Il castello dei conti di Fiandra o Gravensteen è un castello medioevale della città di Gent: visita i suoi interni e scopri la storia dei conti di Fiandra.
  • Storia del castello
  • Architettura e costruzione
  • Museo della tortura
  • Vista panoramica
  • Le sale
  • Sede della Zecca
  • Cotonificio
  • Informazioni e orari
  • Cosa vedere a Gand

Il Castello dei conti di Fiandra

Chiamato anche Gravensteen, questo castello medioevale colpisce per la sua imponenza. Fu costruito nel 1180, nel centro di Gand, alla confluenza dei fiumi Schelda e Leie seguendo lo stile dei Forti Crociati che Filippo d’Alsazia aveva visto in Siria. Si tratta di un edificio fortificato realizzato in pietra con torrette, fossato e feritoie. La cinta muraria è composta da 24 torrette e una porta d’accesso che è fortificata. A sorprendere è soprattutto la storia di questo maniero che nel corso dei secoli ha avuto diverse funzioni. Scopri insieme a noi la storia e le bellezze di questa attrazione e del Belgio.

Storia del castello

Il maniero fu costruito nel dodicesimo secolo in pietra calcarea e fu residenza reale prigione e tribunale. Venne edificato sui resti di un castello in legno per volontà di Filippo d’Alsazia. La costruzione voleva simboleggiare il potere del Conte delle Fiandre. Fu lo stesso nobile, che aveva ammirato un certo numero di castelli, a insistere perché le torri e le mura fossero fortificate. Il maniero venne abbandonato per un lungo periodo e fu restaurato nel 1885. Oggi questo edificio in pietra immenso rappresenta un luogo unico per passeggiare e custodisce un affascinante museo della tortura.

Architettura e costruzione

Fortezza con un imponente sistema difensivo, rimasto intatto, successivamente residenza reale, tribunale e prigione. Il castello dei Conti di Fiandra ha avuto una storia articolata. Nel 1700 il maniero fu venduto a privati e convertito in un complesso industriale. Nel 1800 il castello ospitava un cotonificio e gli edifici annessi servivano come alloggio per oltre 50 famiglie di lavoratori. Quando il cotonificio terminò la sua attività l’intera struttura cadde in uno stato di abbandono e fu vicina alla demolizione.  Durante il restauro del XIX secolo fu mantenuto un fossato decorativo sui tre lati. I lavori diedero un nuovo significato al castello che ricevette un riconoscimento internazionale quando ospitò l’Esposizione Universale nel 1913.

Museo della tortura

Il castello per un periodo fu sede del Consiglio delle Fiandre come vedremo meglio più avanti, e aveva una funzione amministrativa e di controllo che includeva la detenzione dei sospettati. Per capire come venissero trattati vi basterà dare un’occhiata alle stanze della tortura dove sono presenti degli strumenti inumani: la ruota delle torture, i martelletti per schiacciare un dito alla volta, collari di ferro, catene e perfino una ghigliottina. Al suo interno l’edificio aveva numerosi tribunali e i criminali venivano tenuti in condizioni tremende e torturati nei sotterranei.

Vista panoramica

Da non perdere alla fine del torrione una meravigliosa vista su Gand e le zone limitrofe. Il castello è stato costruito su una collinetta, mentre le fondamenta furono realizzate al pelo dell’acqua per impedire lo scavo di tunnel di accesso sotterranei. Da qui avrete un punto privilegiato per rendervi conto della bellezza cittadina e per assaporarne il patrimonio culturale e il centro storico. Un altro belvedere da non perdere è il campanile in stile gotico, ex torre di guardia, costruito nel 1400 e inserito tra i patrimoni dell’Umanità.

Le sale

All’interno della struttura è possibile visitare la Galleria Romanica e le sale di rappresentanza e gli appartamenti in cui il Conte viveva. Oltre agli ambienti ampi potrai visitare una sala delle armi, le cantine, i magazzini e anche una cappella. Durante la visita degli interni potrai ammirare testimonianze del periodo in cui Carlo V si insediò nel maniero per domare la repressione del 1539. Da quel momento molte case vennero costruite contro le mura del castello e alcune delle pietre della cinta muraria furono addirittura utilizzate per realizzare altri edifici.

Sede della Zecca

Il castello di Gravensteen ha svolto le funzioni più disparate lungo la sua storia, tra cui la sede della Zecca di Gand, a partire dal 1353. Contemporaneamente il maniero diventa il centro amministrativo delle Fiandre, ospitando il “Consiglio delle Fiandre”, la più alta corte della zona e trasformandosi in una prigione. Al suo interno furono istituiti anche numerosi tribunali. All’esterno del castello sarà possibile rilassarsi nei giardini e sfruttare la presenza di alcuni chioschetti per una pausa.

Cotonificio

Nel 1700 dopo la vendita a dei privati il castello fu trasformato in un cotonificio e ospitò anche dei laboratori.  D’altronde già dal XII secolo Gand era un importante centro commerciale grazie alla produzione di stoffe che venivano lavorate, dopo aver preso le materie prime dall’Inghilterra. Durante il periodo industriale il castello e le strutture limitrofe ospitarono una cinquantina di famiglie dei lavoratori. Dopo questo periodo il maniero rischiò la demolizione, ma il Comune decise poi di ricomprarlo nel 1885 e di dare il via a un’imponente ristrutturazione.

Informazioni e orari

Gli orari variano a seconda del periodo dell’anno: dalle 9 alle 17 o dalle 10 alle 18. I biglietti possono essere comprati online per evitare le file. I visitatori hanno la possibilità di comprare anche una video-guida di 90 minuti che svelerà tutti i segreti del maniero, la sua storia che ebbe il suo culmine nel XII secolo, e che verrà svelata con una rievocazione in costume.  Con la City Card Gent avrai accesso struttura e alle maggiori attrazioni cittadine. Per avere una prospettiva unica potrai vedere il castello facendo una romantica gita in barca. Sarà un modo inusuale per renderti conto della sua imponenza.

Cosa vedere a Gand

È uno degli angoli da non perdersi nelle Fiandre. Questa cittadina, che è un antico porto fluviale, ti sorprenderà per la sua aria rilassata e le sue numerose attrazioni. Uno dei simboli è la meravigliosa cattedrale di San Bavone, un esempio di diversi stili architettonici: gotico, romanico, barocco e rinascimentale. Pietre grigie e blu e uno stile gotico caratterizzano, invece, la chiesa di San Nicola. La passeggiata spazierà tra raffinate piazze, angoli che ti offriranno scorci silenziosi e spazi culturali che sono stati riadattati. Se vuoi scoprire cosa vedere a Gant non resta che seguirci in questa avventura.

Parti in crociera per il Nord Europa

Le atmosfere e i colori delle Fiandre, una storia leggendaria racchiusa nei castelli e tante attrazioni da scoprire con le nostre attrazioni: il viaggio alla scoperta del Nord Europa sarà ricco di curiosità e di cose da fare. Non ti resta che programmarlo e salpare insieme a noi.

Parti con Costa Crociere