Visita Piazza del Popolo a Roma, scopri le Chiese gemelle, Villa Borghese e le sue fontane. Lasciati stupire dalla sua storia e dalla sua arte.
  • Storia della piazza
  • Come raggiungerla
  • Porta del Popolo
  • Basilica di Santa Maria del Popolo
  • Obelisco
  • Villa Borghese
  • Chiese gemelle
  • Le fontane
  • Cosa vedere a Roma

Piazza del popolo a Roma

Le tre strade principali del centro storico di Roma, via del Babuino, via di Ripetta e via del Corso, si incontrano nel suo vertice. Piazza del Popolo è uno dei luoghi più raffinati ed eleganti di Roma, risultato di anni di lavori e di ampliamenti iniziati nel 1500 con la costruzione di una prima fontana. Emblema del mecenatismo papale, sede di giochi, spettacoli e fiere, cornice di botteghe, gallerie e caffè. Scopri la sua storia, il suo passato e le sue attrazioni. E potrai conoscere una delle anime di Roma, da visitare con l’aiuto delle nostre escursioni.

Storia della piazza

La piazza e la sua porta rappresentano un bell'esempio di stratificazione architettonica: i continui avvicendamenti di pontefici causavano, infatti, rielaborazioni e cambiamenti di lavori viari ed edilizi. Su Piazza del Popolo ci sono tre chiese, la più antica delle quali è la basilica di Santa Maria del Popolo.

Fino al 1800 la piazza era famosa per le condanne a morte che venivano eseguite dal boia Mastro Titta, periodo nel quale viene raggiunta la forma ellittica attuale. Prima era una semplice piazza trapezoidale. L’architetto Giuseppe Valadier realizzò una duplice esedra, decorata con statue e fontane, che si allarga verso il fiume Tevere e la Terrazza del Pincio.

Come raggiungerla

Piazza del Popolo, che si trova fra via del Corso e piazzale Flaminio, è facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici. Per arrivarci in metropolitana le fermate più vicine sono Flaminio o Spagna.

Porta del Popolo

Si tratta di uno degli accessi più grandiosi al cuore di Roma, un'anticamera urbana fra le più raffinate al mondo. Questo accesso è l'antica porta Flaminia delle Mura Aureliane: Pio IV le commissionò a Michelangelo, ma il celeberrimo artista, ormai molto anziano, decise di affidarsi a un suo seguace, Nanni di Baccio Bigio, che realizzò l'opera tra il 1562 e il 1565.  La porta ha 3 fornici.  In quello centrale sono ancora presenti antico le ante di legno chiodato. Ai lati della porta esterna, svettano San Paolo e San Pietro che fanno da custodi.

Basilica di Santa Maria del Popolo

La basilica rappresenta uno degli edifici più emblematici e significativi del Rinascimento romano, non solo per il suo stile architettonico, ma soprattutto per le sculture e i dipinti che custodisce. La sua storia inizia nel 400 da una piccola cappella, fatta realizzare per volontà di papà Pasquale II, e modificata negli anni da celebri architetti e artisti, tra cui Bernini, Raffaello e Caravaggio. L'interno si sviluppa su tre navate a croce latina e ospita monumenti funerari e numerose opere d'arte. La più importante è la cappella Chigi realizzata da Raffaello a partire dal 1513, ma terminata solo fra 1652 e 1656 grazie a Gian Lorenzo Bernini sotto l'intercessione di Papa Alessandro VII.

Obelisco

Si tratta di uno degli obelischi più importanti di Roma, i lati furono decorati addirittura per ordine dei faraoni Seti I e del figlio Ramses II. Rappresenta primo monumento a essere trasportato dall’Egitto a Roma. La nave che fu usata per trasportarla fu esposta a Roma per anni. Nel 10 a.C. l’obelisco venne collocato nel Circo Massimo per ricordare la conquista dell'Egitto per mano di Augusto. Fu solo durante il pontificato di Sisto V che si intraprese una campagna di ricerca e di scavo dopo erano stati trovati alcuni frammenti della struttura. Il Pontefice decise di spostare l’obelisco in Piazza del Popolo e affidò l'incarico a Domenico Fontana nel 1589.

Villa Borghese

Fra le ville romane è una delle più ricche di testimonianze paesaggistiche e artistiche. Al suo interno potrai scoprire edifici, monumenti, sculture, fontane che mescolano stili diversi dal barocco al neoclassico. Una bellezza circondata da alberi secolari, giardini all’italiana, grandi spazi liberi e laghetti. Il Parco di Villa Borghese si estende per una vasta area nel cuore della città, nel tratto che unisce Porta Pinciana a Piazzale Flaminio e i nuovi quartieri Pinciano e Salario. Fu il Cardinal Scipione Borghese a dare il nome alla sua prima residenza fatta costruire nel 1600 e oggi trasformata in museo con opere di Tiziano, Bernini, Caravaggio, Raffaello e Canova.

Chiese gemelle

Verso il 1600 vennero costruite le cosiddette chiese gemelle, Santa Maria dei Miracoli e Santa Maria in Montesanto, conosciuta come "Chiesa degli Artisti”: furono progettate da Carlo Rainaldi, ed entrambe furono completate da Gian Lorenzo Bernini, grazie a Carlo Fontana. Originariamente erano state pensate come costruzioni simmetriche, ma per problemi di spazio hanno spazi diversi e differenti cupole: dodecagonale per la Chiesa degli Artisti e ottagonale per Santa Maria dei Miracoli. Nonostante queste differenze, grazie a un effetto ottico, a chi le ammira dalla piazza appaiono identiche.

Le fontane

Durante la trasformazione di Piazza del Popolo l’architetto Giuseppe Valadier si occupò anche del cambiamento delle fontane, rinunciando a quella che era stata realizzata da Della Porta e progettando una struttura tutta nuova, pensando a due emicicli arricchiti con sculture e grandi fontane del Nettuno e della Dea Roma. Ai lati della porta trovano spazio anche due fontane sarcofago. La fontana dei leoni, al centro della piazza, sostituisce quella cinquecentesca che è stata spostata in Piazza Nicosia e si espande intorno all’obelisco.

Cosa vedere a Roma

Roma) non ha bisogno di presentazioni.

Visitarla con le nostre escursioni potrebbe essere un valore aggiunto, iniziando dall’epoca romana fino al periodo baroccoUn alternarsi di monumenti, dalla Piramide Cestia alle Terme di Caracalla, passando per i Fori Imperiali, il Circo Massimo o il Colosseo. Senza dimenticare la bellezza e l’eleganza di Piazza Navona, la Fontana di Trevi o di Piazza Montecitorio. La Basilica di San Pietro è un simbolo da non perdere e da vedere e rivedere. Se ti dicessimo che abbiamo pensato anche a un modo per farti scoprire i piatti tipici romani? Se vuoi saperne di più su cosa vedere a Roma, eccoti accontentato.

Parti in crociera per il Mediterraneo

Roma è un po’ il centro di molti mondi e la tappa ideale di diverse vacanze. Per noi è anche un’occasione per farti vivere una crociera speciale a contatto con la storia, la cultura, ma anche e soprattutto con le tradizioni di un popolo e di una nazione. L’Italia e il Mediterraneo non ti saranno mai sembrati così affascinanti.

Parti con Costa Crociere