Conosciuta anche col nome di Io o di Nio, Ios è una delle più belle isole della Grecia, appartenente al gruppo delle Cicladi, lambita dalle acque generose del Mar Egeo. Sempre più turisti e riviste di settore rivolgono ogni anno la loro attenzione a Ios, preferendola addirittura a Santorini, avendo dato così il via a una vera e propria battaglia alla miglior fotografia panoramica su Instagram.

C’è poco da dire, se non che Ios ti lascerà semplicemente col fiato sospeso, e non si tratta di una “alternativa” in mancanza d’altro, ma di una destinazione eccellente per la tua vacanza balneare o culturale in Grecia.

Ios è l’isola greca di riferimento per tutti i ragazzi che hanno voglia di fare festa in un clima fantastico, tra discoteche attrezzate per andare avanti fino alle prime luci dell’alba. E quando il periodo dei giovanissimi si esaurisce, arrivano turisti di ogni altra età e provenienza, affollandosi alla ricerca dell’attrazione turistica più bella.

Chi arriva a Ios dal mare, come quando si passa di qui a bordo di una delle nostre grandi navi, avrà l’impressione di trovarsi nella classica isola della Grecia. Un porticciolo assolato circondato da lingue di sabbia dorata, colline rocciose macchiate di vegetazione bassa e case di un bianco accecante. Ma ai tavoli delle locande non troverai anziani intenti a giocare a tavli: solo giovani abbronzatissimi che, probabilmente, hanno fatto festa per tutta la notte e adesso sono venuti a godersi la spiaggia e la città di giorno.

La maggior parte dei turisti viene qui per andare al mare e trascorrere ore di pigra e sonnolenta bellezza sotto il caldo sole delle Cicladi. Sabbia dorata a non finire dove noleggiare un ombrellone e godersi la vita: come resistere ad alcune tra le spiagge più belle della Grecia? Eppure Ios, isola festaiola quasi per eccellenza, ha ancora tanto da dire al turista che vuole immergersi nella cultura locale, visitando chiese e siti archeologici di valore inestimabili.

Ecco, dunque, la guida di Costa Crociere al tuo prossimo itinerario a Ios, in cui ti mostreremo tutto quello che hai sempre voluto vedere sulle isole greche. Ti porteremo alla scoperta di magnifiche cattedrali, spiagge da sogno e perfino la tomba di Omero.

Chora

Chora è la città principale di Ios, e anche l’unico vero villaggio su questa piccola e preziosa terra delle Cicladi. Il centro è stato costruito nella parte ovest dell’isola, a venti minuti di passeggiata dal porto. Quando arriverai qui, ti troverai davanti a un piccolo gioiellino dell’architettura, costruito a forma di anfiteatro e dalle pareti delle case così bianche da risplendere al sole.

Lasciati sedurre dalla bellezza squadrata delle casupole bianche ammassate tra i dedali lastricati, e passeggia sereno in quello che ti sembrerà un labirinto di storia pronto a inghiottirti e cambiare per sempre il tuo modo di vivere le città greche. Pur essendo un tipico villaggio delle Cicladi, i visitatori troveranno qui svariati ristoranti e locande dove approfittare dei manicaretti della cucina tipica locale e, naturalmente, gustarsi un drink sotto il sole caldo del Mar Egeo.

Ti consigliamo di venire qui senza una destinazione precisa, almeno all’inizio: passeggia per le strade e goditi l’atmosfera. A un certo punto ti ritroverai ad ammirare la vista della Panagia Gremiotissa, il punto più alto del villaggio e probabilmente la chiesa più importante di Ios. Prosegui poi verso l’anfiteatro Odysseas Elytis, o verso le rovine del castello veneziano che dormono sulla cima della collina.

Chora conserva un fascino tradizionale irresistibile ed è stata dichiarata, in passato, un insediamento protetto dalle tutele nazionali greche. 

Chiesa di Panagia Gremiotissa

Sulla cima di una collina, nella capitale di Ios, sorge una bellissima chiesa che prende il nome di Panagia Gremiotissa (anche Panagia Gremniotissa). Pur essendo piuttosto piccola, è questa la struttura che si erge a testimonianza della santa protettrice di Ios. La sua traduzione sarebbe “Chiesa della Vergine Maria dei Pendii”, e deve il suo nome probabilmente alla sua collocazione geografica. Con la sua splendida cupola blu, le mura bianchissime e i palmizi frondosi che le fanno ombra, la Panagia è uno dei luoghi più magici dell’isola. La chiesa è dedicata all’Assunzione di Maria in cielo, che si celebra il 15 di agosto. Costruita nel 1797 d.C., la sua location offre viste meravigliose sulla città, sul porto e sul Mar Egeo.

Si tratta di un edificio della religione greca ortodossa. Secondo le leggende, nel periodo di occupazione ottomana della Grecia, la gente di Creta aveva talmente paura per la sua religione, che aveva deciso di creare un modellino delle sue chiese in legno e metterlo su una zattera per darlo al mare, così che quando qualcuno l’avesse trovato la sua memoria sarebbe rimasta eterna. Più tardi, a Ios, un pastore ha rinvenuto questo piccolo modello sulle sabbie della celebre spiaggia Milopota. Portata alla chiesa locale di San Nicola, l’indomani mattina l’icona è magicamente apparsa in un’altra chiesa. Dopo tre volte che accadeva lo stesso miracolo, gli abitanti del villaggio hanno deciso di costruire una vera chiesa a sua immagine e somiglianza – la Panagia Gremiotissa. Dalla sommità della chiesa si può ammirare Creta.

Cattedrale di Evangelismos

 

La favolosa cattedrale bianca di Evangelismos rappresenta il centro assoluto del villaggio di Ios, ed è forse una delle viste più iconiche dell’intera isola. Dipinta di un bianco accecante, la cattedrale è caratterizzata da cupole azzurre come il cielo. Un tempo conosciuta con il nome di Agios Nikolaos, adesso è stata ribattezzata Cattedrale di Evangelismos e attira ogni anno migliaia di turisti desiderosi di immergersi nella storia di Ios. Accanto ad essa sorge anche la piccola chiesetta di Agios Ioannis Podromos.

La Cattedrale di Evangelismos è l’ultimo baluardo religioso del centro, bello e immacolato, ed è circondata in tutte le direzioni da locande e bar dove trascorrere momenti incantevoli e assaporare la cucina locale di Ios. 

Gialos

Benvenuto a Gialos o Yialos, la spiaggia più importante del porto di Ios. La sua popolarità è dovuta alla vicinanza con le altre strutture e al grande spazio sabbioso che questa location ha da offrire a tutti i turisti che cercano un’oasi di pace e relax a poca distanza dalle strutture organizzate. È qui che attracca la maggior parte degli yacht, e pur essendo bellissima tende ad essere parecchio affollata nei mesi estivi dell’anno.

Yialos è la destinazione perfetta per il turista che vuole trascorrere una giornata di tutto riposo, circondato dalle migliori strutture balneari di Ios, e non dovendosi allontanare molto dal porto. Noleggia un ombrellone e un lettino solare e goditi le acque calme e trasparenti della costa. Se cerchi la calma, da Yialos puoi continuare a camminare fino alla chiesetta Agia Irini, una deliziosa costruzione bizantina con due torri campanarie e due cupole, una delle quali sorge al centro e l’altra ad est del tetto dell’edificio.

Da Agia Irini si arriva anche alla bellissima spiaggetta di Valmas, dove troverai un angolo di costa meno famoso e, dunque, assai meno frequentato dal turismo di massa.

Gialos è collegata alla spiaggia di Koumbara: basta continuare a camminare sul mare. Qui c’è una vista bellissima sulle casette bianche in classico stile isolano, e se la giornata è buona potrai ammirare l’isola di Sikinos sulla distanza.

Gialos offre strutture balneari, bar e taverne dove rifocillarsi. Vieni qui da solo, con il tuo partner o con tutta la famiglia. L’acqua è fantastica e la zona ben collegata al centro: bastano 15 minuti di autobus da Milopotas.

Teatro Odysseas Elytis

 

Benvenuto in una delle location più iconiche di tutta Ios, ovvero il teatro Odysseas Elytis. Questo posto che affonda le sue radici nella cultura greca deve il suo nome al celebre poeta e Premio Nobel per la Letteratura Odysseas Elytis. Questo luogo sorge sulle colline in prossimità della Chora, ovvero del villaggio principale, e ti precipita subito in un momento di storia cristallizzato nel tempo.

Nonostante l’anfiteatro Odysseas Elytis sia costruito in marmo, secondo le regole dell’antica architettura greca, la sua costruzione è relativamente recente rispetto a tutte le altre meraviglie edificate a Ios. Questa struttura colossale ospita ogni anno eventi di ogni genere dedicati all’approfondimento culturale del posto, feste e, naturalmente, il Festival di Omero, grande protagonista dell’isola.

D’estate è qui che si svolgono i migliori concerti e gli eventi all’aperto. Si dice che questo posto fosse il preferito in assoluto dello stesso Odisseo, costruito sulla cima della collina e circondato dalla vista mozzafiato di Ios. Che tu voglia assistere a uno spettacolo o meno, vieni qui e respira il profumo della storia dell’isola e della Grecia stessa!

Tomba di Omero

Chiunque venga a Ios sa che questo è il luogo in cui riposano le spoglie mortali del grande poeta Omero, uno dei più famosi dell’epoca greca. Dalla sua penna sono nati capolavori come l’Odissea e l’Iliade, e leggenda vuole che adesso Omero riposi qui, a Plakoto, nella parte più a nord dell’isola, su una spettacolare collina rocciosa. Qualcuno dice che la madre di Omero fosse originaria di Ios, e che dunque il poeta abbia deciso di trascorrere qui i suoi ultimi giorni ed esservi seppellito per sempre.

Si dice che Omero sia morto di malattia dopo una brutta caduta; altri affermano invece che non è stato in grado di risolvere un indovinello che gli venne posto dagli abitanti di Ios, i quali furono costretti a ucciderlo. Omero è morto in un periodo compreso tra il 1100 e il 900 a.C., e la sua tomba è stata scoperta da Pasch Van Krienen, rappresentante del governo.

Ci sono svariati modi per raggiungere la Tomba di Omero: puoi noleggiare una moto da Chora, o seguire uno dei molti tour. Verrai condotto attraverso meravigliosi uliveti, fino a raggiungere le antiche rovine di una tomba come ce ne sono molte. E infatti c’è voluto un po’ prima che gli abitanti di Ios potessero dimostrare oltre ogni ragionevole dubbio che quella fosse, effettivamente, la tomba di Omero. Solo dopo il ritrovamento di alcuni documenti si è infatti riusciti a risalire al proprietario di quella bellissima tomba sulle colline – e ancora oggi non si è del tutto certi di questa attribuzione.

Ma non ha importanza! Che Omero sia o non sia effettivamente sepolto qui, il viaggio non è mai vano. Lo scenario attorno alla tomba ti mozzerà il fiato. E dopo una capatina alla tomba, puoi sempre rilassarti alla spiaggia di Plakoto, o fare un salto per ammirare la bellissima baia Agia Theodoti. 

Pyrgos o Agios Ioannis Podromos

 

Sul punto più alto dell’isola sorge Pyrgos, conosciuto anche come Agios Ioannis Podromos. La vista che si può ammirare da questa importantissima struttura di pietra è unica nel suo genere. I credenti vengono qui alla vigilia delle celebrazioni dei santi, come per esempio il 24 giugno, dove si svolgono le tradizionali Klidonas e Fotara: enormi fuochi vengono accesi, e vi si danza intorno per propiziare la vita e la buona sorte.

Sito archeologico di Skarkos

Di tutti i siti archeologici di Ios, Skarkos vince il premio. E lo ha vinto letteralmente. Nel 2008 è stato insignito del riconoscimento “Europa Nostra” per via della qualità della conservazione del patrimonio culturale del posto, in ottemperanza non solo della qualità del lavoro svolto per preservare, ma anche dell’attenzione meticolosa a non andare a impattare l’ecosistema circostante.

I lavori di scavo di Skarkos sono andati avanti dal 1984 al 1997 e hanno rivenuto un insediamento dell’epoca del Bronzo, straordinariamente ben conservato. La sua forma circolare evidenzia la presenza di pavimenti lastricati di pietra, un sistema di scolo delle acque e un bellissimo cimitero. Vieni a visitarlo e poi corri al Museo Archeologico per completare l’esperienza storica quintessenziale di Ios.

Museo archeologico di Ios

 

Il museo archeologico di Ios si identifica soprattutto con Omero, il poeta più famoso di tutta l’antichità. Questo luogo sorge infatti a pochi chilometri dalla sua tomba, e ospita una serie di oggetti preziosi che testimoniano la lunghissima storia dell’umanità su Ios.

Oltre ad essere un bellissimo edificio risalente al XX secolo, l’area ospita ritrovamenti provenienti da una vasta quantità di periodi storici, preistoria inclusa. Ceramiche, vasellame, attrezzi e quant’altro. Qui puoi davvero farti un’idea di come doveva essere la vita alla Chora. 

Psathi

Se ti trovi nella zona della tomba di Omero, non puoi non fare un salto all’Agia Theodoti e, da qui, proseguire verso la verdeggiante valle di Psathi. Qui puoi arrivare per goderti un’esperienza balneare tranquilla e poco strutturata. Le coste sono sabbiose e selvagge, e fare il bagno è un autentico piacere perché, ogni volta che ti giri verso la terra, potrai ammirare da un punto di vista molto privilegiato la bellezza dei terrazzamenti del posto. Il mare qui è limpido e trasparente, e la gente viene a fare windsurf o semplicemente a noleggiare un ombrellone per godersi la pace e la tranquillità di Psathi.

Se il sole ti ha stancato, puoi sempre recarti in uno dei piccoli ristorantini del posto e goderti un piatto della cucina greca locale, attività che ti permetterà di scoprire sapori nuovi e vivere la cultura attraverso uno dei mezzi più diretti: il cibo!

Spiagge di Ios

È facile dire che le spiagge di Ios sono considerate tra le destinazioni più belle per nuotare in Grecia, ma è la verità! Da Mylopotas a Ormos, le più frequentate in assoluto, fino alle location meno ambite dai turisti, a Ios c’è tanto da scoprire e non vediamo l’ora di indicarti quelle che secondo noi sono le 20 spiagge più belle.

Partiamo dalla frequentatissima Mylopotas e andiamo poi verso Manganari, naia assolata a sud dell’isola, perfetta per chi vuole un po’ di tranquillità. Pensiamo poi a Kalamos, a 10 chilometri da Chora, spiaggia semideserta dove godersi il silenzio e il rumore delle onde.

Molto bella anche la spiaggia di Agia Theodoti, che deve il suo nome alla vicina chiesa, e le distese sabbiose di Gialos (Yialos) dove noleggiare un ombrellone e trovare la pace dei sensi. Ottima anche una visita alla bella Kolitsani, spiaggetta in prossimità del porto.

La spiaggia di Papa ti conquisterà per la sua vicinanza con Kalamos, dove le acque sono turchesi e ti sentirai il re del mondo. Da vedere anche Psathi, meno frequentata ma altrettanto bella, Plakoto, Capo Karatzas. Diamoudia, Kambaki, Koretzena, Neraki, Koumbara, Plakes, Tripiti, Tris Klisies, Tzamaria, Valmas e Vathirema.

Parti per Ios con Costa Crociere

Parti per Ios con Costa Crociere! Che tu voglia goderti il relax sulla spiaggia, o abbia deciso di visitare i bellissimi villaggi, Ios ti aspetta col suo fascino greco irresistibile. Lasciati sedurre dal clima fantastico, dall’ospitalità della gente e preparati a scoprire un’isola su cui vorrai certamente fare ritorno. Che aspetti? Prenota la tua vacanza con noi e goditi un posto magico.

Cerca la tua prossima crociera