Non lasciarti sfuggire il portale monumentale dell'Arco di Adriano: uno dei resti più sorprendenti dell'antica Atene. Scopri la storia che lo caratterizza.
  • Materiali e progetto
  • Sculture decorative
  • Iscrizioni
  • Conservazione
  • Proprietà
  • Cosa vedere ad Atene

L'Arco di Adriano ad Atene

La storia di quest’arco monumentale, che si trova a 300 metri dall’Acropoli di Atene è avvolta nel mistero. Scopri cosa rappresenta e come è stata costruita e non perderti tutti i tesori della leggendaria città e della Grecia con le nostre escursioni.

Materiali e progetto

L’Arco di Adriano è simile, per certi aspetti, a un arco di trionfo romano. Si trova su una strada che collega il centro dell'antica Atene al complesso di strutture situate sul lato orientale della città, tra cui il Tempio di Zeus Olimpio. Si ipotizza che sia stato costruito per celebrare l’arrivo del dell'imperatore romano Adriano. Non si sa chi abbia commissionato la costruzione. Fu realizzato in marmo del Monte Pentelico. L'arco è stato costruito senza cemento né malta, utilizzando solo marmo massiccio e morsetti per unire i blocchi. La campata dell'arco del livello inferiore è larga 6,5 ​​metri ed è sorretta da lesene di capitelli corinzi. Ogni lato del passaggio centrale era decorato da una colonna corinzia a base rettangolare rialzata, sporgente dal centro del muro.

Sculture decorative

Si è ipotizzato che vi fossero delle statue poste alla sommità del livello inferiore, come era consuetudine in questo tipo di architettura. Le iscrizioni farebbero pensare che ci fosse una statua dedicata ad Adriano e una a Teseo. Alcuni studiosi hanno ipotizzato che la parte superiore ne ospitasse più d’una, poste sopra le colonne corinzie che sporgevano dal livello inferiore. In opposizione a questa proposta altri affermano che non ci sono prove di questo tipo di installazione nella parte superiore del piano terra, e che la pietra è troppo poco lavorata per poter collocare delle statue.

Iscrizioni

Ci sono due iscrizioni incise sull'architrave del livello inferiore su ciascun lato dell'apertura centrale. Guardando l'Acropoli, nella parte nord-ovest l'iscrizione recita: “Questa è Atene, l'antica città di Teseo”. Su quello sul lato sud-est, si legge: “Questa è la città di Adriano, non di Teseo”. Sulla base di una lettura combinata delle iscrizioni, fu inizialmente accettato che l'arco si trovasse nel muro di Temistocle a segnare la divisione tra la città vecchia di Teseo e quella nuova di Adriano. Secondo questa ipotesi, il secondo ingresso si riferisce ad un nuovo tratto urbano ad est di Atene, fondato da Adriano.

Conservazione

All'epoca in cui fu analizzata architettonicamente per la prima volta, a metà del XVIII secolo, la base dell'arco era interrata solo a circa un metro di profondità. Tenendo conto che il monumento non è mai stato protetto nei suoi quasi 19 secoli di esistenza, l'arco si è conservato in condizioni straordinarie. Pur avendo perso le colonne al piano terra, si conserva in tutta la sua altezza (18 metri), e domina l'attuale Avenia Amalias.

Proprietà

La costruzione è stata attribuita sia allo stato ateniese che a quello panellenico, una nuova associazione di città greche con sede ad Atene. I primi studi hanno mostrato che gli Ateniesi erano incaricati della sua costruzione: la qualità dei materiali e dell'esecuzione era inferiore a quella utilizzata in altri edifici promossi da Adriano ad Atene. Due archi della stessa dimensione e stile furono costruiti nel santuario di Demetra e Kore ad Eleusi, alla fine del II secolo.

Cosa vedere ad Atene

Atene sarà una destinazione da sfruttare con le nostre escursioni. Imperdibile, il cuore della città antica, l’Acropoli. Qui rivivrai i fasti passati, ammirando i resti del Partenone e del tempio di Zeus Olimpio. Dopo potrai salire sulla collina della Pnice, che offre un panorama incantevole. Per fare un viaggio nel tempo si può visitare la Plaka, il quartiere più antico della capitale greca dove si alternano edifici neoclassici, monumenti antichi, intervallati da negozi e da ristoranti tipici.

Tutto il centro sarà visitabile a piedi per cogliere l’essenza della città ed arrivare ad Anafiotika, le cui case di calce bianca furono costruite dai manovali che lavoravano per la realizzazione del Palazzo Reale, oggi sede del Parlamento. Vuoi saperne di più? Scopri cosa vedere ad Atene.

Parti in crociera per il Mediterraneo

Atene ti permetterà di fare un viaggio nel mito, ma anche di immergerti nell’essenza di una nazione ricca di fascino e di tradizioni. La Grecia che ti proponiamo con le nostre escursioni sarà qualcosa di unico. Un preludio magico all’interno di una crociera che ti farà scoprire le bellezze del Mediterraneo.

Parti con Costa Crociere