Scopri il Monte Capanne e i percorsi per raggiungerne la cima. Monte più alto dell'Isola è possibile raggiungerlo anche in cabinovia con una vista mozzafiato.
  • Storia e conformazione
  • Flora
  • Fauna
  • Come raggiungerlo
  • Percorsi di trekking
  • Cabinovia Monte Capanne
  • Le spiagge nei dintorni
  • Cosa vedere sull'isola d'Elba

Il Monte Capanne sull'Isola d'Elba

Dall’alto dei suoi 1019 metri domina l’isola d’Elba.  Il Monte Capanne è un luogo molto apprezzato anche solo per avere una vista meravigliosa sulle altre isole dell’arcipelago: Pianosa, Gorgona, Montecristo e Capraia.  Offre l’occasione di fare bird watching e trekking e di scoprire una flora e una fauna molto variegate. Non ti resta che partire all’esplorazione insieme a noi.

Storia e conformazione

Il Monte Capanne è composto soprattutto da enormi blocchi di granito che gli regalano un aspetto che ricorda le grandi cime alpine. La roccia si è strutturata lungo migliaia di anni in particolari formazioni che vengono chiamate “cote”.  Un contesto così maestoso in cui il mare sembra raggiungibile da un momento all’altro è un’emozione unica. Per quanto riguarda il nome, la sua origine è molto dibattuta tra gli storici. Per alcuni deriva dai ripari pastorali che sono presenti sulla montagna, o da due capanne che furono costruite da alcuni cittadini per sfuggire alle incursioni dei pirati. Ci sono altre letture che fanno riferimento all’etrusco per spiegare l’etimologia.

Flora

Seguendo i sentieri potrai scoprire una variegata moltitudine di microcosmi in cui apprezzare perfetti equilibri, ammirare incantevoli fioriture apprezzando diverse specie endemiche, tra cui le orchidee e il fiordaliso, la viola e diverse essenze vegetali. Qui nel periodo autunnale sono presenti più di 200 specie di funghi, tra cui apprezzerai il porcino nero. L’ambiente è caratterizzato dalla presenza della macchia mediterranea. La vegetazione principale è quella dei querceti, carpineti e castagneti.

Fauna

Anche la fauna è particolarmente variegata: si spazia dal topo selvatico elbano, al ghiro fino alla martora. Potrai incontrare inoltre la martora, il riccio e la lepre. Tra i grandi mammiferi, il cinghiale e il muflone hanno trovato il proprio habitat ideale. Quest’ultimo era stato introdotto per scopi venatori nel 1963 e nel 1976. Sull’isola d’Elba è ricchissima l’avifauna costituita da uccelli migratori e stanziali: molte, per esempio, sono le specie di rondini e di fringuelli. Tra i rapaci nidificano il barbagianni, il gheppio, il falco pellegrino, il corvo imperiale e la poiana.

Come raggiungerlo

Oltre alla cabinovia alla cima del monte si può arrivare a piedi grazie a due sentieri che partono da Marciana. Il sentiero principale porta alla vetta della montagna in circa 3 ore: è meglio non percorrerlo nei mesi più caldi ed è sempre bene portarsi una scorta d’acqua. È consigliabile non uscire mai da sentieri, la fitta vegetazione della zona può, infatti, confondere gli escursionisti meno esperti.

Percorsi di trekking

Il Monte Capanne è un luogo ideale per gli escursionisti. Il sentiero principale per raggiungerne la vetta si sviluppa da Marciana, a circa 400 metri di altezza e si snoda all’inizio tra i castagni e i “macei”, franate di lastroni di granito. Dopo aver incontrato un caprile, ovvero un rifugio dei vecchi pastori e un recinto per il bestiame, il percorso diventa sempre più panoramico. Il percorso è lungo oltre 15 chilometri e vi permetterà di conoscere la fauna e la flora locale. L’ultima parte prosegue in una valle solcata da un torrente in un simpatico alternarsi di cascate e laghetti. L’isola d’Elba fornisce numerosi percorsi di trekking adatti a tutte le età.

Cabinovia Monte Capanne

La cabinovia si trova nel comune di Marciana, a poca distanza dal centro abitato e permette l’accesso al Monte Capanne. La struttura è stata realizzata negli Anni 60 e ha subito un’importante ristrutturazione nel 2005. Permette di arrivare a una quota di 950 metri in poco più di 15 minuti. La stazione di partenza è immersa nel verde, in mezzo a grandi castagni e dispone anche di un piccolo bar. La cabinovia è solitamente aperta da aprile a ottobre.

Le spiagge nei dintorni

L’Isola d’Elba è un luogo molto apprezzato per il mare e per le spiagge circondate spesso da un paesaggio selvaggio e pieno di suggestioni. Si può cominciare magari dalle vicinanze, ovvero dall’isola di Pianosa che rappresenta un ambiente unico per le bellezze naturali che si incontrano. Tante le spiagge che permettono di rilassarsi o di godere di un panorama unico, tra queste ci sono quella di Norsi, molto tranquilla e particolare grazie ai suoi sassolini scuri. Una delle più grandi è quella di Marina di Campo che si estende per oltre un chilometro e permette anche diversi sport acquatici.  Ora scopri insieme a noi le spiagge dell’isola d’Elba che non puoi perderti.

Cosa vedere sull'isola d'Elba

Natura, acque cristalline, ma anche tradizione, storia e cultura. L’isola d’Elba è una destinazione ricca di sorprese, a cominciare da Portoferraio. Qui venne esiliato Napoleone e si fece costruire due ville. Da visitare ci saranno forti e siti archeologici di età romana ed etrusca. L’isola è anche famosa per i suoi borghi, come Porto Azzurro, circondato da palazzi maestosi e da spiagge rilassanti o Marina di Campo popolare per la sua spettacolare baia.

Tra le testimonianze della storia ci sono la villa romana delle Grotte e le Fortezze Medicee. L’Elba offre anche uno scenario perfetto per gli appassionati di trekking e di biciclette.  Se vuoi continuare a scoprire cosa vedere sull’isola d’Elba, non ti resta che seguirci.

Parti in crociera per il Mediterraneo

Le bellezze dell’Isola dell’Elba ti metteranno in contatto con tanta natura e numerose attrazioni: un modo per scoprire un Mediterraneo diverso, ricco di spunti, suggestioni e curiosità. Noi ti stiamo aspettando a bordo delle nostre navi per un’avventura fantastica.

Parti con Costa Crociere