Nel freddo Nord Europeo raggiungi Capo Nord, il punto più estremo della Norvegia, fra storie, tradizioni e paesaggi mozzafiato
  • La Geografia
  • La Storia
  • Il Sole di Mezzanotte
  • L'Aurora Boreale
  • Quando andare a Capo Nord
  • I Granchi Reali
  • Gjesvær
  • In elicottero a Capo Nord
  • Come arrivare e info
  • Scopri la città di Honningsvåg

Capo Nord

Un luogo magico, una meta che ogni anno incuriosisce milioni di visitatori. La sua posizione così estrema, la possibilità di arrivarci con qualsiasi mezzo, l’hanno reso una meta imperdibile da raggiungere almeno una volta nella vita. Scoprite con noi le sue attrazioni uniche, pregustate i panorami e il fascino, annotandovi tutte le informazioni necessarie per un viaggio perfetto.

La Geografia

Si trova nell’estremità nord dell’Isola di Mageroya, a 30 chilometri da Honninsvag, e a circa 2000 chilometri dalla capitale norvegese Oslo. È una falesia, una costa rocciosa che cade a picco sul mare da un’altezza di circa 300 metri. Siamo nella regione di Nord Norge, nel comune di Norkapp. È considerato erroneamente il punto più a nord dell’Europa, ma in realtà lo è, invece, il promontorio di Knivskjellodden, che si trova sempre sull'isola di Magerøya, nella parte ovest di Capo Nord.

La Storia

Il nome di Capo Nord gli è stato attribuito dall’esploratore inglese Richard Chancellor, che vi approdò nel 1553. Il luogo fu occasionalmente visitato fin dal XVII secolo. A partire dal 1800 è diventata anche una località turistica e i suoi viaggi hanno assunto significati politici o simbolici. Si ricordano, per esempio, l’approdo del sovrano di Svezia Oscar II nel 1873 o del re di Thailandia Chulalongkorn nel 1907. Si stima che ogni anno Capo Nord venga visitata da 200 mila turisti, concentrati soprattutto nel periodo estivo.

Il Sole di Mezzanotte

È un fenomeno unico che si verifica quando le giornate sono lunghe a tal punto che il sole non scende mai sotto l’orizzonte. A nord del Circolo polare artico il sole d’estate non tramonta mai, l’asse attorno al quale ruota la Terra è, infatti, inclinato rispetto ai raggi solari. Nella regione più settentrionale della Norvegia si verifica dal 14 maggio al 29 luglio. Un momento davvero memorabile da immortalare con il vostro smartphone.

L'Aurora Boreale

Un fenomeno naturale che si verifica quando le particelle solari sfiorano i gas atmosferici, dando origine a scie luminose dai colori strabilianti. In Norvegia l’aurora boreale si verifica nel periodo che va da fine settembre a marzo. Bisogna scegliere uno spazio aperto senza nessun tipo di inquinamento luminoso. Esistono diversi tipi di escursione che permettono di apprezzarla.

Quando andare a Capo Nord

Il periodo migliore per andare a Capo Nord è l’estate, a luglio e agosto, considerati i mesi meno freddi. È un momento in cui si può assistere al fenomeno del sole di mezzanotte, con le ore buie che durano al massimo tre ore. Nel periodo estivo è possibile anche arrivare a Capo Nord a piedi, sfruttando un percorso di trekking di 30 chilometri.

I Granchi Reali

Chi pensa che Capo Nord sia solo fiordi, si sbaglia. Uno dei suoi simboli è anche il granchio reale, che dagli Anni 60 grazie agli scienziati russi ha iniziato a proliferare a partire dal mare di Barents fino a raggiungere la costa settentrionale della Norvegia. Questo granchio ha un aspetto davvero regale, la sua corazza sembra una sorta di corona appuntita ricoperta da un mantello color porpora. Questi esemplari in media vivono 30 anni e possono arrivare a pesare fino a 10 chilogrammi.

La polpa nelle zampe, nella coda e nelle chele è molto saporita ed è ideale per essere cotto in padella, grigliato o passato al forno, magari con un condimento a base d’aglio e insaporito con spezie ed erbe. La maggior parte degli appassionati preferiscono, però, mangiarlo al naturale, cotto al vapore o bollito, magari con un’insalatina leggera e un goccio di limone.

Gjesvær

Si tratta di un grazioso villaggio di pescatori che si trova a una trentina di chilometri da Honningsvåg. La sua storia ha radice vichinghe e il luogo appare in numerose saghe. È caratterizzato da un piccolo porto e da un centinaio di isole al largo della costa dove è un must dedicarsi al bird safari. La colonia delle Isole Gjesværstappan, per esempio, comprende oltre 3 milioni di esemplari tra pulcinelle di mare, gabbiani, aquile dalla coda bianca, cormorani. Un’esperienza unica, che si svolgerà in barca, a una certa distanza, con l’obiettivo di proteggere la fauna locale.

In elicottero a Capo Nord

Si può avere anche una prospettiva diversa di Capo Nord, librandosi in volo sopra i magnifici paesaggi della Norvegia. Preparatevi a vedere spettacolari panorami dell’Oceano e diverse attrazioni lungo il viaggio in elicottero. Sarà protagonista la città portuale di Honningsvag, ma apprezzerete anche il litorale frastagliato e inframmezzato da laghi. A troneggiare sarà il promontorio di Capo Nord sul quale si può scorgere il popolare Globo, una scultura in ferro che simboleggia un mappamondo. Sarà anche l’occasione per sorvolare l’isola di Gjesværstappan, una sorta di santuario degli uccelli marini, tra cormorani, aquile marine e gazze.  Un’esperienza davvero unica.

Come arrivare e info

C’è chi considera la tappa a Capo Nord come un vero e proprio “pellegrinaggio” e ci arriva in camper o addirittura in motocicletta, grazie a un tunnel sottomarino che unisce l’isola di Mageroya alla terraferma. Lo scalo aereo più vicino è quello della cittadina di Honningsvåg, altri aeroporti sono quelli degli scali di Lakselv e Alta.  È possibile arrivare a Capo Nord anche in nave, attraverso un ex battello postale che percorre tutta la Norvegia. A Capo Nord è presente anche un centro turistico, oltre a un ristorante, una caffetteria, un ufficio postale, un negozio di souvenir, una chiesa e un cinema.

Scopri la città di Honningsvåg

È una delle ultime tappe prima di arrivare a Capo Nord.  Honningsvåg è un villaggio di pescatori caratterizzato da un’atmosfera ricca di fascino, a cominciare dalle sue casette di legno colorate. Un museo locale vi racconterà i primi insediamenti in queste lande desolate e vi farà conoscere le prime spedizioni di esploratori, di viaggiatori e poi di turisti. Vengono esposte anche opere di artisti locali. A circa 10 minuti c’è un’altra attrattiva del posto, ovvero una chiesa bianca chiamata Honningsvåg kirke. È stata costruita in stile neogotico e consacrata nel 1885 e si trova vicino al cimitero cittadino.  È uno dei pochi luoghi che è scampato alla furia nazista.

Parti in crociera per il Nord Europa

Capo Nord è l’ultima tappa di una crociera entusiasmante che vi porterà a conoscere i segreti del Nord Europa. Un viaggio ricco di magie, scenari, storia e folclore che non vi darà il tempo di annoiarvi. Villaggi incastonati nella bellezza, fenomeni naturali unici, storie e leggende racchiuse in racconti ed edifici storici: non perdetevi un’esperienza speciale attraverso la bellezza e salite a bordo con noi.

Parti con Costa Crociere