Il Phoenix Park è un’oasi incantevole e anche polmone verde della città di Dublino. Infatti, tale magnifico spazio verde si trova solo a pochi chilometri dal centro della città e si estende per 700 ettari circa, immersi in curati giardini, distese di prati, viali alberati e orti botanici. Il parco nasce nel 1662 come riserva per i cervi e, solo qualche anno dopo, nel 1745, viene rimodellato e aperto al pubblico. La sua particolarità è che, nonostante la grande ondata di turismo che annualmente lo colpisce, nelle zone più boschive è ancora possibile lasciarsi sorprendere e ammirare famiglie di cervi che considerano l’area come la loro personale casa. Un’esperienza unica a contatto con la natura! Facciamo, adesso, un salto nel passato per approfondire la sua storia, scoprendo monumenti e castelli, ma anche per svelare tutte le caratteristiche di tale affascinante meta. Tra le informazioni da conoscere quando ci si prepara a visitare Phoenix Park ci sono:

Storia del parco

Phoenix Park viene creato nel 1662 come riserva di caccia reale per i cervi. Fin dal principio, si parla infatti del XVII secolo, tale area ha visto gli animali come suoi protagonisti: infatti in questo periodo storico è arrivato, nell’area verde, un numeroso branco di daini. È interessante notare come gli animali, che oggi i visitatori possono avvistare nel parco e con cui possono familiarmente interagire, siano proprio i discendenti del banco originale. Solo successivamente, nel 1745, il parco è stato rimodellato e aperto al pubblico, diventando un punto turistico ormai di fondamentale importanza e un grande punto di forza per la città di Dublino da diversi punti di vista. Dunque, da sempre è il parco più grande d’Europa: infatti, con i suoi circa 700 ettari supera di gran lunga la grandezza di Central Park a New York e non è paragonabile a nessun'altra area verde nel paese.

Phoenix Monument

I punti di interesse e i monumenti che popolano il Parco irlandese sono davvero numerosi. Infatti, tra le immense distese verdi e i viali alberati, si trova anche il grande giardino zoologico con lo Zoo di Dublino. Si tratta, dunque, del più antico al mondo, inaugurato nel 1830, dopo l’apertura al pubblico dell’area. Di notevole importanza, ma forse meno conosciuto, c’è il Papal Cross: un incrocio, con annesso monumento, che si trova nel punto in cui il Papa celebrò la messa con un milione di fedeli nel 1979. Seguono, poi, veri e propri monumenti, quali la colonna di Phoenix, l’Ellington Testimonial, l'Ashtown Castle e l’Áras an Uachtaràin. Questi, però, li vediamo adesso nello specifico. Il Phoenix Park è un’esperienza a 360° per godersi una bella giornata con un pic-nic, per avvistare simpatici animali e per scoprire e innamorarsi della storia irlandese.

Castello di Ashtown

L'Ashtown Castle è un edificio fortificato che si trova all’interno del parco. Si tratta di un castello molto antico, infatti la sua costruzione originale risale intorno al 1430, dunque, prima che fosse definita l’area del parco. Il castello che oggi noi visitatori possiamo ammirare è il risultato di una demolizione di più recente costruzione, infatti è stato scoperto che la struttura originale sia stata soggetta a diversi interventi durante i secoli. La costruzione più antica, che è alla base della torre visibile oggi, è proprio l’Ashtown Tower, monumento scoperta all’interno del palazzo del nunzio pontificio nel momento in cui ci fu la demolizione nel 1986. È un’interessante parentesi storica in un contesto verde e naturale, che è possibile approfondire con una mostra proposta dal Visitor Centre.

Giardino zoologico

Tra le distese verdi che popolano il parco, si estende anche un meraviglioso giardino zoologico. È, infatti, considerata da molti come l’attrazione principale, in grado di catturare l’attenzione di adulti e bambini. Si tratta di uno Zoo nato nel 1830, che si estende per 28 ettari e conta oltre 400 specie tra animali e uccelli, divisi nei differenti habitat: la zona della foresta degli oranghi, la grotta dei leoni, la casa dei rettili, la savana africana e anche il Kaziranga Forest Trail. Ciò che, fortunatamente, caratterizza tale area è il rispetto verso gli animali e la cura di questi. I primi animali arrivati in tale zoo sono stati donati del noto Zoo di Londra e da allora, l’area irlandese, ha cominciato la sua crescita esponenziale. Un interessante retroscena dello Zoo di Dublino riguarda il leone che è stato utilizzato come simbolo della Metro Goldwin Mayer, nato proprio qui.

La croce papale

Durante le passeggiate e le pedalate nel verde ci si imbatte nella Papal Cross: magnifico monumento eretto in occasione delle celebrazioni della messa all’aperto, tenuta da Papa Giovanni Paolo II il 29 settembre 1979. Attorno al Papa si sono riuniti, per tale imperdibile occasione, un milione di fedeli, tutti lì per ascoltare il suo sermone. Il monumento consiste in una semplice croce bianca in acciaio, alta 116 piedi ed evocativa di una moltitudine di valori. È interessante anche ricordare che, in occasione della morte di Papa Giovanni Paolo, proprio in questo sito si tenne una funzione commemorativa. La Papal Cross è infatti, per la maggior parte dei visitatori, un monumento che non può assolutamente passare inosservato durante la visita in questo magnifico parco.

Wellington testimonial

Wellington Testimonial

Un altro monumento che rende il Phoenix Park speciale è il Wellington testimonial. Si tratta di un imponente obelisco, il più alto d’Europa con i suoi 63 metri, che è stato costruito in occasione della commemorazione di sir Arthur Wellesley, duca di Wellington, nativo della città di Dublino. La costruzione della testimonianza è iniziata nel 1817, ma è stata terminata alcuni anni dopo, solo nel 1861, a causa di una carenza di fondi necessari. Il Wellington testimonial si trova sul lato sud-est dell’area, con vista su Kilmainham e sul fiume Liffey, e, date le sue grandi dimensioni, è facilmente avvistabile già subito dopo essere entrati nel parco, dal vialone principale.

Il Magazine fort

Il Magazine Fort fu costruito tra il 1734 e il 1736 seguendo il progetto di John Corneille. La sua funzione era quella di immagazzinare polvere da sparo e munizione, infatti fu, fin da subito, occupato dalle forze armate fino al 1922, anno in cui passò nelle mani delle forze di difesa irlandesi, a seguito del trattato anglo-irlandese. Il forte bastiano oggi si trova all’interno del Phoenix Park, in una posizione strategica, su St Thomas Hill, al largo della Military Road e vicino all’Islandbridge Gate. Durante i secoli, il Magazine Fort ha subito due grandi irruzioni, nel 1916 il lunedì di Pasqua e nel 1939 a dicembre, ma nonostante tali eventi, oggi è possibile comunque ammirare degli interessanti e suggestivi resti.

Come raggiungere il parco

Phoenix Park è davvero vicino alla grande città irlandese e facilmente raggiungibile tramite mezzi pubblici o con la propria auto. Infatti, nel primo caso, in soli 20 minuti con diverse linee di autobus - 25, 25A, 25N, 51, 66, 66A, 66B, 66D, 67, 67A, 68, 69 e 37 - o con la linea rossa del tram. In pochi minuti vi sembrerà di essere lontani dalla realtà burrascosa cittadina e di essere stati catapultati in un vero e proprio paradiso verde, in cui godersi l’aria aperta e la tranquillità. Un piccolo consiglio per chi decide di utilizzare i mezzi pubblici, è quello di acquistare le City Card, che consentono di avere un piccolo risparmio sulla mobilità e sugli ingressi e sulle principali attrazioni. Se si preferisce utilizzare la propria auto, è sufficiente seguire le indicazioni e prendere la strada che costeggia il fiume Liffey.

Informazioni e orari

Il grande e famoso parco irlandese è visitabile in qualsiasi momento, infatti una delle sue caratteristiche è quella di tenere i suoi due cancelli principali aperti tutto l’anno e 24 ore su 24, così da poter visitare e godere di tale oasi cittadina per ore e ore in qualsiasi stagione. L’ingresso nel parco è gratuito e permesso in qualsiasi momento di qualunque giorno, però, ci sentiamo di consigliare ai visitatori di evitare le ore notturne in cui potrebbe esserci davvero poca gente, per semplici ragioni di sicurezza. Durante la vostra vacanza a Dublino raggiungete il parco per rilassarvi, passeggiare e andare in bici, ma anche per prendere parte alle numerose manifestazioni sportive e concerti estivi, che periodicamente si tengono in tale area. Giocare a polo o cricket e fare un pic-nic qui è sempre concesso, per arricchire il proprio tempo libero e benessere. Se, invece, si è interessati a visitare l’orto recintato vittoriano della proprietà di Ashtown, conviene raggiungere il parco ogni ultimo sabato del mese, dalla 10.30 in poi.

Cosa vedere a Dublino

l Phoenix Park può essere solo una tappa della vostra visita alla città di Dublino, infatti tale meta ha numerosi altri punti di interesse: diversi parchi, ma anche interessanti musei, eleganti chiese, splendidi monumenti e piccoli angoli tipici della tradizione irlandese, colpi di dettagli. Ciò che principalmente caratterizza Dublino, oltre ai veri e propri monumenti architettonici, è soprattutto la piacevole atmosfera che si respira e percepisce nell’aria, passeggiando nei quartieri e nel centro cittadino e parlando con le persone del posto, ma anche percorrendo il delizioso fiume LiffeyI e sorseggiando la tipica e indimenticabile birra Guinness in una qualsiasi pub della città.

Parti in crociera per il Nord Europa

Per conoscere Dublino e altre mete imperdibili del Nord Europa, prenota subito una vacanza con Costa Crociere. Scopri gli itinerari disponibili tra le crociere del Nord Europa e scegli la più adatta a te. Viaggia verso le mete da te scelte e vieni a scoprire i paesaggi da fiaba dei fiordi norvegesi o i laghi glaciali e i graziosi villaggi norreni.