La Cambogia: famosa e ammirata per i suoi templi e per la sua storia, negli ultimi anni sta sviluppando un turismo molto attento e interessato anche alle sue spiagge, che spesso vengono paragonate a quelle della Thailandia prima che arrivasse il turismo di massa. Il principale centro balneare è Sihanoukville, che rappresenta anche un porto molto trafficato.

Arenili di sabbia morbida, un mare limpido che invoglierà a nuotare e a cimentarsi nello snorkeling anche grazie a diverse isole nelle vicinanze che i turisti stanno scoprendo solo negli ultimi tempi. La vostra vacanza sarà ricca di tour ed escursioni per scoprire non solo le bellezze marine, ma anche il folclore dei villaggi e l’energia della natura ancora selvaggia.

Quali sono le spiagge più belle della Cambogia? Dalle coste di Sihanoukville alle isole più tranquille, scopri tutte le più belle spiagge cambogiane. Il viaggio è appena cominciato.

  • Sokha Beach
  • Victory Beach
  • Otres Beach
  • Isola di Koh Rong
  • Isola di Koh Russei
  • Isola di Koh Tang
  • Isola di Song Saa

Sokha Beach

Siamo a Sihanoukville, per ammirare e rilassarsi su quella che è considerata la spiaggia più bella della città. Da diverso tempo è stata privatizzata dopo aver costruito una struttura che offre alloggi di lusso. Si tratta di una lingua di sabbia bianca che si estende per 1,5 chilometri e che si mischia a perle di silicio. Ogni passo che farete sarà caratterizzato da un particolare scricchiolio: diventerà una sorta di musica naturale. La spiaggia è accessibile a tutti pagando il prezzo del biglietto.

Oltre all’accesso alla spiaggia si può accedere anche a una piscina e a un centro fitness. Il resort gestisce anche i bar e i gazebo sulla spiaggia. Le acque poco profonde permettono di rilassarsi e di nuotare senza preoccupazioni. L’arenile è infatti frequentato anche da molte famiglie. Una parte della spiaggia è riservata in esclusiva agli ospiti del resort.

Victory Beach

Non ci spostiamo e rimaniamo a Sihanouk per scoprire questa piccola spiaggia di poche centinaia di metri capace di regalare bellezza e colori. Un punto roccioso e una collina dividono la costa e formano diverse spiagge: la parte sud viene chiamata “Hawai Beach”, quella a Nord appunto Victory. Si tratta di un arenile particolarmente frequentato soprattutto dalle persone che aspettano il tramonto, uno dei momenti più romantici. La zona, infatti inizia ad animarsi nel pomeriggio grazie alla presenza di molti servizi, bar, ristoranti e locali.

Nel complesso in questa zona riescono a convivere due anime: la parte più tranquilla, quella alla ricerca del relax e della pace e la dimensione più movimentata. I giovani sono, infatti, soliti riunirsi nella parte collinare, quella più ricca di ristoranti e locali che in alcuni casi tengono aperto fino al mattino. Da qui si può godere anche di una vista unica, magari semplicemente gustandosi un cocktail, facendo uno spuntino in compagnia o provando alcuni dei piatti locali, magari a base di pesce.

Otres Beach

Ecco una spiaggia affascinante e non ancora troppo conosciuta né raggiunta da servizi che abbiano un impatto eccessivamente negativo sul territorio. Nella zona da decenni si sono ritrovati gruppi di hippies che hanno scelto di venirsi a ritirare qui, in questo tratto di costa che si sviluppa a sud di Sihanoukville. Località balneare rinomata e principale porto del paese. Othres Beach è un luogo molto affascinante, in cui la cornice della natura saprà emozionarvi, specialmente al tramonto. Una bella idea dopo essersi rilassati sulla spiaggia e fatti coccolare dal mare è quella di affittare un motorino per scoprire le bellezze del circondario. Vi sorprenderanno angoli con una natura rigogliosa e scorci ancora liberi da costruzioni.

Le spiagge di questo villaggio, che si trova a una decina di chilometri da Sihanouk, sono caratterizzate da sabbia morbida e chiara, da un mare calmo e pulito. Anche nei fine settimana non sono mai affollate. Per dormire ci sono diverse situazioni economiche, dai bungalow in riva alla spiaggia dove è possibile anche regalarsi un cocktail o un massaggio, fino ad alcune camere a Otres. Nelle vicinanze ci sono anche delle cascate da non perdere.

Isola di Koh Rong

L’isola di Koh Rong è sicuramente un passaggio obbligato durante il vostro soggiorno in Cambogia. Si trova a circa 25 chilometri da Sihanouk ed è rinomata per le sue spiagge estese e non particolarmente affollate. Il mare limpido e circondato dalla barriera corallina sarà ideale per nuotare e per scoprire i fondali con maschere e pinne. La zona regala anche dei villaggi pittoreschi dove sono ancora vive le tradizioni ed è perfetta per chi ha bisogno di un po’ di sano relax. I servizi sono ancora essenziali e il tempo è ancora sospeso e non frenetico. Il periodo migliore per visitarla è nella stagione secca che va da dicembre ad aprile.

L’isola è caratterizzata da una estesa macchia verde, mentre le spiagge sono spesso orlate di palme di cocco. All’arrivo al porto si possono ancora ammirare le case di paglia e i pescatori al lavoro alle prime luci dell’alba. Le strade sono poco asfaltate e l’elettricità è garantita solo da alcuni generatori. Si potrà tranquillamente passeggiare dalla spiaggia alle foreste, attraversando baie, formazioni rocciose di arenarie e piccoli promontori. La spiaggia più famosa è quella di Southwestern Beach

Isola di Koh Russei

Un’isola verdissima e ricolma di vegetazione, che si trova a una quarantina di minuti in barca da Sihanoukville. Si tratta di un atollo semideserto in cui ci vivono stabilmente una ventina di persone e che si anima solamente con l’arrivo delle barche di turisti. Troverete un bar sulla spiaggia e diversi bungalow o amache in cui potrete scegliere di dormire. Non ci sarà niente di meglio da fare che tuffarsi nell’acqua tiepida e limpida e nuotare o fare snorkeling, avendo come cornice una fitta distesa di mangrovie.

Per chi preferisce rilassarsi, è possibile abbronzarsi sui lettini o anche solo rilassarsi sotto le fronde degli alberi. Per chi preferisce mantenersi attivo c’è un sentiero tra la fitta vegetazione che porta all’altro capo dell’isola in appena una decina di minuti. Anche in questa zona ci sono un bar e diversi bungalow dove poter alloggiare, oltre alle immancabili amache per una meritata siesta. Il colpo d’occhio che regala è spettacolare, soprattutto al sopraggiungere del tramonto.

Isola di Koh Tang

Ci troviamo nella provincia di Kampot su un’isola che racchiude alcune delle spiagge più belle della Cambogia. Si tratta ancora di un angolo paradisiaco non particolarmente interessato dal turismo di massa, che è riuscito a mantenere ancora la propria identità. È il luogo ideale per farsi coccolare da un mare calmo e limpido, ma anche per cimentarsi nello snorkeling e soprattutto nelle immersioni. I fondali saranno pieni di colori e di vita che guizza.

Sull’isola saranno organizzati dei corsi per ogni livello di esperienza e di abilità. Koh Tang è il luogo giusto in cui decidere di staccare la spina, immersi in una natura rigogliosa e silenziosa. È un luogo poco conosciuto, per cui non spaventatevi se sarete soli, come dei novelli Robinson Crusoe o moderni Tom Hanks come nel film “Cast Away”. Non mancheranno i tour o le escursioni per scoprire nel dettaglio le curiosità della zona.

Isola di Song Saa

Quest’isola fa rima con lusso. Stiamo parlando di un’isola privata pensata per una vacanza a cinque stelle. Rilassarsi o condividere il tramonto da una palafitta o concedersi un massaggio gustando un cocktail naturale, ritirarsi nell’area Spa: tutto è possibile. A Song Saa vengono organizzate anche escursioni in catamarano o esperienze divertenti che coinvolgono tutta la famiglia. Strutture moderne ed ecosostenibili vi regaleranno un soggiorno indimenticabile nelle calde acque del golfo della Thailandia. Sono organizzati diversi tour in barca per scoprire la fauna marina o per visitare anche le isole limitrofe.

Anche fare snorkeling, circondati dalla barriera corallina è un’attività da inserire nell’elenco delle cose assolutamente imperdibili. All’isola si arriva direttamente da Sihanoukville. I resort offrono diverse sistemazioni e numerosi servizi, fra cui la possibilità di fare vela o di affittare un kayak. Ci sono anche una biblioteca, due boutique e un centro congressi.  Si tratta del luogo giusto anche per fare una passeggiata in mezzo alla natura, o per conoscere i villaggi vicini. Vengono organizzati anche corsi di yoga e meditazione.

Parti per la Cambogia con Costa Crociere

Ci sono almeno 60 isole della Cambogia da scoprile solo nella costa meridionale. Un alternarsi di bellezze naturali, paesaggi differenti e spiagge lambite da un mare cristallino che riescono a mantenere il loro fascino più selvaggio. Soggiornerete in piccoli alloggi, in bungalow in riva al mare: tutte soluzioni che vi permetteranno di non perdere di vista il fascino della natura che vi circonda.

La Cambogia sarà una meta da conoscere non solo nuotando o facendo delle escursioni in barca, ma anche soprattutto camminando, senza dimenticare la possibilità di gustarla a tavola, scoprendo piatti ricchi di storia e contaminazioni. In questa nuova destinazione ricca di fascino, semplicità e bellezza avrete in noi degli accompagnatori entusiasti e pronti a farvi conoscere il meglio.

Parti con Costa Crociere