Situata a nord dell’Australia, nell’Oceano Pacifico, la Nuova Guinea ospita alcuni tra i paesaggi naturali più spettacolari al mondo. L’isola si estende per diversi chilometri e racchiude al suo interno ambientazioni molto differenti tra di loro.

Il maggior punto di interesse turistico della Nuova Guinea è l’arcipelago Bismarck, composto principalmente da isole vulcaniche e terra di meraviglie naturali davvero uniche. Vediamo dunque le principali caratteristiche delle Isole Bismarck e i luoghi più affascinanti da visitare durante una crociera in Nuova Guinea:

Dove si trova l'arcipelago

L’arcipelago Bismarck è situato a largo delle coste della Nuova Guinea, nella parte sud-occidentale dell’Oceano Pacifico. Geograficamente, l’arcipelago viene considerato parte della Melanesia, ovvero una delle regioni in cui tradizionalmente viene divisa l’Oceania.

L’arcipelago Bismarck, grazie alla particolare posizione delle sue isole, forma un semicerchio aperto a O, che si completa a nord con le Isole dell’Ammiragliato e che racchiude il Mare di Bismarck. Le isole sono poco abitate e ospitano alcuni vulcani attivi. Inoltre, essendo il clima equatoriale umido, gran parte del territorio è ricoperto dalla foresta pluviale che favorisce intense coltivazioni di cocco, caffè, caucciù e cacao. 

Papua Nuova Guinea

L’arcipelago Bismarck appartiene alla Papua Nuova Guinea, lo stato che occupa la parte orientale dell’isola della Nuova Guinea. Politicamente indipendente dal 1975, anno in cui ebbe termine la dominazione australiana, la Papua Nuova Guinea si considera comunque parte del Commonwealth e ha come capo di stato il monarca britannico, ovvero, attualmente, la Regina Elisabetta II.

Papua Nuova Guinea, oltre all’arcipelago Bismarck, comprende al suo interno numerose isole come quella di Bougainville, l’isola più grande delle Isole Salomone. Papua Nuova Guinea, inoltre, confina a ovest con Papua e la sua capitale è Port Moresby, città più popolosa dello Stato e suo principale porto.

Storia

L’arcipelago Bismarck ha una storia antica, che affonda le sue radici nel 1500 a.C. quando il popolo Lapita iniziò ad abitare queste terre, sfruttandole per il proprio commercio di ceramica e terracotta. Tuttavia, l’evento storico principale che interessò questo arcipelago fu la colonizzazione da parte dei tedeschi alla fine del 1800: le isole furono nominate in onore di Otto Von Bismarck, il famoso cancelliere che, in quegli anni, comandava l’Impero tedesco.

Durante la Prima Guerra Mondiale, l’arcipelago fu occupato dall’esercito australiano che, nel 1920, ottenne un mandato dalla Società delle Nazioni, legittimando così la sua presenza sulle Isole Bismarck. L’arcipelago rimase in mani australiane fino a che, nel 1975, la Papua Nuova Guinea divenne indipendente.

Isola principale: New Britain

New Britain è una delle isole principali dell’arcipelago: la sua superficie si estende per 36.520 km², risultando la trentottesima isola più grande al mondo. Il punto più alto è il Monte Sinewit che raggiunge i 2.438 metri sul livello del mare. Il territorio è perlopiù coperto da una fitta foresta pluviale, mentre i numerosi fiumi che attraversano l’isola vengono alimentati dall’elevata piovosità.

L’isola possiede una particolare forma a mezzaluna e le sue coste sono intervallate da ripide scogliere e spiagge pianeggianti, il cui mare è protetto da splendide barriere coralline. Formata in gran parte da processi vulcanici, l’isola di New Britain ospita due differenti popolazioni: i papuani, che hanno abitato questo territorio per decine di migliaia di anni, e gli Austronesiani, insediatisi circa duemila anni fa.

Isola principale: New Ireland

Assieme a New Britain, l’isola di New Ireland è una delle isole più importanti dell’arcipelago Bismarck. Si tratta di un territorio dalla forma stretta e allungata, principalmente vulcanico e che si estende per circa 8.651 km². L’ambiente è perlopiù aspro, in particolare nella zona sud dove dominano le montagne Rossel che, in alcuni punti, raggiungono i 2.150 metri sul livello del mare.

L’isola è molto importante a livello culturale e artistico, grazie soprattutto alle tre tipologie artistiche dominanti: i “malanggan” a nord, i “kulap” a sud e gli “uli” al centro. I primi sono statuette commemorative dei defunti, caratterizzati principalmente dalla figura di un sole con gli animali totemici. I “kulap”, invece, sono raffigurazioni cilindriche realizzate in creta e che rappresentano gli antenati. Gli “uli”, infine, sono statue di legno colorate che richiamano i personaggi mitici.

I migliori punti di immersione

L’arcipelago Bismarck non è solo una terra ricca di storia e cultura, ma ospita anche alcuni dei punti di immersione più affascinanti al mondo. Nel Mare di Bismarck, infatti, si può trovare la più grande biodiversità del pianeta, oltreché acque limpide e pesci di ogni colore.

Le principali isole dell’arcipelago sono circondate da meravigliose barriere coralline, le quali racchiudono coralli multicolori e spugne di mare, attirando numerosi abitanti acquatici. Immergendosi in queste acque si potranno osservare grandi tartarughe marine ed enormi banchi di pesci mentre, per i più temerari, si possono avvistare anche temibili cacciatori come barracuda e squali. 

Migliori spiagge

Oltre a splendidi punti di immersione, l’arcipelago Bismarck offre anche alcune delle spiagge più affascinanti al mondo. Le distese di sabbia si allungano in un’acqua tranquilla e mai mossa: nonostante ci si trovi in pieno oceano, infatti, l’azione delle barriere coralline permette di godere di un mare perfettamente calmo.

Le spiagge sono perlopiù sabbiose e contraddistinte da tonalità dorate che, talvolta, si mescolano con una sabbia scura: questa deriva infatti dai numerosi vulcani che formano l’arcipelago e garantisce un effetto visivo davvero suggestivo. Il mare cristallino e i numerosi punti di immersione accessibili dalle spiagge completano poi il panorama di questi splendidi ambienti, assicurando ai visitatori un’esperienza unica.

Cosa vedere in Nuova Guinea

La Nuova Guinea offre alcuni dei paesaggi più spettacolari al mondo. La natura, infatti, domina incontaminata e i turisti possono anche conoscere l’arte e la cultura di questa terra antica. Ecco, dunque, il meglio della Nuova Guinea e alcuni posti assolutamente da non perdere:

  • Port Moresby: la capitale di Papua Nuova Guinea offre alcune delle attrazioni turistiche più interessanti dell’intera isola. Si potranno ammirare il National Museum and Art Gallery, che ospita un’ampia collezione di opere d’arte provenienti da più di 800 tribù, e i Giardini Botanici, situati nel campus universitario;
  • Alotau: questa splendida città si trova nella regione di Milne Bay, una delle zone più a est di tutta la Nuova Guinea. Alotau ospita numerose spiagge di sabbia nera e fondali marini ricchi di fauna e flora variegata. Inoltre, nel territorio circostante, si possono ammirare splendide cascate nascoste nella foresta pluviale;
  • Rabaul: un tempo era capoluogo dell’isola New Britain, ma venne in gran parte abbandonata nel 1994 a causa di una tremenda eruzione del vicino vulcano Tavurvur. Oggi la città non è sicuramente più quella di un tempo, ma è certamente uno dei luoghi più suggestivi di tutta la Papua Nuova Guinea;
  • Monte Hagen: si tratta di uno dei punti più alti dell’intera Nuova Guinea. Il Monte Hagen è un antico stratovulcano e raggiunge i 3.778 metri sul livello del mare: sulla sua cima, infatti, si può ammirare uno splendido paesaggio.

Parti in crociera per il Giro del Mondo

Nel mondo esistono luoghi affascinanti e suggestivi, come la Nuova Guinea. Se non hai ancora organizzato le tue vacanze scopri le numerose offerte Costa e parti subito per una crociera in giro per il mondo. Potrai ammirare paesaggi unici senza doverti preoccupare di inutili preoccupazioni: le navi di Costa sono infatti fornite di svariati comfort grazie ai quali avrai l’opportunità di passare giorni di totale relax e spensieratezza.