Vi aspetta una vacanza meravigliosa sulle isole che vengono chiamate Grandi Antille: storia, folclore, mare e bellezze naturale: un mix che lega Cuba, Giamaica, Porto Rico, Repubblica Dominicana e Haiti (queste ultime fanno parte del territorio di Hispaniola). Sarà un viaggio attraverso il Mare dei Caraibi che vi porterà a visitare paesaggi diversi e variegati, spiagge bellissime dominate dalla barriera corallina, gente sorridente e ospitale, oltre a una cucina tipica ricca di tradizioni, gusto e contaminazioni. Tutti elementi che fanno parte delle Isole Caraibiche. Cosa aspettate a seguirci in questo percorso?

Hispaniola: Repubblica Dominicana e Haiti

Uno dei primi contatti sull’Isola sarà la capitale Santo Domingo. Rimarrete affascinati dai suoi palazzi coloniali e dalle architetture che celebrano Cristoforo Colombo. Se vi recherete nella città coloniale potrete scoprire il centro storico, i monumenti, le chiese e le pittoresche case colorate, che ricordano un arcobaleno. A pochi chilometri ci sarà Boca Chica, la spiaggia più popolare della capitale. Una vera oasi dove lasciarsi conquistare dal mare cristallino e dalla barriera corallina. Un altro luogo da non perdere è la penisola di Samanà, il paradiso delle spiagge. Preparatevi a sabbia soffice, mare di fantastiche tonalità blu e a palme rilassanti.

Potrete anche fare un’escursione per addentrarvi nella piantagione di cocco più estesa del mondo. Per chi ha bisogno di un po’ di movida frizzante e di spiagge meravigliose circondate da resort di lusso, un luogo da non perdere è Punta Cana, patrimonio mondiale dell’Unesco. In tutta questa meraviglia il vostro itinerario vi farà scoprire anche altissime cascate, piscine naturali, foreste e isole nascoste.

Haiti

Preparatevi al colore: di tutte le isole Haiti è quella che può vantare una tradizione più ricca di arti visive. Sui bus per esempio le decorazioni si chiamano “Tap Tap”. I musei sono variegati come quello de Guahaba, che raccoglie materiali sulla cultura e sulla storia indigena. Senza dimenticare il Museum of Art di Haiti o il Musée du Pantheon dove potrete vedere preziosi manufatti storici e oggetti, tra cui l’ancora di una delle caravelle di Cristoforo Colombo. Port-au-Prince è una citta rumorosa e frenetica, piena di mercatini.

A nord della capitale sorgono alcune delle spiagge più belle, dove è presente la barriera corallina, ideali per fare immersioni e trovarsi circondati dai relitti di navi spagnole, olandesi, affondate a partire dal 1500.  Tra le altre attrazioni da vedere c’è la Citadelle Laferrière, fortezza costruita nel 1800 per contrastare l’invasione inglese. Il castello è stato inserito tra i Patrimoni dell’Umanità e può essere raggiunto attraverso un sentiero tra le colline. Ai suoi piedi ci sono le rovine del palazzo Sans-Souci. Ci visse il leader rivoluzionario Henry Cristophe.

Giamaica

Il vortice della natura tra cascate, montagne e scorci unici, le sue meravigliose spiagge, il ritmo della musica reggae che colpisce ogni turista: Benvenuti in Giamaica. La capitale Kingston è una città multiculturale e permetterà di rivivere la leggenda di Bob Marley, per esempio visitando quella che è stata la sua casa dal 1975 al 1981. Troverete tanti cimeli dell’artista, tra foto e oggetti personali. Godetevi la visita tra spiegazioni cantate, stanze piene di dischi d’oro e di platino e murales. Oggi è presente anche uno shop dove è possibile acquistare oggetti legati alla musica reggae, oltre che dischi. La casa è diventata quasi una meta di pellegrinaggio per gli appassionati e per i curiosi. Nella città potrete dedicarvi allo shopping a King Street o visitare il Natural History Museum of Jamaica o la National Gallery.

La vostra vacanza in Giamaica sarà soprattutto all’insegna della natura, visto che potrete rilassarvi e godervi le sue spiagge. Quella più popolare e che fa innamorare tutti i turisti è sicuramente Negril Beach, merito della sua sabbia bianca che sembra scomparire e delle acque calme e cristalline. Potrete pure decidere di spostarvi al Dolphine Cove per nuotare insieme ai delfini. Per chi ama le escursioni è d’obbligo una capatina sulle Blue Mountains, che arrivano fino a 2.256 metri. Un luogo ideale per camminate e per fare del trekking, godendosi un panorama meraviglioso sull’isola. Un’esperienza tra vallate che sembrano infinite, piantagioni di caffè e un paesaggio pittoresco, impreziosito da case sparse. Da non perdere, poi, le cascate (le Dunn’s River Falls) nella regione di Ocho Rios: qui troverete anche numerose piscine naturali in cui passare un momento magico circondati dalla natura.

Porto Rico

Un cuore caribico, un fascino da cartolina, ma anche una storia che parla spagnolo e inglese, strizzando l’occhio agli Stati Uniti ed è piena di contaminazioni. Porto Rico non è ancora così conosciuta e quindi troverete sicuramente angoli di cui godere senza preoccuparvi. Iniziando a visitare la parte vecchia della capitale San Juan, vi troverete ad ammirare case colorate, viottoli, angoli pittoreschi: un patrimonio che non è sfuggito all’Unesco. Ci sono i bastioni di pietra della Fortaleza San Felipe del Moro, che risalgono al 1500 e che vi offriranno un panorama unico sulla città vista oceano. E poi ci sono le piazze, da Plaza de Armas, con le sue statue che rappresentano le quattro stagioni, a Plaza Colon, un omaggio a Cristoforo Colombo. Sul piedistallo della statua che lo rappresenta ci sono delle tavolette di bronzo che raccontano episodi della sua vita.

È la natura che, però, esploderà durante la vostra vacanza. C’è un cuore verde dell’isola all’interno della foresta El Yunque. Qui scoprirete panorami eccezionali e cascate. E in un labirinto di sentieri potrete respirare profumi e angoli che pulsano di flora e fauna. Arriverete così alla cima del Cerro del Toro. Le spiagge del Porto Rico vi aspetteranno poi, magari sulla costa occidentale. Il Mar dei Caraibi si svela in acque calde e turchesi, tra panorami di palme e sabbia soffice: Boqueron è a misura di famiglie, mentre Rincon è ideale per i surfisti.

E poi c’è la meravigliosa isola segreta di Culebra. Un piccolo paradiso che vi regalerà litorali meravigliosi e una natura rigogliosa. Basta un nome: Flamingo Beach. Per gli appassionati di arte e di cultura è assolutamente imperdibile una visita a Ponce, seconda città dell’Isola, magari a bordo di un tipico trenino. Qui potrete entrare nel Museo de Arte, fondato nel 1959: tra le 4.500 opere della collezione del museo c’è un ampio spazio dedicato all’arte europea e alla scuola preraffaelita.

Leggi anche :

Cuba

Quando Cristoforo Colombo la scoprì nel 1492 fu travolto dallo stupore. Cuba è difficile da descrivere, dicono che bisogna semplicemente viverla. La bellezza della natura è evidente grazie al suo clima, alle spiagge magiche e alle mangrovie. Ha una flora unica al mondo e barriere coralline, colori, sorrisi e una storia lunghissima e da raccontare. Fatta di schiavi, di dipendenza economica dagli Stati Uniti, di rivoluzioni, di appartenenza sociale. A questo aggiungete anche una serie di monumenti, palazzi storici e un fervore artistico e culturale senza pari e sarete serviti. Il Tour non può che iniziare da l’Avana. La parte vecchia della città è patrimonio Unesco dal 1982. Tra le tante piazze, Plaza de la Catedral e Plaza des Armas sono imperdibili. Nella prima sorge la Cattedrale, uno dei simboli maggiori del barocco Caraibico.

La seconda è famosa per i suoi mercatini di libri e souvenir. Sono tantissimi i monumenti che andrebbero conosciuti, a partire da El Capitolio Nacional, che ricorda il Campidoglio di Washington, per non parlare del Museo della Rivoluzione e il Museo delle Belle Arti. I luoghi simboli sono numerosissimi: Plaza de la Revolucion, teatro dei comizi di Fidel Castro e popolare soprattutto per la storia effige di Che Guevara nel palazzo dove c’è il Ministero dell’Interno. Come non passeggiare poi per El Malecòn, un lungomare di oltre 8 chilometri circondato da palazzi neoclassici o in stile art nouveaux che riescono a regalare eleganza e un tocco di decadenza allo stesso tempo.

A Cuba si respira arte e letteratura e potrete anche visitare il Museo dedicato al Premio Nobel Ernest Hemingway, e allestito nella sua casa cubana dove tutto è rimasto un po’ sospeso negli Anni 40 e 50, insieme agli attrezzi del mestiere (la macchina da scrivere, i libri e la scrivania).

Per chi vuole rilassarsi le spiagge di Playas del Este, a una ventina di chilometri da l’Avana rappresentano un sogno. Oltre 10 chilometri di litorale ampio tra palme, sabbia bianca e mare turchese. Qui potrete praticare numerosi sport acquatici: dallo snorkeling alle immersioni, passando per il windsurf. Tra le spiagge più popolari c’è sicuramente Santa Maria del mar. Se, invece, preferite camminare o fare un po’ di avventura tra trekking, speleologia, passeggiate a cavallo e birdwatching, il posto giusto è la valle di Viñales: un luogo a 200 chilometri da l’Avana dove potrete scoprire il volto rurale di Cuba.

Parti per le Grandi Antille con Costa Crociere

Mare, cascate, montagne, ma soprattutto una vacanza tra villaggi pittoreschi, tradizioni condivise nei secoli e una storia da scoprire nei musei o nelle contaminazioni che ha lasciato nella vita quotidiana: questo è quello che vi aspetta se deciderete di conoscere le Grandi Antille.  Non aspettate ancora e salite a bordo insieme a noi.

Parti con Costa Crociere