I giardini di Augusto o giardini di Krupp costituiscono il parco cittadino di Capri. Lasciati sorprendere dalla loro bellezza. Scopri tutte le informazioni.
  • Storia dei giardini
  • Architettura dei giardini
  •  Friedrich Alfred Krupp
  • Il giardino botanico
  • Monumento a Lenin
  • via Krupp
  • cosa vedere a Capri
  • Informazioni e orari

I giardini di Augusto

Ecco uno dei posti migliori per godersi una foto con i Faraglioni di Capri sullo sfondo: i giardini di Augusto sono formati da una serie di terrazze fiorite che ti regaleranno anche un panorama mozzafiato sulla baia di Marina Piccola. L’area verde è piena di colori, di profumi e nasconde una storia particolare che potrete conoscere anche grazie alle nostre escursioni.

Storia dei giardini

Questo parco cittadino di Capri fu realizzato nel 1900. Un’oasi di pace e tranquillità che permette di abbracciare con lo sguardo la baia di Marina Piccola, le volte della Certosa di San Giacomo fino a sfiorare i contorni del Monte Solaro. A iniziare il progetto fu l’industriale tedesco Alfred Krupp che avrebbe voluto anche costruire una villa. All’inizio i giardini ebbero il nome del fondatore, ma dopo la Prima Guerra Mondiale l’amministrazione comunale li rinominò dedicandoli al primo imperatore romano.

Architettura dei giardini

I giardini rappresentano un luogo molto scenografico per diversi motivi: la posizione, la vista che regalano, i profumi e i colori che rappresentano l’anima di quest’oasi. All’interno del percorso ci sono anche diverse sculture neoclassiche. I giardini furono costruiti sui resti di antichi insediamenti romani e furono successivamente regalati da Krupp all’amministrazione comunale.

Friedrich Alfred Krupp

Il magnate dell’acciaio era solito trascorrere lunghi periodi a Capri anche per portare a termine alcune sue ricerche sul plancton.  Aveva l’abitudine di alloggiare al Grand Hotel Quisisana e solitamente annunciava il suo arrivo a bordo del suo panfilo ormeggiato a Marina Piccola. A un certo punto Krupp volle costruire una strada che gli permettesse un accesso più rapido all’hotel e che rappresentasse anche un percorso nella bellezza: un modo che lo facilitasse a raggiungere la Baia dei Faraglioni senza passare per la Piazzetta. La via, a causa del rischio di caduta dei massi, è attualmente chiusa e si può ammirare solo dall’alto.

Il giardino botanico

I giardini di Augusto ospitano diversi esemplari di fiori e piante tipiche del territorio: immaginati un alternarsi di dalie, gerani e aiuole colorate, in una cornice che comprende ginepri, palme, lecci, pini e regala un tocco di fresco e di atmosfera. La flora viene identificata per mezzo di alcune targhette. Avrai la sensazione di essere in balia dei profumi, una sfilata di odori e di colori che accompagnerà l’intera passeggiata.

Monumento a Lenin

Nei giardini è presente anche un monumento che omaggia Lenin, che visse a Capri nel 1908 come ospite dello scrittore russo Maksim Gor'kij. Il monumento è composto da diversi blocchi di marmo che si sovrappongono e che fanno a raggiungere alla struttura un'altezza di 5 metri. Sul più grande dei blocchi è stato scolpito il volto di Lenin. Il monumento fu realizzato nel 1968 per mano dello scultore Giacomo Manzù a cui fu commissionata l'opera dall’ambasciata sovietica a Roma dopo aver ottenuto l'approvazione del consiglio comunale. Il monumento sorge proprio sotto la casa appartenuta allo scrittore.

Via Krupp

L'industriale tedesco decise di commissionare all'ingegnere Emilio Mayer una strada che, partendo da Marina Piccola, arrivasse fino alla zona dei Giardini di Augusto. I lavori iniziarono alla fine del 1800, ma si conclusero solo nel 1902. Per costruire la strada fu necessario tagliare la roccia al vivo fino al mare. Via Krupp si caratterizza per un lungo rettilineo e una serie di tornanti. La via ha vissuto un momento di assoluto splendore negli Anni 60. Per arrivare ai Giardini di Augusto e Via Krupp, partendo dalla piazzetta di Capri è sufficiente percorrere a piedi via Vittorio Emanuele, via Federico Serena e poi proseguire per via Matteotti.

Cosa vedere a Capri

Capri è un’isola che da decenni strega intellettuali, turisti e vip.  Uno dei suoi simboli è rappresentato dai Faraglioni, grandi massi immersi nel blu che si raggiungono in barca. Un’altra delle tappe esclusive è la Grotta Azzurra conosciuta fin dai tempi di Tiberio. All’interno le acque esploderanno di blu e noterete migliaia di pesciolini. La Piazzetta è poi il cuore di Capri: ci si ferma per bere un caffè e per fare due chiacchiere. Da qui partono le vie principali in un alternarsi di hotel, ville, negozi e boutique dove fare shopping. Capri è, poi, famosa per le sue spiagge: non immaginatevi distese sabbiose, ma meravigliose calette da cui tuffarsi ed esplorare i fondali.

Informazioni e orari

Il prezzo del biglietto e gli orari per visitare i giardini variano a seconda dei diversi periodi dell’anno. L’apertura va dalle 9 alle 16.30 da novembre a marzo e dalle 9 alle 19.30 da aprile a ottobre. Per qualsiasi ulteriore informazione è possibile rivolgersi agli info point che si trovano a Marina Grande o in piazzetta. I momenti migliori per ammirare i giardini e non trovare troppa gente sono la mattina presto o il tardo pomeriggio.

Parti in crociera per il Mediterraneo

Il fascino di Capri, la sua natura, le sue vie e gli scorci che regala: ti aspetta una vacanza rilassante e piena di colori. L’Italia è piena di sorprese, ma è lungo il Mediterraneo che questa tua curiosità innata avrà nuove suggestioni e risposte. Ti aspettiamo a bordo.

Parti con Costa Crociere