La Reggia di Caserta è uno dei luoghi simbolici più importanti della storia del nostro paese. Per anni fu scelta come sede storica dei regnanti di Napoli e testimoniò la magnificenza di una nazione forte e potente. Nel 1997 è stata dichiarata Patrimonio dell’umanità UNESCO.    

Vediamo alcune informazioni che potrebbero essere utili prima di visitare la Reggia di Caserta:

Storia della Reggia

La Reggia di Caserta venne costruita a partire dal 1752 per volere del re di Napoli, Carlo di Borbone. Il progetto venne affidato all'architetto italiano Luigi Vanvitelli e i lavori di costruzione proseguirono almeno fino al 1759, anno in cui morì il re di Spagna e Carlo di Borbone lasciò Napoli per raggiungere Madrid. In questo momento i lavori di costruzione del Palazzo subirono un rallentamento e, alla morte di Vanvitelli nel 1773, erano ancora in fase di completamento. Negli anni successivi i lavori vennero completati dal figlio Carlo e dagli studenti della scuola del Vanvitelli.

Residenza reale

La Reggia di Caserta è stata residenza reale di numerosi personaggi storici illustri. Ferdinando IV di Napoli elesse la Reggia a propria residenza di caccia e la moglie, Maria Carolina, si occupò della decorazione del palazzo fresco di costruzione. In particolare, riunì un’importante pinacoteca e una stupenda collezione di porcellane. 

Nel 1806, quando Napoleone conquistò il regno di Napoli e concesse la corona a suo fratello Giuseppe che rimase ben poco perché dopo la conquista della Spagna venne inviato come nuovo sovrano. Gioacchino Murat prese il suo posto e fece realizzare all’interno della Reggia un appartamento unico in stile imperiale. 

In seguito al Congresso di Vienna del 1815, il Palazzo tornò in mano borbonica come residenza di caccia ma, con l’Unità d’Italia, entrò in uno stato di decadenza e venne utilizzato saltuariamente da alcuni membri della casa Savoia. Nel 1919 venne ceduto da Vittorio Emanuele III allo stato italiano.

Il palazzo

L'architettura e lo stile del palazzo permettono di definirlo come ultima grande realizzazione del Barocco Italiano. Il complesso ha avuto un costo pari a circa 6 milioni di ducati ed è costituto da oltre 1200 stanze che la rendono la Reggia più grande del mondo. 

La Reggia di Caserta è caratterizzata da una pianta rettangolare articolata su edifici di fabbrica affacciati su quattro bellissimi cortili interni. Si estende su una superficie di oltre 47.000 metri quadrati per un’altezza di 5 piani superiore ai 36 metri lineari. Il primo piano fu destinato ad accogliere gli Appartamenti dei Reali di Casa Borbone suddivisi in: 

  • l’ala nord-ovest era occupata dalla regina;
  • gli appartamenti lungo il prospetto meridionale avrebbero dovuto essere dedicati al quarto del Re e il Principe Ereditario. 

Il Parco

Il Parco della Reggia si estende per oltre 3 km di lunghezza e in corrispondenza della facciata posteriore del palazzo si sviluppano due viali paralleli, fra cui si interpongono numerose fontane. Il progetto del giardino, realizzato da Vanvitelli, si ispira ai giardini delle grandi residenze europee del tempo combinando la tradizione italiana con i classici giardini in stile rinascimentale. 

Il giardino principale è il Giardino all’Italiana, fortemente voluto da Ferdinando IV, in cui è stata posizionata la Peschiera Vecchia caratterizzata da una vasca in cui si dilettava a riprodurre battaglie navali. Nella vasca di pianta rettangolare si allevavano i pesci che venivano poi serviti alla mensa reale. All’interno del giardino fu costruita anche una fortezza in miniatura, la Castelluccia, per l’istruzione militare dei Principi reali. 

Maria Carolina d’Asburgo, durante la sua permanenza a Palazzo, fece realizzare da John Andrew Graefer un Giardino all’Inglese che cerca di costruire un quadro il più possibile fedele alla natura incontaminata in cui sono stati riprodotti corsi d’acqua, rovine e piccoli laghetti. 

Le sale

La Reggia di Caserta comprende 1200 stanze, 245 delle quali danno sulla facciata principale. Nel progetto di Vanvitelli la Reggia doveva comprendere, oltre agli alloggi reali, gli alloggiamenti della truppa, gli uffici amministrativi, la cappella e il teatro. Di fatto solo 134 stanze erano ufficialmente destinate alla famiglia reale.

Quando si entra nella Reggia ci si trova subito di fronte allo Scalone d’Onore, un’enorme rampa di scale costituita da 116 giardini e suddivisa in due parti. Le sale più importanti da visitare sono una trentina e la più importante è la Sala degli Alabardieri con pareti decorate da meravigliosi stucchi e finiture dorate.

Vi è poi la Pinacoteca del Palazzo che in realtà sono una serie di ambienti in cui sono raccolte le opere più belle di pittori italiani e olandesi dell’Ottocento. La cappella Palatina, visitabile ancora oggi, era invece il luogo destinato alla celebrazione dei riti sacri della famiglia reale. 

Una curiosità: nel periodo di Natale, nella sala ellittica, viene allestito il Presepe Reale con più di 1200 figure realizzate in terracotta. 

Curiosità

La Reggia di Caserta, con le sue enormi dimensioni, nasconde numerosi segreti e curiosità che non tutti sanno. Tra questi ne ricordiamo in particolare quattro.  

  • In seguito all’annessione al Regno delle Due Sicilie, i funzionari piemontesi catalogarono gli oggetti presenti nella Reggia e tra questi trovarono un oggetto a forma di chitarra che non riuscirono ad identificare e che poi si scoprì essere un bidet.  
  • Nel 1843 venne costruita la stazione ferroviaria di Caserta per permettere ai sovrani borbonici di raggiungere comodamente la Reggia. 
  • La regina Maria Carolina d’Asburgo, grande lettrice, quando traslocò nella Reggia portò una selezione dei suoi libri personali che occupò ben 6 stanze. 
  • Nella Reggia di Caserta sono state girate alcune scene di due film della saga di Star Wars.

Informazioni per la visita

La Reggia di Caserta è aperta tutti i giorni, tranne il martedì, dalle ore 8.30 fino alle ore 19.30. Non è possibile acquistare i biglietti in loco, di conseguenza, vanno acquistati online prima della visita. 

I prezzi dei biglietti variano a seconda di cosa si vuole visitare:

  • € 14,00 per la visita Parco e gli Appartamenti;
  • € 9,00 per la visita del Parco;
  • € 3,00 per la visita serale degli Appartamenti (acquistabile dalle ore 17.00);
  • € 2,00 biglietto ridotto per la visita del Parco e degli Appartamenti per cittadini UE di età compresa tra i 18 e i 24.
  • per i minori di 18 anni la visita è completamente gratuita. 

Cosa vedere a Caserta

Caserta è una piccola città, conosciuta in tutto il mondo grazie alla meravigliosa Reggia localizzata appena fuori dal centro storico. Tuttavia, ci sono numerosi luoghi di interesse da visitare assolutamente se ci si trova nei pressi della città. Tra questi occorre menzionare:

  • La Cattedrale di San Michele Arcangelo è conosciuta anche come Duomo di Caserta e presenta un'architettura a tre navata in stile barocco; la facciata è contraddistinta da un’ampia scalinata in pietra e da un portico chiuso da una cancellata;
  • L’Acquedotto Carolino rappresenta un vero e proprio capolavoro dell’ingegneria idraulica che venne inaugurata nel 1762;
  • Il Belvedere di San Leucio è un importante complesso monumentale situato nell’omonima frazione della città; al suo interno venne installato da Ferdinando IV la manifattura reale specializzata nella produzione della seta. 
  • Casertavecchia è un piccolo borgo di stampo medievale situato a 10 km dalla città di Caserta; nel centro è possibile visitare il Duomo con il bellissimo campanile, i resti dell’antico Castello e numerose botteghe di artigiani locali.

Cosa fare in Campania

La Campania è una regione italiana conosciuta in tutto il mondo per la bellezza artistica delle sue città e per l’unicità delle sue coste. Ecco alcuni suggerimenti su cosa vedere in Campania:

  • Pompei ed Ercolano;
  • Capri;
  • Parco Nazionale del Vesuvio;
  • Cilento;
  • Salerno;
  • Ischia;
  • Procida 

Una tappa immancabile quando si visita la Campania è sicuramente il suo capoluogo, Napoli. Scopri Napoli insieme a Costa.

Parti in crociera per il Mediterraneo

Stai organizzando una crociera e non hai ancora deciso la tua meta? Parti in crociera per il Mediteranneo con le navi Costa. Percorrendo itinerari storici, potrai visitare le meraviglie nascoste nel Mar Mediterraneo.  Prenota subito la tua vacanza e rilassati, al resto ci pensa Costa.