Sono numerose le isole e le spiagge della Colombia da visitare: Isla Grande, Isla Mucura, Isla San Andrés, il Parco Nazionale di Tayrona e molto altro.

Colombia. Conoscete tutte le meraviglie del paese sudamericano? Scommettiamo di no. questo stato non è famoso solo per le bellissime città che popolano il suo entroterra, ma anche per le isole e le spiagge così paradisiache da togliere il fiato. La Colombia ospita una tra le barriere coralline più belle al mondo, meta ogni anno di visitatori da ogni paese che non vedono l’ora di immergersi e vedere con i propri occhi i coralli e le migliaia di varietà di pesci che vivono dei fondali marini.

In molte delle isole che si trovano nell’Oceano Atlantico e Pacifico che circonda la Colombia, è molto difficile usare il cellulare. Questo perché sono luoghi che – nonostante siano molto visitati dai turisti – sono rimasti praticamente incontaminati. Ma è proprio questa la bellezza di posti come l’Arcipelago di San Bernardo o le spiagge del Parco Nazionale Naturale di Tayrona. Qui i viaggiatori incontreranno relax e tranquillità, e potranno staccare la spina dopo lo stress della vita quotidiana delle città di provenienza.

Da visitare assolutamente è anche uno dei 46 parchi nazionali naturali della Colombia: stiamo parlando delle Islas del Rosario, Isole del Rosario, uno dei luoghi dove la biodiversità è così variegata e rara, che ha bisogno di essere protetta, soprattutto dal turismo di massa. Sono migliaia i visitatori che ogni anno si recano in Colombia da ogni parte del mondo: e questo arcipelago rimane sempre uno dei più visitati. Nessuno è rimasto indifferente al suo fascino e alla bellezza dei suoi paesaggi. Non ci credete? Ecco le isole e le spiagge da visitare assolutamente in questo paese magnifico dalla storia millenaria.

Potrai così scoprire le spiagge della Colombia da non perdere assolutamente:

  • Arcipelago di San Bernardo
  • Islas de Rosario (Isole del Rosario)
  • Penisola di Barù
  • Isla San Andrès (Isola San Andrés)
  • Taganga
  • Cabo de la Vela
  • Bahia Solano
  • Nuqui
  • Capurganà
  • Isla Grande (Isola Grande)
  • Isla Mucura (Isola di Mucura)
  • Isla de Providencia (Isola di Providencia)

Arcipelago di San Bernardo

Il paradiso ha un nome e si chiama Arcipelago di San Bernardo. Questo angolo di bellezza in mezzo al Mar dei Caraibi è un insieme di dieci isole coralline costiere e un'isola artificiale appartenenti e governate dalla Colombia, situato nel Golfo di Morrosquillo. Queste isole sono: Boquéron, Cabruna, Ceycen, Mangle, Mucura, Palma, Panda, Santa Cruz del Islote, Tintipan e Maravilla. Cosa fare nell’Arcipelago di San Bernardo? Iniziamo dalla più importante: spegnere il cellulare. Tanto nelle isole non c’è segnale, quindi dimenticatevi di usare WhatsApp per chattare con gli amici. Qui l’unica cosa che dovete fare è godervi la privilegiata posizione in mezzo alla barriera corallina, sedervi sulla sabbia bianca e fare il bagno nelle magnifiche acque cristalline dell’Arcipelago. Una delle esperienze più belle da fare? Lo snorkeling in mare aperto.

Ogni isola ha una caratteristica differente. Santa Cruz del Islote, ad esempio, è un isolotto dove abbondano cemento e case, tanto che è l’isola più densamente popolata al mondo, così famosa da entrare persino nel Guinness dei primati. I suoi 1200 abitanti vivono in appena 12mila metri quadrati in coloratissime case costruite sull’isola. Si tratta di un posto molto famoso, oggetto di studi e protagonista di numerosi documentari. I suoi abitanti, infatti, vivono praticamente isolati dal resto della Colombia e raramente escono da Santa Cruz del Islote.

Le acque intorno all’Arcipelago San Bernardo abbondano di pesci e di bellissime tartarughe marine, vera e propria sorpresa quando si nuota nelle acque di questo posto paradisiaco. Dal 1996 l’Arcipelago fa parte del Parco nazionale del Rosario, ed è una delle riserve naturali più belle della Colombia

Islas del Rosario (Isole del Rosario)

Conosciute anche come Corales Islas del Rosario (Isole del Corallo di Rosario), quello delle Islas del Rosario è un arcipelago situato al largo della costa della Colombia, a circa 100 chilometri da Cartagena. Le isole che lo compongono sono di una bellezza incredibile: pochi sono riusciti a non sgranare gli occhi davanti alla grandezza della barriera corallina e del paesaggio incontaminato che domina quel pezzo di mare. Le Isole del Rosario sono uno dei 46 parchi nazionali naturali della Colombia: il sito è stato fondato nel 1988 per proteggere quella che è una delle barriere coralline più importanti della costa caraibica colombiana. Le isole possono chiaramente essere visitate da viaggiatori e turisti: tour appositi sono stati ideati per far godere le persone dell’acquario e l’oceanarium in mare aperto. Sono inoltre disponibili attività per gli amanti dello sport, come lo snorkeling e la pesca.

L’arcipelago delle Isole del Rosario è composto da 23 isole, baie e isolotti relativamente giovani dato che si sono formati meno di 5mila anni fa. È un luogo magico con sabbie bianche, acque cristalline e paesaggi per lo più incontaminati che sembrano usciti da un sogno. Nessuna foto o cartolina potrà mai rendere omaggio alla bellezza di questo arcipelago, ricoperto dalla vegetazione rigogliosa dei Caraibi e circondato da acque trasparenti con gradazioni di colore dal porpora (dovuto alla barriera corallina) al turchese.

Penisola di Barù

La Penisola di Barù fa parte delle Islas del Rosario: qui ci sono le spiagge più belle e visitate del sud di Cartagena, vera e propria attrazione per migliaia di visitatori ogni anno. Una menzione speciale va a Playa Blanca, Spiaggia Bianca, considerata la spiaggia più bella di tutta la Colombia: a questa meravigliosa distesa di sabbia si può accedere con una barca. La sua caratteristica principale sono le distese di sabbia bianca e le acque trasparenti. Nella zona crescono delle splendide mangrovie, e la barriera corallina è visibile a occhio nudo. In questa penisola ci sono piccole città simili ai villaggi di un tempo: un tuffo nel passato che ci parla di epoche storiche lontane, quando le persone vivevano dei prodotti del mare e dei campi, senza tecnologia e semplicemente vivendo in comunità. Non è un caso che sulla penisola di Barù abitino poche persone, circa diecimila.

Cosa fare sulla Penisola di Barù? Sicuramente trascorrere almeno qualche ora a Playa Blanca, la spiaggia più bella della Colombia. Vi consigliamo di arrivare prima di mezzogiorno o dopo le 15 per evitare la folla che inevitabilmente a un certo punto si riversa sull’isola. Di cosa avete bisogno? Del costume da bagno, dell’asciugamano, della crema solare, degli occhiali da sole e di un buon libro per rilassarsi sentendo il rumore delle onde. Nei dintorni della spiaggia ci sono molti posti dove bere o mangiare, ma è consigliabile portare i contanti dato che non tutti i localetti vicino Playa Blanca hanno il pos.

Un’altra attività da non perdere nella Penisola di Barù è lo snorkeling: non vorrete mica andare via da questo posto magico senza aver visto la barriera corallina? Armatevi di maschera, pinne e boccaglio, perché se quel tratto di mare è stato proclamato parco nazionale naturale c’è sicuramente un motivo.

Amate gli animali? C’è un’attrazione poco conosciuta sulla Penisola di Barù, ed è l'Aviario Nacional de Colombia. Si tratta di un santuario che ospita una grande varietà di uccelli: qui è possibile vedere fenicotteri, pavoni, ara, condor. Questi animali si trovano in delle recinzioni giganti progettate apposta per ricreare gli habitat nativi degli uccelli.

Isla San Andrés (Isola San Andrés)

Benvenuti a Isla San Andrès, l’isola della Colombia dove è estate tutto l’anno. Caldo, palme, sabbia bianca, coralli, pesci rossi, mare che va dal trasparente, al turchese, al blu, al verde acqua di una temperatura così piacevole da poterci stare dentro delle ore. San Andrès è la capitale di un arcipelago che comprende altre due isole: Providencia e Santa Catalina. Vista la sua bellezza, l’isola di San Andrès è una delle più visitate dai turisti di tutto il mondo. Eppure, nonostante il turismo di massa, San Andrès ha mantenuto la sua propria identità, portata avanti con orgoglio dai raizales nativi, ossia discendenti degli immigrati africani ridotti in schiavitù dai coloni inglesi che abitavano nell’arcipelago tra il diciassettesimo e il diciottesimo secolo.

L’isola di San Andrès può essere visitata o tramite i numerosi tour offerti dalle agenzie in loco, oppure in autonomia, affittando magari i caratteristici chivas colorati. Ci sono diverse tappe obbligatorie per godere della sua bellezza: i quartieri di San Luis e La Loma, dove si sono stabiliti i primi insediamenti. Salendo a La Loma, inoltre, si raggiunge dopo poco il punto più alto dell’isola a 120 metri sul livello del mare, da dove si può vedere la stupenda gradazione di colori dell’acqua. In questo punto, infatti, arrivano fino a sette.

A San Andrès crescono le mangrovie, gli alberi che nascono nell’acqua salata e formano delle foreste suggestive: per vederle meglio è possibile usufruire dei numerosi tour in kayak organizzati appositamente per i turisti, vero must se si decide di visitare l’isola.

Il mare di San Andrès è popolato di calette. Alcune di queste piccole isole sono raggiungibili a piedi dalla riva, mentre altre meritano una gita in barca. Molti di questi isolotti sono popolati da iguane e colibrì, e si caratterizzano per le spiagge paradisiache, le palme e le bevande servite nelle classiche noci di cocco. Data la loro bellezza, si tratta ovviamente di posti molto frequentati ma che vale assolutamente la pena di vedere. Nella barriera corallina di San Andrès vivono migliaia di pesci diversi per forme e colori, ricci, stelle marine e anemoni.

Taganga

Taganga è un piccolo villaggio di pescatori situato in una splendida baia vicino a Santa Marta. Se siete amanti dei viaggi zaino in spalla, questa zona dei Caraibi colombiani è ciò che fa per voi. Taganga è la scelta migliore per chi preferisce le spiagge tranquille e naturali, lontane dall’affollamento tipico dei luoghi turistici. È inoltre vicina al Tayrona Park e punto ideale per fare delle belle gite in barca.

La spiaggia di Taganga si trova in una baia bellissima e molto panoramica circondata da piccole montagne. Nonostante la magia del paesaggio, la cittadina è molto povera, con molte baracche, strade non asfaltate piene di terra lungo la quale camminano molti cani randagi. Nonostante questo, è una delle mete preferite di chi vuole conoscere le diverse anime della Colombia, che non è solo Caraibi e barriera corallina, ma anche vita rurale e infrastrutture povere. In compenso il lungomare è molto bello, l’atmosfera è tranquilla e rilassata e la zona con le spiagge è ricca di ristoranti e posti dove rilassarsi bevendo in tranquillità.

Oltre alla spiaggia di Taganga, un’altra spiaggia molto conosciuta è Playa Grande, la spiaggia Grande, con sabbie bianche e acque cristalline. Si tratta di una zona molto frequentata dai viaggiatori, che vogliono sì passare una giornata di relax al mare, ma anche visitare la città di pescatori che sorge intorno alle piccole baie.

Cabo de la Vela

Nella lontana Colombia del Nord c’è un luogo in cui mare e deserto s’incontrano per creare paesaggi mai visti finora: si tratta della zona de La Guajira. La strada per raggiungere questo luogo non è semplice, ed è un po’ impegnativa dato che bisogna attraversare il deserto: assicuratevi quindi di farlo con un veicolo adeguato per non rimanere incastrati nelle dune a metà tragitto. Andando verso la spiaggia di Cabo de la Vela, incontrerete sul vostro percorso pochissime abitazioni dove risiedono gli abitanti del posto. Si tratta di case isolate, e possono passare diversi chilometri di distanza tra l’una e l’altra.

Cabo de la Vela è una piccola cittadina, con accesso limitato all’acqua dolce e all’elettricità. Ironia della sorte, ciò che per noi sembra una grossa limitazione al benessere della vita quotidiana, lì ha fatto sì che il paesaggio mantenesse il suo fascino. La spiaggia di Cabo de la Vela è molto particolare: è ventosa, eppure il mare è calmo. Tanto che è il posto prediletto dai kitesurfer. Ma sono molte le spiagge da visitare in questo luogo. Non potete andare via da questa parte della Colombia senza aver visto le magnifiche dune di sabbia che attraversano il deserto e poi vanno direttamente dentro il mare.

Arcoiris è una delle più belle di Cabo de la Vela. Conosciuta anche come Rainbow Beach (spiaggia arcobaleno) per i colori spettacolari al tramonto, si caratterizza per le acque azzurre e la collina che scende dolcemente verso il mare. Molto simile anche Pilon de Azucar, che sembra l’incontro tra due pianeti: Marte, con il suolo di colore rosso, e la Terra con le sue acque blu. Qui è possibile trovare banchetti dove la gente del luogo vende prodotti caratteristici colombiani come le Mochilas, ossia le borse fatte a mano tipiche delle comunità indigene.

Bahia Solano

Foreste pluviali, montagne e spiagge paradisiache a cui si affiancano straordinarie città coloniali: la Colombia ha un paesaggio così variegato che è in grado di accontentare ogni tipo di viaggiatore. Si tratta di un paese ancora poco conosciuto e dove i turisti – sebbene siano moltissimi – non raggiungono ancora la quantità di altre zone del mondo. Questo perché spesso le persone hanno un’idea sbagliata della Colombia e la considerano un paese molto pericoloso, dove è meglio non andare. Ma non è così. Se in certe zone bisogna ovviamente prestare attenzione (come in ogni città del mondo), in altre l’unica cosa che bisogna fare è mettersi il costume da bagno e rilassarsi con il suono delle onde. Non vorrete mica privarvi del piacere di vedere una delle barriere coralline più grandi al mondo?

Bahia Solano è un paradiso che unisce mare e giungla. È sede del Parco nazionale di Utria, meta ogni anno di migliaia di visitatori. Il villaggio più importante è Mutis: sebbene non abbia una vera e propria spiaggia, non potete non fare un giro per questa piccola cittadina caratteristica. Il secondo villaggio più importante di Bahia Solano è El Valle, dove si trova una delle spiagge più belle al mondo: la spiaggia di Almejal, con i suoi diversi chilometri di sabbia morbida e nera. Non è un caso che qui siano situati la maggior parte degli alberghi di Bahia Solano, soprattutto perché El Valle è anche un buon punto di partenza per visitare il Parco Nazionale di Utria. Durante la stagione delle balene, la spiaggia di Almejal è un buon punto di osservazione per vedere questi giganti del mare da vicino, anche se bisogna usare il binocolo per avvistarle. Vederle, almeno una volta nella vita, è un’esperienza unica al mondo.

Un’altra spiaggia molto bella di Bahia Solano è Huina. A differenza di Almejal, la sua sabbia è dorata, un tono di colore che contrasta perfettamente con la vegetazione del luogo. Non è molto grande, ed è quindi il posto perfetto per passare una giornata in completo relax e tranquillità. La spiaggia di Huina è il luogo ideale per fare snorkeling, soprattutto quando la marea è bassa: è un luogo perfetto anche per i bambini, dato che pesci e coralli si trovano anche vicino alla riva.

Oltre alle balene, a Bahia Solano è possibile avvistare anche i delfini. Per vedere questi bellissimi animali, è possibile usufruire dei numerosi tour guidati organizzati dagli alberghi e dalle agenzie del posto.

Nuquì

Quando arrivate a Nuquì, scordatevi il telefono. Questa regione fa parte della zona del Pacifico colombiano: la rete cellulare funziona molto raramente, e non sempre gli alberghi hanno il wifi. Andare a Nuquì significa tornare alle origini, e abbandonarsi a un luogo dove la tecnologia non è ancora arrivata completamente. Significa sgomberare la mente, rilassarsi e lasciarsi andare al relax e alla tranquillità più totale. Molti viaggiatori arrivano qui per diversi motivi: la pesca, il surf, il whale whatching. Come altre zone della Colombia, infatti, anche Nuquì è famosa per le balene.

Nel Pacifico esiste una magia diversa da quella dei Caraibi colombiani. Sebbene la sua sabbia non sia bianca e il suo mare non sia di sette colori, vedere l'immensità della giungla confusa con l'inizio delle spiagge è qualcosa che non si può descrivere a parole. Ovviamente, dato che Nuquì è un posto praticamente incontaminato, è consigliabile portarsi dei contanti per pagare, dato che trovare un pos in mezzo alla giungla è praticamente impossibile.

Le onde che s’infrangono sulla barriera corallina di Nuquì sono enormi, e variano dai tre ai sei metri di altezza. Per questo è una delle mete preferite dei surfisti. Nuquí è sicuramente la destinazione ideale per coloro che vogliono rompere la propria routine, che non hanno paura di stare senza internet per un giorno intero, e che vogliono solo abbandonarsi alla bellezza della natura, della sua giungla incontaminata e delle sue acque blu con le onde alte diversi metri. È un luogo perfetto per ricaricare le batterie e sfuggire dallo stress della vita metropolitana, spesso caotica e fonte di nervosismi che a Nuquì non hanno mai trovato casa.

Capurganà

Se volete fare un’esperienza selvaggia e fuori di sentieri battuti del turismo, Capurganà è la scelta ideale. Situata al confine tra Colombia e Panama nella splendida regione di Chocó, questo piccolo villaggio immerso nella giungla offre alcuni dei migliori paesaggi dominati da sabbia bianca e acqua cristallina in Colombia. La spiaggia principale di Capurganà è quella di Soledad, meravigliosa insenatura di sabbia bianca e acqua turchese. Tutto intorno la giungla cresce selvaggia e lussureggiante, mentre le acque marine sono perfette per fare snorkeling, dato che qui vivono migliaia pesci diversi per forma e colore. La barriera corallina di Capurganà è molto famosa, soprattutto perché è una delle più incontaminate del mondo. 

Isla Grande (Isola Grande)

Isla Grande è – lo dice anche il nome – l’isola più grande dell’Arcipelago del Rosario. È attraversata da una sola strada non asfaltata, ed è possibile visitarla affittando le biciclette dai vari esercizi commerciali che accolgono i turisti nella zona. Unico accorgimento: portate nello zaino una riserva d’acqua abbondante per sopravvivere alla giornata. Bellissima è la foresta di mangrovie che cresce sull’isola, così come le sue spiagge incontaminate e le sue acque cristalline, rese ancora più belle e suggestive dalla barriera corallina che cresce e vive sul suolo marino.

La spiaggia di Bonita è la più famosa di Isla Grande, con la sua bellissima distesa di sabbia bianca e le acque azzurre. Un altro luogo imperdibile è quella che è conosciuta anche come la “Laguna incantata”. Si tratta di una laguna bioluminescente piena di fitoplancton che dà l’impressione di essere uno specchio d’acqua luminoso. Non ci sono cartelli lungo il percorso ed è molto facile perdersi: è consigliabile quindi visitarla in gruppo oppure portarsi dietro una mappa.

Isla Mucura (Isola di Mucura)

Isla Mucura fa parte dell’Arcipelago di San Bernardo, e le sue spiagge sono tra le più belle al mondo. Si tratta di un’isola relativamente piccola, nota per la sua ospitalità e tranquillità. Le spiagge hanno sabbie bianche, punteggiate da capanne ricoperte di paglia e ondeggianti alberi di cocco. Le acque turchesi, un piacere per i nuotatori, sono cristalline, calme e temperate e i tramonti sono mozzafiato. L'area fa parte di un parco marino protetto ricco di fauna e forse uno dei migliori posti al mondo per le immersioni subacquee. È un luogo perfetto per i viaggiatori che vogliono tranquillità, ma anche per quelli che invece preferiscono godersi la vacanza facendo qualche sport: sull’isola di Mucura, infatti, è possibile fare diverse attività tra cui windsurf, kayak, snorkeling, pallavolo e tennis.

Le sorprese però, non finiscono qui: perché l’isola di Mucura è possibile viverla anche di notte. Da qui, infatti, salpano le barche per la vicina Tintipan, dove si può notare nelle acque ricche di plancton luminosi. L’isola di Mucura si trova 80 chilometri a sud di Cartagena, la quinta città più grande della Colombia, ed è raggiungibile solo in barca. È uno dei luoghi imperdibili da visitare e costituisce un'esperienza davvero fuori dal comune. 

Isla de Providencia (Isola di Provvidenza)

Isla de Providencia fa parte dell'arcipelago formato da San Andrés, Providencia e Santa Catalina. Nonostante sia un posto molto conosciuto e amato dai turisti, spesso alcuni rinunciano perché arrivarci non è esattamente molto facile ed economico. Ma chi vi arriva, deve essere pronto a vivere una delle più belle esperienze che la vita gli riserva. Gli abitanti dell’isola parlano una lingua molto difficile, il Sanandresan, incomprensibile per i turisti. Ma non abbiate paura: la maggior parte di loro parla anche spagnolo e inglese, ed è possibile comunicare senza problemi.

Comunicare in Colombia, infatti, è facile. Molte persone, nonostante parlino idiomi locali incomprensibili a chi viene da fuori, conoscono l’inglese e ovviamente lo spagnolo. Senza contare che si tratta di popolazioni molto ospitali che, vivendo di turismo, tengono molto a far vivere al viaggiatore un’esperienza unica e indimenticabile. La Colombia è un paese per tutti, soprattutto per coloro che hanno un animo avventuroso e amano le sfide. Ce n’è per tutti i gusti: sia per chi, zaino in spalla, vuole andare alla scoperta della storia di questo posto meraviglioso, sia per chi vuole stendersi al sole in un posto che sembra uscito direttamente dal paradiso di Dante.

L’isola di Providencia è molto piccola, lunga appena sette chilometri e larga quattro. Una delle sue caratteristiche più interessanti è il terreno roccioso di origine vulcanica, che la rendono fuori dal comune. Essendo molto piccola può essere visitata tutta in un giorno affittando una bicicletta. La barriera corallina dell’isola di Providencia si estende invece per 33 chilometri ed è una delle più grandi al mondo: questo la rende un luogo ideale per lo snorkeling e le immersioni. Ha una fauna molto diversificata, ed è possibile vedere squali, pesci pagliaccio, tartarughe, razze.

L’isola di Providencia è la parte centrale dell’area marina protetta dall’Unesco: la sua riserva, infatti, costituisce il 10% dell’intero Mar dei Caraibi, che contiene gran parte della biodiversità marina del mondo. Un motivo in più per prendere i bagagli e visitare l'isola di Providencia.

Parti per la Colombia con Costa Crociere

 

Approfitta di una Crociera Costa per ammirare le isole e le spiagge più belle della Colombia, come l’Arcipelago di San Bernardo e le Islas del Rosario. Ti aspettano paesaggi naturali mozzafiato, spiagge bianche, acque cristalline e tanto divertimento!

Cerca la tua prossima crociera