Colore, musica, sorrisi e storia. La Colombia sa regalare tanto in termini di paesaggi, attrazioni e attività da fare. Tra musei, testimonianze del suo passato e un presente creativo e ricco di tradizione e folclore. Sicuramente la principale attrazione sono le spiagge della Colombia.Le sue isole però non sono da meno: San Andrés, Gorgona, Baru e molte altre. Scenari paradisiaci ancora non troppo turistici, dove vi potrete sbizzarrire tra snorkeling e immersioni. Scoprite con noi le isole più belle con una crociera Costa.

Isola di Providencia

L’isola di Providencia si trova a 90 chilometri più a nord dell'isola più conosciuta di San Andrés, un gioiello del Mar dei Caraibi appartenente alla Colombia. Non è facilmente raggiungibile, se non da San Andrés, e per questo mantiene ancora un profilo poco turistico. Qui non troverete resort od hotel di lusso, ma rimarrete a bocca aperta di fronte alle lagune color smeraldo, alla vegetazione rigogliosa e ai chilometri di barriere coralline.

La capitale si chiama Santa Isabel, ed è un centro abbastanza moderno. Potrete curiosare nella sua parte vecchia o ammirare la sua baia, che ospita numerosi locali e ristoranti. Le spiagge più belle dell’isola sono Baia Manzanillo e Casa Baja. Ci sono altri due gioielli da visitare: si tratta di un’isoletta meravigliosa (Cayo Cangrejo), circondata da una magnifica barriera corallina, dove potrete ammirare pesci colorati, mante e barracuda. Da non perdere anche la baia di Suroeste, dove potrete riposarvi in mezzo a un’acqua limpida e tranquilla in cui potrete scorgere una fauna colorata e variegata.

San Andrés

Musica reggae che invade l’area, onde che si infrangono sulle palme, mare cristallino su una sabbia bianca e morbida: benvenuti a San Andrés, isoletta di 27 chilometri, che si trova davanti al Nicaragua e che comprende anche Providencia e Santa Catalina. Vivrete un ambiente pieno di sfumature e contaminazioni creole, inglesi e latino-americane. A testimoniare la diversità delle culture c’è la travagliata storia dell’isola. È stata contesa tra Nicaragua e Colombia, dominata da Spagna, dall’Olanda e dalla Gran Bretagna. San Andrès è un posto pieno di suggestioni, merito anche della musica che spazia dalla salsa al reggaeton fino al vallenato o il calypso.

Qui scoprirete il paradiso dello snorkeling. e delle immersioni, con la possibilità di esplorare la barriera corallina tra pesci colorati, coralli e mante. Gli amanti della natura possono esplorare i parchi naturali e i giardini. I residenti affermano che qui il mare è talmente splendido, che si esprime in 7 colori. Le spiagge sono meravigliose e alcune si differenziano per una sabbia rosata, dovuta alla presenza del corallo rosso.

Gli abitanti sono rinomati per essere felici e sorridenti, sono molto ospitali e amano fare festa. Questa energia si manifesta anche nelle decorazioni delle case che hanno colori sgargianti. Durante l’anno ci sono diversi festival, dedicati alla musica, alla cultura e anche alle danze folcloristiche. A San Andrés non mancano anche storie legate al suo passato. La leggenda vuole che il pirata Henry Morgan usasse una grotta dell’isola per nascondere i suoi tesori.

Isola Múcura

Un’isola che è un vero gioiello, dove tutti vivono in armonia e dove il tempo sembra essersi fermato, anche se il turismo è già arrivato, soprattutto in una parte dell’isola che ospita hotel e resort. L’Isola di Múcura è situata nell’arcipelago di San Bernardo. Qui l’attrattiva principale, come è facilmente comprensibile, sono le spiagge. Vi troverete di fronte a piccoli lembi di sabbia bianca ai quali si giunge dopo aver attraversato sentieri nel verde delle palme. Una bella occasione per rilassarsi, leggere un libro, ricaricarsi e per vivere dentro una cartolina piena di meraviglia.

 Il villaggio più grande dell’isola si chiama El Pueblo. Qui potrete dormire in pittoresche palafitte e ammirare un panorama senza pari, fatto di scorci, luci indescrivibili e anche conchiglie giganti. Nell’isola avrete la possibilità di fare un bagno nel plancton, in una particolare laguna. Tra le altre attività imperdibili ci sono lo snorkeling e le immersioni, soprattutto nel Parco nazionale Corales del Rosario e San Bernardo. Qui, oltre a pesci colorati potrete incrociare delle simpatiche tartarughe marine.

Isola grande

Ci vuole poco meno di un’ora di barca da Cartagena per arrivare su questa graziosa isola, che a differenza di quello che dice il nome è un piccolo atollo famoso per le sue spiagge paradisiache in cui riposare. Il mare è limpido e cristallino.  L’isola è la più grande dell’arcipelago del Rosario, che comprende una ventina di isolotti. È lunga appena poco più di 2 chilometri ed ha un villaggio principale, un colorato agglomerato di case in murature, alternate a capanne. I residenti sono cordiali e disponibili, i ristoranti vi permetteranno di scegliere tra un menù di carne o di pesce.

Johnny Cay

“Un’isola da sogno” è stata definita questo piccolo atollo, al largo di San Andrés. Ci si arriva provvisti di biglietto come se si andasse a fare una gita o si entrasse in un parco, visto che è grande appena 200 metri ed è presa d’assalto dai turisti. Il risultato finale è una giornata piena di colore e di relax, ma anche di condivisione con gli altri visitatori. Le spiagge sono degli angoli di paradiso e di relax. La natura è rigogliosa e sa sorprendere con la presenza di numerose iguane. Tra le curiosità dell’isola c’è un dolce tipico a base di cocco, oltre a diversi cocktail locali da scoprire. È l’occasione giusta per prendersi una pausa in uno dei numerosi chioschetti.

Isola Malpelo

Quest’isola, che si trova a oltre 500 chilometri dalla Colombia, è considerata il paradiso delle immersioni tra gli squali. Malpelo è, infatti, ne è considerata la capitale incontrastata. I subacquei nuoteranno tra squali seta, martello, balena, aquile di mare, tonni e pesci vela. I fondali marini sono quindi pieni di tesori, anche perché sono racchiusi in uno dei più grandi parchi marini della zona (comprende, oltre all’isola, 900 mila ettari di ambiente marino), diventato anche Patrimonio dell’Unesco dal 2006. In quest’area è assolutamente vietata ogni forma di pesca. L’unico modo di raggiungerla è attraverso le navi che salpano da Buenaventura o da David.

Gorgona (Colombia)

L’isola, che si trova a 25 chilometri dal dipartimento colombiano di Cauca, è stata sede di un penitenziario di massima sicurezza fino al 1984. Evadere era praticamente impossibile. Oggi è diventata un Parco Nazionale protetto. La sua storia è fatta di altri curiosi episodi. Alcuni anni dopo la sua scoperta, che avvenne nel 1542 grazie a Diego Almagro, esploratore spagnolo, giunsero un centinaio di soldati spagnoli che volevano riposare dopo la battaglia con gli Incas. Di questi la maggior parte fu uccisa dai serpenti, che erano i veri padroni dell’isola. Il nome, “Gorgona”, fa, infatti riferimento alla creatura mitologica che aveva dei serpenti al posto dei capelli. Nel 1960 si decise di trasformare l’isola in un carcere di massima sicurezza.

La struttura fu aperta nel 1960 e funzionò per 24 anni, non senza violentissime risse e anche un’evasione. Le celle erano strettissime e i detenuti erano sorvegliati a vista dai secondini. Alla chiusura della prigione il governo colombiano decise di convertirla in Parco naturale, anche per combattere la massiccia deforestazione che aveva caratterizzato gli anni precedenti. Le strutture in cui alloggiavano le guardie della prigione sono state convertite in abitazioni per i biologi che si occupano della biodiversità dell’isola.

In questo area che si stende per oltre 61.000 ettari, sono presenti oltre 380 specie di pesci e oltre 700 diversi tipi di piante, senza contare gli uccelli marini. Dal 1984 l’isola è diventata anche Patrimonio dell’Unesco. È una destinazione ideale per gli amanti della natura, visto che vi potrebbe capitare di incontrare balene, delfini e anche tartarughe marine. Due sono i fiori all’occhiello dell’isola: oltre a un’estesa foresta pluviale, c’è anche una barriera corallina che promette numerose sorprese a contatto con la fauna marina.

Santa Cruz del Islote

Torniamo nell’arcipelago di San Bernardo, tra una serie di isolette che si trovano a circa 1 ora di barca dalla cittadina di Tolu. Oltre alla sua bellezza naturale è conosciuta per avere la più alta densità abitativa del mondo. Si estende per poco più di un ettaro, poco più di due campi da calcio, e ha oltre 1200 abitanti. È un isolotto urbanizzato, moderno con 4 strade, pannelli fotovoltaici sui tetti e una scuola. La vita è raccolta, ma colorate e frenetica. All’aperto i bambini giocano e sono organizzate diverse attività. E si potrà davvero vivere a contatto con i residenti.

Isola di Barú

Siamo di fronte Cartagena de Indias, a una decina di minuti dalle isole del Rosario, nel mar dei Caraibi colombiano. La star è sicuramente Playa Blanca, una meravigliosa spiaggia di sabbia soffice e bianca che si mischia a un mare limpido e poco mosso. Aggiungeteci una lunga fila di palme e una vegetazione rigogliosa e avrete idea della cornice da cartolina che potrete vivere. Qui è il posto giusto per rilassarsi e per non pensare a niente, regalatevi una dormita sull’amaca o un cocktail in uno dei tanti chioschetti. È

Una spiaggia piuttosto estesa dove potrete camminare sul bagnasciuga o in cui potrete fare snorkeling, soprattutto nella parte destra dietro gli scogli. Nella parte sinistra vi troverete ad ammirare la parte meno frequentata della spiaggia, oltre a tutta una serie di ristoranti che vi proporranno dei piatti tipici a base di pesce.

Isola Tintipan

È una delle 10 sorelle, che formano l’arcipelago di San Bernardo, che si trova nel dipartimento del Sucre. Per arrivarci bisogna partire dalla città di Tolù, che si trova a due ore di bus da Cartagena. L’Isola Tintipan è un gioiello caraibico in cui il mare è l’assoluto protagonista. Impossibile non nuotare e non fare snorkeling, sperando di incrociare qualche simpatico delfino. La parola d’ordine è relax, magari sdraiati a leggere un libro o a godervi il sole magari in compagnia di qualche amico. Le vacanze si possono sfruttare anche provando il cibo e le specialità locali, dal pesce al platano, passando per l’arroz de coco. La vegetazione è costituita soprattutto da mangrovie. Quello che conta sarà lo stato d’animo con cui vi presenterete davanti a tanta meraviglia.

Isola Margarita (Colombia)

È l’isola fluviale più grande della Colombia, nel dipartimento di Bolivar, a 250 chilometri da Cartagena. È rinomata per le specie di pesci e anfibi che la popolano e anche per i contrasti che regala. Da non confondere con la più grande e rinomata isola venezuelana, vi regalerà comunque pomeriggi di relax immersi nella natura. Si trova esattamente alla confluenza di due fiumi, il Cauca con il Magdalena. Viene chiamata anche isola Mompox.

Il centro più rilevante dell’isola è Santa Cruz de Mompox. Si tratta di un grazioso villaggio, che ha mantenuto lo stile coloniale, influenze spagnole che si sono mischiate a quelle locale. I suoi palazzi, i suoi tesori, le sue chiese, le decorazioni in ferro battuto hanno convinto l’Unesco a inserirla tra i Patrimoni dell’Umanità. C’è un’altra curiosità che riguarda la sua storia. Qui Simon Bolivar reclutò oltre 400 soldati per la sua vittoria a Caracas.

Isola Serranilla

Si tratta di un’isola contesa: attualmente gestita dalla Colombia, in quanto parte dell’Arcipelago che fa capo a San Andrés, ma a contendersela sono quattro stati: la stessa Colombia, Nicaragua, Honduras e Stati Uniti. L'isola Serranilla è quasi sommersa del tutto, e si trova a circa 350 chilometri dal Nicaragua. Anticamente era un atollo, oggi emergono solo alcuni scogli. Sull’isolotto più grande chiamato Beacon Cay si trovano alcune installazioni militari usate dai soldati americani, nel 1962, durante quella che fu chiamata la crisi dei missili di Cuba. Attualmente tutte le strutture risultano abbandonate.

Tierra bomba

Tierra bomba è un'isola che si trova a sud di Cartagena e a nord dell'isola di Barú, ed è una delle destinazioni che possono essere facilmente raggiunte in barca. Qui potrete trascorrere una giornata di sole, cullati da un mare calmo e cristallino. Nei pressi delle spiagge troverete dei ristorantini e dei locali che vi faranno provare le specialità locali. È un luogo ideale per chi vuole camminare in mezzo alla natura, ma anche per gli appassionati di snorkeling o immersioni. Per chi volesse conoscere meglio l’isola, c’è la possibilità anche di affittare la bicicletta.

Isola de Los Micos

Gli abitanti più numerosi dell’isola, che si trova nel dipartimento di Amazonas, a 20 chilometri dalla città di Leticia, sono le scimmie-scoiattolo. L'isola di Arara, meglio conosciuta come Los Micos, è un'isola fluviale che è diventata una destinazione ben nota proprio perché ospita questa popolazione di primati amazzonici, che vagano liberamente, essendo padroni e proprietari del luogo. Saltano tra le cime degli alberi e sono abituate ai gruppi di visitatori. Si mettono in posa e si arrampicano sulle spalle e sulla testa dei turisti, quasi aspettando la fotografia obbligatoria e una deliziosa banana come meritata ricompensa.

 L'Isola dei Micos è intimamente legata alla storia dall'avventuriero americano di origine greca Mike Tsalikis. L’Amazzonia colombiana è un luogo di grande biodiversità, in cui si è sviluppato negli ultimi anni il concetto di turismo ecologico. Sull’isola non ci sono hotel, ma solo una struttura in legno che viene utilizzata per vendere artigianato locale agli stranieri.

Parti per la Colombia con Costa Crociere

Le isole della Colombia, come abbiamo visto, offrono scenari davvero rilassanti e unici. Partendo da una di quelle più conosciute come San Andrés, fino a vagare tra gli atolli più piccoli. Vero, dovrete cambiare un po’ attitudine, a volte dimenticarvi della tecnologia e vivere a ritmi più rallentati. Ma le sorprese non mancheranno, tra scorci insuperabili ed esperienze di condivisione e di vita quotidiana con gli abitanti, spesso sorridenti e pieni di gratitudine. I tesori non si limitano alle spiagge e ai luoghi circoscritti, ma riguardano tutta la nazione. Anche il cibo vi sorprenderà tra zuppe, verdure e piatti di pesce ricchi di fantasia e creatività, tipo il sarago marinato nel lime.

Fidatevi e venite a scoprire angoli di paradiso, monumenti e cittadine pittoresche piene di luce e di sorrisi.

Cerca la tua prossima crociera