Lasciati catturare dall'imponente Torre di Galata che si erge fiera nel quartiere che più di tutti custodisce il ricordo dell'egemonia genovese. 
  • Storia
  • Gli esperimenti di volo
  • La pianta
  • L'architettura
  • Dove si trova
  • Informazioni utili
  • Cosa vedere a Istanbul

La Torre di Galata a Istanbul: una delle torri più antiche del mondo

Ti appresti a conoscere uno dei monumenti più interessanti della Turchia, patrimonio dell'Unesco dal 2013. Un simbolo che racchiude storia, racconta diverse civiltà, ma offre anche tante curiosità, a cominciare dal fatto che fu costruita dai genovesi o che è protagonista di un dipinto del famoso pittore francese Pierre Prévost, che nel 1818 dipinse il suo "Panorama di Costantinopoli", una tela conservata al Museo del Louvre di Parigi in cui l'allora capitale ottomana è visibile dall'alto. La torre di Galata ti darà la possibilità di conoscere Istanbul, ma anche di farti una prima idea su cosa vedere in Turchia.

Storia

La torre fu costruita in stile romanico come "Torre di Cristo" nel 1348 dalla Repubblica di Genova a Costantinopoli. All'epoca, con i suoi 67 metri di altezza rappresentava l'edificio più alto della città. Durante il XV secolo, la torre servì da magazzino e prigione. Da lì passavano i prigionieri condannati a lavorare alle opere portuali. Nel XVI secolo divenne un osservatorio astronomico. In seguito, servì anche come punto di avvistamento antincendio in città.

Nel 1794, durante il regno del sultano Selim III le scale vennero danneggiate da un incendio.  

Un altro rogo colpì l'edificio nel 1831: seguì un nuovo lavoro di restauro. Negli Anni 60, l'interno ligneo della torre fu sostituito da cemento e si decise di aprire la porta al pubblico. 

Gli esperimenti di volo

Si ritiene che la torre sia servita da piattaforma per il volo di Hezarfen Ahmed Çelebi, intorno al 1630, che si servì di ali artificiali. Con questo volo riuscì ad attraversare il Bosforo e raggiungere la zona di Üsküdar, sul versante asiatico di Istanbul. Un percorso di sei chilometri. A creare ancora più curiosità, ci ha pensato il fratello Lagari Hasan, che cercò di sperimentare dalla torre. Nel 1633 tentò, infatti, di volare con un razzo pieno di polvere da sparo.

La pianta

Questa torre presenta una pianta circolare sul punto più alto della collina che svetta sul quartiere di Galata. Lo stile e l'architettura denunciano l'influenza architettonica italiana. Per arrivare alla base dell'edificio bisogna attraversare stretti vicoli che dal mare si inerpicano verso la cima, come i caratteristici caruggi genovesi. All'ingresso un'iscrizione commemora la città di Genova.

L'architettura

La torre prese il posto di una precedente Torre di Galata realizzata nel 528 durante l'Impero Bizantino. Questa struttura venne distrutta durante le crociate. L'altezza della torre attuale è di soli 67 metri: ad attirare l'attenzione sono il diametro e la larghezza delle pareti. Il diametro della torre alla base è di 16,5 metri all'esterno e 8,9 metri all'interno. Questa differenza indica che le pareti sono larghe 3,7 metri alla base. Una volta all'interno potrai sentirne l'imponenza fino a raggiungere la sua cupola restaurata, dove si trova uno spettacolare belvedere dal quale potrete osservare lo splendido panorama della città.

Dove si trova

La torre si trova nel quartiere di Galata, di fronte all'antica Costantinopoli dalla parte opposta al Corno d'Oro. Qui era stata fondata la città di Galata, colonia appartenente alla Repubblica di Genova tra il XIII e il XV secolo. Oggi gode di una posizione eccezionale nel centro di Istanbul, molto vicino al Bosforo, dove incontra il Corno d'Oro.

Il quartiere di Galata, infatti, è oggi uno dei più cosmopoliti di Istanbul: qui  molti giovani si radunano in cerca di locali, arte o musica, soprattutto nei fine settimana. La zona è facilmente raggiungibile in metropolitana: la stazione più vicina è Şişhane (linea M2), un cinque minuti a piedi dalla torre.

Informazioni utili

Salendo sulla Torre di Galata avrai una vista impagabile di Istanbul. Se vuoi arrivarci facendo un viaggio storico, puoi prendere la funicolare del Tünel dal Ponte di Galata.  Per vivere una notte speciale esiste la possibilità di partecipare a cene con spettacolo, open bar e balli. Per arrivare in cima c'è un ascensore che arriva al settimo piano. Da lì, gli ultimi due piani sono a piedi. Per i più atletici è anche possibile salire l'intera torre tramite scale (143 gradini). La torre è aperta dalle 9 alle 20.

Cosa vedere a Istanbul

Lo sai che Istanbul con le nostre escursioni sarà un'esperienza indimenticabile? La prima traccia del passato sarà l'ippodromo di Costantinopoli, di cui non rimangono che pochi resti. Nelle vicinanze sarai colpito dalla Moschea Blu, celebre per la sua armonia architettonica e per i suoi sei minareti. I palazzi e gli edifici da ammirare si sprecano, tra la Basilica di Santa Sofia e Palazzo Topkapi. Per cogliere l'anima della città ci vuole un giro nel Grand Bazaar e nel mercato delle Spezie. Dopo aver ammirato i tesori del centro, la chiusura perfetta della nottata è una crociera sul Bosforo, fra luci, suggestioni e magari qualche assaggio di cucina locale. Sei ancora curioso? Scopri cosa vedere a Istanbul

Parti in crociera per il Mediterraneo

La Turchia, il fascino del passato, le tradizioni che rimangono nel presente, le emozioni della scoperta, ma non solo: le nostre crociere ti sorprenderanno e sapranno regalarti un Mediterraneo variegato e pieno di cose da fare.

Parti con Costa Crociere