Malaga è la città più importante dell’Andalusia dopo Siviglia e rappresenta un territorio ricco di siti storici e monumenti architettonici da scoprire e visitare. Il suo patrimonio artistico, storico-culturale è alquanto vario e pianificare una visita in questa località richiede un’attenta pianificazione: il rischio è infatti quello di perdere alcuni degli elementi più interessanti della città. La storia, il castello e tanti altri punti d’attrazione non possono essere assolutamente trascurati. Ecco alcune informazioni:

Storia dell'Alcazaba

Il palazzo fortezza Alcazaba di Malaga è una testimonianza del passato moresco dell’Andalusia, capace di unire storia e bellezza in un unico luogo. Questa antica fortezza risale al XI secolo e si erge sulle falde del monte Gibralfaro, dove prima esisteva una fortezza di origine fenicia. Sulla cima del monte si trova il castello di difesa arabo che è collegato alla fortezza da un corridoio protetto da muraglie chiamato La Coracha.

La costruzione dell’Alcazaba è stata realizzata precisamente dal 1057 al 1063 per volere del re berbero dei regni di taifa di Granada, Badis ben Habus, il quale decise di adoperare marmi e sculture del teatro romano adiacente per abbellire e ornare la struttura.

L’alcazaba è stata modificata e ampliata più volte nel tempo, con importanti lavori di restauro: durante i primi scavi sono stati trovati mura romane rivestite di stucchi e piccole vasche scavate, destinate alla preparazione del Garum, una pasta a base di pesce che facevano i romani.

Architettura

L’Alcazaba, il cui nome in arabo significa “cittadella,” è uno dei monumenti storici più visitati per interesse e stile architettonico poiché rappresenta una delle opere islamiche più importanti conservate in Spagna. Questo grosso palazzo-fortezza è stato costruito sulla roccia ed evidenzia l’armoniosa unione tra elementi difensivi e bellezza delle sue stanze e giardini interni. 

L’Alcazaba di Malaga fu costruita dai Mori su una collina nel centro della città, con vista sul porto e si compone di due recinzioni murarie. In passato, era collegata alla città tramite dei bastioni che costituivano la terza parete difensiva ma attualmente rimangono solo due pareti esterne, al cui centro si trova il palazzo vero e proprio. La prima muraria, costruita intorno alla topografia della collina, racchiude la seconda parete interna ed è cosparsa da torri di difesa. 

La puerta de la Bóveda rappresenta l’ingresso originario della cittadella esterna mentre la puerta de los Cuartos de Granada quello della cittadella interna, ove nella sua parte orientale è presente la Torre del Homenaje - torre dell’omaggio, a pianta quadrata, risalente al XIV secolo. All’ interno del secondo muro, vi è infine il palazzo e delle abitazioni che fanno parte dei Cuartos de Granada, ossia i quartieri di Granada che un tempo venivano utilizzati da re e governatori. 

Castello di Gibralfaro

Il Castillo de Gibralfaro di Malaga è forse il monumento più conosciuto della città, talmente importante da comparire persino sulla bandiera di Malaga. Situato sul monte da cui prende nome, a circa 130 metri d’altezza a fianco dell’Alcazaba, il castello è senza dubbio il luogo ideale per godere di una vista panoramica della baia, del centro storico di Malaga e della Plaza de los Toros.

In origine, il castello aveva scopo difensivo, ospitava infatti le truppe e proteggeva l'Alcazaba, oggi invece ospita eventi teatrali e musicali, accogliendo molti turisti e regalando loro momenti magici. 

Il castello, circondato da bellissimi giardini, è diviso in due parti, entrambe visitabili:

  • Nella parte inferiore si trovano la Torre Bianca, le stalle e le aree dedicate alle truppe e armi. 
  • Nella parte superiore, si erge la Torre Mayor e il famoso Pozo Airòn.

Nella parte superiore, è presente un'interessante mostra che ripercorre gli eventi militari del castello passati alla storia.

Teatro romano

Il teatro romano è il più antico monumento presente in città, risale infatti al I secolo a.C. quando l’imperatore Cesare Augusto lo fece costruire ai piedi del monte Gibralfaro. Durante la dominazione araba, il teatro è stato utilizzato come cava per la costruzione dell’Alcazaba e oggi è possibile notare che alcune parti del teatro sono infatti fondamenta della fortezza araba. 

La pianta del teatro è rimasta quasi intatta ed è divisa in tre parti:

  • la Cavea, zona semicircolare riservata agli spettatori composta da 3 gradinate;
  • l’Orchestra, oltre ad ospitare l’orchestra musicale, un tempo era la zona riservata agli spettatori più importanti;
  • il Proscenio (palcoscenico), leggermente rialzato rispetto all’orchestra per offrire una migliore visuale agli spettatori. 

L’anfiteatro accoglie attualmente fino a 200 persone durante le celebri rappresentazioni teatrali. 

Nel 2010 è stato aggiunto un Centro de Interpretacion de Teatro Romano finalizzato alla conoscenza di questo prezioso monumento di epoca romana.

Influenza araba

Nel patrimonio culturale e artistico di  Malaga la decisa impronta araba offre ai visitatori l’opportunità di cogliere dettagli e finezze di eccellente fattura. L’Alcazaba e gli adiacenti monumenti raccontano l’antica storia dell'andalusia con la propria arte arabesca, una cultura ricca di particolari e significativa che ha saputo influenzare anche la lingua della penisola iberica. 

Migliori attrazioni

Malaga è una città sorprendente, capace di coniugare diversi stili artistici in un unico territorio pieno di storia e luoghi da scoprire. Le migliori attrazioni ono dislocate in tutta la cittadina e il tour non potrà mancare alcuni tra questi:

  • Catedral de la Encarnación è la maestosa cattedrale in stile rinascimentale/barocco costruita su una preesistente moschea;
  • Museo Picasso Malaga, dedicato al celebre pittore, omaggia l’artista con una ricca collezione di di opere. Situato dentro il cinquecentesco Palacio de Buenavista, lungo la caratteristica Calle San Augustin; 
  • Paseo del Parque, un rigoglioso giardino botanico sotto la cattedrale e l’Alcazaba che si estende da Plaza de la Marina fino a Plaza del General Torrijos; 
  • Iglesia del Sacrario, vicino alla cattedrale, colpisce con la sua imponente portada gotica isabelina in stile tardo-rinascimentale;
  • Mercado de Atarazanas, un luogo dinamico  situato in posizione centrale, molto caratteristico e nel quale poter acquistare ottimi prodotti local; 
  • Caminito del Rey, un’incredibile escursione all’interno di un canyon tra montagne e sentieri rocciosi ideale per chi vuole vivere un’esperienza d’avventura. 

Parti in crociera per il Mediterraneo

Non hai ancora prenotato la tua vacanza? Prenota una crociera per il Mediterraneo e inizia subito a viaggiare a bordo delle navi Costa. Lasciati conquistare dal gusto arabeggiante dell’Alcazaba di malaga, dalla sua architettura e dalle numerose attrazioni che possono essere visitate in città. 

Parti alla scoperta di posti unici ed emozionanti che solo Costa Crociere sa regalarti, l’atmosfera magica del mediterraneo ti conquisterà!