Lisbona è l’incantevole capitale del Portogallo. Situata sulla costa e ricca di molteplici attrazioni, è una meta ambita da molti turisti. Situato sulle rive del Tago, il fiume che attraversa la città, sorge uno dei monumenti più famosi di tutto il Portogallo, il Monumento alle scoperte o Padrão dos Descobrimentos. L'imponente scultura, ubicata nell'affascinante quartiere di Belem, racconta la storia del paese. Vediamo insieme quali sono le principali caratteristiche del Monumento alle scoperte:

Storia del monumento

Il Monumento alle scoperte è stato realizzato per celebrare l'era delle scoperte realizzate dai navigatori portoghesi tra il XV e il XVI secolo. La scultura fu costruita per la prima volta nel 1940 e fu esposta all’Esposizione del Mondo Portoghese. Diciotto anni dopo venne demolita e, successivamente, ricostruita. L’opera fu riedificata nel 1960 in onore del 500° anniversario della morte di Enrico il Navigatore, uno dei grandi protagonisti della storia del Portogallo. Egli, grazie alle sue abilità nel settore delle esplorazioni geografiche, contribuì attivamente all'espansione del paese, senza però partecipare mai a una spedizione.

Costruzione

Il Monumento alle scoperte o Padrão dos Descobrimentos è realizzato interamente in marmo bianco e scolpito a forma di un enorme caravella. Ai due lati ergono diverse sculture che rappresentano alcuni tra i personaggi più importanti della storia del Portogallo, che parteciparono alle antiche imprese marinare e contribuirono all’espansione geografica del paese. Sulla prua, alla guida della nave, sorge la statua di Enrico il Navigatore, uno dei protagonisti più conosciuti. 

Le dimensioni dell’imponente monumento si aggirano tra i 52 e i 56 metri. Percorrendo una lunga rampa di scale, precisamente all’altezza di 54 metri, è possibile sostare su una bellissima terrazza panoramica e ammirare lo splendido panorama. Ai piedi dell’enorme scultura è rappresentata l’immagine di una grande rosa dei venti sulla quale è possibile consultare le rotte degli antichi navigatori. 

I personaggi raffigurati

Sui due lati dell'enorme caravella di marmo è possibile ammirare una serie di magnifiche sculture che rappresentano alcuni dei protagonisti delle grandi scoperte territoriali e della storia del Portogallo. Sulla prua della nave spicca la statua di Enrico il Navigatore che, con il volto rivolto sulle sponde del fiume, tiene in mano una piccola caravella. 

Osservando la scultura monumentale i turisti possono contemplare diversi attori delle grandi imprese marinare, tra i quali navigatori, cartografi, colonizzatori, missionari, guerrieri, re, regine e scrittori. Tra i più famosi si citano Bartolomeo Diaz, navigatore portoghese che nel 1487 raggiunse per primo il Capo di Buona Speranza, Vasco de Gama, colui che completò l’opera spingendosi fino alle coste Indiane e Pedro Álvares Cabral, che scoprì il Brasile. 

Belem

Il Monumento alle Scoperte si trova nel raggiante quartiere di Belém, situato nella parte Occidentale di Lisbona. Ricco di molteplici attrazioni turistiche, parchi e piazze alberate, è una delle zone più amate da compaesani e turisti. 

L’attrazione principale e il monumento più famoso del quartiere è la Torre di Belém, dichiarata dall’Unesco uno dei Patrimoni dell’Umanità. Questa sorge sulle rive del Tago, dal quale un tempo partirono alcune delle spedizioni più importanti tra cui quella di Vasco de Gama. Salendo sulla cima del Monumento delle Scoperte è possibile ammirare il quartiere nella sua interezza e il fiume che costeggia tutta l’area.

La caravella

Il Monumento alle Scoperte è scolpito su somiglianza di una gigantesca caravella in pietra bianca con le vele spiegate, in onore delle esplorazioni degli antichi navigatori e delle grandi scoperte territoriali realizzate tra il XV e il XVI secolo. Sulle sponde dell’imponente nave sono raffigurati alcuni dei protagonisti che contribuirono all’espansione geografica del Portogallo, tra i quali Vasco de Gama e Bartolomeo Diaz. Sulla prua, invece, sorge la statua di Enrico il Navigatore. Egli è rappresentato alla guida della possente imbarcazione e tiene in mano una piccola caravella a sua volta. La struttura, a lui dedicata, è stata costruita per celebrare il 500esimo anniversario della sua morte. Su entrambi i lati, infine, è possibile scorgere due figure che rappresentano lo scudo portoghese.

La rosa dei venti

A nord del Monumento delle Scoperte si trova una magnifica piazza decorata, opera dell’architetto Luís Cristino da Silva e inaugurata del 1960. La combinazione delle piastrelle di marmo rosa, bianche e nere che adornano il piazzale, raffigura una Rosa dei Venti, un'altra composizione realizzata in onore del periodo delle esplorazioni marinare. Al centro di questa è possibile visualizzare le rotte scoperte dai navigatori portoghesi e le tappe fondamentali dell'espansione Portoghese tra il XV e il XVI secolo. Gli ornamenti della piazza comprendono la rosa dei venti principale, cinque piccole rose dei venti interne e un ampio planisfero di 14 metri. L’originale mosaico rappresenta, inoltre, tre figure relazionate al tema del mare: il vento, una sirena e un pesce mitologico con il tridente. I turisti che decidono di salire sulla cima del Padrão dos Descobrimentos hanno la possibilità di ammirare dall’alto questa splendida piazza, che presenta un diametro di circa 50 metri.

L'esposizione universale

Il Monumento delle Scoperte è caratterizzato da una struttura esterna spettacolare, sulla quale sorgono statue di importanti personaggi Portoghesi. L’opera antica, però, non si limita a questo, ma ospita uno splendido spazio espositivo, nel quale è possibile visitare delle mostre. Alcune di queste sono temporanee mentre altre sono permanenti, ma tutte sono caratterizzate dalla possibilità di conoscere qualcosa in più sulla storia e sulla cultura del Portogallo, in particolare sul periodo storico in cui è stato realizzato il magnifico Padrão dos Descobrimentos.

Cosa vedere nei dintorni

Lisbona è una splendida città che sorge sulle coste del Portogallo. Il Monumento delle Scoperte è solo una delle risposte a “cosa vedere a Lisbona” che caratterizzano la zona e che ogni anno attirano numerosi turisti curiosi. Nei pressi del monumento, infatti, è possibile visitare tanti altri siti di interesse particolari. Primo tra tutti l’incantevole quartiere di Belem - nel quale è situata la scultura - una zona ricca di vita e piazze alberate, nella quale sorge, inoltre, la famosa Torre di Belem.  

Tra gli altri luoghi di interesse da vedere a Lisbona si citano: 

  • La Cattedrale di Lisbona: conosciuta come “la Sè di Lisbona”, risale al XII secolo ed è la chiesa più antica e più importante della capitale portoghese. La sua particolarità risiede nell'integrazione di differenti stili artistici: realizzata in stile romanico ha acquisito, infatti, elementi provenienti da altri stili, soprattutto grazie ad alcuni lavori di ristrutturazione, necessari per riparare i danni creati da disastri naturali. Nella parte superiore della cattedrale è possibile visitare una mostra ricca di cimeli di diverse epoche storiche.  
  • Il Monastero dos Jerónimos: dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, è una delle attrazioni principali di tutta la città di Lisbona. L’antico monastero fu progettato dall’ architetto Diogo de Boitaca, per celebrare il ritorno dall'India di Vasco Gama, uno dei famosi navigatori rappresentati sul lato del Monumento alle Scoperte. La chiesa del monastero è composta da una sola navata e di sei colonne stilizzate.
  • Il Museo Nazionale dell'Archeologia: situato nei pressi del Monastero dos Jerònimos, è il museo d’Archeologia più grande del Portogallo. Per gli amanti della storia, questo ospita due famose sale più particolari dedicate all’Egitto e all’Islam, ricche di oggetti tipici, pietre monete e vasi antichi. 
  • Il Museo delle Carrozze: a pochi metri dal Monastero Dos Jerónimos è possibile visitare uno dei musei più apprezzati della città. La struttura accoglie una serie di veicoli utilizzati nel XVII, XVIII E XIX secolo, tra i quali la carrozza utilizzata da Filippo III di Spagna. 

Questi sono solo alcuni dei meravigliosi monumenti della città. Scopri Lisbona passeggiando tra le vie e le piazze della splendida capitale portoghese. 

Parti in crociera per l'Oceano Atlantico

Costa Crociere organizza ogni anno moltissimi viaggi alla scoperta di magnifiche destinazioni. Le Crociere Transatlantiche offrono la possibilità di visitare luoghi spettacolari e di ripercorrere rotte che hanno segnato la storia della navigazione. L’esperienza sul campo e la professionalità del personale garantiscono un'organizzazione precisa e completa e permettono ai numerosi turisti, che ogni anno si rivolgono a Costa, di vivere esperienze indimenticabili. Quest’estate, parti in crociera per l'Oceano Atlantico con Costa, alla scoperta di posti imperdibili che mete spettacolari.