Il nord della Francia è caratterizzato da splendidi paesaggi, in particolare da bianche scogliere che per decenni sono state fonte di ispirazione per numerosi artisti. Negli ultimi anni, questi luoghi sono divenuti una meta turistica di grande successo durante la quale i visitatori, oltreché la natura incontaminata, possono conoscere anche una storia dalle radici antiche.

In particolare, Etretat si distingue rispetto ad altre località per la perfetta unione tra natura e cultura: le limpide scogliere che si affacciano sulla Manica sono infatti la principale attrazione del luogo, il quale è però anche ricco di arte e di monumenti da visitare. Vediamo dunque qualche indicazione fondamentale per conoscere perfettamente questa area, tra cui:

Dove si trova

La piccola Etretat, composta da circa 1.500 abitanti, si trova in Normandia, nel nord della Francia, precisamente all’interno del dipartimento della Senna Marittima, uno dei 96 dipartimenti metropolitani che suddividono il territorio francese. 

Etretat si affaccia sulla Manica, ovvero il canale naturale che separa il continente europeo dalla Gran Bretagna, e dista circa tre ore di macchina da Parigi. Questa piccola città si colloca all’interno della Costa d’Alabastro, il tratto di costa della Francia nord-occidentale che si estende per circa 120 km e che è caratterizzato da bianche scogliere a strapiombo sul mare.

Geografia

Etretat si distingue per le splendide spiagge ghiaiose contenute nelle valli naturali formate dalle bianche scogliere della Costa d’Alabastro. Il momento migliore per visitare Etretat è certamente il periodo estivo, in quanto il clima si fa più favorevole rispetto all’inverno, quando i freddi venti provenienti dal nord possono far calare le temperature anche fino a qualche grado sopra lo zero.

Questo luogo è caratterizzato da verdi campi e boschi, che si uniscono perfettamente alla città ricca d'arte e di storia. Il paesaggio peculiare di Etretat, però, è la bianca costa che si affaccia sulla Manica: questo luogo è infatti la principale tappa turistica e viene visitata da viaggiatori provenienti da tutto il mondo. Negli anni, le bianche scogliere di Etretat sono divenute anche fonte di ispirazione per diversi artisti, tra cui Boudin, Courbet e Monet.

Le falesie

Nonostante la costante erosione del mare, le bianche falesie di Etretat sono perlopiù rimaste invariate nei secoli: queste scogliere sono caratterizzate da una base di gesso molto resistente chiamato “il tiglio”, mentre la parte superiore è costituita da gesso Senoniano, indurito con del silicio.

Le falesie a picco sul mare garantiscono un panorama unico quando si sale sulla loro cima. 

In particolare, sono due le falesie più visitate e che offrono una splendida vista sul mare:

  • Falesia d’Aval, che si trova sul lato più a ovest: essa si erge 85 metri sopra il livello del mare e, per la sua forma, viene paragonata alla proboscide di un elefante che si getta nell’acqua;
  • Falesia d’Amont, situata, invece, sul lato est: non molto distanti da questo luogo si possono raggiungere i giardini di Etretat e la Notre Dame Chapel.

Da questi due punti panoramici è possibile godersi tutta la potenza dell’oceano, la bellezza dello scoglio dell’Aiguille e, subito accanto ad esso, l’arco della falesia Manneporte.

La bellezza delle scogliere di Etretat è chiaramente visibile anche dal basso, dove si possono ammirare le bianche rocce e le pareti che, negli anni, hanno subito una lenta erosione da parte del mare. Da qui si può anche osservare il “trou à l’homme”, ovvero una particolare grotta che, secondo la leggenda, si sarebbe formata a causa dello schianto di una nave nel 1792: attraverso questa insenatura, che ha in realtà origini naturali, si può anche raggiungere la spiaggia di Jambourg ma solo quando la marea è bassa.

I giardini

Collocati al di sopra della città, in modo da sovrastarla completamente, i giardini di Etretat costituiscono una delle principali attrazioni per i visitatori: si tratta infatti di un luogo che circonda un’antica villa, un tempo appartenente a Madame Thébault, un’attrice parigina vissuta all’inizio del ventesimo secolo. I giardini sono caratterizzati da diverse sculture botaniche, riconosciute in tutto il mondo come uno dei massimi esempi di arte topiaria, ovvero l’antica arte che consiste nel potare alberi e arbusti a scopo ornamentale.

I giardini di Etretat si affacciano sulle bianche falesie che caratterizzano questo luogo e, al loro interno, è possibile ammirare sculture di diverso tipo, perlopiù ispirate proprio agli splendidi paesaggi del territorio circostante. I giardini si dividono in diverse sezioni, ognuna contraddistinta da un tema particolare. Sulla terrazza panoramica è anche possibile ammirare una statua di Monet, il quale veniva regolarmente in questo luogo a dipingere le proprie tele.

Centro storico

Etretat non ha solamente splendidi paesaggi naturali, ma anche luoghi ricchi di storia e di cultura. Il centro della città è infatti caratterizzato da numerose attrazioni turistiche tra cui:

  • La casa di Maurice Leblanc: il noto scrittore, autore della fortunata serie di Arsenio Lupin, il famoso ladro gentiluomo, possedeva una casa proprio a Etretat, dove ambientò un famoso racconto;
  • Le vieux marché: si tratta del mercato vecchio che si trova proprio al centro della città, la cui attività commerciale era, un tempo, basata unicamente sulla pesca. Oggi, questo luogo mantiene ancora l’antica struttura in legno e ospita diversi negozi;
  • Il monumento di Nungesser e Coli: questa splendida freccia bianca si erge sopra la città fin dal 1963 e rende omaggio ai due aviatori che, per primi, l’8 maggio 1927 tentarono di attraversare l’Oceano Atlantico a bordo del proprio Oiseau Blanc;
  • Campo da golf: per gli appassionati del golf questo è il campo ideale dove svolgere una partita unica. Il paesaggio, infatti, è davvero meraviglioso in quanto il campo si trova a 50 metri sopra il livello del mare e a pochi minuti dal centro storico.

Le spiagge

Etretat è caratterizzata da splendide spiagge che si estendono tra una scogliera e l’altra anche per diverse centinaia di metri. Le spiagge sono composte da sassi bianchi, in totale armonia con le falesie: la conformazione del luogo assicura poi un mare limpido, nel quale si mescolano numerose tonalità di azzurro.

La spiaggia di Jambourg è sicuramente una delle più famose in quanto è raggiungibile attraverso la grotta “trou à l’homme” ed in base all’andamento delle maree. Nelle spiagge di Etretat d’estate è possibile fare il bagno, godendo di un clima favorevole e di una temperatura confortevole: nelle altre stagioni, invece, quando le temperature si abbassano, l’attività principale consiste nell’osservare l’oceano e le scogliere, che garantiscono ai visitatori un paesaggio magico e suggestivo.

Notre Dame Chapel

Tra i luoghi assolutamente da non perdere quando si visita Etretat occorre segnalare la Notre Dame Chapel, una piccola chiesetta posizionata in cima alla falesia d’Amont e dalla quale è possibile osservare un panorama meraviglioso. L’architettura semplice di questa cappella si unisce al paesaggio, creando un connubio di cultura e natura davvero unico.

Situata su un prato verde, la cappella di Notre Dame venne costruita per proteggere i pescatori che si avventuravano nell’Oceano in cerca di fortuna. Oggi è uno dei punti panoramici migliori da cui ammirare i rossi tramonti che caratterizzano questa parte della costa francese.

Chemin des Douaniers

Nell’estremo ovest di Etretat è possibile raggiungere la falesia di Manneporte attraverso una delle più belle passeggiate di tutto il nord della Francia: questo cammino, chiamato Chemin des Douaniers, ovvero Cammino dei Doganieri, offre un panorama davvero unico in quanto percorre le più belle scogliere di Etretat sulla loro cresta.

Tramite esso è possibile attraversare gran parte della Costa d’Alabastro, raggiungendo anche località più distanti. In questo caso è consigliabile dotarsi dell’attrezzatura adatta per il trekking, dato che in alcuni punti la passeggiata può farsi piuttosto impervia.

Cosa vedere nei dintorni - Le Havre

A soli 30 minuti di macchina da Etretat è situata una delle città più grandi e importanti dell’intera Normandia: Le Havre. Questo luogo, completamente ricostruito dopo i bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale, è caratterizzato da capolavori architettonici unici, tanto che il centro storico è stato dichiarato nel 2005 patrimonio dell’UNESCO: in particolare, sono state riconosciute le opere dell’architetto Auguste Perret, un vero maestro del calcestruzzo.

La città, composta da circa 190.000 abitanti, è situata sulla riva destra dell’estuario della Senna ed è molto importante per il porto che si affaccia direttamente sulla Manica. All’interno di Le Havre è possibile visitare il museo d’arte moderna, la chiesa di Saint-Joseph e i giardini sospesi, oltreché assaggiare i piatti tipici locali.

Parti in crociera per il Nord Europa

Se non hai ancora organizzato le vacanze, scopri le offerte di Costa per vivere splendide crociere in Nord Europa. Questi luoghi sono pregni di arte, cultura e natura: attraverso un viaggio nel nord potrai vivere avventure uniche, sempre alla scoperta di paesaggi mozzafiato nei quali la natura selvaggia si mescola con opere architettoniche antiche. Grazie a Costa potrai godere di un’esperienza in totale relax, durante la quale non dovrai fare altro che farti guidare in un viaggio unico.