Benvenuto a Guadalupa, deliziosa isola delle Antille, ancora oggi sotto la giurisdizione della Francia. Molti esperti viaggiatori la considerano il segreto meglio custodito dei Caraibi, e noi non potremmo essere più d’accordo di così!

Spiagge come non le hai mai viste se non in cartolina incorniciano una costa straordinaria, fatta di acque turchesi, vegetazione lussureggiante e tranquillità. Il turismo di massa si orienta altrove, e dunque puoi venire a Guadalupa in qualsiasi momento dell’anno per sperimentare la bellezza dei Caraibi senza doverti preoccupare dell’assembramento di persone. Tuffati in un mare caldo e cristallino o goditi semplicemente il sole sulle sue meravigliose spiagge.

Tra i molti motivi per vedere Guadalupa, non possiamo non menzionare il cibo. Il giorno in cui scenderai a terra, assicurati di aver fatto una colazione leggera e tieniti pronto ai sapori irresistibili della cucina creola, che qui viene infusa della potenza degli ingredienti dell’isola. Zafferano, frutto della passione e tanti altri sapori del luogo: ti innamorerai dell’accras et sauce chien, una frittella servita in una zuppetta a base di aceto, carote, cipolle, peperoni e tanto altro. Per non parlare di pesce e crostacei, cucinati con un’attenzione meticolosa che ne esalta i profumi irresistibili.

Se la cultura di un paese lontano si impara a conoscere anche con la forchetta, di certo le sue tradizioni possono essere scoperte anche attraverso metodi più canonici, come la classica escursione tra le vie del centro o fuori città. Guadalupa, come altre isole caraibiche, conserva gran parte delle piantagioni che un tempo erano coltivate dagli schiavi e ospita musei che possono fornirti una panoramica chiara e semplice della storia di quest’isola davvero magica.

Vediamo, dunque, quali sono le 18 cose da vedere a Guadalupa, nella speranza di poterti aiutare a stabilire un itinerario chiaro all’interno della tua permanenza qui.

Cascate del Carbet

Di tutte le attrazioni naturali dell’isola di Guadalupa, certamente il Parco Nazionale con le cascate del Carbet (in francese, les chutes du Carbet) è la più ambita e amata dai turisti. Stiamo parlando della sua attrazione principale: tre complessi di spettacolari cascate immerse nella giungla che si gettano a capofitto nel fiume Carbet. Lo spettacolo incontaminato immerso nel verde si trova nell’area di Basse Terre. Le prime due superano i 110 metri di altezza ciascuna, mentre la seconda non supera i 20. Sono alte, bellissime e molto caratteristiche perché possono essere ammirate anche attraverso la fitta vegetazione che circonda l’area, e dal mare. Il primo a registrare di aver ammirato questo spettacolo è stato Cristoforo Colombo, che nel 1493 le ha osservate dal ponte della sua caravella.

Il percorso è facilmente attraversabile, per buona parte, a piedi. L’ingresso al parco richiede un piccolo costo d’entrata, ma varrà ogni minuto della vostra permanenza.

Domaine de Valombreuse

 

Tra mare e montagna, nell’area di Petit-Bourg, sorge il Domaine de Valombreuse, un paradiso verdeggiante di quasi cinque ettari considerato, a mani basse, il giardino fiorito più grande dell’isola di Guadalupa. Questa è la destinazione perfetta per tutti gli appassionati di viaggi che vogliono immergersi nel verde e nella grande quantità di flora che si può trovare unicamente ai Caraibi. Le piante tropicali che proliferano qui sono uno spettacolo degno della tua macchina fotografica.

Vieni ad ammirare le serre ricolme di orchidee e felci, i giardini magici che traboccano di erbe mediche, palme e fiori incantati. Questo prato verde e felice ospita quasi 28 specie di uccelli, alcuni che possono essere ammirati solo sull’isola. Prendiamo per esempio il picchio della Guadalupa, o la parula piombata. 

Parco Nazionale della Guadalupa

Situato nell’area di Basse-Terre, il Parco Nazionale della Guadalupa è stato fondato nel 1989 ed è considerato il primo parco nazionale francese mai fondato oltreoceano. Il suo obiettivo è quello di preservare la bellezza naturale delle Antille e la loro grande biodiversità, sia marina che terrestre. Il parco copre circa 22 mila ettari, e ospita alcuni dei punti d’interesse più belli dell’isola. Prendiamo le Cascate del Carbet, ma anche il famosissimo vulcano Soufrière, picco più alto delle Piccole Antille, oppure la riserva naturale di Grand Cul-de-Sac. 

Cascade aux Écrevisses

Le meravigliose cascate aux Écrevisses sono piccole, ma piene di bellezza. Un tour organizzato da Costa ti porterà direttamente alla destinazione, raggiungibile tramite una brevissima passeggiata. Il suo nome deriva dal fatto che un tempo le sue acque erano abitate da una specie di gambero rosso. Tutt’attorno alla cascata, la giungla: bellissima, verdeggiante, e colma di fiori e piante da ammirare da vicino per godere appieno del fascino di Guadalupa.

Riserva Grand Cul de Sac Marin

Questa meravigliosa riserva sorge tra Basse-Terre e Grande-Terre, e protegge circa 15 mila ettari di foreste, mangrovie, paludi, distese erbose e verde sconfinata. Qui alla Riserva Grand Cul De Sac Marin non solo potrai entrare in contatto con meravigliose specie animali, ma soprattutto pesci, crostacei e molluschi. Una barriera corallina di oltre 39 chilometri protegge la baia dalle impetuose onde del mare, e fa sì che si crei l’habitat perfetto per ospitare uccelli di ogni specie e rarità. Vieni qui, dunque, se ami il birdwatching o cerchi un’opportunità di lasciarti alle spalle la vita mondana per entrare in contatto con la natura incontaminata.

Parc des Mamelles

Se stai cercando un diversivo adatto a tutta la famiglia, bambini inclusi, devi fare un salto al Parc des Mamelles, a Guadalupa. Questo bellissimo zoo panoramico offre uno scorcio di fauna e flora della foresta pluviale locale. Oltre ad immergervi nella natura, preservata dagli esperti del parco, riuscirete ad ammirare specie favolose native dei Caraibi o del Guyana. Scimmie ragno, iguane, ocelot, coloratissimi pappagalli e perfino un bellissimo esemplare di giaguaro. Il Parc des Mamelles è un’esperienza educativa che ti consente di osservare da vicino le tecniche di conservazione dell’ecosistema locale.

Rivière Salée

 

Il fiume salato è uno stretto corso d’acqua dell’isola di Guadalupa. Il fatto che non sia accessibile a tutti i tipi di imbarcazioni, ma solo alle più piccole, lo rende ancora più speciale. Vieni qui a sperimentare il fascino di un percorso acquatico per veri esperti di navigazione, i quali devono tenere in considerazione la presenza di acque basse, strettoie e correnti di profondità. Il canale separa Grande-Terre e Basse-Terre, le due isole principali dell’Arcipelago di Guadalupa.

Pigeon Island

Conosciuta anche con il nome di “Réserve Cousteau”, la Pigeon Island è composta da due piccoli isolotti che sorgono a poca distanza da Bouillante, nella parte ovest di Guadalupa. Quest’area protetta fa parte del Parco Nazionale dell’isola già dal 2009 ed è accessibile unicamente via mare. L’area però ospita, per chi è tanto intraprendente da visitarla, una grande concentrazione di vita marina spettacolare. Dalle formazioni coralline fino ai pesci tropicali che vivono in quest’area, come il pesce pappagallo, il pesce angelo o il pesce farfalla, le vostre immersioni assumeranno una connotazione unica nel suo genere.

Molti tour operator locali organizzano delle escursioni in giornata a Pigeon Island per effettuare snorkeling o immersioni. In base al punto d’accesso, potrai ammirare location differenti e scorci di panorama unici. Ti consigliamo di partire da Coral Garden, l’area che, di tutte, è considerata la più bella.

Îlet du Gosier

Dirimpetto alla spiaggia di Datcha sorge la bellissima isoletta du Gosier. Questo piccolo paradiso che emerge dal mare è facilmente raggiungibile via traghetto dalla spiaggia di Tabarin, ma con un po’ di allenamento è sufficiente prendere il kayak o arrivarci a nuoto. Porta con te pinne e boccaglio e immergiti nella bellezza incontaminata di un mare che ha tanto da offrire in termini di biodiversità. Dal 2003, l’altra è sotto la protezione del Coservatoire du Littoral, al fine di garantirne il benessere.

Castle Point

Castle Point, conosciuta anche col nome di Pointe des Châteaux, il quale si estende fino all’Oceano Atlantico a partire dalla costa est di Grand-Terre. Quest’area peninsulare offre una vista speciale sull’isola conosciuta come La Désirade, ed è famosa per le sue peculiari formazioni rocciose che la rendono semplicemente bellissima. Il tutto, è impreziosito dalla presenza di favolosa flora e fauna endemica unicamente dell’isola.

La croce che svetta sul picco di Castle Point risale al 1951, ma è successivamente stata sostituita con una versione assai più grande della precedente – così che potesse essere visibile da tutto il resto dell’isola.

Sainte-Anne

Di tutte le città di Guadalupa, certamente Sainte-Anne, a Grande-Terre, è la più ambita dai turisti. Ristoranti e bar aperti tutto il giorno e tutta la notte, spiagge da cartolina ombreggiate dalle palme e sabbia immacolata che digrada dolcemente nelle acque cristalline del mare. È questa la location in cui devi recarti se sei alla ricerca di un paradiso turistico ben organizzato, dove trascorrere le lunghe ore di permanenza sull’isola in relax sotto un sole che ti assicurerà la tintarella più bella dell’ufficio una volta che sarai tornato a casa.

Îlet Blanc

 

Di tutte le isolette che sorgono attorno all’arcipelago di Guadalupa, Îlet Blanc è probabilmente la più recente, nata dagli smottamenti provocati dall’uragano Hugo. Essendo un piccolo paradiso protetto, le visite sono proibite in un certo periodo dell’anno, dal primo maggio al 30 agosto, così che le specie locali possano trovare una piccola oasi dove nidificare e vivere in pace in un habitat intoccato dall’uomo.

Fort Napoleon

A 114 metri sul livello del mare sorge il Fort Napoleon, massiccia costruzione che guarda con orgoglio sulla baia di Les Saintes. Risalendo il percorso incontrerai un museo dedicato al Forte, il quale ti permetterà di comprenderne a fondo l’importanza strategica. Fort Napoleon è inoltre sede di un importante giardino di cactus, creato in collaborazione con il Giardino di Monaco.

Memorial ACTe

Al fine di celebrare la multiculturalità e la ricchezza della storia di Guadalupa, nel 2015 François Hollande ha inaugurato il Memorial ACTe, a Pointe a Pitre, nella stessa area che un tempo ospitava una fabbrica per lo zucchero. Questo è un monumento culturale dedicato alla storia della tratta degli schiavi sull’isola, e adesso il progetto fa parte del percorso degli schiavi dell’UNESCO, un’iniziativa globale per sensibilizzare le persone sul tema e fornire maggiore consapevolezza su una delle grandi tragedie dell’umanità.

Cimitero Morne à l'Eau

Di tutte le destinazioni insolite, il cimitero di Morne à l'Eau è forse la più particolare. Si tratta di un complesso di strutture lastricate di piastrelle bianche e nere che, in apparenza, ospita un centro abitato. Di fatto, però, quest’area è occupata unicamente dalle anime dei defunti, essendo appunto un cimitero. Le prime tombe di questo posto risalgono alle metà del XIX secolo, e col tempo sono diventate sempre di più. Le tombe hanno la forma di piccole case, e le lapidi accolgono candele, foto e fiori di chi le abita.

Jardin Botanique

Nel cuore di Guadalupe sorge il giardino botanico di Deshaies, che fornisce un momento di paradiso a tutti coloro che hanno voglia di distendersi nel verde e trovare un momento di distrazione tra una fermata e l’altra della crociera. Creato da Michel Gaillard, paesaggista di fama mondiale, questo posto apparteneva un tempo a un attore francese. Adesso, però, è visitabile da tutti: zenzero, bugainvillea, ibischi, orchidee e altri fiori bellissimi ti aspettano in questa location semplicemente unica!

Vulcano la Soufrière

Le colline di Soufrière sono uno stratovulcano di 900 metri di altitudine che, dopo un periodo di quiescenza, si è attivato nel 1995 e, da quel momento, è sotto l’osservazione dei vulcanologi di tutto il mondo. Se decidi di imbarcarti nel percorso, porta con te delle scarpe comode, un costume da bagno per le soste di relax e tanta, tanta voglia di immergerti in un’avventura favolosa. Alcune piscine naturali arrivano alla meravigliosa temperatura di circa 30 gradi, e sono perfette per un bagno di riposo tra un sentiero e l’altro!

Spiagge di Guadalupa

Di tutte le spiagge di Guadalupa, dobbiamo consigliartene veramente tantissime! Che tu voglia rilassarti in una struttura turistica organizzata, oppure preferisca riposare su una spiaggia dove ti sentirai il re del mondo, ecco qualche location fatta apposta per te: da Plage de la Perle, Plage Malendure, Grande-Anse Beach, Bois Jolan Beach, Datcha Beach, Plage Anse Petite Riviere, Vieux Fort Beach, Petite Anse du Pain de Sucre, Toubana Beach e molto, molto altro!

Parti per Guadalupa con Costa Crociere

Programma le tue vacanze a Guadalupa con Costa Crociere! Che tu abbia deciso di fare un salto a Sainte-Anne per goderti il mare o invece preferisca una escursione nel cuore del parco naturale della Guadalupa, questo gioiello dei Caraibi aspetta solo te. Vieni a immergerti nella natura incontaminata e a vivere alcune delle spiagge più belle del mondo!

Cerca la tua prossima crociera