Ormai è diffusa la convinzione secondo cui non Barbados non solo è l’isola che propone le  più belle spiagge dei Caraibi, non solo è un gioiello da scoprire in vacanza almeno una volta nella vita. Ma è anche un luogo incantato dove è bello vivere, per la qualità dei servizi e perché si celebra un festival o un evento ogni mese.

Barbados, una tra le isole più belle dei Caraibi dove è possibile assaporare un’esperienza unica grazie alla sua ricchezza culturale, ai suoi paesaggi idilliaci e alla sua eccezionale flora e fauna. Ex colonia britannica, è stata resa indipendente dal 30 novembre 1966 come Regno del Commonwealth, la regina Elisabetta è ancora il capo dello stato.

La sua capitale, Bridgetown è iscritta nella lista del Patrimonio Mondiale dall’Unesco. E con oltre 100 chilometri di incontaminate spiagge di sabbia bianca, l’isola ha una costa meravigliosa e diversificata come nessun’altra. Volete sapere quali sono le migliori cose da vedere alle Barbados? Seguiteci.

Quali sono le spiagge più belle delle Barbados? Crane, Accra, Bath e molte altre. Scopri le migliori spiagge delle Barbados con una crociera Costa.

Spiaggia di Accra

Cominciamo con uno dei gioielli di tutte le isole caraibiche. Nota anche come Rockley Beach, questa spiaggia della costa meridionale è vicinissima all’aeroporto internazionale di Barbados e a pochi minuti d’auto dalla capitale Bridgetown. Lunga e ampia, nella sua zona centrale è protetta da una serie di alte palme e dietro al litorale di spiaggia soffice e chiara c’è un parcheggio che ospita alcune bancarelle al riparo di alberi secolari.

Accra Beach è molto frequentata dalle famiglie con bimbi al seguito e per la sua bellezza è conosciuta come la Finestra sul Mare della costa meridionale dell’isola. Il mare che bagna la riva ha una tonalità turchese e un fondale digradante, le onde caratterizzano quasi sempre le giornate ed è bene non allontanarsi troppo verso il largo.

Bathsheba

Un villaggio di pescatori abitato da 5 mila persone sulla costa orientale, conosciuto per le diverse chiese presenti sul suo territorio. Sono tutte molto caratteristiche: la chiesa anglicana di Saint Joseph, ad esempio, fu costruita sulla collina di Horse Hill già nel 1640, poi però ricostruita nel 1839 dopo i danni causati da un uragano.

Tra le attrazioni in questa zona, da segnalare la Foresta dei Fiori e la Cotton Tower, famosa per i paesaggi emozionanti che regala ai visitatori sull’area di Scotland District. Alla periferia della città si sviluppa poi la foresta pluviale tropicale Joe’s River, estesa su 340 mila metri quadri di territorio. Custodisce piante come ficus giganti, citrifolia, palme da cavolo e alberi di pregiatissimo mogano.

La spiaggia è anche conosciuta come Soup Bowl per le sue onde spumeggianti ed è sede, ogni anno, di gare di surf a livello locale ma anche internazionale. Di fronte al litorale un grande scoglio noto come Bathsheba Rock sembra fare da guardia a tanta bellezza.

Spiaggia di Bath

Il posto giusto per prendersi una pausa e godersi il mare, in assoluta sicurezza. Non per niente si tratta di una delle spiagge più popolari di tutta la costa orientale. Spiaggia sicura perché si può nuotare in un mare che non ha correnti pericolose e poi ci si può riposare all’ombra di una delle piante di casuarina che incombono sulla spiaggia, spazio all’ombra di cui in tanti approfittano per gustosi picnic in uno scenario eccezionale.

Pirate's Cove

Si trova nella parte più a nord della Carisle Bay, poco distante dalla città di Bridgetown. La spiaggetta è delimitata da alberi di cocco e si distingue per gli ombrelloni realizzati con i rami e le foglie delle palme. All’ingresso sarai accolto da un fantastico drink di benvenuto che potrai gustare in un angolo di questo paradiso, tutto per te. Al Bamboo bar potrai gustare ottimi piatti di cucina locale e internazionale. In spiaggia esiste una zona riservata ai bambini, ma aperta anche ai grandi che con loro vogliono condividere giochi e momenti felici. Per un’esperienza che risulta davvero gradevole. 

Spiaggia di Carlisle

Qualcuno sostiene che al mondo non ci sia posto migliore delle Barbados dove trascorrere una giornata in spiaggia. E a questo proposito, la Carlisle Bay ha la sabbia più raffinata e bianca e l’acqua del più affascinante color turchese che ci sia. Si candida quindi come spiaggia ideale per ogni turista. E come ogni spiaggia che si rispetti, ha bisogno di un bar all’altezza: ecco allora il Pirate’s Cove descritto qui sopra.

Ma non solo. Carlisle Bay è un piccolo porto naturale, trasformato in riserva marina e rinomato per le immersioni subacquee perché sul fondo di questa parte d’oceano non è difficile trovare qualche resto delle vecchie navi che qui passavano al tempo dei pirati. Palle di cannoni oppure ancore mai recuperate. Tesori nascosti? Chissà.

La spiaggia è a circa un chilometro e mezzo dal porto di Bridgetown. Ha numerose infrastrutture turistiche che la rendono – come detto – molto gettonata. Si tratta di una sosta imprescindibile per chi arriva da queste parti. 

Spiaggia di Crane

Lo scenario naturale in cui è immersa toglie il fiato: la spiaggia dorata lambita dalle acque blu dell’Oceano Atlantico è protetta dalla scogliera che ne delimita lo spazio. Una delle migliori dell’isola. Per la sua posizione appartata, risulta essere un luogo perfetto per diverse attività sportive, dal boogie boarding al body surfing, fino allo stesso surf oppure semplicemente per una giornata piena di relax e sole.

Bottom Bay

Le alte scogliere di corallo che circondano la spiaggia, la proteggono e al tempo stesso offrono una vista panoramica esclusiva della costa meridionale. Aggiungete a questo quadro strepitoso anche un po’ di alte palme ed ecco che l’atmosfera rilassante della baia è completa di ogni ingrediente. Anche se il bagno non è consigliato per via delle onde alte e degli scogli a filo d’acqua.

Ecco spiegato il motivo per cui in tanti arrivano qui per tranquilli picnic che durano poi una giornata intera. Negli anni, questo è diventato un posto molto ambito anche per viverci stabilmente. Molte case sono spuntate oltre le scogliere, affacciate sulla spiaggia e sulle onde dell’Oceano. Non così male come residenza, se è vero che i nuovi inquilini dicono di riuscire ad avvistare dalle loro finestre tartarughe e balene

Reeds Bay

Difficile, molto difficile resistere alla candida lucentezza che il mare di questa spiaggia riesce ad emanare. Difficile, se passi di qui in auto, evitare di fermarsi e di tuffarsi in acqua. Se lo fai, se decidi di fare il bagno, attenzione a non andare oltre le linee che delimitano le acque sicure, anche perché l’area è molto frequentata da barche di pescatori, catamarani e scafi a motore di ogni genere.

Idilliaca, quieta e rilassante. Così, in tre parole, potremmo definire Reeds Bay. Nuotare nell’acqua caraibica regala la sensazione di essere nei pressi di un’isola deserta e suggerisce di azzerare ogni pensiero e di lasciarsi andare al massimo relax. In questo senso, il momento migliore per assaporare la bellezza della spiaggia è al mattino presto oppure dopo le due del pomeriggio, quando chi usa le imbarcazioni si ferma a riva.

Spiaggia di Miami

Appena fuori la cittadina di Oistins, questa spiaggia nota anche come Enterprise Beach ha una sabbia soffice e chiara con incantevoli sfumature rosa. Raramente troverete il pienone durante la settimana, mentre nel corso dei weekend la spiaggia è frequentatissima anche dalla gente del posto. Ottimamente attrezzata, è fornita anche di panche posizionate sotto grandi alberi e quindi all’ombra.

Molti venditori ambulanti passano per la Miami Beach e vendono qualsiasi cosa: dalle bevande alle tavole per praticare boogie-boarding in mare. Mentre i bagnini vigilano sulla sicurezza dei bagnanti, specie dove il litorale, circondato da fitti alberi di casuarina, è aperto in direzione sud ed è soggetto a onde piuttosto alte pur se protetto dalla scogliera di South Point. L’altra area invece è dietro al frangiflutti e qui l’acqua è generalmente calma e bassa, preferita dai locali per nuotate mattutine.

Spiaggia di Browne

Due anni fa questa spiaggia è salita agli onori delle cronache per l’apertura di un desk dedicato al check in dei viaggiatori in partenza. Proprio così: la spiaggia di Browne nell’occasione è diventata Departure Beach per iniziativa della Virgin. In genere i turisti devono fare check out dalla struttura che li ospita entro le 10 del mattino e questo – con i voli di ritorno fissati spesso in tarda sera – li costringeva a sprecare di fatto una giornata di vacanza. Ma la compagnia aerea ha ideato questa opportunità innovativa per i suoi clienti.

In ogni caso, la spiaggia è attaccata a Bridgetown: solo cinque minuti a piedi dal centro della città. Qui ci sono anche le sedi del Barbados Yacht Club e del Barbados Cruising Club. A prescindere dal turismo, si tratta quindi di una spiaggia sempre viva, pienamente inserita nel tessuto vitale della città.

Spiaggia Silver Sands

Sulla punta più a sud dell’isola c’è un luogo molto popolare tra gli appassionati di surf. Si chiama Silver Sands Beach e con un nome così non può che vantare una sabbia di grande qualità, soffice e chiara, in alcuni punti raccolta in dune che rendono ancora più speciale il panorama. Che poi anche la vegetazione tutta intorno contribuisce ad abbellire ulteriormente. Il mare è quasi sempre agitato, adatto al surf e alle altre attività simili. Il vento aggiunge una componente essenziale e la spiaggia per questi motivi è famosa in tutto il mondo, tra gli appassionati del windsurf in particolare.

Spiaggia Welches

Altra spiaggia che può aspirare a buon diritto al titolo di spiaggia più bella dell’isola. Anche grazie agli interventi dell’uomo. Perché un tempo era una striscia di sabbia piuttosto piccola, ma oggi dopo numerosi lavori di ampliamento e consolidamento lo spazio a disposizione dei turisti è diventato molto più aperto. Verdi piante allungano un’ombra provvidenziale sulla sabbia nelle ore più calde. Anche da qui si raggiunge rapidamente il piccolo villaggio di Oistins, mentre guardando verso est è possibile scorgere il bel faro di South Point.

Spiaggia Freyers Well

Spostiamoci a nord-ovest per approdare nella spiaggia tropicale di Freyers Well Bay, dove si può notare in assoluta serenità facendo anche snorkeling per ammirare le meraviglie nascoste nell’acqua turchese. Una delle spiagge migliori della zona di St. Lucy, specie quando le onde si calmano. Nonostante non sia agevole arrivare da queste parti, fuori dalle rotte abituali, la spiaggia è sempre piena di vacanzieri. Evidentemente la sua bellezza è trasversalmente irresistibile. I fiori tropicali fanno da straordinario contorno. Si raccomandano visite anche alla Maycocks Bay, nei dintorni, e al faro di Harrison Point.

Spiaggia di Brandons

Bridgetown offre una discreta scelta di spiagge affascinanti. Tra queste c’è sicuramente Brandons Beach, acque calme e la sede del Malibu Visitor Centre Beach Club, con visite guidate alla distilleria di rum. Si possono praticare tanti sport, in acqua e sulla sabbia: ci sono campi da pallavolo, calcio e tennis. E il Weiser on the bay è un bar-ristorante dove si può apprezzare la cucina caraibica.

Spiaggia di Brighton

A due soli minuti dal Bridgetown Cruise Terminal, ecco una spiaggia luminosa e accogliente, dove si estende il famoso Malibu Beach Club che in diversi casi dà anche il nome a questo tratto di litorale, detto appunto Malibu Beach. Se siete amanti delle passeggiate anche lunghe, se vi piace prendere il sole nel massimo relax, comodamente sdraiati, allora è il posto che fa per voi. Ma non crediate che sia dedicata solo ai sedentari, tutt’altro: dal calcio ai racchettoni, dal beach volley alle moto d’acqua, ogni sfida sportiva è possibile qui. E vincere assume un significato davvero speciale, per festeggiare c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Spiaggia di Mullins

Siamo leggermente più a sud di Speightstown, dove si trova una tra le spiagge delle Barbados più amate per la sua bellezza. Famosa soprattutto per gli straordinari tramonti e prototipo della spiaggia con sabbia bianchissima e acque colorate di azzurro turchese. Ampia su tutto il litorale la scelta degli stabilimenti balneari, attrezzati ed efficienti. 

Spiaggia di Dover

Qui vicino sorge il campo Dover Playing Field, teatro di partite di cricket e di calcio. La spiaggia può essere un punto di osservazione realmente privilegiato ed effettivamente c’è sempre una discreta folla a fare da cornice alle partite. Poi viene tutto il resto, compreso un mare tranquillo molto adatto alla balneazione e alle attività acquatiche. Situata al centro del St. Lawrence Gap, ha un contorno di casa caratteristiche, colorate di rosa e ingentilite da alberi diffusi.

Parti per le Barbados con Costa Crociere

Una crociera è l’ideale per approdare sull’isola e godere di tutte le bellezze che può offrire. È il momento di approfittare di questa occasione e vivere una straordinaria esperienza in questa bellissima isola caraibica.

Parti con Costa Crociere