Le isole della Croazia stanno diventando ogni estate più famose. Un tempo meta dei turisti più avventurosi o di quelli che potevano permettersi una barca per approdare alle loro coste, queste isole sono oggi sempre di più un luogo della Croazia in cui si incontrano viaggiatori di tutti i tipi.

 

Il motivo è presto svelato: le isole della Croazia sono tantissime e tutte diverse, quindi è impossibile non trovare quella che ci farà innamorare. Si va dalle isole con un volto più ruvido, fatto di rocce e sterrati, che si addolcisce nelle piccole calette sul mare, ad altre che ospitano festival musicali di livello europeo e spiagge con tutte le attrezzature che servono alle famiglie. Due esempi? Mljet e Pag, diverse ma ugualmente affascinanti. E poi ci sono Lokrum che guarda ai bastioni di Dubrovnik, dove in porto vi attende la vostra nave Costa, Brijuni con la sua storia affascinante, i vigneti di Hvar, le piste ciclabili di Murter, la spiaggia più fotografata della Croazia a Brač, la macchia mediterranea di Krk, il lago salato dell’Isola Lunga… c’è addirittura un’isola a forma di cuore!

 

Preparatevi a scoprire alcuni degli scorci più belli del Mediterraneo. Ecco a voi le isole della Croazia che non potete perdere.

 

Le più belle isole della Croazia

  • Lokrum
  • Hvar
  • Pag
  • Krk
  • Isole Incoronate
  • Murter
  • Cres
  • Brijuni
  • Rab
  • Isole Elafiti
  • Brač
  • Vis
  • Korcula
  • Lussino
  • Mljet
  • Isola Lunga
  • Galesnjak
  • Pasman
  • Lokrum

    Non ha abitanti l’isola di Lokrum: ospita però un meraviglioso parco naturalistico, a soli 700 metri dalla costa di Dubrovnik, dalle cui mura e spiagge si può ammirare il profilo dell’isola all’orizzonte. Qui poco dopo l’anno 1000 venne costruito un monastero benedettino, che di recente è stato anche uno dei set della serie tv “Game of Thrones”! Lokrum fu inoltre la residenza estiva dell’Arciduca Massimiliano d’Asburgo, divenuto proprietario dell’isola verso la metà del 1800.

     

    Lunga 2 chilometri e larga 300 metri, Lokrum ospita oggi un Museo di Scienze naturali e una folta popolazione di pavoni, portati qui dalle Canarie, che si fanno tranquillamente avvicinare dai turisti. Lo scorcio più famoso dell’isola è però il Mar Morto, un piccolo lago salato collegato al mare da caverne sotterranee, nel quale è facilissimo galleggiare a causa dell’elevata salinità dell’acqua. Arrivando qui con la vostra escursione Costa, vi dimenticherete i rumori cittadini: a Lokrum non ci sono automobili!

    Hvar

    Al largo della Dalmazia c’è l’isola più lunga di questo tratto di mare, Hvar, le cui coste sono ricamate da un’alternanza di insenature di tutte le dimensioni. C’è chi chiama Hvar la “Madeira della Croazia”: è considerata la più chic tra le isole croate, grazie ai suoi hotel esclusivi e alla movida delle sue notti estive, ed è una tappa imperdibile per gli appassionati di enologia, che qui potranno scoprire i vini croati.

     

    A Hvar troverete anche panorami sorprendenti, fatti di campi di lavanda ed erbe aromatiche, montagne, distese di macchia mediterranea e alberi dalla lunga storia, come il leggendario ulivo di oltre 2500 anni. E naturalmente troverete spiagge per tutti i gusti, di ghiaia e appartate come Lucisca o sabbiose e adatte alle famiglie come Mina e Mlaska. Amate le immersioni? A Zaraće, paesino vicino alla città di Hvar, ci sono due baie profonde sorvegliate da alte scogliere. Tuffatevi e scoprite i fondali croati!

    Pag

    Pag è sinonimo di party! Quest’isola dell’arcipelago delle Liburniche meridionali ospita infatti in estate festival di musica elettronica con grandi dj internazionali, che attirano giovani da tutta Europa: la spiaggia di Zrće è una vera e propria Ibiza croata.

     

    Ma non sono solo gli under 30 a venire a Pag. Sulla quinta isola della Croazia per dimensione, c’è spazio infatti anche per molto altro: la gastronomia locale, con l’intenso formaggio pecorino Paški sir e i vini dolci, i borghi dal sapore veneziano come Pag, le falesie calcaree in riva al mare… Lo stesso mare su cui si affacciano spiagge spettacolari come Beritnica, un paesaggio lunare dominato da tre massi che sembrano essere stati messi lì da un artista, o la più famosa Ručice, incantevole baia a due passi da Beritnica, tra le più amate di Pag.

    Krk

    I turisti vengono a Krk perché è facilissima da raggiungere (basta percorrere il ponte che la unisce alla terraferma) ma poi non possono fare a meno di innamorarsi di quest’isola profumata dalla macchia mediterranea, sulla quale non è raro imbattersi in pecore che passeggiano liberamente lungo le strade meno frequentate.

     

    Perle come Vrbnik, suggestivo villaggio su una scogliera di quasi 50 metri dove è un piacere perdersi tra i vicoli e lasciarsi attirare dal profumo dei ristorantini di pesce, oppure Baška, cittadina affacciata su una meravigliosa spiaggia di ciottoli, basterebbero a spiegare perché Krk sia una tra le isole più amate della Croazia. Aggiungeteci però anche i sentieri per fare trekking, le escursioni in barca alle isole vicine, le cittadine vivaci… e molto altro.

    Isole Incoronate

    Se amate le passeggiate nella natura, alle Isole Incoronate vi sentirete al settimo cielo: il più grande arcipelago del Mediterraneo per numero di isole si trova di fronte alle coste della Dalmazia, in Croazia. Sono 147 le isole, gli isolotti e gli scogliche compongono le Incoronate, in maggior parte disabitati, e formano un Parco Nazionale.

     

    Per arrivare qui, un must sarebbe usare una barca a vela che approfitti dei venti che soffiano sull’Adriatico, ma anche un traghetto da Zara può essere una soluzione valida! Le case di pietra che punteggiano le Isole Incoronate d’estate si riempiono di turisti alla ricerca di pace e relax. E a cena? Tutti a caccia di un ristorantino sul mare, per gustare le specialità di pesce locali.

    Murter

    C’è chi chiama Murter “la porta delle Isole Incoronate”, perché si trova a sud di questo splendido arcipelago. Molti conoscono questa isola disseminata di pini, vigneti e ulivi perché è a misura di ciclista: con i suoi 12 chilometri di lunghezza per 2 di larghezza, può essere percorsa tutta in bicicletta, magari per avventurarsi sui sentieri dei pastori che la attraversano e salire sulle sue colline a vedere il mare.

     

    Murter è più o meno a metà strada tra Zara e Spalato, ed è collegata da un ponte mobile alla terraferma. Gli appassionati di kajak possono trovare a Murter la loro dimensione ideale, ed esplorare le sue coste frastagliate alla ricerca delle spiagge più intime.

    Cres

    Piccoli borghi che guardano il mare dall’alto, sentieri che portano a calette incantevoli: a Cres gli abitanti sono pochi, ma le bellezze naturali sono moltissime. Considerata “selvaggia” per la sua scarsità di popolazione, Cres fa parte dell’arcipelago del Quarnero, vicinissimo all’Istria. Passeggiando nel centro della città di Cres, tra le sue case in tinta pastello affacciate sul porto, non potrete non notare il suo stile veneziano! Pensate che anche il piatto tipico locale ha un nome veneto: i “subioti”, parola che identifica una specie di maccheroni nel dialetto di Venezia.

     

    Cres è lambita dalla bora sul suo lato esposto ad est. Per questo i suoi centri abitati si trovano per lo più rivolti ad ovest. L’isola è la casa dei grifoni, uccelli simbolo della Croazia, che qui vivono in una riserva naturale.

    Brijuni

    Quattordici isole compongono l’arcipelago di Brijuni, che un tempo era un insediamento romano. Qui infatti si possono vedere anche due ville romane e un castello bizantino. Ma l’arcipelago è famoso soprattutto per il suo Parco Nazionale, nato per proteggere le specie di piante esotiche che crescono qui e moltissimi animali.

     

    Le isole più grandi dell’arcipelago sono due, Veliki Brijun e Mali Brijun, mentre le altre dodici sono piccoli isolotti. La peculiarità di una vacanza qui è che si può intervallare le giornate in spiaggia (ovviamente ce ne sono di bellissime) a passatempi culturali come una visita al Parco del Cretaceo.

    Rab

    Se siete amanti dello sport a contatto con la natura, sappiate che sull’isola di Rab troverete 157 chilometri di piste ciclabili e 144 chilometri di sentieri su cui fare trekking. Preferite le attività di mare? I centri per le immersioni non mancano a Rab, che si trova al largo della cittadina di Stinica, nell’arcipelago del Quarnaro.

     

    C’è un altro numero che vi interesserà di certo: le spiagge di Rab sono 130. Nella parte nord dell’isola ne troverete diverse protette dalle rocce, mentre la penisola di Lopar ospita alcuni degli arenili croati più adatti a famiglie e bambini. La più famosa? La Rajska Plaža, il cui nome significa “Spiaggia del Paradiso”.

    Isole Elafiti

    Il nome delle Isole Elafiti deriva dal greco, e significa “isole dei cervi”: in totale sono 13, ma le tre più grandi sono le sole abitate, e si raggiungono in traghetto da Dubrovnik. I loro nomi sono Sipan, Lopud e Kolpcep (o Kalamota). Sipan è la più grande, ma è comunque scarsamente popolata: nella località di Sudurad ci sono numerosi ristoranti dove il pesce è un’arte, mentre il villaggio di pescatori di Sipanska Luka ha un pittoresco porto, nel quale vivono tantissimi gatti, che attendono chi torna dalle battute di pesca.

     

    Alle Isole Elafiti i viaggiatori ricercano il relax della natura selvaggia, e il silenzio degli uliveti, delle vigne e dei frutteti, per una vacanza rigenerante a due passi da Dubrovnik.

    Brač

    L’immagine più famosa di Brač? Sicuramente la spiaggia di Zlatni Rat, che significa “corno d’oro”: una striscia di sabbia che si insinua nell’Adriatico, perpendicolare alla costa, e che cambia forma in base al soffiare dei venti, tra le più fotografate della Croazia. Gli amanti del kite surf arrivano a Brač soprattutto per questa spiaggia, mentre chi cerca attrazioni più tradizionali non resta deluso dal centro storico della cittadina di Supetar, dall’eremo abbandonato di Blaca o dalla natura che circonda il piccolo centro di Bol, il più vivace dell’isola.

     

    Brač è l’isola più grande della Dalmazia. Si trova poco a sud di Spalato, da cui si arriva comodamente in traghetto per godersi un’isola nota anche per un suo singolare prodotto: la pietra bianca di Brač, che è stata utilizzata addirittura nella costruzione della Casa Bianca di Washington.

    Vis

    Dà il nome a un piccolo arcipelago, Vis, formato da tre isolette al largo della Dalmazia: l’isola di Vis, in particolare, è la più lontana dalla costa. Per questo è anche l’ultima delle isole della Croazia ad essersi aperta al turismo internazionale: fino al 1989 non era possibile entrare in questo centro militare della ex-Jugoslavia.

     

    Risultato? Oggi qui non troverete ancora grandi alberghi. In compenso non mancano i siti storici, come la necropoli greca, le terme romane e una chiesa del 1500. Attorno a Vis ci sono anche altre piccole isole: una di queste, Budikovac, ospita una laguna dalle acque turchesi, un piccolo paradiso per le immersioni.

    Korcula

    Nel sud della Dalmazia, a breve distanza dalla penisola di Peljesac, si trova l’isola di Korcula, che nella tradizione croata si dice abbia dato i natali addirittura a Marco Polo! La leggenda è stata smentita, ma questo non ha intaccato il fascino di Korcula, che si percepisce già dall’arrivo nel porto della cittadina omonima, delizioso esempio di architettura medievale cinta da mura.

     

    Korcula è percorsa da una catena montuosa centrale che digrada verso il mare, dove si trovano meravigliose spiagge di sabbia a sud e di ciottoli a nord. Vela Przina, per esempio, è una spiaggia per famiglie con un mare dai colori caraibici, mentre la penisola di Raznjic è un lembo di roccia e verde proteso verso il mare. Cercate un luogo ancora più selvaggio e appartato? Spostatevi sull’isolotto di Badija, poco distante da Korcula, e godetevi le sue coste rocciose.

    Lussino

    L’isola di Lussino in Croazia è separata da quella di Cres da un canale scavato in epoca romana: per raggiungerla basta percorrere un breve ponte mobile. Fa parte anche lei dell’arcipelago del Quarnero, nell’alto Adriatico. Quest’isola di forma allungata è interamente percorsa da un’unica strada asfaltata, e anche il suo tratto più meridionale è separato dal resto di Lussino da un canale artificiale. In questo punto, l’isola è larga solo 100 metri.

     

    Ginepri, mirti, lecci, pini marittimi, agavi, ulivi… a Lussino la vegetazione è rigogliosa, e nel Parco Foresta Čikat è possibile passeggiare in mezzo alla natura su bellissimi sentieri. E sempre i sentieri portano alle baie e calette più nascoste dell’isola di Lussino, spesso raggiungibili attraverso strade sterrate o con una bella passeggiata. Non mancano però le spiagge per famiglie, comode e attrezzate, così come i locali e i ristoranti nelle località turistiche maggiori, Lussingrande e Lussinpiccolo. Non fatevi trarre in inganno dal nome, la seconda è più ampia e ricca di attrazioni della prima! Poco fuori dal centro, infatti, sorge persino un Aquapark dove divertirsi con i bambini.

    Mljet

    Una leggenda croata vuole che l’isola di Mljet sia la mitologica Ogigia, casa della ninfa Calypso e del suo disperato amore per Ulisse. E leggendaria è anche la bellezza di Mljet, la cui parte più a ovest è occupata da un verde Parco Nazionale. Vi sembrerà quasi strano incontrare i paesi e i villaggi abitati dell’isola in mezzo alle colline e alla vegetazione: vedrete grotte, montagne e anche due grandi laghi salati, Veliko Jezero e Malo Jezero, bacini marittimi custoditi nel cuore di Mjiet. Ovviamente se amate il trekking non perdetevi questa perla della Croazia! E ricordate: nel Parco non sono ammesse le automobili o le moto.

     

    Non c’è isola della Croazia senza spiagge da sogno, e Mljet non fa eccezione: qui ci sono le celebri spiagge di sabbia della baia di Saplunara, a sud-est, che hanno delle acque particolarmente calde e fondali adatti anche ai più piccoli. Ma ci sono anche romantici porticcioli ai quali attraccare, se si arriva in barca, per fermarsi in una trattoria tipica, esplorando pure la gastronomia locale.

    Isola Lunga

    Il nome croato di Isola Lunga è Dugi Otok: si trova a nord delle Isole Incoronate, e fa parte dell’arcipelago di Zara. La parte meridionale dell’isola è occupata da un tranquillo e incantevole Parco Naturale, che comprende anche la Baia di Telašćica, punteggiata di isolette, e il lago salato Mir.

     

    La strada che percorre il centro di Dugi Otok è stata costruita nel 1995 e collega oggi i suoi 12 paesi: in alcuni punti corre in cima alle colline dell’isola, regalandovi una vista straordinaria sul mare. A Dugi Otok potete scegliere tra spiagge rocciose, che si trovano per lo più sul suo versante ovest, e altre più dolci, come la fotografatissima baia di Sakarun dalle acque cristalline.

    Galesnjak

    Galesnjak è l’isola dell’amore. Se la vedeste dall’alto, infatti, notereste che è a forma di cuore! Questo isolotto è poco più di uno scoglio da 130 metri quadrati, ma da quando il cartografo di Napoleone all’inizio dell’800 ha rivelato la sua forma è diventato una vera celebrità.

     

    Cosa si vede a Galesnjak? Essenzialmente il mare della Croazia, la vegetazione locale e qualche scoglio. Purtroppo per i romantici, però, quest’isola è inaccessibile: è disabitata e privata, quindi veniteci solo se siete stati invitati dai proprietari.

    Pasman

    Fa parte dell’arcipelago zaratino l’isola di Pasman, e sorge poco distante dalla terraferma. Se escludiamo la strada asfaltata che percorre la sua costa orientale, il resto dell’isola è raggiungibile tramite sentieri o sterrati. Non pensate però a un’isola particolarmente selvaggia: a Pasman troverete graziose spiagge di sabbia dai fondali bassi, che attirano le famiglie di turisti per la loro tranquillità e le acque trasparenti, vicino ci sono trattorie e bar.

     

    La parte meridionale di Pasman è rocciosa, quindi è disabitate. Qui gli abitanti hanno avviato la coltivazione degli ulivi, per produrre l’olio che potete acquistare nei centri abitati.

    Le isole della Croazia sono un patrimonio unico di bellezza e diversità. Dopo averne esplorate diverse, si finisce sempre per innamorarsi di una in particolare, che sia la più selvaggia o la più mondana, la più verde o la più attrezzata. E voi, avete già un’isola della Croazia nel cuore?