Nel centro di Marrakech c’è la famosa Piazza Jemaa EL Fna, luogo più importante e caratteristico della Medina. È stata la protagonista di tantissimi film, da “La Mummia” a “Mamma Mia!”, grazie alla sua infinita bellezza e suggestività. Si tratta del luogo in cui si svolge tutta la vita sociale della città, sia di giorno che di notte. Conosciamo meglio il cuore pulsante di Marrakech e l’anima della città, immergiamoci nella sua storia e nelle sue tradizioni e scopriamo perché visitare tale luogo significa vivere un’esperienza indimenticabile ed estremamente stimolante. Vediamo, dunque:

Origini del nome

L’origine del nome della Piazza Jemaa El Fna porta con sé alcuni dubbi e poche certezze. Letteralmente, dunque, significa “assemblea dei morti”, ma anche “moschea del nulla”. In realtà, entrambe le differenti traduzioni risultano essere verosimili e plausibili, dal momento che riprendono a pieno la storia del posto e i diversi eventi che avevano luogo in piazza, come vedremo. Nel primo caso, dunque, si fa riferimento agli avvenimenti che venivano svolti all'interno della piazza nel passato, quindi alle pubbliche e cruente esecuzioni capitali. Nel secondo caso, invece, ci si riferisce al progetto della dinastia Saadiana, mai concluso, di voler costruire una moschea grande e imponente, per riunire la popolazione del posto durante gli eventi religiosi.

Storia della piazza

Oggi la piazza è il centro indiscusso della vita sociale della città. In origine, però, tale luogo non è stato istituito con questo fine, ma è stato creato con l’obiettivo di ospitare le esecuzioni pubbliche. Si tratta, dunque, di una storia bizzarra e interessante, tutta da scoprire e conoscere. In passato, infatti, nella piazza Jemaa El Fna venivano effettuate le esecuzioni dei giustiziati e poi esposte tutte le teste decapitate di coloro che avevano osato ribellarsi al Sultano. Solo successivamente, in epoca saadiana, il luogo è stato scelto per ospitare una grande e maestosa moschea. Purtroppo, però, il progetto non è mai stato portato a termine. Come accennato, è stata proprio questa storia a dare il nome attuale alla piazza.

Intrattenimenti

I turisti rimangono sempre molto colpiti e affascinati dalla piazza protagonista della città di Marrakech. Di fatto, tale realtà si trasforma con il giorno e con la notte. Durante la mattina e il pomeriggio, dunque, Piazza Jemaa El Fna è la sede di un vasto mercato all’aperto con numerose e variegate bancarelle. In tale occasione i turisti hanno la possibilità do conoscere e assaggiare le pietanze caratteristiche e tradizionali, immergendosi nella loro cultura culinaria. Inoltre, tra le bancarelle, si trovano anche professionisti truccatori con l’hennè, erboristi, cavadenti, suonatori e addestratori di serpenti, fachiri e molto altro ancora. Di sera, invece, l’atmosfera si trasforma e la piazza diventa molto affollata. Tutti i visitatori si riuniscono qui per assistere a spettacoli di danzatori o cantastorie e per mangiare i tradizionali cibi preparati al momento.

La medina

Il cuore della città di Marrakech corrisponde proprio all’area chiamata Medina. Si tratta della parte più vecchia della città, oggi interamente protetta dall’UNESCO. Qui, non a caso, sin concentrano tutti i luoghi più belli e suggestivi da poter visitare e ammirare. Il centro della Medina è senza dubbio rappresentato dalla Piazza Jemaa El Fna, centro della vita sociale. Spostando verso nord, poi, si giunge nella zona più caotica e pulsante della Medina, tra Rue Laksour e Rue Mouassine. Qui si ha la possibilità di perdersi e avventurarsi tra bancarelle e botteghe di artigianato locale di qualunque tipo. Un’altra area molto amata nella Medina è la Piazza delle Spezie, luogo affascinante in cui decine di bancarelle vendono oggetti intrecciati in paglia o canapa e coloratissime e profumatissime spezie tipiche.

Set cinematografico

Piazza Jemaa El Fna, oltre ad essere la sede di spettacoli e tradizionali banchetti ogni giorno, è anche la protagonista di diversi set cinematografici. Dunque, anche il cinema ha trovato tale luogo perfetto per le sue ambientazioni. Il primo film girato nella piazza è “L’uomo che sapeva troppo”, in cui Alfred Hitchcock sceglie questa area per dare vita alla famosa scena del delitto. Successivamente, anche il cinema italiano ha deciso di omaggiare la terra di Marrakech e di scegliere la piazza per il film di Gabriele Salvatores “Marrakech Express”. Qui, i protagonisti si ritrovano a Jemaa El Fna dopo un lungo e faticoso viaggio. Sono tanti ancora i registi che hanno reso la famosa pizza protagonista di importanti scene, tra questi ricordiamo “Mamma Mia!”, “La Mummia” e “La Pantera Rosa colpisce ancora”.

Come raggiungerla

Per raggiungere e passeggiare nella Piazza Jemaa El Fna ci sono possibilità. Senza dubbio, l’opzione più consigliata e maggiormente apprezzata dai turisti è quella del percorso pedonale. In tal modo si ha la possibilità di avventurarsi in tipici sentieri e tradizionali vie, prima ancora di giungere nel vero e proprio centro della Medina e rimanere colpiti dalle bellezze della piazza. In alternativa, è sempre possibile prendere un taxi e farsi portare fino a destinazione.

Cosa fare nei dintorni

Nelle vicinanze della piazza più conosciuta della città sono diverse le attrazioni che si possono visitare o ammirare dall’esterno. Tra queste, c’è il famoso Suq di Marrakech, un tradizionale e suggestivo labirinto di colorate bancarelle, in cui i commercianti cercano di fare affari con i turisti. Proseguendo, si può fare una sosta alla Moschea della Koutoubia, una delle più importanti della città e la maggiore del mondo islamico. Infine, per terminare al meglio il tour alla scoperta della cultura del posto, si consiglia di visitare il Museo Dar Si Said, il più antico e quello che custodisce il maggior numero di opere d’arte marocchina.

Cosa visitare in Marocco

Non solo Marrakech, ma sono tante altre le mete che ogni anno attirano turisti e visitatori in questa terra. Scopriamo brevemente cosa vedere in Marocco e quali sono le più suggestive città in cui fare una sosta. Durante un itinerario alla scoperta della terra marocchina, dopo essersi fermati nella fantastica città di Marrakech, si consiglia di visitare anche Casablanca e Fès. Due caratteristici borghi, nei quali perdersi tra le piccole e particolari vie delle Medina e immergersi in una fantastica atmosfera. Proseguendo, ci si può fermare anche Chefchaouen, la città interamente blu che lascia tutti i suoi visitatori senza fiato. Parti alla scoperta del Marocco e lasciati trasportare in una cultura ricca di tradizioni e storia. 

Parti in crociera per il Mediterraneo

La terra di Marrakech ha molto da offrire, non a caso i turisti che sostano qui anche per breve tempo rimangono sempre estremamente affascinati dalla realtà tradizionale e tipica. Costa Crociere organizza una crociera per il Mediterraneo, alla scoperta di questa terra e di tante altre cittadine e borghi. Immergiti nella cultura tradizionale e visita le più belle mete che si affacciano sul mar Mediterraneo.