Concediti un pellegrinaggio al Santuario di Fatima. Parti da Lisbona per raggiungere uno dei luoghi religiosi più conosciuti al mondo e scopri la sua storia
  • Storia del santuario
  • Basilica della Santissima Trinità
  • Cappella delle Apparizioni
  • Basilica di Nostra Signora del Rosario
  • Valinhos
  • Come raggiungere il santuario
  • Informazioni e orari
  • Curiosità
  • Cosa vedere nei dintorni

Alla scoperta del Santuario di Fatima

Scoprirai uno dei più importanti simboli del culto mariano, meta di pellegrini provenienti da tutto il mondo. Un complesso formato da due basiliche, una cappella e anche diversi musei. Un luogo ricco di fascino e di fede che è stato trasformato dall’apparizione della Vergine Maria nel 1917. Fatima si trova a un centinaio di chilometri da Lisbona.

Storia del santuario

Questo complesso accorpa diversi edifici tra templi e monumenti religiosi. Oltre alle basiliche ci sono anche dieci cappelle che simboleggiano la vita di Gesù. La storia di questa cittadina è nota. Tre piccoli pastori, Jacinta e i suoi cugini Francisco e Lucia, affermarono di aver assistito all'apparizione di una donna vestita di bianco con un Rosario. La Madonna avrebbe parlato a una delle bambine. Era il 13 maggio 1917 e l'apparizione si verificò a Cova da Iria, nei pressi di Fatima. La Madonna diede un appuntamento ai tre pastorelli ogni mese successivo fino a ottobre. Le apparizioni mariane furono seguite da alcune annunciazioni che sulla cristianità e sull’uomo che furono raccolte da Suor Lucia nelle sue memorie.

Basilica della Santissima Trinità

La prima Basilica (nostra Signora del Rosario) fu consacrata nel 1953, ma fin da subito ci si rese conto che era troppo piccola per contenere l’enorme numero di fedeli che qui si recavano per omaggiare la Madonna. Già nel 1974 venne lanciata l’idea di costruirne una più grande, ma i lavori iniziarono solo nel 2004 quando venne posata la prima pietra della Basilica della Santissima Trinità, seguendo il progetto dell’architetto greco Alexandros Tombazis. A stupire è la modernità dello stile. Ha una forma circolare, per un diametro di 125 metri di colore bianco. E può ospitare fino a 9 mila persone.

Cappella delle Apparizioni

La Cappella delle Apparizioni rappresenta il "cuore" del Santuario di Fatima. Venne costruita nel luogo in cui la Madonna, secondo la tradizione cattolica, iniziò a parlare con i piccoli pastori. Cinque delle sei apparizioni della Vergine Maria si verificarono in questo luogo e qui, fu costruita una cappella in suo onore, su sua indicazione. La cappella fu edificata nel 1919 e la prima messa fu celebrata il 13 ottobre 1921. Nonostante qualche piccolo rimaneggiamento, la cappella mantiene ancora i tratti originari e caratteristici di un eremo popolare. Il portico attuale fu inaugurato in occasione della prima visita di Giovanni Paolo II al santuario di Fatima, ovvero il 12 maggio 1982.

Basilica di Nostra Signora del Rosario

Questa basilica sorge nel luogo in cui la Madonna, il 13 maggio del 1917, apparve a tre piccoli pastori che stavano giocando. Si tratta di uno dei luoghi religiosi di culto mariano più venerati dai cattolici. Il progetto venne preso in carico da Samuel Gerardus van Krieken e proseguito da João Antunes. Fu realizzata in stile barocco: la Basilica di Nostra Signora del Rosario è preceduta da un piazzale e svetta al centro di un ampio colonnato di oltre 200 colonne. Sopra si possono ammirare 17 statue di santi di grandi dimensioni (dai 2 ai 3 metri). Il campanile, che si innalza per 65 metri, è sormontato da una corona bronzea di 7 tonnellate.

La basilica fu terminata nel 1953 e fu costruita interamente in pietra calcarea.

Tra i Pontefici più affezionati a questa basilica c’era Giovanni Paolo II: l’attentato in cui rimase coinvolto avvenne nel giorno della ricorrenza della Madonna di Fatima. All’interno della corona della Madonna si decise di inserire il proiettile che gli venne estratto e, in seguito, nei pressi della chiesa venne realizzata una statua in omaggio al pontefice.

Valinhos

Rappresentano la strada che i tre pastorelli, Lúcia, Jacinta e Francisco, fecero dalle loro abitazioni di Aljustrel fino a raggiungere il piccolo borgo di Cova da Iria per far pascolare le loro greggi. Qui si verificarono diverse apparizioni mariane: il luogo è stato trasformato in una stazione della Via Crucis. Si tratta di uno spazio ideale per l’introspezione e la preghiera

Come raggiungere il santuario

Il santuario è facilmente raggiungibile in auto, in treno ad alta velocità da Lisbona o grazie a un’escursione organizzata. La capitale del Portogallo si trova a circa 130 chilometri di distanza. A soli tre chilometri da Fatima è possibile visitare Ajustel dove si trovano le case dei tre pastorelli. Molti fedeli scelgono le dimore dei tre pastorelli come partenza per un pellegrinaggio lungo la Via del Calvario che ha come destinazione Piazza della Basilica.

Informazioni e orari

Generalmente le Basiliche sono aperte per le messe dalle 7.30 alle 18.30. Per quanto riguarda le visite guidate è consigliabile prenotare con diverse settimane di preavviso. Sono anche disponibili visite personalizzate in lingua. È visitabile anche il Museo del Santuario di Fatima, fu fondato nel 1955 con diverse mostre permanenti.

Curiosità

La chiesa ci mise diversi anni a riconoscere il fenomeno miracoloso, che aveva riscosso invece una grande adesione popolare. Solamente nel 1930 il vescovo di Leiria considerò veritiere le apparizioni. Da quel momento Fatima ottenne prima il rango di cittadina e poi quello di città. Durante la terza visita a Fatima Giovanni Paolo II annunciò la beatificazione dei due pastorelli, Jacinta e Francisco, ai quali il Vaticano riconobbe il miracolo di una guarigione. Il 13 maggio 1917 fu la data della prima apparizione a cui ne seguirono altre 5 fino a ottobre, sempre il 13 del mese. Nell’ultima apparizione si parlò di “miracolo del sole”: le nubi si aprirono di colpo e il sole iniziò a girare vorticosamente.

Cosa vedere nei dintorni

Di Lisbona, capitale del Portogallo parleremo nel prossimo paragrafo, ma dopo Fatima le nostre escursioni ti permetteranno di scoprire diversi gioielli a cominciare da Sesimbra, una deliziosa località che si trova in una baia riparata. Da non perdere è il Parco Naturale di Arrabida che si estende tra il verde dei monti e l’azzurro dell’Oceano. Ad Azeitao ti accoglieranno un panorama di vigneti e uliveti. Impossibile perdersi, nei dintorni di Lisbona, Queluz, popolare per il suo palazzo nazionale realizzato in stile rococò. Un altro capolavoro è Sintra, località che aveva stregato persino Lord Byron, per i suoi colori e la mitezza del suo clima. L’attrazione principale è il palazzo Pena, commissionato da Re Ferdinando II nel 1842.

Cosa vedere a Lisbona

Romantica, suggestiva, piena di scorci e di storia: Lisbona merita una citazione particolare. Il cuore della movida, ma anche l’essenza artistica è il Bairro Alto che domina la città dalla collina e regala una serie di boutique, negozietti e gallerie artistiche. Da qui si arriva a uno dei belvedere migliori di tutta Lisbona: San Pedro de Alcantara. Un altro quartiere storico è l’Alfama che custodisce l’essenza del fado e delle tradizioni. Un giro sul tram 28 per scoprire la città attraverso ripidi percorsi è un’esperienza da segnare. A questo aggiungi attrazioni, parchi, castelli, una cucina vivace e spiagge affascinanti. Scopri insieme a noi cosa vedere a Lisbona.

Parti in crociera per l’oceano Atlantico

Il fascino e l’eleganza del Portogallo, il richiamo dell’Oceano, le suggestioni di una città viva e sempre diversa da sé stessa: la prossima crociera ha in serbo tante sorprese e non aspetta altro che guidarti verso nuove avventure all’insegna della scoperta.

Parti con Costa Crociere