Non puoi dire di aver visto un arcipelago spettacolare finché non hai messo piede in Indonesia, incredibile nazione costituita da oltre 17.000 isole e isolette. Avventure, relax, storia e piacere ti attendono in un paradiso tropicale che va da Sumatra, Java, Lombok fino a Bali, passando per tutte quelle piccole isolette disabitate che forniscono la cornice perfetta a una vacanza di esplorazione e mare a non finire.

Il motto nazionale dell’Indonesia recita qualcosa come “uniti nella diversità”, e lascia intendere la profonda multiculturalità di cui l’arcipelago più grande del mondo è riuscito a fare una ricchezza. Composta di innumerevoli gruppi etnici, religiosi e linguistici, di cui quello giavanese è il più grande, l’Indonesia si unisce attraverso una lingua nazionale e un passato fatto di colonialismo.

Dai piccoli isolotti dove trascorrere tutto il giorno al mare, tra tuffi e sole, alle isole immerse nella storia dell’umanità che ti daranno l’impressione di trovarti al crocevia del mondo, abbiamo fatto un elenco delle 16 isole indonesiane che devi vedere almeno una volta nella vita. Questo itinerario ti aiuterà a fare luce sulle attività da svolgere una volta che sarai giunto qui a bordo di una delle nostre grandi navi Costa. Per non sprecare neanche un minuto della tua permanenza in uno dei posti più magici del mondo. Benvenuto, dunque, nelle isole dell’Indonesia, dove tutto è magico! 

Lombok

Per decenni, i turisti hanno preferito Bali alla bella sorella Lombok, convinti di ottimizzare così la loro permanenza in Indonesia. È vero, Bali è un paradiso vacanziero come ce ne sono pochi al mondo. Tuttavia, Lombok è un’alternativa validissima e, al tempo stesso, irresistibile.

Il primo motivo risiede nella sua natura incontaminata: Bali, aggredita dal turismo di massa ormai da anni, offre molte meno opportunità di smarrirsi nella vegetazione lussureggiante di quante non ne offra Lombok. Qui puoi davvero perderti nel verde, trascorrere intere giornate senza incontrare nessuno – oltre ai residenti – e goderti spiagge deserte e selvagge dove i resort turistici ancora non hanno osato mettere piede.

L’ambiente tranquillo e l’assenza di traffico ti faranno sentire nel vero paradiso indonesiano. Se in altre isole più popolose potresti rimanere imbottigliato nel traffico fuori controllo, Lombok ti darà l’impressione di trovarti in un paradiso silenzioso e calmo. Vieni qui a trascorrere la tua luna di miele in un clima da sogno.

Lombok è un crocevia di culture: non farai fatica a trovare luoghi di culto dedicati alle religioni del mondo, tra induisti, buddisti e musulmani. Visita moschee, templi e chiese e immergiti nell’atmosfera irresistibile dei festival e delle celebrazioni locali, come il Bau Nyale e l’Hari Raya.

Se ti piacciono le escursioni, vieni a fare un salto al monte Rinjani, il secondo rilievo vulcanico più alto d’Indonesia. La popolazione di Bali e i Sasak la considerano una zona sacra, e se ti piace scalare capirai la motivazione: è un posto talmente bello che ti lascerà senza fiato!

Komodo

L’isola di Komodo, in Indonesia, è conosciuta in tutto il mondo per la sua popolazione di varani – enormi lucertole che colpiscono per la loro grande somiglianza con i draghi delle leggende. Tuttavia, chiunque visiti questo posto si renderà presto conto che Komodo ha molto da offrire ai turisti che vengono qui.

Partiamo dal fatto che l’isola di Komodo è stata classificata come una delle 7 meraviglie della natura, e offre ai turisti alcune delle migliori location del mondo per fare immersioni o escursioni in paesaggi da fiaba. Se sei stanco di fare festa a Bali, Komodo è proprio il posto di cui hai bisogno: vieni qui a rilassarti, soprattutto tra aprile e novembre. Indipendentemente dalla stagione in cui arriverai, però, sappi che verrai accolto dalla popolazione locale e, naturalmente, potrai dedicarti agli avvistamenti dei varani. Il Parco Nazionale di Komodo è patrimonio della biosfera UNESCO ed è stato fondato nel 1980 per tutelare questa specie meravigliosa.

Sumatra

Nella parte occidentale dell’Indonesia sorge la spettacolare isola di Sumatra, costituita da una serie di province che spesso vengono un po’ trascurate in paragone a Bali o Lombok. Un vero peccato, poiché Sumatra offre chilometri quadrati di campagna lussureggiante, autentico paradiso di foresta pluviale ricca di animali come elefanti, tigri e i meravigliosi orangutan. La biodiversità è la ricchezza di Sumatra per eccellenza: potrai decidere di spendere la tua vacanza in città come Medan o Banda Aceh, oppure rilassarti su una spiaggia immacolata, immersa nel silenzio, o optare invece per escursioni mozzafiato nella natura senza limiti.

Ti consigliamo di visitare il Lago Toba, situato a circa 5 chilometri da Medan e forse una delle attrazioni più importanti di Sumatra. La sua fama la deve al fatto che è considerato il cratere lacustre più grande del mondo risultato da un’eruzione vulcanica. Leggenda vuole che sia stato un pesce magico a volere la sua comparsa.

Giava

Centro amministrativo dell’Indonesia, l’isola di Giava ha tanto da offrire a tutti coloro che vogliono regalarsi una vacanza indimenticabile in una location così esotica. Dai vulcani attivi fino ai templi sontuosi, Giava ha un potenziale turistico che ti lascerà senza fiato, qualora deciderai di darle una possibilità. Partendo dalla città di Surabaya, la seconda più grande della nazione, riuscirai certamente a farti un’idea di quello che Giava rappresenta per il mondo intero. Immergiti nella storia del periodo coloniale olandese e vieni a visitare i musei per comprendere appieno la vita qui.

La tua visita a Giava non è completa se non sei stato al complesso di templi buddisti di Borobudur, una delle meraviglie del mondo. Oltre ad essere un patrimonio dell’umanità UNESCO, questa location impressionante mette in esposizione 72 sculture di Buddha.

Se invece preferisci il mare, puoi sempre andare nel villaggio marittimo di Anyer, nella zona di Banten, con la spiaggia affacciata sul vulcano Krakatoa. Sabbie dorate che digradano dolcemente verso un mare cristallino – opzione perfetta per gli amanti del surf e dello sci d’acqua.

Maluku (Isole Molucche)

Maluku, o le Molucche, sono un gruppo di isole dell’Indonesia lambite dall’Oceano Pacifico. Ai tempi del colonialismo, queste terre erano conosciute con l’epiteto di “Isole delle Spezie”. Gli esploratori venivano infatti qui alla ricerca di chiodi di garofano, noce moscata e altre spezie.

Le Molucche sono una delle location più remote d’Indonesia e offrono ai turisti una favolosa opzione per il relax e il divertimento. Le acque delle spiagge, qui, sono cristalline, e la sabbia morbida ti dà il benvenuto in un paradiso tropicale. Vieni a fare snorkeling, oppure indossa un paio di scarpe comode e incamminati verso le location che ti porteranno alla scoperta di siti storici risalenti alla Seconda Guerra Mondiale.

Di tutte le location che ci sentiamo di consigliarti alle Maluku, visita Pulau Seram. Si tratta di un’isola favolosa, fatta di fondali incantevoli e di villaggi piccoli e, al tempo stesso, bellissimi. Passa per il Museo Sangar Budaya Seram per comprendere appieno le dinamiche della vita in questa location isolata dal resto del mondo, a pochi chilometri da Papua.

Sulawesi

Di tutte le isole principali dell’Indonesia, Sulawesi è una delle più famose tra i residenti. È il ricettacolo del turismo interno alla nazione, e offre alcune delle destinazioni più belle che si possano visitare qui. Sebbene molti preferiscano recarsi a Lombok o Bali, Sulawesi rappresenta un’ottima alternativa. Oltre ad essere dotata di grandi città, l’area è caratterizzata da una grande comunità cristiana che offre un punto di vista interessante sul modo di vivere di questa religione in Oriente. Oltre a questo, Sulawesi è famosa per la presenza della popolazione toraja, una cultura unica nel suo genere.

Se vuoi vivere l’esperienza indonesiana di città, devi fare un salto a Makassar, conosciuto anche come Ujung Pandang. Vieni a visitare il forte Rotterdam, costruito in epoca coloniale, oppure rilassati alla spiaggia Losari – una delizia tropicale che proprio non ti aspetti nel cuore della città.

Raja Ampat

Benvenuto alle isole Raja Ampat, letteralmente le isole dei quattro re. Questo bellissimo arcipelago è formato da oltre 1.500 isole perlopiù montagnose a sud della Nuova Guinea, tra l’Oceano Indiano e quello Pacifico. I quattro re sono rispettivamente Batanta, Misool, Salawati e Waigeo. Leggenda vuole che il nome derivi da un’antica storia secondo cui una donna trovò sette uova magiche, quattro delle quali si schiusero per dare alla luce quattro re delle isole principali di Raja Ampat. Le altre tre sono diventate invece una donna, un fantasma e una pietra.

Lontano dai grattacieli che bloccano la vista sulle montagne, a debita distanza dalle giungle di cemento congestionate dal traffico indonesiano, Raja Ampat è un paradiso naturale lussureggiante, fatto di verde e cieli sconfinati.

Vieni a Raja Ampat per smarrirti nelle bellezze infinite dei fondali colmi e brulicanti di vita, dove fare immersioni e scoprire i tesori preziosi della natura sottomarina. 540 tipi di corallo, mille specie di pesci e 700 di molluschi: sarà l’esplorazione subacquea della vostra vita! Pensa solo che secondo una ricerca del “Nature Conservancy and Conservation International”, circa il 75% delle specie marine vive anche a Raja Ampat. Una percentuale impressionante.

Wakatobi Sulawesi

Benvenuto nella provincia di Sulawesi Tenggara, la destinazione per eccellenza di tutti coloro che sono alla ricerca di un ritiro balneare coi fiocchi. Lontano dagli assembramenti turistici, Wakatobi è l’acronimo delle isole che include: Wangi Wangi, Kaledupa, Tomia e Binongko. Famosa per ospitare alcune delle location di snorkeling e immersioni più belle del mondo, Wakatobi è il posto dove vuoi essere se sei un vero appassionato di sport acquatici, oppure vuoi concederti il riposo assoluto sotto il sole, in una delle tante spiagge. Pensa che lo stesso Jacques Cousteau ha definito Wakatobi “il nirvana dell’immersionista”. Con il suo 1.400.000 ettari di terreno, 900.000 dei quali ricoperti da una fitta barriera corallina, questo posto è magico.

Se preferisci una parentesi culturale, visita Wakatobi per entrare in contatto con la tribù dei Bajo, sull’isola Wangi Wangi. Con una cultura unica nel suo genere, si dice che questa popolazione discenda direttamente dal mare: un tempo conosciuti come gli zingari dell’oceano, si sono stabiliti qui per coltivare la terra e cacciare. La loro specialità? Possono immergersi fino a 25-50 metri senza l’utilizzo di attrezzatura subacquea, e riescono perfino a camminare sul fondo oceanico!

Isole Derawan

Benvenuto alle Derawan, nella provincia indonesiana di Kalimantan. In tutto sono 31, di cui le principali sono Derawan, Maratua, Sangalaki e Kakaban. Ancora non raggiunte dal turismo di massa, la bellezza delle Derawan fa tuttavia gola a molti: ti consigliamo di visitarle prima che diventino una tappa inderogabile di tutti i viaggi in Indonesia!

Oltre ad essere location di prim’ordine per le immersioni e lo snorkeling, come del resto quasi tutto il resto dell’arcipelago indonesiano, le Derawan sono l’habitat più grande e accogliente per la riproduzione delle tartarughe verdi giganti. Vieni qui se vuoi osservarle mentre depongono le uova o nelle loro attività quotidiane: è uno spettacolo unico al mondo.

Se preferisci immergerti, invece, potresti avere il privilegio di nuotare insieme ai delfini, alle mante, ai dugonghi, i barracuda e, se sei davvero fortunato, alle balene. Derawan è, per la ricchezza dei suoi fondali, seconda soltanto a Raja Ampat, con oltre 870 specie di pesci che vivono nei suoi fondali. Perché resistere alla tentazione? Metti subito in valigia pinne e boccaglio!

Bunaken

Conosciuta anche con il nome di Pulau Bunaken, quest’isola è uno dei punti di riferimento per antonomasia per le immersioni nel mondo. A tutelare questo (quasi) primato ci pensa il Parco Marino di Bunaken, il quale tutela e conserva ogni giorno centinaia di specie acquatiche, preoccupandosi anche di mantenere intonse e trasparenti le distese oceaniche. Bunaken include le isole di Manado Tua, Siladen, Mantehage, Nain e Nain Kecil.

Alle Bunaken vivono oltre 70 differenti specie di corallo, cinque tipologie differenti di tartaruga e svariati pesci, dagli squali ai quasi estinti dugonghi, fino ai coccodrilli di mare.

Ti consigliamo di visitare le Bunaken nel periodo tra maggio e settembre, quando il clima secco ti permette di nuotare in tutta tranquillità nelle acque dov’è consentito farlo. Ci sono oltre 20 punti dedicati alle immersioni in tutte le isole! E se preferisci lo snorkeling, troverai comunque location da sogno dove realizzare tutti i tuoi desideri.

Le Bunaken sono inoltre il punto di partenza ideale per il whale watching o le gite che ti accompagnano ad ammirare i delfini. E in alternativa, si può sempre poltrire sulla spiaggia!

Isole Gili

Benvenuto alle isole Gili, paradiso tropicale a mezzora di barca dall’incantevole Bali. Se state cercando un’alternativa tranquilla alla giungla d’asfalto delle grandi città indonesiane, siete arrivati nel posto giusto. Qui non ci sono automobili: solo biciclette e tante, tante passeggiate da fare! La tua più grande preoccupazione alle Gili sarà quella di scegliere il bar dove gustare una noce di cocco alle luci rosate del tramonto.

Pur essendo famose in qualità di isole di party e divertimenti, le Gili sono il luogo ideale per venire a rilassarsi durante il giorno, con il sole. Noleggia un’amaca, stenditi in spiaggia e spezza la routine con paesaggi balneari irresistibili. Cerchi la foto Instagram definitiva? Accaparrati una delle altalene sull’acqua presenti sull’isola e goditi lo spettacolo.

Le Gili hanno tanti nomi e titoli fantastici: la capitale delle tartarughe al mondo, le isole delle feste e, addirittura, le Maldive del sud-est Asiatico. Le isole sono rispettivamente Gili Trawangan, Gili Meno e Gili Air: ognuna di loro ha in comune spiagge favolose e resort di lusso dove concedersi la vacanza definitiva. Vieni qui, dunque, se vuoi trascorrere la tua permanenza in Indonesia nella sublime atmosfera del dolce far niente!

Moyo

A est di Bali sorge l’isola di Moyo, paradiso spettacolare a pochi chilometri da Sumbawa e le isole Nusa Tenggara. Questa è la destinazione di riferimento per tutti coloro che vogliono smarrirsi nella natura subacquea e non: mucche, tori, cervi, cinghiali e moltissime altre creature straordinarie. Vieni a fare birdwatching, specialmente nella stagione secca compresa tra giugno e agosto.

Il parco nazionale dell’isola di Moyo è probabilmente uno dei posti più belli dell’Indonesia, con centinaia di ettari di barriera corallina, i varani, oltre 21 specie di pipistrelli e branchi enormi di macachi che si nutrono di granchi.

Se preferisci, in ogni caso, Moyo ha una spettacolare linea di costa dalle sabbie dorate, dove rilassarsi è davvero un piacere irresistibile. E lo snorkeling è un autentico piacere, qui! Da visitare c’è anche Tambora, raggiungibile con un itinerario a piedi che arriva fino a un lago bicolore.

Karimunjawa

Quando si pensa alle isole dell’Indonesia si pensa, naturalmente, a Bali e Lambok. I più coraggiosi, però, vengono a Karimunjawa. Pur essendo tra le destinazioni meno note della nazione, questo posto offre ai suoi turisti una natura incontaminata e spettacolare, vita marina da esplorare e tante, tante attività all’aria aperta.

Questo arcipelago composto da 27 isole è lambito da acque cristalline e caratterizzato da panorami mozzafiato. Vieni qui a trascorrere un momento di autentica bellezza in compagnia della tua dolce metà! Specialmente da aprile a ottobre.

Se ti senti avventuroso, Karimunjawa è la location perfetta per nuotare con gli squali, che sono assai più piccoli di quelli del mare aperto e non mordono (seguendo le istruzioni). Le guide a disposizione del pubblico faranno di tutto per garantire un’esperienza sicura a tutti i nuotatori! Puoi venire a fare snorkeling, oppure andare a pescare.

Belitung

L’isola di Belitung è ciò che di più lontano dall’urbanizzazione si possa incontrare in Indonesia. E così sarà ancora per un po’ di tempo: dunque, non esitare a prenotare una crociera qui! Questo paradiso tropicale è la destinazione d’eccellenza di tutti coloro che vogliono un’isola fatta di spiagge bianche e immacolate, poco traffico, ancora meno turisti e natura incontaminata.

Il periodo migliore per venire a Belitung e concedersi una lunga permanenza di dolce far niente è, di certo, tra aprile e settembre.

La città più grande di Belitung si chiama Tanjung Pandan, e ospita la maggioranza di alberghi e alloggi dell’isola. Di tutte le location che si possono visitare qui, ti consigliamo di fare un salto al Lago Kaolin, distesa d’acqua dolce emersa dalle rovine di una vecchia miniera. Uno spettacolo favoloso!

Bintan

Stai cercando un posto tranquillo dove trascorrere qualche ora immerso nella quiete di una spiaggia da favola? Acque cristalline, sabbie dorate, cielo terso e sole a non finire: sei arrivato a Bintan, popolarissima destinazione del turismo interno indonesiano e paradiso tropicale ancora non del tutto conosciuto in Occidente.

Vieni qui a rilassarti, noleggia un lettino e goditi il vero paradiso. Il dolce far niente ti attende! Bintan è suddivisa virtualmente in due parti: l’area nord, dove trovi tutti i resort di lusso, e l’area sud, dove puoi vivere e respirare un ambiente 100% indonesiano.

Bintan è dimora della piscina artificiale più grande del mondo: la trovi a Treasure Bay. Se preferisci invece un paradiso più incontaminato, ti consigliamo di passare per White Sand Island, la quale partecipa attivamente alla conservazione delle tartarughe e offre un angolo di natura purissima al turista.

Nias

Di tutti i segreti indonesiani, probabilmente Nias è uno di quelli meglio custoditi! Tra i primi turisti di questa favolosa location ricordiamo Elio Modigliani, il quale le ha dedicato il libro “Un viaggio a Nias”, in cui si descrivevano le sue avventure mozzafiato in battaglia contro cacciatori di teste e guerrieri tribali. Insomma, forse non la migliore delle pubblicità turistiche: tuttavia oggi Nias è un paradiso tropicale dove il turista è il benvenuto e le spiagge da cartolina si sono preservate grazie anche al fatto che, per quasi 100 anni, nessuno le ha mai utilizzate con assiduità.

Rilassati in spiaggia o mettiti in contatto con la popolazione locale: la maggior parte sarà incuriosita dalla tua presenza e avrà voglia di parlare. Ti chiederanno: “dari mana?”, ovvero, “da dove vieni?” e da qui inizieranno favolose conversazioni a base di gesti e caldi sorrisi. Consigliatissima!

Parti per le isole dell’Indonesia con Costa Crociere

Parti domani stesso per l’Indonesia con Costa Crociere. Che tu voglia goderti la bellezza di Komodo o abbia in mente una vacanza di puro relax a Lombok, l’Indonesia è il posto che fa per te e per tutta la tua famiglia. Sole, mare, snorkeling, immersioni e storia coloniale dove smarrirsi tra musei e templi!

Cerca la tua prossima crociera