Visita la Puerta del Sol e ammira i monumenti della piazza. Esplora il Barrio del Sol e vivi l'atmosfera tipica della città. Scopri come raggiungerla e tante curiosità.
  • Origine del nome
  • Storia
  • Come raggiungerla
  • Il rito delle campanadas
  • Barrio del sol
  • Capodanno
  • L'orso con il corbezzolo
  • Il palazzo delle poste
  • Statua equestre del re Carlos III
  • Cosa vedere nei dintorni

Cosa vedere presso Puerta del Sol

Per i tanti turisti che ogni anno vi accorrono, Puerta del Sol è una tappa fondamentale, non solo per le bellezze che offre, ma soprattutto per la sua posizione centrale. Questa piazza, dalla forma allungata e abbellita da giardini e aiuole, è un simbolo per Madrid. Ci respirerete storia, ma anche un dinamismo unico. È, infatti, uno dei centri principali di aggregazione della capitale spagnola. Qui si riuniscono i giovani, qui vengono i turisti anche per ammirare i palazzi storici e per scoprire la vitalità del Barrio del Sol, quartiere che potrete scoprire con le nostre escursioni.

Origine del nome

Puerta del Sol è una delle piazze più importanti di Madrid, nelle vicinanze della celebre Plaza Major. È un luogo di ritrovo, ma anche di storia. Rappresenta, poi, il chilometro zero della rete stradale spagnola ed è circondato da diversi monumenti ed edifici di pregio, tra cui il Palazzo delle Poste (la Casa de Correos). Dall'inizio della sua costruzione è considerato il salotto buono della capitale e la culla di ogni attività, culturale, amministrativa e sociale. È il centro delle celebrazioni della mezzanotte di San Silvestro con il popolare orologio che segna i 12 rintocchi e di cui parleremo più avanti. Il nome fa riferimento a un sole dipinto sul lato est di questo antico ingresso cittadino.

Storia

Nel 1400 la Puerta del Sol rappresentava già uno degli accessi privilegiati alla cerchia dei quartieri che costeggiavano la città di Madrid. Si tratta infatti di uno dei luoghi più antichi della città spagnola. La sua nascita risale al quindicesimo secolo, epoca in cui divenne la nuova capitale al posto di Toledo. E così iniziò una fase di espansione con la costruzione degli edifici governativi che la trasformarono nel centro amministrativo della Spagna. Puerta del Sol divenne sempre più importante, affermandosi come luogo di incontro privilegiato per la movida madrilena.

Nel 1700 si realizzarono edifici di grande importanza ed eleganza, tra cui il celebre Palazzo delle Poste, una costruzione che ancora oggi domina sulla piazza e che rappresenta la sede del governo della comunità autonoma di Madrid.

Come raggiungerla

Puerta del Sol è facilmente raggiungibile con la metropolitana (ci sono tre fermate) e con l'autobus. Qui confluiscono le diverse arterie della città: (Alcalà o Preciados, Arenal, Calle Mayor). Sono numerose le curiosità che caratterizzano la piazza, a cominciare da una piccola placca sul pavimento che segna simbolicamente il punto dove inizia la misurazione della rete stradale nazionale. La piazza è diventata famosa anche per la pubblicità di una marca di Sherry che troneggia da anni sulla piazza con i suoi cartelloni e le luci al neon.

Il rito delle campanadas

C'è un rito suggestivo che ormai tradizionalmente scandisce l'arrivo del nuovo anno alla Puerta del Sol poco prima dello scoccare della mezzanotte e riguarda l’orologio del Palazzo delle Poste. La sfera, che si trova nella parte superiore della torre del Palazzo, scende al suono di un carillon. Poco dopo partono i quattro quarti che anticipano i famosissimi 12 rintocchi. Durante questo momento è tradizione mangiare un chicco d'uva a ogni “campanada”, come segno di buon auspicio. Successivamente si accende un’insegna luminosa che dà il benvenuto al nuovo anno. A partire dal 1962 tale evento viene trasmesso in diretta tv. Nel 1997 è stato condotto da Raffaella Carrà.

Barrio del sol

Il quartiere Sol, nel pieno centro di Madrid è uno di quelli più frizzanti, ricchi di colore e di movida. È caratterizzato, infatti, da numerose strade pedonali, affollate, piene di artisti di strada, di negozi, di locali che convergono a Puerta del Sol, la raffinata piazza di cui abbiamo già parlato. Potrete passeggiare tra grandi magazzini, bar tradizionali dove assaggiare le tapas e vivere un soggiorno in un'atmosfera vivace sia di giorno che di sera.  

Dall’ora dell’aperitivo i pub e club si animano anche con la musica dal vivo e sono a misura di giovani. La zona ospita eleganti edifici, musei, teatri e cinema in stile neoclassico che spesso organizzano eventi e proiettano film classici.

Capodanno

Da ormai un secolo la Puerta del Sol è diventata il centro dei festeggiamenti del Capodanno spagnolo: il 31 dicembre, infatti, migliaia di persone che provengono da tutto tutta la Spagna riempiono la piazza per salutare l'anno nuovo e mangiare “i chicchi d'uva della fortuna” al ritmo dei 12 rintocchi dell'orologio del Palazzo delle Poste. Ci sono varie spiegazioni sull'origine di questa tradizione, quella più radicata fa risalire l'inizio del rito al 1909.

In quell'anno i viticoltori ebbero infatti una grande eccedenza di uva e decisero così di distribuirla gratuitamente ai cittadini dicendo che avrebbe portato fortuna per il Capodanno. Per festeggiare il nuovo anno in piazza non mancano spettacoli di animazione e fuochi d’artificio.

L'orso con il corbezzolo

Questa statua è uno dei simboli principali della piazza e di Madrid: rappresenta, infatti, lo stemma della città. L'albero identifica la fertilità mentre l'aristocrazia cittadina è rappresentata dall’orso. L'opera è stata inaugurata nel 1967 e porta la firma dell'artista Antonio Navarro Santa Fè. È alta circa 4 metri, pesa oltre 20 tonnellate e rappresenta una delle attrazioni più fotografate dai turisti lungo via Alcalà.

Potrete ammirare un grande orso in bronzo e pietra che appoggia le zampe sul tronco di una pianta di corbezzolo, nel momento in cui ne sta per mangiare le bacche.  La statua rappresenta anche l'accordo raggiunto fra il consiglio comunale e la popolazione, dopo un’antica querelle. Collocata dalla sua realizzazione nella Puerta del Sol il monumento è stato più volte spostato fino all’attuale collocazione avvenuta nel 2009.

Il Palazzo delle Poste

L'edificio porta la firma dell'architetto francese Jacques Marquet nel 1768. Realizzato in una delle zone più animate di Madrid era la sede centrale del servizio postale nazionale. Il progetto si ispirò allo stile barocco del tempo: tra le caratteristiche principali la combinazione riuscita di materiali diversi, un connubio tra i mattoni della pietra e il ferro battuto del balcone che dialogano con le sculture di Antonio Primo. La torretta dell’orologio è del 1800 e fu il dono dell’orologiaio Losada. Il 31 dicembre questo orologio scandisce e segna la fine dell'anno per i madrileni e grazie alla diretta televisiva coinvolge tutta la Spagna. L'edificio è stato la sede del ministero degli interni e ora ospita la presidenza della comunità di Madrid.

Statua equestre del re Carlo III

Un altro monumento molto importante di questa piazza è la statua dedicata a Carlo III: venne inaugurata nel 1994 e fu realizzata in bronzo. Rappresenta un omaggio a un sovrano che dedicò molta attenzione e risorse alla città di Madrid. Nella capitale spagnola realizzò il giardino botanico e costruì il Museo del Prado, impegnandosi inoltre per servizi essenziali come le fognature l'illuminazione.

Cosa vedere nei dintorni

Nella zona ci si può tranquillamente muovere a piedi o sfruttando i mezzi. Tra le attrazioni da non perdersi c'è sicuramente il Museo del Prado, che raccoglie la storia europea degli ultimi cinque secoli e offre capolavori di Raffaello, Goya e Velasquez. Un’altra eccellenza è il Museo Reina Sofia in cui viene dato particolare risalto agli artisti spagnoli. Per chi vuole continuare un soggiorno culturale ci sono l’imponenza e l’eleganza del Palazzo Reale. Un bel momento di svago e di relax a contatto con la natura si troverà sicuramente al Parco del Buen Retiro, aperto al pubblico solo dopo la rivoluzione del 1868.

Parti in crociera per il Mediterraneo

La Spagna, la sua aria frizzante con i suoi colori rappresentano una tappa imperdibile della vostra crociera nel Mediterraneo. Siate curiosi e seguiteci in questa avventura che promette molte sorprese.

Parti con Costa Crociere