Attraversa il Ponte Oresund, mezzo di collegamento tra Danimarca e Svezia. Scopri la storia della sua costruzione e visita il tunnel sottomarino!
  • Storia della costruzione
  • Caratteristiche della struttura
  • Scelta del nome
  • il tunnel sottomarino
  • Georg K.S. Rotne
  • Isola artificiale
  • Informazioni
  • cosa vedere in Danimarca
  • Cosa vedere in Svezia

Ponte Oresund: dalla Danimarca alla Svezia

È uno dei progetti più particolari e avanguardistici del mondo e collega la capitale della Danimarca, Copenaghen, con Malmo, in Svezia, attraverso un tunnel sottomarino e un ponte che sono stati congiunti su un'isola artificiale creata appositamente. Scopritene con noi la storia e approfittatene per vedere la Danimarca e la Svezia con le nostre escursioni.

Storia della costruzione

L'idea di costruire un ponte tra le due nazioni era presente fin dal 1936, ma tutti i diversi progetti vennero bocciati per le difficoltà di costruzione e per le enormi spese economiche. Fu solo nel 1995 che la costruzione dell'infrastruttura, progettata da uno studio danese, ebbe inizio. Alla sua realizzazione parteciparono diverse società: una tedesca, una svedese e due danesi. Durante i lavori furono addirittura scoperte 16 ordini inesplosi risalenti al Secondo conflitto mondiale.

Queste bombe si erano depositate sul fondo del mare ed erano state incluse per errore in un segmento del tunnel. Nonostante questi problemi l'intera struttura venne terminata nell'agosto 1999. L'inaugurazione ufficiale ci fu il 1°luglio 2000 e vide come protagonisti d'eccezione la Regina Margherita II di Danimarca e Carlo XVI Gustavo di Svezia.

Caratteristiche della struttura

Il ponte è lungo circa 16 chilometri ed è formato da due piani: su quello superiore transitano le automobili e altri automezzi, su quello inferiore circolano i treni. La strada, che si trova in territorio svedese per 5,35 chilometri, conduce fino a un’isola artificiale. Da qui prosegue come tunnel sotterraneo per altri 4 chilometri. Riemerge all'altezza dell'aeroporto Kastrup di Copenaghen: così questo prodigio di architettura, che collega Svezia e Danimarca, ha garantito un contatto diretto anche con il resto del mondo. Oggi si stima che ci circolino circa tre milioni e mezzo di persone l'anno.

Scelta del nome

Il nome scelto è simbolico e, in qualche modo ricalca la sua funzione di tramite e collegamento tra Danimarca e Svezia. È stato chiamato ufficialmente "Øresundsbron" (ossia ponte di Øresund), una mescolanza dello svedese Öresundsbron con la versione danese Øresundsbroen. Le città principali sull’Øresund sono appunto Copenaghen e Malmo.

Il tunnel sottomarino

Si tratta del tunnel sottomarino più lungo al mondo visto che si estende per oltre 4 chilometri. Dall’isola artificiale il ponte si inabissa e si trasforma in un tunnel profondo 11 metri e largo 46. Le sue componenti che vengono vennero realizzati in una fabbrica del danese presentano incredibili dimensioni: 175 metri di lunghezza, 38 metri di larghezza e oltre 8,5 metri di altezza.

Georg K.S. Rotne

È l’architetto danese che si è occupato del progetto del ponte di Oresund, considerato una delle più innovative e importanti infrastrutture europee. Il primo tratto è costituito da quattro corsie a pedaggio, sotto cui scorrono due binari ferroviari. Il ponte vero e proprio, si snoda per circa 8 chilometri, grazie a una struttura a tiranti su piloni in cemento armato. La squadra del progettista comprendeva anche gli ingegneri And Madsen, Jorgen Nissen, Jorgen Gimsing, Niels Gimsing e Klaus Falbe Hansen. I lavori sono durati oltre 4 anni.

Isola artificiale

Il ponte riemerge in questa spettacolare isola artificiale che venne costruita “ad hoc”. Fu la prima cosa che venne realizzata: i lavori iniziarono nel 1995, quando all'interno dello stretto, vennero collocate centinaia di tonnellate di roccia per creare un'isola artificiale lunga 4 chilometri con una superficie di circa 9 chilometri quadrati. Prima venne tracciato il perimetro dell’isola usando enormi massi estratti in Svezia, in seguito e venne realizzato il riempimento con circa due milioni di metri cubi di fondale marino.

Con il passare del tempo l'isola è diventata una riserva naturale con un impatto positivo sia per la flora che per la fauna locali. L’isola è diventata punto privilegiato per osservare il raro rospo verde e diverse specie di uccelli che vengono abitualmente per nidificare. Sono state identificate più di 500 specie di piante.

Informazioni

Il ponte richiede il pagamento di un pedaggio che è uno dei più cari al mondo. Varia tra i 50 euro per le vetture (solo andata) ai 200 euro per le roulotte. È, però, possibile usufruire di abbonamenti per chi ci transita con una certa frequenza. Il biglietto si può anche acquistare online.

Cosa vedere in Danimarca

Una nazione fatta d’acqua, con 400 arcipelaghi, una natura rigogliosa, monumenti e tanti simboli, a cominciare ovviamente dalla celebre Sirenetta di Copenaghen. Si dice che i suoi abitanti siano i più felici al mondo, ma qui ci sono anche alcuni dei migliori ristoranti stellati. Potrete inoltre passeggiare tra laghi, parchi incontaminati, atolli immersi nella natura e avrete la possibilità di ammirare anche musei, gallerie d'arte e cittadine che sembrano vitali e piene di cultura. Un viaggio che si snoda attraverso piste ciclabili che vi regaleranno scorci memorabili.

E a rendere tutto ancora più affascinante ci saranno castelli che custodiscono leggende e storie vichinghe. Per scoprire cosa vedere in Danimarca vi basterà seguirci.

Cosa vedere in Svezia

Ed eccoci sbarcati nel paese dei vichinghi, culla delle foreste e patria del design. La Svezia è una terra in cui concedersi passeggiate nella natura, dedicandosi al trekking e alle camminate all'aria aperta in estate. In inverno si potrà camminare con le ciaspole, pescare sugli sci e sul ghiaccio. Il vostro viaggio non può prescindere dalle città: la prima tappa può essere Stoccolma, una città viva, green, piena di palazzi, musei che sanno alternarsi agli edifici moderni. Da scoprire ci sono anche Malmo, Goteborg e tante altre meraviglie. Laghi, parchi e villaggi di pescatori sono da vivere anche grazie alle nostre escursioni. Se volete sapere cosa vedere in Svezia vi basterà salpare con noi.

Parti in crociera per il Nord Europa

Avete avuto un antipasto della bellezza di Danimarca e Svezia, delle loro atmosfere, delle attrazioni che possono regalare. La vostra crociera in nord Europa sarà ancora più ricca e rappresenterà un’occasione unica di conoscere culture differenti, di vivere nuovi paesaggi e di avere altri ricordi da condividere. Non perdete l'occasione e regalatevi una vacanza.

Parti con Costa Crociere