La Francia ha un volto che non tutti conoscono, ma che merita di essere scoperto, anche solo per una breve vacanza, perché sa regalare per davvero emozioni uniche. Il volto francese meno noto è quello delle sue isole, numerose e molte suggestive. Del resto, non va dimenticato che la Francia è circondata dal Mar Mediterraneo ma anche dall’Oceano Atlantico e, aspetto non secondario, dalla Manica, potendo inoltre contare su un patrimonio legato al suo ex impero coloniale.

Tutto ciò consente al Paese transalpino di offrire ai visitatori di tutto il mondo angoli di rara bellezza, ideali per il relax e il divertimento di ciascuno. In particolare, questi luoghi fanno apprezzare la Francia sia dal punto di vista culturale sia da quello paesaggistico, con golette e spiagge dal fascino indescrivibile.

Il tour alla scoperta delle isole della Francia dovrà toccare necessariamente la Bretagna, che sorprende per i suoi borghi caratteristici, per i fari da “mille e una notte”, per le scogliere che regalano poesia, per una natura un po’ selvaggia che non può non rimanere nel cuore e nella mente di chi la osserva.

Altrettanto ricche di fascino le isole che si trovano sulla costa Mediterranea, dove, immergendosi in un panorama reso splendido dai colori sgargianti della natura e del mare, è possibile vivere esperienze marittime indimenticabili.

La Corsica

È un panorama unico al mondo quello che offre la Corsica. Pur quando si è con i piedi nella sabbia, pare di essere in altura: a circondare le splendide spiagge e golette sono una serie di montagne che arrivano addirittura a toccare i duemila metri di altezza. Mappa alla mano, la Corsica appare come un piccolo fortino dai tesori inestimabili nel cuore del Mar Mediterraneo.

Di primo acchito, sembra un’isola deserta, quasi abbandonata: il trionfo della natura. Anche le città della Corsica si integrano bene con questo contesto: è il caso, ad esempio, di Bastia che, oltre al porto, regala strade strette strette estremamente suggestive.

Per visitare l’intera isola sono a disposizione strade altrettanto caratteristiche, che si snodano, tornante su tornate, lungo i pendii che conducono alle cime della Corsica. Da lassù la vista è estremamente spettacolare, specie quando si scorgono all’orizzonte l’isola d’Elba e Capraia, oltre a Capo Corso.

Da vivere con il massimo del trasporto il borgo di San Fiorenza, immerso nella tipica atmosfera marinara, le spiagge delle Agriate, simili alle distese del deserto, le spiagge Ajaccio, lo scenario incantevole di Saleccia, Monte Cinto, Calvi, Ajaccio, oltre alle distintive scogliere di roccia da cui fanno capolino veri alberi di rosmarino e vie sterrate; tutte caratteristiche, queste ultime, presenti nella Riserva naturale di Scandola, riconosciuta dall’Unesco come patrimonio mondiale dell’umanità insieme al golfo di Girolata e le Calanques de Piana.

Si può quindi facilmente intuire come siano tante e svariate le possibilità a disposizione del turista per scoprire l’isola. Il modo migliore è scegliere un’escursione di Costa Crociere.

Isola Riunione

In lingua autoctona l’isola Riunione è nota come “La Réunion”: si tratta di un autentico angolo di paradiso, facente parte dell’arcipelago delle isole Mascarene, che comprende anche la famosissima isola Mauritius.

L’isoletta è una regione d’oltremare francese, in quanto è collocata nell’Oceano Indiano, di fronte allo stato africano del Madagascar.

È conosciuta e apprezzata per la sua area di entroterra che si caratterizza per la presenza di foreste su suolo di origine vulcanica, ma anche per incredibili spiagge e per tanto straordinarie quanto incontaminate barriere coralline. Uno scenario che hanno garantito all’isola l’iscrizione nella lista dei siti tutelati dall’Unesco.

Gli appassionati di scalata potranno spingersi fino a quota 2.600 metri per osservare da vicino il vulcano, ancora attivo, che prende il nome di Piton de la Fournaise, luogo caratterizzato da una straordinaria bellezza naturale.

Regalerà grandi emozioni anche la scalata ai tremila metri del Piton des Neiges, un altro vulcano, ma in questo caso spento, oltre alle tre caldere di Riunione, che si mostrano come anfiteatri a cielo aperto formatisi nel cuore dei vulcani andati via via a collassare.

Merita una visita anche il capoluogo dell’isola, la città di Saint Denis, dove si possono ammirare la cattedrale di San Dionigi e la moschea Noor-e-Islam. Tra le attrazioni si segnala anche la Brasseries de Bourbon, nota per la produzione dell’omonima birra.

Dunque, un patrimonio fantastico che risulterà ancora più straordinario con un’escursione Costa Crociere    

Bora Bora

L’isola Bora Bora, che è possibile visitare con le escursioni di Costa Crociere, si trova nell’Oceano Pacifico meridionale, in posizione nord-occidentale rispetto a Tahiti. È parte dell’arcipelago delle Isole della Società, nel gruppo delle isole Sottovento.

Nell’area perimetrale all’isola fanno bella mostra di sé piccole isole di sabbia, che galleggiano in una laguna dai colori spettacolari.

È conosciuta in tutto il modo dagli appassionati di immersioni subacquee, ma anche per chi desidera soggiornare in strutture di lusso.

Molto gettonati per un soggiorno indimenticabile sono gli alloggi costruiti su palafitte che risultano sospesi sull’acqua. Elemento estremamente distintivo dell’isola il monte Otemanu, vulcano non più in attività che con i suoi 727 metri svetta incontrastato. 

Isola di Guadalupa

Visitare l’isola e le spiagge di Guadalupa scegliendo un’escursione di Costa Crociere è un’esperienza che va ben oltre la consueta concezione di vacanza. Significa infatti evadere in un luogo remoto, lasciandosi alle spalle le fatiche e lo stress della quotidianità e immergendosi in uno spazio paradisiaco, che fa perdere i sensi con le sue bellezze naturalistiche ineguagliabili e con le sue opportunità di relax uniche.

Viene considerata un’isola, risultando peraltro essere la più estesa delle Piccole Antille della Francia, ma in realtà è caratterizzata da due piccole isole distinte che sono separate tra loro da un canale. Al loro fianco figurano anche l’isola di Marie-Galante, le Iles des Saintes e la Desirade.

Fantastico anche il clima che, in ogni stagione dell’anno, supera i 18 gradi, arrivando a picchi di circa 33 gradi. L’ideale è recarsi sull’isola di Guadalupa tra febbraio e aprile, quando cioè prevale l’aria secca e il pericolo che si verifichino eventi atmosferici significativi, come gli uragani, è estremamente basso.

Sarà un’esperienza “selvaggia”, fatta di spiagge da sogno e vulcani, ma anche giardini botanici e specialità culinarie estremamente succulenti, senza dimenticare alcune piccole chicche come un museo in memoria degli schiavi e uno dedicato al rum, un cimitero “scacchiera” a grandi quadri bianchi e neri e al faro di punta Colibrì.    

Isola di Martinica

L’isola di Martinica può essere definita come il fiore all’occhiello delle Piccole Antille. Immersa nel cuore dei Caraibi, si presenta come un’isoletta di origine vulcanica che, soprattutto prendendo parte a un’escursione di Costa Crociere, riesce ad ammaliare per la sua natura smisurata dalla bellezza straordinaria.

Paesaggi che si caratterizzano per la presenza delle spiagge Martinica, interminabili, che compiano alternativamente a foreste tipicamente tropicali, mettendo in luce gli elementi più emozionanti del folclore e della storia locale.

Martinica appare splendida in qualsiasi momento dell’anno. Non a caso viene chiamata anche “isola dell’estate eterna” per via di un clima gradevole grazie all’azione degli alisei che smorzano il caldo.

Sempre in tema di soprannomi, l’isola viene riconosciuta dagli indigeni caraibici come Madinina, ovvero l’“isola dei fiori”. Tutto ciò nonostante il nome ufficiale sia un omaggio concesso a San Martino da Cristoforo Colombo.

Nella zona settentrionale dell’isola, da ammirare le cascate e gli innumerevoli piccoli corsi d’acqua che scorrono dai pendii di suggestivi monti. Ai piedi del monte Pelée si possono visitare una chiesa caratterizzata da un campanile quadrato e uno storico zuccherificio, insieme a un fantastico parco botanico che ospita alberi di oltre cent’anni.

Da non perdere nemmeno le spiagge nere e le piantagioni peculiari per le coltivazioni di canne da zucchero ma anche di ananas e banane.

Infine, sono consigliate le tappe a Saint-Pierre, la città famosa per il suo tessuto culturale, e una nota distilleria di rum. Nella parte meridionale, dominano la scena le spiagge, con Les Salines che rappresentano veramente il top per chi desidera nascondersi in un paradiso immerso nella natura.

Isola di Port-Cros

La meta ideale dove trascorrere una pausa di pura tranquillità, lontano dallo stress e dal turismo di massa, è sicuramente l’isola di Port-Cros.

Si tratta di una minuscola oasi naturale la cui superficie misura appena sette chilometri quadrati. Situata in prossimità della costa meridionale francese, in posizione frontale rispetto alla città di Hyères, si presenta come un paradiso naturalistico incontaminato, visitabile soltanto a piedi.

Sull’isola ci si può imbattere in reperti che richiamano alle sue origini romane ma anche nei piccoli forti costruiti per difendere l’isola dalle scorribande dei pirati.

Vanta al suo interno un parco nazionale storico ed è abitata da pochissime persone che vivono quasi esclusivamente di attività legate al turismo, cosa che non accadeva in epoche passate quando i residenti erano soliti ricavare il reddito mediante la coltivazione di oliveti e vitigni.

Con le escursioni di Costa Crociere l’isola potrà essere scoperta in tutta la sua bellezza: una volta arrivati, sarà possibile percorrere suggestivi sentieri che conducono ai principali punti di interesse dell’isola, come il Fort de Port Man o il Fort de l'Estissac, la Plage de la Palud o la Plage de Port-Man, trovando magari anche il tempo per un’immersione subacquea.

Da segnalare, infine, la spiaggia più conosciuta dell’isola, e di conseguenza la più affollata, la Plage du Sud, apprezzatissima per le sue splendide sfumature cromatiche che la trasformano in un acquerello naturale. 

Le Isole Frioul

Le isole Frioul costituiscono un arcipelago ricco di fascino, tutto da scoprire con le escursioni di Costa Crociere. Poco note al turismo di massa, si trovano in Provenza, a pochi chilometri in linea d’aria da Marsiglia.

Formano l’arcipelago quattro isole, che sono caratterizzate da paesaggi straordinari in cui falesie cadono a picco sulle acque del mare. Questa cornice risulta quindi perfetta per un periodo di riposo totalmente rigenerante.

Le Frioul sono inserite all’interno di una incantevole riserva naturale che risulta la meta ideale per gli appassionati di birdwatching ma anche per chi adora andare in barca a vela.

Scoprendo l’isola, non si potranno non notare le numerose calanques, come nemmeno passerà inosservata la fortezza che svetta sull’isola di If, divenuta ormai leggendaria come teatro delle vicende del Conte di Montecristo di Alexandre Dumas.

L’Isola di Bréhat

Tra gli angoli più meravigliosi della Bretagna che le escursioni di Costa Crociere permettono di scoprire c’è sicuramente l’isola di Bréhat. Si tratta di un piccolo paradiso naturalistico che è conosciuto anche con il soprannome di “isola dei fiori” in quanto il granito rosa della costa fa da splendida cornice al tripudio di colori assicurato dalla ricchissima vegetazione e dalle caratteristiche casette dei residenti. Durante la visita dell’isola, da effettuare a piedi o in bicicletta, sarà possibile attraversare un borgo da favola e scoprire il famoso faro di Paon.

Mont Saint-Michel

Chi non ha mai sognato di visitare dal vivo Mont Saint-Michel? Si tratta di una piccola baia, caratterizzata dalla presenza di un monte roccioso, che si incontra al largo della costa Nord francese, alla foce del fiume Couesnon.

Deve la sua celebrità alla sua peculiarità principale, che l’ha resa un bene tutelato dall’Unesco: nella baia che circonda Mont Saint-Michel si verifica infatti una delle maggiori maree d’Europa.

Un autentico spettacolo della natura, perché, quando il coefficiente di marea supera la soglia massima, Mont Saint-Michel diventa un’isola a tutti gli effetti, con l’acqua che invade e copre completamente il guado galleggiante che collega il monte alla terraferma. Quando ciò avviene, la rocca resta priva di collegamenti con il continente.

Un’esperienza unica, dunque, da vivere con le escursioni di Costa Crociere, accompagnandola dalla visita all’abbazia di San Michele che domina il monte, un altro autentico gioiello offerto dalle isole di Francia.

Isola del Levant

Le lancette dell’orologio si fermano quando si approda sull’isola del Levant, un piccolo paradiso al largo della Costa Azzurra che permette di immergersi in un contesto naturalistico vivace e variopinto, pieno di profumi e suggestioni.

Una delle tre isole che formano l’arcipelago delle Isole di Hyères, Le Levant è un’area eccezionale dove il protagonista è il relax, che viene assicurato dal suono delle cicale, dal rilassante fragore delle onde che si perdono a riva, la gentilezza degli abitanti, la tranquillità dei ritmi. 

Isola di Porquerolles

L’isola di Porquerolles è quella di maggiori dimensioni nell’arcipelago di Hyères, in Provenza. La sua superficie misura 1254 ettari, facendo di questo luogo la seconda isola francese del Mediterraneo più grande dopo la Corsica.

Può vantare una costa che si estende complessivamente per circa trenta chilometri. L’isola è meravigliosa nel suo aspetto selvaggio e autentico; dal faro regala un panorama mozzafiato, mentre visitando la parte interna, salvaguardata come parco nazionale, si ha come l’impressione di entrare in un mondo parallelo, dove inquinamento e traffico sono un lontanissimo e spiacevole ricordo.

Infine, merita di essere visitato il villaggio locale, situato a settentrione, che emana tranquillità e serenità da ogni angolo.

Isola di Santa Margherita

Di fronte a Cannes, nel golfo della Napoule, splende in tutta la sua bellezza l’isola di Santa Margherita, che è la più grande delle isole che costituiscono l’arcipelago di Lerino.

L’isola è conosciuta in tutto il mondo, oltre che per i suoi scorci naturalistici, anche per la fortezza Fort Royal, che ha avuto tra i propri prigionieri anche il leggendario Uomo con la maschera di ferro.

Visitare l’isola di Santa Margherita significa immergersi completamente nella storia francese; tutto ciò lasciandosi trasportare dalle emozioni che suscita un paesaggio di rara bellezza.

Isola di Sant’Onorato

Lasciandosi alle spalle la mondanità di Cannes e addentrandosi nel golfo della Napoule, su cui si sviluppa l’arcipelago di Lerino, ci si imbatte nell’isola di Sant’Onorato, splendido paradiso naturalistico dominato dal sole, dal verde e dal silenzio.

Si tratta di un’isola privata, i cui proprietari sono i monaci dell’abbazia di Lerino. Visitare l’isola è un’opportunità unica per qualsiasi tipologia di turista: dalla coppia alla famiglia numerosa. Perché le opportunità di relax e divertimento sono numerose: si potrà passeggiare al fresco attraverso sentieri immersi nella natura, ma anche visitare diversi monumenti, alcuni dei quali particolarmente significativi in quanto di epoca napoleonica.

Rangiroa

Situata all’interno della Polinesia franceseRangiroa è un magnifico atollo che fa parte dell’arcipelago delle Isole Tuamotu. Con una superficie superiore ai 79 chilometri quadrati, è un’oasi dalla bellezza unica, conosciuta anche come “il paradiso dei sub” e, in generale, di chi ama il mare.

Le acque dell’Oceano si fondono con il cielo, facendo da cornice al passaggio di squalidelfini e balene. I villaggi che si trovano nell’entroterra regalano scorci straordinari e angoli di rara bellezza caratterizzati da locali tipici.

Isola di Embiez

L’isola di Embiez è la più grande dell’omonimo arcipelago: si raggiunge con il traghetto ed è un autentico gioiellino, caratterizzato da acque cristalline e calette estremamente romantiche e suggestive.

Le coste rocciose, scolpite dalle onde del mare, sono rese vive dalla rigogliosa e colorata vegetazione che contribuisce a diffondere nell’atmosfera che si respira profumi indimenticabili.

L'isola di Oléron

È conosciuta come la più vasta isola che caratterizza la costa atlantica francese. L’isola di Oléron, che si trova al largo di Rochefort, regala ai visitatori meravigliose spiagge, che stupiscono soprattutto per la loro sabbia finissima, foreste da favola, dominate dai pini marittimi, un porto e un faro da mille e una notte.

Un’oasi di relax, dunque, che sa offrire anche tante attrattive, come la Casa dell’ostrica e un museo di tradizioni popolari. 

L'isola di Ré

Visitando l’isola di Ré sembra di entrare in un quadro impressionista, dove i colori si uniscono, fino a perdersi, dando vita a tinte splendide. Tutto è ciò è determinato dall’alternarsi di saline e foreste di pino, vitigni e spiagge.

Da non perdere il porto che domina nel capoluogo dell’isola e le fortificazioni. I più allenati potranno visitare l’isola in bici pedalando sulle numerose piste ciclabili.

Isola di Sein

Piccolo gioiello della Bretagna, l’isola di Sein è un’apprezzata meta turistica che offre l’opportunità di riconciliarsi pienamente con la natura. Splendido il faro, che merita di essere ammirato a lungo insieme alle caratteristiche casette un tempo abitate dai pescatori. Le forti folate di vento accompagneranno l’animo di ciascuno in un viaggio lontano, pieno di relax e spensieratezza.

Isola di Belle-Île

Non distante da Quiberon, l’isola è un paradiso per chi desidera ammirare caratteristici porti e scoprire suggestive spiagge, che si nascondono nel cuore delle scogliere. La presenza di una rigogliosa flora e di casette colorate rendono l’isola ideale per scatti fotografici da sogno.

Isole Glénan

La prima impressione che si ha approdando sulle isole Glénan è di essere capitati in una meta tropicale e non in Bretagna. Questo luogo offre un panorama meraviglioso, in cui i protagonisti sono il mare cristallino e sofficissime spiagge di sabbia bianca. Tante opportunità anche per gli amanti degli sport nautici.

Isola di Molène

Si presenta come un’estesa roccia che emerge dalle acque. L’isola di Molène, in Bretagna, è un tripudio di colori e suggestioni. Dalla natura selvaggia emergono caratteristiche casette abitate dai pescatori. Di notte risultano splendide le luci dei tanti fari posizionati sull’isola per aiutare le imbarcazioni.

Isole Chausey

Tra le isole più sognate al mondo ci sono sicuramente le Chausey, che costituiscono l’arcipelago di origine granitica più ampio del continente europeo. Sono situate nel canale della Manica.

Durante i momenti di bassa marea si possono scorgere 365 tra isole e scogli, mentre con il livello del mare innalzato gli elementi visibili restano solo 52. Le sue rocce di granito sono servite per costruire l’abbazia di Mont Saint-Michel.

L'isola di Tromelin

Custodisce un patrimonio storico inestimabile l’isola di Tromelin, meno di un chilometro quadrato di superficie a est del Madagascar, nell’Oceano Indiano.

Qui, infatti, nella seconda metà del 1700 naufragò l’Utile, imbarcazione della Compagnia francese delle Indie Orientali. Sopravvissero 122 persone dell’equipaggio le quali riuscirono a riprendere il tragitto a due mesi di distanza dall’incidente con la scialuppa Provvidenza. Prima di partire, però, abbandonarono a Tromelin una sessantina di schiavi scampati al naufragio. A recuperarli andò, solo quindici anni dopo, la nave guidata dal cavalier di Tromelin che riuscì soltanto a salvare sette donne e un bimbo. Oggi l’isola ospita una importantissima stazione per le previsioni meteo.

Isola di Clipperton

Nota anche con il nome di “isola della Passione”, l’isola di Clipperton si trova nell’Oceano Pacifico. Le opportunità che si incontrano in questo atollo sono tutte di carattere naturalistico: si va dalle immersioni alle escursioni in barca.

Un atollo di serenità.

Isole Kerguelen

Situate nell’Oceano Indiano meridionale, si contraddistinguono per il loro carattere selvaggio, ma anche per le acque del mare che le circonda, estremamente cristallino, e per le coste frastagliate con rocce che paiono uscite da un film di fantascienza.

Un fascino incredibile, ma di difficile accesso: infatti per raggiungerle occorre servirsi di un traghetto che parte dall’isola di Riunione ogni tre mesi e che impiega quasi una settimana per compiere la traversata.

Vivi le isole della Francia con Costa Crociere

Ricche di storia, fascino e relax: sono le isole della Francia e costituiscono un autentico tesoro che merita di essere toccato con mano. La scoperta di questo volto francese meno conosciuto regalerà una sorpresa dopo l’altra, sia a chi viaggia da solo, sia alle coppie sia a chi si sposta con i figli. Sarà possibile dimenticare la fatica quotidiana e lo stress del lavoro, lasciandosi trasportare da un clima carico di serenità e voglia di riconciliarsi con la natura, quella più pura e autentica. 

Parti con Costa Crociere