Visita il deserto del Wadi Rum in Giordania e partecipa alle escursioni organizzate. Vivi una giornata indimenticabile in un deserto roccioso
  • Flora e Fauna del deserto
  • Iscrizioni rupestri
  • Notte sotto alle stelle
  • Visita in fuoristrada o in cammello
  • La Sorgente di Lawrence
  • Le dune rosse del Wadi Um Ishrin
  • Il canyon Jabel Khazali
  • Il canyon Al Mahama
  • Gli archi di pietra
  • Il tramonto
  • Cosa vedere nei dintorni

Le migliori attività nel deserto del Wadi Rum

Non è solo un deserto, ma rappresenta un piccolo mondo: estremo nella temperatura, selvaggio, quanto meraviglioso nei riflessi e nei paesaggi che regala. Questa valle piena di mistero si trova nella Giordania meridionale, a circa 60 chilometri da Aqaba, ed è anche chiamata “la valle della luna”. Scoprite la storia e il fascino di un luogo entrato a far parte del Patrimonio Unesco nel 2011, e che sa regalare alcune attività imperdibili, tra arrampicate e gite con diversi mezzi. I vostri occhi vedranno archi di pietra, canyon, sculture cesellate dalla sabbia, oltre a resti di civiltà millenarie.

Flora e Fauna del deserto

È la natura la protagonista di questo luogo circondato da montagne sabbiose con colori molto vari che vanno dal giallo al bianco, passando al rosso e quello marrone dei profondi canyon attraversati da formazioni geologiche. Sarete sorpresi da archi e ponti naturali, dalle pietre modellate come funghi irregolari plasmati dal vento. Il deserto, poi, possiede flora e fauna rare ed endemiche: tra gli animali potrete trovare lo stambecco, il lupo grigio, la volpe di Blandford o quella rossa, oltre al gatto delle sabbie. Per quanto riguarda la flora sono presenti gli anemoni rossi, fiore nazionale della Giordania. Ci sono poi erbe e piante medicinali che sono state usate nei secoli dai nomadi e che si trovano nella parte montuosa.

Iscrizioni rupestri

Il deserto di Wadi Rum ha ospitato insediamenti umani fin dall’8000 a.C. E questa storia millenaria rivive grazie a circa 30.000 incisioni rupestri che decorano le pareti rocciose di arenaria del deserto: sono i petroglifi e vennero realizzati dalle tribù provenienti dall’Arabia meridionale. Le diverse civiltà che si sono insediate e hanno vissuto pacificamente per diverse centinaia di anni, oltre a diverse testimonianze sottoforma di pitture rupestri, hanno lasciato ai posteri diversi templi. I greci e i romani avevano apprezzato gli oliveti i vigneti della zona, oggi scomparsi, e anche le pinete di cui rimane una traccia nelle vette più alte.

Notte sotto alle stelle

C’è un modo per fare sì che questa esperienza rimanga tra i ricordi davvero indimenticabili: si può dormire nel deserto affidandosi a un tour organizzato che vi regalerà sistemazioni eleganti in un campo tendato o in piccoli lodge con una vista meravigliosa sul deserto rosso, che è stato più volte una location per capolavori western o di fantascienza. Sarete accompagnati da una guida beduina e potrete provare dei piatti locali, con la possibilità di sorseggiare del tè. Sarà l’occasione per sentire storie tradizionali intorno a un falò e, poi, per dormire letteralmente sotto le stelle.

Visita in fuoristrada o in cammello

Ci sono altre possibilità di visitare le meraviglie del deserto, magari in fuoristrada o in cammello. I tour possono essere organizzati anche nel momento stesso del vostro arrivo al Centro Visitatori del Wad Rum. Le escursioni possono durare mezza giornata o prevedere anche il pernottamento. Visto che l’escursione termica tra il giorno e la notte è molto elevata si consiglia di portare anche indumenti molto pesanti. Ci sono anche altre possibilità di vedere il deserto da una prospettiva unica, come quella di un viaggio in mongolfiera o su un ultraleggero.

La Sorgente di Lawrence

Il Wadi Rum è stato reso celebre da Lawrence d’Arabia che ci visse tra il 1916 e il 1918 durante la rivolta araba contro gli Ottomani. Si pensa che questa sorgente venne utilizzata proprio durante questa occasione. Sulle rocce intorno al sentiero per arrivare alla fonte ci sono diverse incisioni rupestri. Lawrence la descrive anche nel suo libro “I sette pilastri della saggezza”. Questa sorgente, insieme ad altre, permise al Wadi Rum di diventare un luogo ideale per la sosta delle carovane in transito. Era possibile abbeverare i dromedari e godersi la frescura delle gole rigogliose di vegetazione.

Le dune rosse del Wadi Um Ishrin

Formazioni rocciose di tutte le forme e di ogni sfumatura, spazi sconfinati, colori accesi, dune rosse e un’atmosfera che sembra quasi quella di Marte. I tesori del deserto giordano sono innumerevoli e regalano degli scorci unici. Le dune rosse di Um Shirin sono da scalare a piedi nudi e vi permetteranno di avere una vista incomparabile a circa 20 metri di altezza. Un fuoristrada vi accompagnerà nel posto migliore perché possiate godere di un panorama unico da immortalare con delle fotografie.

Il canyon Jabel Khazali

La leggenda vuole che la montagna debba il nome a un criminale che, scappando dai suoi inseguitori, si sarebbe tuffato dalla cima senza subire neanche un graffio. La realtà è che il promontorio è spaccato da un canyon strettissimo che può essere percorso a piedi per centinaia di metri: la gola diventa sempre più piccola e viene chiusa da una parete invalicabile. Qui tutti si fermano a guardare il panorama e le antichissime pitture rupestri.

Il canyon Al Mahama

Si tratta di un breve ma incredibile canyon che si attraversa in 45 minuti. La guida vi lascerà da un lato e vi aspetterà nella parte opposta quando riemergerete dopo aver attraversato a piedi questo tesoro naturale. Nella falesia noterete le fratture della montagna, i torrioni che vi sembreranno quasi opera di cesello della sabbia. Un percorso tra guglie, archi naturali e meravigliose sagome rocciose. Uno degli altri canyon che è possibile raggiungere con una passeggiata dal centro visitatori è quello di Makharas. Sbucherete su una bella macchia di sabbia rossa da cui avrete un panorama incredibile.

Gli archi di pietra

Gli archi di pietra vi regaleranno dei percorsi incredibili e anche delle viste mozzafiato (per chi non soffre di vertigini). Uno delle esperienze migliori che potrete fare grazie all’aiuto delle guide è quello di arrivare al ponte di Burdah e di affrontare una camminata di un’ora per arrivare al culmine del suo arco. Dalla cima si svela un panorama indimenticabile. Per proseguire oltre il ponte bisogna essere provvisti di corde e avere conoscere le tecniche di arrampicata. Tra le formazioni rocciose sono numerosi i ponti di pietra che si sono venuti a creare.

Il tramonto

Il tramonto e l’alba sono due dei momenti più emozionanti che si possono vivere nel deserto. A fare da cornice gli archi di pietra, la sabbia e i riflessi della luce che esplode in diverse tonalità. Immaginatevi una distesa di sabbia infinita, un silenzio carico di scintille interrotto solo dal rumore del vento, mentre il sole scompare piano piano tra le montagne. Molte escursioni prevedono anche la possibilità di assaggiare diversi piatti tipici, dopo essersi gustati il tramonto.

Cosa vedere nei dintorni

I tesori della zona sono veramente tanti. Su una collinetta nel villaggio di Rum primeggiano i resti di un tempio che risale a più di 2000 anni fa e che fu dedicato alla divinità Lat. I bagni di una villa che si trova dietro al tempio sono i più antichi trovati finora in Giordania. Per gli alpinisti e gli appassionati di arrampicata c’è il promontorio del Jebel Rum (1754 metri). In questo villaggio sorge una piccola comunità beduina che ha scelto la vita stanziale. Qui troverete negozi, ristoranti e anche un centro per l’artigianato. Una comoda città di passaggio per spingersi anche a Petra o verso i siti di immersione e snorkeling che si trovano a sud è Aqaba, una piacevole località di villeggiatura. Per sapere cosa vedere in Giordania vi basta seguirci.

Parti in crociera per il Giro del Mondo

La Giordania e i suoi meravigliosi paesaggi sono solo una delle innumerevoli tappe nella meraviglia che farete durante il vostro Giro del Mondo. Non aspettate ancora e scoprite quali altri tesori e sorprese vi aspettano insieme a noi.

Parti con Costa Crociere