Immergiti in un'atmosfera fiabesca unica al castello di Neuschweinstrein. La sua struttura ha ispirato i racconti di Walt Disney. Scopri come visitarlo.
  • Storia del castello
  • Costruzione e architettura
  • Gli interni
  • Gli esterni
  • il castello delle favole
  • Le sale
  • Come raggiungerlo
  • Informazioni e orari

Visita al Castello di Neuschwanstein

Questo castello si trova nella Baviera, al confine con l’Austria e fu fatto realizzare da Ludovico II di Baviera. Fu pensato come un luogo di ritiro personale ed è una celebrazione del genio di Richard Wagner, compositore particolarmente ammirato dal sovrano. Ti immergerai in questo castello gotico decorato con sale fantastiche che omaggiano i poemi epici. E scoprirai un maniero unico che ha ispirato anche Walt Disney per le sue fiabe.

Storia del castello

Il maniero rappresenta uno dei simboli più conosciuti nella Baviera. Il progetto si deve al sovrano delle favole, Ludovico II di Baviera. I lavori iniziarono dal 1868 grazie allo scenografo Christian Jank. L'idea alla base fu quella di costruirlo seguendo lo stile delle residenze feudali tedesche antiche. La folgorazione venne al monarca in Turingia, dopo una visita al castello medievale di Wartburg.  Per prima cosa venne realizzato il tratto del Portale che il sovrano abitò per anni. Il progetto venne a un certo punto stravolto e al posto delle sale per gli ospiti venne realizzata una sala del Trono. Lo scrittoio lasciò il posto a una grotta.

Tutti i piani disponevano di acqua corrente, in cucina calda e fredda, mentre i bagni avevano degli sciacquoni automatici. Il sovrano chiamava la servitù tramite dei campanelli elettrici. Al terzo e quarto piano erano disponibili dei telefoni, mentre i pasti venivano trasportati con dei montacarichi.

Costruzione e architettura

I lavori, tra ampliamenti e ritardi si protrassero fino al 1880. Per fare spazio alle fondamenta vennero eliminati oltre 8 metri di roccia. Seguendo un’antica tradizione all’interno della prima pietra fu inserito il progetto dei lavori e alcune monete del suo regno. Durante la costruzione vennero usati i materiali più moderni dell’epoca. Le fondamenta furono costruite in cemento, per i muri si usarono laterizi rivestiti in pietra calcarea chiara. Fu concepito come un edificio molto moderno: le stanze dell’ala reale erano riscaldate con un sistema centralizzato ad aria.

Gli interni

Della varietà e dell’eleganza delle sale, parleremo più avanti. Qui ci soffermeremo sulla bellezza dei dettagli degli interni. Uno degli elementi che colpiscono di più è il candelabro in ottone a forma di corona bizantina che decora la Sala del trono. È formato da 96 candele, per sostituirle o per pulire il candelabro, che ha un peso di diversi quintali, è stato creato un apposito argano. Il pavimento in mosaico è stato realizzato usando oltre 2 milioni di tessere. Le stanze sono arredate da tendaggi raffinati e quadri antichi. I più famosi sono quelli realizzati da Ferdinand Piloty, e raffigurano una leggendaria gara poetica.

Gli esterni

La magia prosegue anche all’esterno dove sono stati realizzati dei sentieri e dei punti panoramici che regalano degli scorci fantastici. In particolare, su uno dei costoni è stato creato un vero e proprio belvedere. Per godere di una vista impagabile dal castello occorre andare sul ponte Maria (sospeso sopra la gola del Pollath), così chiamato per ricordare la regina Maria, madre del sovrano. Da qui si può ammirare una cascata di 45 metri, oltre al massiccio del Sauling (2045 metri).

Il castello delle favole

Un’atmosfera fiabesca e incantata che si deve innanzitutto al colpo d’occhio. Il maniero sorge a 965 metri di altezza e svetta sui comuni di Schwangau e Füssen. La sua eleganza, mista al suo stile e alle decorazioni influenzarono perfino Walt Disney che lo prese a modello per il castello del celebre film di animazione “La bella addormentata nel bosco” (1959). Questa particolare dimora è stata ricreata in tutti i parchi Disney del Mondo. Ad accrescerne il fascino anche gli arredi decorati, in special modo all’interno della sala del trono in stile bizantino, progettata da Hofmann e Ile.

Le sale

Le sale interne, decorate in maniera ricca, rappresentano un omaggio al genio del compositore Richard Wagner e così dal Lohengrin al Tannhäuser, arrivando al Tristano e Isotta o al Parsifal, si assisterà a un’ode al romanticismo e alle leggende germaniche.  Tra le sale più raffinate c’è la sala da pranzo. Qui lo stile gotico è presente anche nei dettagli delle porte. Il sovrano aveva una predilezione per le camere da letto sfarzose.  Nella sua sono ammirabili dei meravigliosi intagli in legno sul baldacchino, sul lavabo, sulla sedia di lettura e sulla colonna centrale. In questa stanza lavorarono 14 intagliatori per 4 anni.

Come raggiungerlo

Il castello si trova nella bassa Baviera sul lago Alpsee, a 4 chilometri da Fussen e ad appena 6 chilometri dal confine con l’Austria. Si può raggiungere in auto, bus, in treno o con un bus navetta dal parcheggio. Si può arrivare anche a piedi con una passeggiata di una quarantina di minuti (1,5 chilometri) dalla biglietteria. Un’altra suggestiva possibilità è quella di arrivare a bordo di una carrozza trainata da cavalli che ti lascerà a circa 500 metri dall’entrata del castello.

Informazioni e orari

Gli orari di apertura variano a seconda del periodo dell’anno: dalle 10 alle 16 e dalle 9 alle 18. Il castello è aperto tutti i giorni ad eccezione del 24, 25 e 31 dicembre e del 1°gennaio. La visita all’esterno è gratuita, mentre la visita alle sale è a pagamento e avviene solo con le guide. Le stanze reali e quelle di rappresentanza si trovano al terzo e quarto piano. Durante la visita non è possibile portare zaini voluminosi, né è consentito l’ingresso con gli animali.  Non è permesso scattare fotografie o filmare. È consentito l’acquisto di diversi tipi di biglietti, tra cui quello annuale o quello cumulativo che dà la possibilità di visitare altri castelli.

I migliori castelli medievali

Dal maniero di Dracula al castello di Praga, simbolo della Repubblica Ceca, fino ad arrivare a fortezze che sono entrate di diritto a far parte del Patrimonio Unesco, come quella di Alcazar di Segovia, a 100 chilometri da Madrid. Il viaggio tra i castelli medievali europei ti regalerà tante sorprese. Sarà un itinerario unico attraverso la storia e le tradizioni, il design e gli stili architettonici. Tra i castelli da non perdere ci sono il castello di Salisburgo e il castello di Windsor. In Italia uno dei manieri più interessanti è sicuramente il castello Del Monte, fatto costruire dall’imperatore Federico II.

Parti in crociera per il Nord Europa

Un castello da fiaba, con una storia che omaggia Wagner e la Baviera. Un modo per assaporare le atmosfere della Germania e per prepararsi a un viaggio verso il Nord Europa che promette itinerari fantastici e tante località che aspettano solo di essere visitate.

Parti con Costa Crociere