Bari è una splendida città nel cuore della Puglia. Conosciuta in tutto il mondo per l’ottimo cibo, l’ospitalità dei cittadini e la ricchezza della storia e suddivisa in zona “vecchia” e “nuova”, si presenta come un’ incantevole meta per le vacanze estive. Il Castello Normanno Svevo è un enorme edificio che sorge nei pressi della città Vecchia ed è il simbolo di tutto il capoluogo: scopriamo alcuni dettagli su questo meraviglioso e imponente edificio: 

Storia del Castello

Il Castello Normanno Svevo di Bari ha alle spalle una storia lunga e complessa, che risale al XIII secolo. La struttura fu costruita nel 1331 sotto ordine del re normanno Ruggero II. Successivamente, a causa di alcuni conflitti interni, alcune parti andarono distrutte. Circa 100 anni dopo, nel 1223, il re di Sicilia Federico II, originario della Svevia - Germania - ne commissionò il recupero. Dalle sue origini deriva, quindi, il duplice nome dell’antico edificio (Normanno-Svevo). Negli anni successivi il castello passò nelle mani di due potenti famiglie. Gli Angioini, in primo luogo, decisero di iniziare un programma di restauro per rafforzare l’ala nord del castello. La famiglia Sforza, in seguito, commissionò la costruzione di una potente cinta muraria con funzione di difesa. Negli anni la struttura fu in parte abbandonata e adibita prima a carcere e poi a caserma. Nel 1937 divenne, finalmente, sede della Soprintendenza ai Monumenti e alle Gallerie di Puglia e Basilicata. Nel 2017, invece, gli uffici della Soprintendenza vengono trasferiti e l’imponente fortezza divenne un famoso museo. Oggi il castello ospita diverse mostre d’arte e archeologiche.

Costruzione e Architettura

La fortezza occupa una struttura di circa 2850 mq. L’edificio è disegnato su una pianta trapezoidale ed è circondato da una cinta muraria e da un antico fossato. Per entrare nel castello e accedere al cortile esterno, infatti, è necessario attraversare un imponente ponte di pietra. Ai quattro angoli della struttura sorgono quattro maestose torri. All’interno, tra le altre cose, è possibile visitare tre grandi saloni e una cappella dallo stile classico.

Stile

Lo stile predominante è senza dubbio quello medievale. Il Castello però, presenta anche dei tratti rinascimentali e classici, che contribuiscono ad aumentare la ricchezza culturale di questo antico edificio. Nel complesso la struttura è affascinante e si è prestata a numerose interpretazioni da parte di studiosi e storici appassionati della casata che l’ha abitata per anni.

Gli interni

Il Castello Normanno Svevo è caratterizzato da splendidi esterni ed eleganti interni ricchi di storia. Attraversando l'ampio cortile rinascimentale è possibile ammirare le stanze interne. La struttura comprende, infatti, tre grandi saloni e una cappella dallo stile classico. 

Tra le altre una delle stanze imperdibili è, senza dubbio, la gipsoteca. Questa, è un luogo ricco di storia e cultura che ospita la riproduzione in gesso delle sculture più famose della Puglia. All’interno del Castello è possibile, inoltre, visitare mostre d'arte contemporanea o moderna.

Le mura

Il Castello Normanno Svevo è circondato quasi totalmente da una lunga cinta muraria, realizzata sottocommissione di una delle famiglie proprietarie, gli Sforza. Questi decisero di costruire possenti mura per difendere l’edificio e aumentare la sicurezza. Posizionate in ognuno dei quattro angoli ci sono quattro torri medievali.

Le torri

Ai quattro angoli del Castello Normanno Svevo è possibile ammirare quattro imponenti torri medievali. Ognuna di queste è caratterizzata da una denominazione specifica, che richiama un aspetto della storia dell’antica struttura simbolo della bella Bari.

La Torre dei Minorenni, ad esempio, sorge nel lato sud-ovest dell’edificio ed è stata utilizzata come carcere minorile per quasi un secolo, dal 1832 al 1931. Il suo appellativo deriva dal fatto che in passato veniva utilizzata per imprigionare ragazzi giovani. Questa è denominata anche “Viscontina”, in ricordo dei lavori eseguiti da Gaspare Visconti nel periodo degli Sforza. 

A nord-est sorge la Torre del Vento mentre a nord-ovest la Torre S. Francesco o Torre del Monaco. Infine, nella parte sudorientale del castello, è possibile ammirare la Torre del Semaforo o Torre della Marina, utilizzata dalla marina militare che decise di costruire un semaforo sul terrazzo.

Informazioni e orari per la visita

Ubicato ai margini del centro storico di Bari Vecchia, il castello Normanno Svevo gode di una posizione decisamente strategica. L’edificio, infatti, sorge nei pressi del porto e della cattedrale, più precisamente in Piazza Federico II di Svevia 4.

Per visitare la struttura è necessario effettuare una prenotazione. La visita, della durata di un’ora, è disponibile a un costo che va da 3 a 6 euro, 9 in occasione di mostre. È possibile visitare il castello tutti i giorni dalle 8:30 alle 18:30, escluso il martedì. 

Cosa vedere a Bari

Splendente città ricca di storia e cultura, Bari è il capoluogo della Puglia. Seconda metropoli più grande dell’Italia meridionale, dopo la radiosa Napoli, è una meta ambita da tanti turisti. Nonostante si tratti di una città portuale, è ricca di moltissimi posti interessanti da visitare, in quanto è stata dimora, nel corso della storia, di diverse popolazioni che hanno lasciato la loro impronta indelebile, dando vita a un centro abitato pervaso di cultura e tradizioni. 

L'antica Bari vecchia è caratterizzata dalla presenza di monumenti antichi e rinascimentali e da uno stile epocale. Nei pressi del centro storico sorgono alcuni degli edifici che costituiscono il meglio di Bari:

  • Il Castello Normanno Svevo.
  • Il Fortino di Sant'Antonio Abate: il punto più alto della città da cui è possibile ammirare il lungomare e la cinta muraria di Bari. 
  • La Basilica di San Nicola: situata nel cuore della metropoli, è un’antica chiesa in stile romanico, famosa per lo splendido soffitto d’oro, le sculture e  i mosaici del santuario e della cripta. 
  • La Cattedrale di San Sabino: a pochi passi da San Nicola, una luminosa chiesa ricca di antichi mosaici e affreschi, che ospita un museo archeologico molto conosciuto. 

Bari Nuova è la parte più moderna della città ed è caratterizzata da costruzioni private e alti palazzi, vie ricche di negozi e di vetrine e alcuni teatri famosi, come il Piccinini, il Margherita e il Petruzzelli. Quest’ultimo è il più grande teatro di Bari e il quarto più grande d’Italia. Corso Vittorio Emanuele, invece, è una delle vie più famose di questa parte della città. Delimitata da grandi palme, è ricca di locali aperti a pranzo e a cena e ospita la maggior parte della movida barese. Uno degli elementi più suggestivi della città, infine, è senza dubbio il lungomare. Approfitta delle numerose offerte estive e scopri Bari, il capoluogo della Puglia. 

Parti in crociera per il Mediterraneo

Costa Crociere, operatore turistico Italiano da oltre 70 anni, organizza quotidianamente una molteplicità di crociere nel mediterraneo. L’ampia selezione di destinazioni disponibili offre la possibilità di scegliere tra tantissime mete diverse e scoprire posti meravigliosi, per un’esperienza unica e indimenticabile. Quest'estate, parti in crociera per il Mediterraneo con Costa!