Scopri cosa vedere a Grand Place a Bruxelles: visita i palazzi e la piazza. Scopri le più importanti attrazioni della città belga.
  • Storia
  • Struttura
  • Edifici principali
  • Il Municipio
  • La Maison du Roi
  • Cosa vedere nei dintorni
  • Cosa vedere in Belgio

Grand Places a Bruxelles

È la piazza più importante e frequentata di Bruxelles: la Grand Place accoglie ogni anno decine di migliaia di turisti e racchiude alcuni dei monumenti e dei palazzi più importanti del Belgio. Riconosciuta come patrimonio mondiale dell'Unesco, la Grand Place ospita festival annuali, spettacoli di luci e musica e due volte l'anno i turisti possono vedere un tappeto di fiori colorati. E se ti dicessimo che ha anche una storia molto particolare?

Storia

La Grand Place è la piazza centrale della città di Bruxelles. Famosa nel mondo per la sua ricchezza ornamentale ed estetica, è delimitata dalle case delle corporazioni, dal Municipio e dalla Maison du Roi.  Fu l’ascesa dei commercianti all’inizio del XV secolo a fare da preludio alla sua costruzione. La sua storia è stata, però, molto travagliata. Nell'agosto 1695, durante la Guerra della Lega di Augusta, la maggior parte delle case confinanti con la Grand-Place, alcune delle quali ancora costruite in legno, furono distrutte dalle truppe francesi comandate dal maresciallo de Villeroy. Si salvarono solo la facciata e la torre del municipio, che serviva da bersaglio per gli artiglieri.

Struttura

Cuore pulsante della cittadina belga, ma soprattutto punto di grande fascino da visitare a piedi. A colpirti nella Grande Place saranno i meravigliosi palazzi in stile barocco o gotico che la circondano. Ha una forma rettangolare con un pavimento in ciottolato e regala un colpo d’occhio meraviglioso. Quando cala il sole il gioco delle luci darà sensazioni magiche. Di mattina è il luogo degli affari, mentre al pomeriggio diventa un punto perfetto per incontrare gli amici.

Edifici principali

La caratteristica peculiare della piazza è la concentrazione di numerosi palazzi delle corporazioni medievali. Tra quelli più raffinati, ci sono: la Casa dei Panettieri, la Casa dei duchi di Brabante, sede di alcune gilde neoclassiche. Il Corno ospita la gilda dei battellieri, la Volpe la corporazione dei merciai, il Cigno quella dei macellai. Il Piccione ospita la corporazione degli artisti e proprio qui vi soggiornò Victor Hugo quando fu esiliato in Belgio. Al numero 10 di Grande Place c’è, invece, la sede della corporazione dei birrai belgi. Alcune sale ospitano il particolare Museo dei Birrai Belgi.

Il Municipio

Il municipio (Hotel de la Ville) fu costruito tra il 1402 e il 1455. È l'unica testimonianza architettonica del medioevo. La torre in stile gotico di 96 metri è dell'architetto Jean van Ruysbroeck. Alla sua sommità si trova una statua di San Michele, patrono di Bruxelles, che uccide il demone. Tra le curiosità da notare c’è l'asimmetria del Municipio. La torre, infatti, non è esattamente al centro dell'edificio e la parte sinistra e destra non sono identiche. All'interno del palazzo si trovano numerosi e sontuosi saloni caratteristici dello stile Luigi XIV di inizio '700, alcuni dei quali oggi utilizzati per le riunioni del Consiglio Comunale. Ci sono anche 2 ex sale cerimoniali ristrutturate in stile neogotico nel XIX secolo da Victor Jamaer, allora architetto della città: la sala dei matrimoni e la sala gotica dove si svolgono i ricevimenti ufficiali.

La Maison du Roi

La Casa del Re nacque fin dal 1200 come un edificio costruito in legno dove veniva venduto il pane. La struttura venne sostituita nel 1400 da una casa in pietra (Casa del Duca), destinata alle funzioni amministrative del duca del Brabante. Nel 1700 la Casa del Re venne restaurata e successivamente completamente rifatta, ispirandosi a uno stile tardo gotico fiammeggiante che ricalcava più da vicino il progetto originale. Attualmente ospita il museo di Bruxelles. Questa funzione risale al 1887, anno in cui ebbe inizio la catalogazione dei documenti e delle informazioni che illustrano la storia della capitale belga. La collezione comprende oltre 7000 pezzi tra sculture, modellini, mappe, documenti storici e ceramiche.

Cosa vedere nei dintorni

Bruxelles di sicuro non ti annoierà tra cultura, bellezze naturali, vie perfette per lo shopping e sedi delle istituzioni europee. Si può partire dai Musei Reali delle Belle Arti con collezioni che spaziano dai tesori antichi ai capolavori contemporanei con un’attenzione particolare agli autori fiamminghi e olandesi. Da non perdere c’è anche il castello di Laeken, dal 1834 la residenza ufficiale dei sovrani del Belgio. Il vero simbolo della città è però Atomium, un enorme cristallo di ferro di oltre 102 metri. Una struttura formata da nove sfere metalliche tutte unite da una struttura in tubi.

Cosa vedere in Belgio

Il Belgio è una destinazione ricca di attrazioni e di città che ti conquisteranno. Bruges è una delle più speciali, un po’ per la sua atmosfera romantica, un po’ per il suo centro storico Patrimonio dell’Umanità. Aggiungi alle sue viuzze anche la magia dei suoi canali e capirai tutto il suo fascino. Una bella gita potrebbe essere quella a Liegi, chiamata “la città di fuoco” per la sua forsennata attività e per la sua voglia di fare festa. È anche soprannominata la “città dei cento campanili” per evidenziare la sua forte vocazione architettonica.

Un’altra chicca è Gand, in bilico tra tradizione e modernità. Sarai sorpreso dal suo Teatro dell’Opera e dalle sue chiese. E che dire della sorprendente Oudenaarde? Nel tuo tour non ci saranno solo magiche destinazioni, ma anche parchi, giardini, musei e simboli da conoscere: scopri cosa vedere in Belgio.

Parti in crociera per il Nord Europa

Già da solo il Belgio vale una vacanza, ma la nostra crociera lungo il Nord Europa è pronta a regalarti molto di più: scorci unici, bellezze naturali, villaggi e città che sanno alternare rituali e modernità e soprattutto un’offerta gastronomica sempre innovativa. Salpa con noi e divertiti.

Parti con Costa Crociere