Un paesaggio selvaggio scolpito dal vento, un mare ammaliante, ma non facile da ammaestrare. Benvenuti a Capri (www.costacrociere.it/porti/capri.html), isola non solo emblema di un turismo glamour e chic, ma località che sa offrire una vacanza appagante e ricca di sfumature. La costa si presenta ripida e frastagliata caratterizzata dai pittoreschi faraglioni, dagli scogli e dalle grotte scheggiate e ammorbidite dai giochi di luce. Si dice che qui il mare sia una conquista e che non ci sia niente di facile.

Le lingue sono sottili, fatte di ciottoli, scogli e rocce da cui tuffarsi. Per arrivare alle calette spesso bisogna percorrere sentieri immersi nella natura o salire e scendere da ripide scalinate. Il risultato finale però vi premierà e potrete godere di un mare fantastico in cui nuotare e specchiarvi.

Non aspettatevi spiagge bianche e sconfinate, ma rocce e faraglioni fanno da cornice perfetta a un mare limpidissimo. Scopri dove fare il bagno a Capri con Costa.

  • Spiaggia di Marina Piccola
  • Spiaggia di Marina Grande
  • I Faraglioni di Capri
  • La Grotta Azzurra
  • Spiaggia di Palazzo a Mare
  • Faro di Punta Carena
  • La Gradola
  • Torre Saracena

Spiaggia di Marina Piccola

La bellezza va a braccetto con la leggenda in alcuni luoghi. A Marina Piccola secondo alcuni studiosi le sirene avrebbero insidiato Ulisse con il loro canto. La baia è perfetta per chi desidera godersi una spiaggia con vista sui famosi Faraglioni. Scendendo una scalinata si arriva al pittoresco “Scoglio delle Sirene”. Queste due rocce dividono la baia in due spiagge non molto estese: Marina di Pennauro e Marina di Mulo. La prima era usata dagli antichi romani come piccolo porto.

Ai lati dello scoglio ci sono dei tratti di spiaggia libera e un chiosco, se si continua a camminare si arriverà a uno stabilimento balneare che ospita anche un ristorante. È consigliabile arrivare al mattino presto per trovare posto e perché il sole va via presto. Marina Piccola è anche il punto ideale magari per fare un tuffo invernale: essendo riparata dal vento ed esposta a sud, registra sempre qualche grado in più rispetto alle altre zone dell’isola.

Spiaggia di Marina Grande

Impossibile non passare da qui. A Marina Grande arrivano e ripartono i traghetti e gli aliscafi. Qui si trova il porto turistico e anche quello commerciale. E oltre a questo ci sono anche la capitaneria di porto, il capolinea degli autobus per le diverse zone dell’Isola, la stazione della funicolare e l’ufficio informazioni.  Il primo pontile molto rudimentale risale solo al 1876, prima non c’era nessun porto. Bisognerà aspettare il 1928 per la prima costruzione di una banchina destinata a coordinare le operazioni di imbarco e sbarco.

A poca distanza dal molo potrete trovare la più grande spiaggia libera e alcuni stabilimenti balneari. Vista la sua estensione la spiaggia è particolarmente adatta alle famiglie con bambini. Oltre a nuotare e magari dedicarvi allo snorkeling potrete fare due passi tra le variegate case dei pescatori.

I Faraglioni di Capri

La prima immagine che viene di solito in mente pensando a Capri è quella dei faraglioni: picchi di roccia che si stagliano per centinaia di metri in cielo. Simboli di eternità e monumenti naturali che regalano bellezza. A Capri sono stati anche battezzati. Quello unito alla terra si chiama Stella, il secondo diviso da un tratto di mare ha preso il nome di Faraglione di Mezzo e l’ultimo Faraglione di Fuori (o Scopolo). Quest’ultimo è l’habitat naturale della lucertola azzurra. Si racconta che abbia questi colori per mimetizzarsi con il cielo e con il mare. A poca distanza c’è anche un quarto Faraglione (Monacone).

Ai piedi dei faraglioni ci sono due stabilimenti balneari che hanno anche un ristorante. Il modo migliore per ammirare i Faraglioni è quello di organizzare una gita in barca. Quando passerete sotto il Faraglione di mezzo, scambiatevi un bacio visto che si dice che porti fortuna. Già gli Antichi Romani erano rimasti folgorati da questi scogli e vi costruivano raffinate ville per regalarsi uno scorcio fantastico. Questa abitudine è stata poi ripresa da artisti e intellettuali di tutte le epoche alla ricerca dell’ispirazione di fronte a un panorama magico.

La Grotta Azzurra

All’inizio si vedrà solo buio, bisognerà lasciarsi trascinare sulla propria barchetta da un marinaio nei pressi di un arco alto solo un metro. All’improvviso tutto si colorerà di riflessi trasparenti e azzurri e nell’aria risuoneranno canzoni napoletane. Ecco la Grotta Azzurra, la regina di Capri, una delle attrazioni più popolari. L’acqua assumerà dei riflessi argentei e vi sembrerà di essere sospesi più che di galleggiare. La Grotta Azzurra è una cavità naturale larga circa 25 metri e lunga 60 metri. Per visitarla bisognerà salire su piccole barche a remi. A un certo punto il marinaio vi chiederà di stendervi sul fondo dell’imbarcazione ed entrerà nella grotta, dandosi un po’ di slancio con una catena che è stata attaccata alla roccia.

A scoprirla furono due turisti tedeschi, il pittore Ernesto Fries e lo scrittore Augusto Kopish. Era il 1826 quando rivelarono al mondo l’esistenza di questo tesoro in una cavità rocciosa. La colorazione azzurra è merito dei raggi del sole che entrano attraverso una finestra posta sotto il varco di ingresso, e filtrati dall’acqua cristallina. I riflessi color argento si devono, invece, alle bolle d’aria che in qualche modo aderiscono alla superfice interna. Secondo gli studiosi i Romani ne avevano fatto una sorta di tempio per il culto degli dei marini.

Spiaggia di Palazzo a Mare

Palazzo a Mare rimanda ai resti della villa imperiale che si affaccia sul Golfo di Napoli. La dimora appartenuta ad Augusto e poi ristrutturata da Tiberio, nel periodo estivo risplendeva in tutta la sua magnificenza.  Era formata da un nucleo centrale, terrazze, giardini, un ninfeo che si apre sul Tirreno e delle piscine. Diversi edifici sono stati saccheggiati nel XVIII e XIV secolo. Secondo alcune testimonianze storiche la villa era stata arredata con pavimenti in mosaico e marmi.

La spiaggia sul versante di Marina Grande, si può raggiungere in barca, a piedi o con una navetta. Si tratta di una spiaggia di ciottoli in cui ci sono uno stabilimento balneare, un ristorante e un piccolo tratto di spiaggia libera. Il mare si sfrangerà nel suo colore verde smeraldo. Avrete l’opportunità di oziare, di prendere il sole sul lettino, ma anche di provare i piatti tipici di Capri. Questa spiaggia è una delle più amate dai bambini grazie ai suoi fondali bassi che permettono giochi senza particolari preoccupazioni.

Faro di Punta Carena

È uno dei fari più antichi d’Italia: la prima volta fu accesso nel 1867. La cornice in cui è inserito è molto frastagliata, ci sono incantevoli calette, un paesaggio variegato con una ricca vegetazione mediterranea. Dal costone roccioso si svela la Grotta dei Caciocavalli e si stacca maestosa la Torre della Guardia. Poco prima del faro ci si può fermare in uno dei fortini usati per difendere l’isola dagli attacchi degli invasori: da qui avrete una vista mozzafiato. Ai suoi piedi ci sarà un’altra curiosità: un secondo fortino che risale alla Seconda Guerra Mondiale. Un altro punto panoramico da cui si può ammirare la baia di Punta Carena e spingere lo sguardo fino all’isola di Ischia.

Nelle sue vicinanze ci sono un’area libera e due stabilimenti balneari. Il faro rappresenta un’area tranquilla, lontana dal turismo di massa, in cui è possibile avere un attimo di pace. Il momento migliore per cogliere la sua magia e apprezzarne la bellezza è al tramonto. Il sole cala regalando sfumature di colori uniche mentre i pescatori vanno in mare per la pesca notturna. I due bar della zona propongono spesso serate con musica dal vivo.

La Gradola

Benvenuti in uno dei posti più affascinanti e coinvolgenti dell’isola di Capri. Qui il mare esplode in tutta la sua bellezza e in diverse sfumature di blu. La vista vi lascerà senza parole, spaziando dalla Grotta Azzurra fino a Ischia e alla penisola sorrentina.  Si tratta di una vera e propria discesa a mare con la cornice delle rocce.  Il fondale del mare è abbastanza profondo ed è ideale per chi voglia avventurarsi a fare snorkeling.  Non sarà inusuale incontrare banchi di alici o ricci.

È un luogo perfetto anche per tuffarsi dagli scogli. Sarete accolti da un luogo riservato e discreto, che è stato sempre frequentato da intellettuali e artisti. Avrete a disposizione anche delle terrazze solarium con sdraio e lettini. Nelle vicinanze ci sono anche un cocktail bar e un ristorante. Non mancano gli aperitivi musicali e le serate a tema. Questa località balneare è stata più volte premiata con la bandiera blu.

Torre Saracena

Vicino a una torre saracena sorge l’omonimo stabilimento balneare che offre una delle spiagge più belle di Capri. Una spiaggia riservata, con lo sfondo dei faraglioni. Un luogo in cui ricercare un po’ di relax, sapendo che il sole se ne va nel primo pomeriggio. L’arenile è di ciottoli ed è uno dei preferiti dalle famiglie con bambini. Nelle vicinanze avrete anche a disposizione un rinomato ristorante in cui gustare i sapori della tradizione. Anche qui, a partire dall’immediato dopoguerra si sono dati ritrovo artisti, politici, intellettuali e personalità del jet-set internazionale.

Parti per Capri con Costa Crociere

Un’isola famosa, ma i cui segreti sono ancora appannaggio di pochi. Capri saprà svelarsi con quel tocco elegante e un po’ glamour che hanno le vie dello shopping e certi suoi angoli. La vostra vacanza sarà anche all’insegna della cultura e di un po’ di storia, tra chiese e palazzi d’epoca. Saranno però il relax e il mare a conquistarvi. Angoli impervi da cui potrete avere scorci indimenticabili. Passeggiate in mezzo alla natura, gite in barca alla scoperta delle grotte, nuotate all’imbrunire, cocktail al tramonto: il vostro viaggio sarà un tripudio di emozioni e di colori da vivere con noi.

Parti con Costa Crociere