Le più belle città medievali del nostro paese. Scopri le città e i borghi sospesi nel tempo per fare un viaggio in stupendi paesaggi medievali.
  • Siena
  • Bologna
  • Urbino
  • Assisi
  • Soncino
  • Erice
  • Certaldo
  • Cerveteri
  • San Gimignano
  • Perugia

Città Medievali in Italia

Un viaggio tra i tesori storici dell’Italia tra borghi medievali, che vi sorprenderanno per il loro passato che ancora sa parlare e sorprendere tra mura e torri, chiese e botteghe. Da Nord a Sud le attrazioni italiane e le bellezze dell’Italia sono da scoprire insieme a Costa.

Siena

Un’opera d’arte che si fonde nel suggestivo paesaggio delle Crete Senesi. Benvenuti a Siena, antica città toscana che svetta su tre colli ed è circondata da mura. Una meta edificata intorno a Piazza del Campo, che custodisce palazzi gotici, scorci di incantevole bellezza e chiese. La piazza principale, a forma di conchiglia, è la cornice del famoso palio, sotto il profilo della famosa Torre del Mangia. Altra attrattiva è sicuramente piazza del Duomo dove spicca la cattedrale gotica del XIII secolo e si può visitare il particolare museo-ospedale di Santa Maria della Scala.

L’edificio religioso è ricco di opere d’arte, alcune delle quali custodite nel Museo dell’Opera Metropolitana. Il centro storico di Siena è dal 1995 trai luoghi Patrimonio dell’Umanità. In città sono innumerevoli i tesori artistici e architettonici, tra i tanti: la chiesa di San Domenico, la Fortezza Medicea e la Pinacoteca Nazionale.

Bologna

Una città che ospita l’Università più antica del mondo (fondata nel 1088), famosa per i suoi portici e per il gusto della sua cucina. È il medioevo uno dei periodi più brillanti della città in cui hanno iniziato a proliferare i negozi e le botteghe e si è iniziata la costruzione del centro storico. Il cuore pulsante della città è Piazza Maggiore (Piazza Grande), centro della vita religiosa e civile. È popolare per la Fontana del Nettuno, il trecentesco Palazzo Comunale e l’imponente Basilica di San Petronio, dinnanzi al quale si estende il Palazzo del Podestà. Bologna è anche la città delle torri, che avevano una funzione gentilizia e militare. Le più celebri sono quelle degli Asinelli e della Garisenda.

Urbino

Il suo centro storico è Patrimonio Unesco, le sue vie sono ricche di storia e i suoi musei ospitano quadri di Piero della Francesca e Leon Battista Alberti. Il primo luogo da ammirare a Urbino è il Palazzo Ducale, piccola città fortificata voluta dal Federico di Montefeltro per ospitare i suoi artisti. Ottanta sale del palazzo sono state usate per la Galleria Nazionale delle Marche. La cittadina ospita anche la casa natale di Raffaello dove nacque nel 1483. Al piano terra c’è la bottega di suo padre, che oggi viene usata per mostre temporanee. Il Duomo è uno dei simboli della città da non mancare insieme all’Oratorio San Giovanni, che ospita dipinti di importanti esponenti del tardo gotico marchigiano.

Assisi

Un borgo umbro arroccato in cima a una collina, una meta mistica da cui è partito San Francesco e da cui è rimasta affascinata Santa Chiara, un patrimonio artistico e storico senza pari: ecco Assisi, una cittadina imperdibile, ricca di chiese e di monumenti. La Basilica di San Francesco è il simbolo per eccellenza: composta da due edifici sovrapposti in cui è scritta la storia dell’arte italiana. Ci hanno lavorato Giotto, Cimabue, Simone Martini e Lorenzetti. Oltre alla Basilica Superiore c’è quella Inferiore e una cripta che ospita la tomba del Santo. Piazza del Comune è la principale piazza di Assisi ed è abbellita dal Palazzo dei Priori e dalla Torre del Popolo.

Soncino

È uno dei borghi più affascinanti d’Italia. Soncino, che si trova in provincia di Cremona, racconta una storia che risale al X secolo. Una delle attrazioni da non perdere è sicuramente la Rocca, una cinta muraria difensiva che era stata eretta per difendersi dagli attacchi degli Ungari. È racchiusa tra quattro torri e offre un panorama meraviglioso. Alla vista spicca una costruzione molto particolare, chiamata la Filanda Meroni, che oggi è diventato Museo della Seta. Il Borgo Medievale è formato da palazzi riccamente decorati con dei mulini a vento e un antico percorso lungo le mura. Tra i tesori che nasconde ci sono due chiese e il campanile. Tra le particolarità c’è anche la Casa degli Stampatori in cui fu stampata la prima Bibbia Ebraica.

Erice

Ci aspetta la visita di un meraviglioso borgo siciliano, che svetta da un’altura di 750 metri, regalando una meravigliosa vista sul golfo di Trapani e sulle isole Egadi. Il centro è un dedalo di viuzze che scorrono tra chiese, antichi cortili e piazze. Un girovagare tra chiese, palazzi e torri che vi regalerà un’atmosfera unica. Erice è particolarmente rinomato per i suoi tramonti.

Una delle sue icone è il castello, che risale all’epoca normanna. Fanno da cornice dei giardini curati e da qui si possono ammirare delle torrette ben conservate. Un’esperienza particolare sarà quella di fare una passeggiata lungo le mura realizzate per la difesa del borgo. Sono diverse le porte di accesso, tra cui Porta Trapani e Porta Spada.

Certaldo

A pochi chilometri da Firenze c’è un borgo che è un autentico gioiello e che ha dato i natali a Boccaccio. Il monumento più importante di Certaldo è il Palazzo Pretorio, che si riconosce per la scalinata, la grande quantità di stemmi e la facciata in cotto. Accanto c’è la chiesa dei Santi Tommaso e Prospero. Un’attrattiva è sicuramente la casa di Boccaccio, che fu distrutta durante la Seconda Guerra Mondiale, ma che fu ricostruita in maniera fedele all’originale. Il centro storico (intatto) si snoda attorno a un’unica strada principale (via Boccaccio).

Cerveteri

Ci troviamo a una quarantina di chilometri da Roma in uno dei centri storici più interessanti e pittoreschi del Lazio. Ciò che spicca sono le numerose chiese all’interno del centro storico. Particolarmente suggestiva   la chiesa di Sant’Antonio Abate, costruita nelle vicinanze della cinta muraria. Fu realizzata nel XII secolo con una facciata caratterizzata dalla copertura a capanna e un campanile collocato nella sommità. Tra le attrazioni maggiori c’è sicuramente il castello Ruspoli, che domina il centro storico. Ospita il museo archeologico dove sono esposti reperti e opere trovati durante gli scavi archeologici.

San Gimignano

Un tempo San Gimignano era chiamata “la città delle Torri”. Ce ne erano una settantina, oggi ne restano in piedi una quindicina, simboli di un fascino unico e di un passato che rimane inalterato grazie alla sua struttura medievale, pressoché intatta. Questo meraviglioso borgo, in provincia di Siena, offre un tuffo nel passato, a cominciare dalla piazza del Duomo, dove oltre al maestoso edificio religioso, possiamo ammirare il palazzo comunale. Nel punto più alto del colle si può vedere la piazza della Cisterna, il cui nome rimanda al pozzo che si trova nel centro. Qui si svolgeva il mercato e si trovano le botteghe artigianali. A sormontare la piazza c’è la torre del Diavolo.

Perugia

Una città eclettica, che risente della sua storia variegata, e che si trova su un’acropoli in mezzo al meraviglioso paesaggio dell’Umbria. La visita non può che partire da piazza IV novembre su cui sorgono alcuni dei palazzi più importanti, dal Palazzo dei Priori, uno degli edifici medievali più affascinanti, fino ad arrivare alla Cattedrale. Le sue viscere sono, invece, rappresentate dai resti della Rocca Paolina, voluta da Paolo III. Oggi ciò che resta ingloba parte del centro storico, una sorta di città nella città, ed è visitabile da Porta Marzia. Per conoscere l’arte umbra non può mancare una capatina nella Galleria Nazionale dell’Umbria.

Parti in Crociera per il Mediterraneo

L’Italia è ricca di bellezza e di occasioni uniche. Una crociera sul Mediterraneo vi permetterà di vivere un’esperienza da raccontare e aprirà i vostri orizzonti.

Parti con Costa Crociere