Vivi un'esperienza a contatto con la natura nell'area protetta dell'Albufera. Scopri gli ecosistemi e le specie che ospita in un paesaggio incontaminato.
  • Come raggiungere il parco
  • I percorsi
  • El Racó de l’Olla
  • Tancat de la pipa
  • Na Molins
  • Tour in barca
  • I tramonti
  • Specialità culinarie
  • Cosa fare a Valencia
  • Cosa vedere nei dintorni

Il Parco Naturale dell'Albufera: tutto quello che c'è da sapere

Il Parco naturale dell’Albufera rappresenta un’oasi di relax unica, circondata da boschi e da risaie. Un posto unico per passeggiare tra i sentieri o dedicarsi alla pesca in uno dei più grandi laghi d’Europa. Sarete conquistati dai colori e da una natura rigogliosa, ma non solo. Vi aspettano tramonti incantevoli, panorami da condividere e una gastronomia ricca di gusto e tradizioni, da scoprire anche grazie alle nostre escursioni.

Come raggiungere il parco

Questo meraviglioso parco si trova ad appena 10 km da Valencia: da qui partono due linee urbane di collegamento con questa riserva. Per un’esperienza ancora più completa, si può arrivare anche in barca, approfittando del tempo per fare una gita sul lago dell'Albufera. Molte persone si affidano, invece, a un tour organizzato che permette di scoprire, oltre alle specialità gastronomiche locali, anche scorci incontaminati e le risaie.

I percorsi

Il Parco è stato dichiarato area di interesse nazionale nel 1986 ed è diventato area protetta nel 1991: si estende per oltre 21000 ettari. Ci sono almeno sei diversi percorsi per godere della natura e di quello che può offrire. Ci sono diversi itinerari storici o botanici pensati per tutte le esigenze: a piedi, in bicicletta o anche in auto. Ogni esperienza saprà coniugare la bellezza del paesaggio e le risorse naturali con le specialità tipiche della zona. Scoprirete un ecosistema magico che lo scrittore Blasco Ibañez definiva di “Canne e fango”.

El Racó de l’Olla

Ecco una zona di grande interesse botanico e ornitologico all’interno del Parco. Questa riserva si estende per 50 ettari. Un’area è adibita a riserva integrale per la conservazione della biodiversità, e in particolare, per la nidificazione e la protezione degli uccelli acquatici: l’accesso non è consentito. Nella parte pubblica si trova uno specifico centro che svolge programmi di formazione e informazione e divulgazione del patrimonio ambientale. Sono disponibili zone in cui osservare gli uccelli e una torre che offre una vista panoramica. Un sentiero di circa 2 chilometri permette di ammirare diverse specie botaniche che si sono adattate ai luoghi. Nell’area si trova un’area ricreativa ideale per pranzare e per rilassarsi.

Tancat de la pipa

È uno delle aree più suggestive che si possono visitare all’interno del cuore del Parco: sarà possibile vedere il porto con il suo molo caratteristico che vi farà rivivere tempi passati ricchi di suggestione. Durante il tragitto potrete ammirare gabbiani, gazze, cormorani e ascoltare il pollo sultano. Quest’oasi naturale fa parte di un processo che ha trasformato 40 ettari di risaie in un complesso di acque dolci. In questa riserva pullulano anfibi, rettili e piccoli mammiferi. Decine le specie di piante palustri che sono presenti.

Na Molins

Na Molins è uno dei percorsi che si possono fare in bicicletta all’interno della riserva. Questa passeggiata vi regalerà un’atmosfera suggestiva che mescola campi a risaie, antiche case disabitate, circondate dall’acqua che è l’elemento principale. Sarà un’occasione unica per ammirare la flora e anche la fauna, in special modo gli uccelli e i piccoli mammiferi. Uno scenario unico e speciale per fare le foto.

Tour in barca

L’Albufera è la laguna più grande della Spagna e si può attraversare con delle escursioni in barca (è possibile noleggiare delle piccole imbarcazioni a motore). Il lago si è formato circa 5000 anni fa dall’incontro del mare con i fiumi Jucar e Turia. Durante la vostra gita potrete ammirare numerose specie di uccelli che vengono a nidificare.  La zona è attraversata, in particolare, da migliaia di anatre. Avrete la possibilità di vedere lungo la riva pittoresche costruzioni (barracas)che vengono usate dai pescatori come magazzini e che sono state costruite diversi anni fa. Godetevi il relax e la calma della natura.

I tramonti

L’alba e il tramonto, la primavera e l’autunno sono i momenti migliori per godersi la bellezza della natura e i colori che questa sa offrire. La luce riflessa nell’acqua regala degli spettacoli indimenticabili con lo sfondo dei boschi a fare da cornice. Non a caso il parco era chiamato “specchio del sole”. La vista del lago che sembra perdersi e inglobare tutto con i profili delle montagne striate di rosso e di arancione regala emozioni uniche. Ci sono dei pontili da cui la vista è semplicemente spettacolare.

Specialità culinarie

In questa zona è stata inventata la famosissima paella, vista l’abbondanza di risaie. La gente locale l’avrebbe creata aggiungendo ingredienti facilmente reperibili come polli, conigli e verdure, ma sono tanti i piatti da provare. Si può cominciare con l'all-i-pebre, a base di anguilla in umido e patate (tipico del villaggio di El Palmar) o sperimentare nuovi sapori con la llisa adobada, che presenta in maniera creativa la triglia. Piatti più popolari e conosciuti sono “l’arroz negro”, una sorta di riso al nero di seppia e le famose “patatas bravas” leggermente piccanti. Per un buon dolce si possono provare delle frittelle, Bunyols, preparate con acqua, farina e lievito e anche l’aggiunta di zucca.

Cosa fare a Valencia

Chilometri e chilometri di spiagge per nuotare e rilassarti, tanto per iniziare, ma a Valencia le cose da fare non mancano. Ci sono ben 34 musei, da quello della ceramica al museo delle Belle Arti. Tra i quartieri ci si può perdere nella storia millenaria del Carmen tra edifici medievali, raffinati affreschi e maestosi palazzi. Un occhio di riguardo lo merita anche la gastronomia valenciana che si può scoprire al mercato centrale, uno dei più grandi d’Europa. Per far felici anche i più piccoli non si può visitare il Bioparc, uno spazio di 100 mila metri quadri in cui vedere giraffe, gorilla, leoni, lemuri, leopardi, ippopotami e rinoceronti.  Per scoprire cosa vedere a Valencia fate un salto insieme a noi.

Cosa vedere nei dintorni

Ci sono tanti villaggi da scoprire nei dintorni: El Saler, Les Gavines ed El Palmar. Qui potrete prenotare un’escursione in barca o organizzare delle gite che includono la visita di una barraca e il pranzo tipico. Nei dintorni una cittadina molto interessante è Sagunto, famosa per il suo quartiere ebraico e il teatro romano, ma anche per l’atmosfera frizzante e le stradine acciottolate. A una ventina di chilometri da Valencia c’è il Parco naturale della Sierra Calderona, popolare per la sua fauna e per i bellissimi scorci che regala sul Mediterraneo.

Parti in crociera per il Mediterraneo

Natura, relax, scoperta a tavola e condivisione. La scoperta di Valencia e delle sue potenzialità è solo una delle tappe del vostro viaggio nel Mediterraneo. Vi aspettano paesaggi da sogno, villaggi tradizionali, escursioni che vi permetteranno di sentirvi liberi e realizzati. Non vi resta che scegliere la prossima avventura insieme a noi.

Parti con Costa Crociere