero separato dall’edificio.

Antica Kourion è visitabile tutto l’anno, fatta eccezione per alcune feste comandate. Il biglietto d’ingresso costa circa 4.50 €, ma vale ogni centesimo. 

Tempio di Apollo Hylates

Il santuario di Apollo Hylates è un antico monumento dedicato, naturalmente, al dio Apollo, protettore della città di Kourion. Il tempo sorge a circa due chilometri e mezzo di distanza dalle campagne di Kourion, a Episkopi. Nei tempi antichi, il santuario era il più importante centro religioso di Cipro, dove Apollo veniva adorato col nome di Hylates, dio delle foreste. L’adorazione del dio è databile, secondo studi effettuati in loco, all’VIII secolo a.C. Le ultime installazioni del tempo includevano una palestra, una tesoreria, i bagni, un monumento e un giardino.

Il tempio, al momento parzialmente restaurato, è stato costruito in due fasi: la prima nel periodo Classico, la seconda invece nel periodo Romano. Pur essendo di piccole dimensioni, vi lascerà senza fiato con le sue straordinarie colonne. Il tempio è stato poi distrutto dal terremoto del 365 d.C.

L’area è visitabile tutto l’anno con un biglietto d’ingresso di 2.50 €, una cifra davvero irrisoria per ammirare uno dei siti archeologici più importanti di Cipro. Da qui, si può raggiungere facilmente l’antica Kourion, città-regno che non può mancare al vostro itinerario culturale.

Omodos

A circa 40 chilometri dalla città di Limassol, nella zona vinicola più attiva di Cipro, sorge il caratteristico villaggio di Omodos. Questo piccolo paradiso è circondato da alte montagne (tra cui Afames e Kremmos) e accoglie ogni anno centinaia di turisti affascinati dall’atmosfera rurale e un po’ storica che si respira in questo posto. La gente viene qui per gustare il vino fatto in casa (il moscato in particolare), ammirare i capolavori di artigianato locale come l’argenteria, la vetreria e il ricamo. L’attrazione principale del villaggio è il Monastero della Vera Croce il quale, appunto, ospita un frammento dell’antica croce originale. Se sei appassionato di storia, fai un salto anche al Monastero di Timios Stavros che sorge a pochi chilometri dal villaggio.

Si stima che Omodos risalga al periodo bizantino, e abbia unito le comunità di Koupetra che si trovavano sul posto. I ritrovamenti archeologici della zona, però, fanno pensare che Omodos sia abitata già dal periodo preistorico.

Se vuoi ammirare la bellezza dell’architettura di Omodos in tutto il suo splendore, tra tetti di cotto, viottoli traboccanti di fiori e meraviglie architettoniche del passato, fai un salto alla galleria di Omodos. Nel Museo Privato, invece, potrai ammirare le piccole attività quotidiane che si svolgevano un tempo sull’isola, tra case tradizionali e vita comune.

Dopo un giro tra i musei, siedi in una delle molte locande e lasciati conquistare dal grande cuore degli abitanti del villaggio, i quali sapranno prenderti per la gola e rendersi indimenticabili.

Pafo

Pafo è una meravigliosa città costiera di Cipro che saprà conquistarti con le sue spiagge incredibili e un patrimonio storico e culturale semplicemente inestimabile. Ci sono tantissime cose da fare qui, perciò dovrai fare attenzione a scegliere attentamente il tuo itinerario vacanziero una volta sceso dalle nostre navi.

Tra le spiagge più belle, quasi tutte insignite della bandiera blu per la pulizia delle acque, ti consigliamo Vrisoudia – a est del porto. Una lingua di costa sabbiosa che digrada dolcemente nel mare azzurro, con uno scenario di palme a costeggiarlo. Da vedere anche Coral Bay, dove dedicarsi agli sport acquatici, e la spiaggia di Alykes, ricolma di negozi e ricca di strutture balneari organizzate per garantire il vostro confort in ogni momento della giornata.

Se preferisci una visita culturale, devi passare per il Parco Archeologico di Kato Paphos, considerato tra i più importanti di Cipro e, naturalmente, patrimonio dell’umanità UNESCO. Tra le attrazioni principali del luogo, dobbiamo menzionare i mosaici: immensi, in ottimo stato di conservazione e scoperti accidentalmente da un contadino nel 1962. Visita la Casa di Teseo, la Casa delle Quattro Stagioni e lasciati sedurre dalla bellezza di quelle che dovevano essere case patrizie, di una bellezza sconvolgente.

Da vedere anche il Forte di Pafo, costruito e distrutto innumerevoli volente prima che venisse definitivamente ristrutturato dagli ottomani, nel 1592.

La città vecchia di Pafo, dichiarata capitale della cultura europea nel 2017, è un brulicare di vita e di incredibili murales. Se passi di qui, ricordati di portare con te la macchina fotografica, per un’esperienza culturale decisamente più moderna, ma al tempo stesso impareggiabile.

Kyrenia

Kyrenia è una bellissima città dell’isola di Cipro che, nel tempo, è divenuta anche una delle principali attrazioni turistiche dell’isola. Il suo sviluppo, avviatosi nel tardo Novecento, è adesso al suo massimo splendore. Guardata a vista da un castello pienamente visitabile, Kyrenia è la destinazione ideale per chi cerca il mare e, al tempo stesso, non vuole perdersi le bellezze culturali cipriote.

A est e a ovest della città sorgono le spiagge, oasi costiere dedicate ai turisti che vogliono semplicemente noleggiare un ombrellone e godersi l’isola con il maggior numero di bandiere blu del Mediterraneo. Alcune di queste aree sono attrezzate con strutture balneari atte all’accoglienza di tutta la famiglia, mentre altre – più secluse – sono perfette per chi scende dalla grande nave Costa e cerca un momento di relax e solitudine.

Antica Salamina

Benvenuti nel sito archeologico dell’Antica Salamina (Salamis), antica città che un tempo era anche il gioiello portuale di Cipro. Salamina era considerata una grande metropoli anche bell’antichità. Ha visto passare per le sue strade gli Assiri, gli Egizi, i Persiani e i Romani. Secondo le leggende omeriche, Salamina è stata fondata da Teucer, e poi abbandonata. Le sue rovine rimangono a testimonianza delle grandiose città che un tempo esistevano, a testimonianza di quello i popoli di una volta erano in grado di fare con tecnologie assai limitate rispetto alle nostre.

Gli scavi di Salamina hanno avuto inizio nel XIX secolo e adesso sono ammirabili nel sito archeologico di Salamina. Tra questi, vi è l’antico Tempio di Zeus Salaminios. Molti reperti rinvenuti nella zona sono invece reperibili presso il British Museum di Londra.

La città può essere visitata in qualsiasi momento dell’anno e merita decisamente ogni minuto della vostra permanenza a Cipro, specialmente se siete degli appassionati di storia.

Famagosta

Meglio nota come la città fantasma nel cuore di Cipro, Famagosta (o Famagusta) era un tempo uno dei resort più amati dell’intero Mediterraneo. Chilometri di costa dorata che digradano dolcemente in acque calde e turchesi, dove fare il bagno è – o era – un autentico piacere. Ebbene sì, perché Famagosta era la destinazione sulla bocca di tutti negli anni ’70, quando i VIP venivano qui a godersi le vacanze. Poi, un giorno, nel luglio del 1974, si è verificato un forte scontro tra le forze militari greche e turche, le ultime con l’obiettivo di proteggere la loro minoranza culturale. Dopo un periodo di scontri, Famagusta è stata bombardata prima del cessate il fuoco.

Adesso la città è divisa a metà, e difficilmente può essere vistata nella sua interezza. Famagosta è il simbolo della divisione dell’isola e merita una visita come esempio della Cipro moderna, martoriata dallo scontro ma ancora bellissima e fiera del suo grande passato.

Nicosia

Nicosia è l’ultima capitale al mondo a essere ancora divisa militarmente da quella che viene definita “la linea verde”. Comunque si decida di visitarla, c’è davvero tanto da vedere da entrambe le parti. Prendiamo per esempio la moschea di Selimiye, un ibrido di architettura cristiana e islamica. Da vedere anche il Museo di Cipro, collezione di artefatti storici rinvenuti sull’isola.

Pur non essendo particolarmente improntata al turismo, Nicosia ti darà un’idea chiara di com’è vivere nei centri urbani di Cipro, assaporando a piene mani la cultura del posto.

Se passi per Nicosia, fai un salto al Museo Bizantino, costruito in prossimità della Cattedrale di San Giovanni. Qui sono raccolti i resti della civiltà rinvenuti a Cipro, tra cui meravigliosi mosaici e pitture.

Non puoi passare da Nicosia e non assaggiare il caffè cipriota! Servito in pentole di rame oblunghe, è un’esperienza culturale irresistibile che ogni turista dovrebbe fare almeno una volta.

Larnaca

Benvenuto a Larnaca, città situata nella costa meridionale di Cipro. Essendo la città più vasta dell’isola dopo Nicosia e Limassol, merita una visita per il suo mare incredibile e per la ricchezza storica e culturale dell’atmosfera che vi si respira. Tra le attrazioni principali del luogo, dobbiamo certamente menzionare la chiesa di San Lazzaro e il Museo Ecclesiastico Larnaca, dove si conservano importanti icone religiose rinvenute a Cipro.

La Finikoudes è una meravigliosa passeggiata sulla costa che va fatta almeno una volta quando ci si trova a Larnaca. Con il suo clima tropicale accentuato dalle palme e i negozietti sparsi per la costa, lasciatevi trascinare nell’atmosfera marittima della città!

Il lago salato di Larnaca è una location bellissima dove rilassarsi e godere appieno della natura incontaminata di Cipro. Vieni a fare bird watching e a staccare dalla vita urbana per immergerti nella lussureggiante vegetazione.

Limassol

Limassol è la città più a sud dell’intera Europa. Con il tempo, si è trasformata in un favoloso resort dedicato ai turisti che vengono a Cipro alla ricerca di relax e lusso. La presenza di spiagge pulite e meravigliose, siti archeologici a portata di mano e le bellissime montagne Troodos a nord rende il paesaggio circostante un sogno di cui gettarsi a capofitto. Vieni qui se vuoi rilassarti e goderti la pace di strutture turistiche organizzate per curare al meglio l’esperienza del turista.

Monti Troodos

Non puoi dire di avere visto Cipro se non hai ammirato, almeno da lontano, la seducente bellezza dei monti Troodos. D’inverno, le cime si imbiancano di neve, mentre nelle lunghe giornate estive i picchi sono costellati di sentieri dedicati a tutti i tipi di escursionisti. La loro geologia è unica: si tratta infatti di uno dei pochi posti al mondo dove gli scienziati possono osservare la crosta oceanica senza doversi immergere. Troodos è inoltre una delle aree al mondo più ricche di rame in assoluto. Oltre alle meravigliose chiese Bizantine che incontrerai lungo i percorsi, Troodos ti aspetta con paesaggi mozzafiato che ti lasceranno senza parole.

Kato Pafos

Il sito archeologico di Kato Pafos è uno dei più importanti di Cipro, e lo dimostra il fatto che la location sia stata inserita nei patrimoni UNESCO già dal 1980. Kato Pafos ospita le vecchie rovine della città, spostata attorno al quarto secolo d.C. da Nicocles. Il parco include una serie di monumenti datati soprattutto all’epoca romana. Da non perdere i mosaici delle quattro ville: quella di Dioniso, di Teseo, di Aion e di Orfeo.

Il sito è visitabile in qualsiasi momento dell’anno, eccetto alcuni giorni di festa come Natale, il primo giorno dell’anno e il giorno di Pasqua.

Parti per Cipro con Costa Crociere

Parti domani per Cipro con Costa Crociere! Che tu voglia rilassarti sulle spiagge con il più alto numero di bandiere blu in Europa o voglia immergerti nella cultura della Antica Kourion e il suo glorioso scavo archeologico, Cipro ti aspetta per un’esperienza vacanziera indimenticabile. Non vediamo l’ora di accoglierti sull’isola!

Cerca la tua prossima crociera