Non è solo un museo, ma un mondo che contiene 8 milioni di oggetti e che vi permetterà di fare un viaggio nella storia dall’epoca preistorica ai giorni d’oggi. Ammirerete capolavori imperdibili e tesori legati a ogni singola civiltà. È anche un luogo ricco di aneddoti e curiosità. Per quasi 100 anni, per esempio, a partire dal 1865, è stata allestita la “Vetrina degli oggetti osceni”. Il Museo ospita perfino la più grande collezione di opere provenienti dalla Corea del Nord. Dopo il British Museum potrete continuare la visita di Londra, magari affidandovi alle nostre escursioni (www.costacrociere.it/excursions/24/2484.html).
  • Storia
  • Collezioni
  • Architettura dell'edificio
  • La stele di Rosetta
  • Il busto di Ramses secondo
  • Partenone
  • La stanza delle meraviglie
  • come arrivare e info
  • il meglio di Londra
  • Dintorni di Harwich

Storia

È uno dei più grandi musei di storia del mondo. Le sue origini sono legate al fisico e collezionista Hans Sloane, che desiderava custodire la sua collezione di oltre 80 mila oggetti dopo la sua morte. Il British Museum aprì al pubblico il 15 gennaio 1759. La prima sede fu la Casa Montagu (Montagu House), una dimora del 1500 che presto risultò inadeguata per accogliere l’intera collezione aumentata grazie alle donazioni private e agli acquisti del museo. Nel 1852 venne terminata la costruzione dell’edifico del museo che è ancora la sede attuale. Nel 1887 la collezione di oggetti naturali si spostò nel Museo di Storia Naturale e nel 1973 la Biblioteca Britannica venne distaccata dal museo.

Collezioni

Fra i pezzi delle collezioni ci sono oltre 40 mila reperti e libri che provengono da Roma e da diverse civiltà antiche (Egitto, Grecia e Medio Oriente). Un viaggio che va dalla preistoria ai giorni nostri. Si possono trovare oltre 8 milioni di oggetti suddivisi in oltre 100 gallerie. Le principali sezioni comprendono Africa, Asia, Vicino Oriente Antico, Gran Bretagna, Europa, Grecia, Roma, Giappone ed Egitto.  In quest’ultimo caso si tratta della più grande collezione di reperti dopo il Museo del Cairo: un viaggio lungo 5 mila anni di storia. Nella sezione Grecia e Roma bisogna ammirare le sculture del Partenone. Nelle sale dedicate all’Europa viene raccontata la storia prima e dopo l’impero Romano.

Architettura dell'edificio

Il British Museum è ospitato in edificio neoclassico firmato dall’architetto inglese Robert Smirke. La facciata è ornata da un grande portico. Fu realizzata anche una grande sala circolare per ospitare un milione di libri, creando anche uno spazio per la lettura nella quale hanno studiato illustri artisti come Oscar Wilde, Bernard Shaw e personaggi storici come Marx e Lenin. La struttura è stata più volte ingrandita durante gli anni. Nel 2000 il grande cortile quadrato interno è stato coperto con una meravigliosa cupola in vetro con oltre 1656 pannelli, diversi per forma e dimensione. È diventata la più grande piazza coperta d’Europa (Great Court) capace di accogliere un centro espositivo, uno didattico, oltre a librerie e ristoranti.

La stele di Rosetta

È uno dei pezzi forti della collezione. Fu ritrovata ne 1799 in un piccolo villaggio egizio chiamato Rashid, sul delta del fiume Nilo. Si tratta di una grande lastra in granito nero divisa in tre parti e in tre  tipi di stile: quello geroglifico usato per testi incisi nei monumenti o negli atti, il demotico utilizzato per i documenti ordinari e il greco antico, la lingua ufficiale della dinastia tolemaica d’Egitto. Venne donata nel 1802 da re Giorgio III al British Museum. Il testo della stele che venne totalmente tradotto riporta tutti i benefici resi dal faraone al Paese, le tasse che erano state cancellate, la decisione dei sacerdoti di erigere una statua in suo onore.

Il busto di Ramses secondo

Come la stele di Rosetta si trova nella Sala 4: si tratta di un busto enorme dal peso di sette tonnellate per un’altezza di 2 metri e mezzo. Fu trovato nei pressi dell’antica Tebe e portato qui nel 1816.  Ramses II è sicuramente uno dei faraoni più apprezzati: il suo regnò durò 66 anni e riuscì a espandere i confini del re fino alla Siria.  La collezione egizia comprende oltre 100 mila oggetti tra mummie, gioielli, sarcofagi e statue.

Partenone

Nel settore greco-romano ci sono in totale oltre 100 mila reperti, dagli inizi dell’età del Bronzo in poi. Qui possiamo ammirare le sculture del Partenone, conosciuti come marmi di Elgin. Si tratta di una serie di 17 sculture risalenti al periodo classico in marmo (la maggior parte sono opere di Fidia e dei suoi assistenti). La collezione comprende anche elementi provenienti dagli edifici dell’Acropoli, tra cui una cariatide e quattro lastre che provengono dal tempio di Atena Nike, oltre a numerosi frammenti architettonici.

La stanza delle meraviglie

Così veniva chiamata “Montagu House”, la prima sede del British Museum, una casa del 1600, che era stata modificata per l’occasione. Il palazzo era stato costruito a Bloomsbury, quartiere londinese per il conte di Montagu, ma era andato completamente distrutto durante un incendio. Il primo architetto a progettarla fu Robert Hooke. Ammirata dai contemporanei, aveva un ampio cortile e diverse pitture murali. La casa venne poi ricostruita seguendo un progetto francese. L’edificio fu poi venduto agli amministratori del British Museum. Montagu House appare in diverse opere letterarie.

Come arrivare e info

Il British Museum è localizzato nel distretto di Camden, nel quartiere di Bloomsbury, zona di Londra che racchiude istituzioni ed edifici che celebrano la storia, l’arte e la cultura e punto di ritrovo e di scambio di grandi intellettuali. Ci si può arrivare comodamente in metro, quelle più vicine sono Tottenham Court Road e Holborn. Il museo è aperto dalle 10 alle 17.30, con ingresso gratuito, tutti i giorni. Il venerdì alcuni spazi rimangono aperti sino alle 20.30. La Great Court ha orari diversi (da sabato a giovedì, dalle 8 alle 18, venerdì dalle 9 alle 20.30).

Il meglio di Londra

L’inizio del nostro tour non può che avvenire all’interno di uno dei simboli di Londra: Parlament Square. In questa piazza svettano alcuni degli edifici più importanti e iconici della storia britannica, tra cui l’Abbazia di Westminster, luogo dove avvengono le incoronazioni dei sovrani inglesi. Si può proseguire nel Palazzo di Westminster, sede delle due camere del Parlamento Inglese. Imperdibile è Buckingham Palace, che fu costruito nel 1703 e rappresenta la residenza della monarchia inglese. Londra è rinomata per i suoi innumerevoli parchi, per le sue chiese e per i musei, tra cui bisogna nominare la Tate Modern, galleria d’arte che ospita opere di Picasso, Dalì, Kandinskij e Van Gogh.

Dintorni di Harwich

Una città antica che vi delizierà con il suo centro storico e con l’atmosfera British: benvenuti ad Harwich. Dopo aver fatto una passeggiata nel porto sarà possibile visitare il museo marittimo della città. La cittadina è popolare anche per le sue architetture militari e i suoi forti. Il centro vi darà l’occasione di fermarsi nei pub e nei caffè e di vedere palazzi ed edifici che rappresentano un’eredità importante. Tra le altre attrazioni c’è un maestoso maniero e una spiaggia dove rilassarvi.

Parti in crociera per il Nord Europa

Il fascino multietnico di Londra, le sue innumerevoli attrazioni, la storia che si legge dai palazzi, dalle chiese e dagli edifici: è ora di continuare questo viaggio all’insegna degli stimoli e della curiosità e di spingersi nel cuore del Nord Europa.

Parti con Costa Crociere